Testo cercato:

art civile codice

Risultati 33986-34020 di 36956

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 44

SOGGETTI ATTUATORI DEL PROGRAMMA D'AREA (Rubrica così sostituita dall'art. 4, primo comma, ottavo alinea, L.R. 24 novembre 2006, n. 14) 1. I singoli soggetti partecipanti provvedono alla realizzazione ed alla gestione degli interventi previsti dal programma d'area in relazione agli obblighi...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 51

INTERVENTI IN ZONA AGRICOLA 1. Nelle zone a destinazione agricola come identificate dell'articolo precedente, il permesso di costruire sarà rilasciato con esonero dei contributi commisurati alle opere di urbanizzazione e ai costi di costruzione, solo se la richiesta è effettuata da imprenditori...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 56

VINCOLO DI INEDIFICABILITÀ 1. All'atto del rilascio del permesso di costruire, per le costruzioni da realizzare ai sensi del Titolo VII, viene istituito un vincolo di non edificazione relativamente alla sola superficie agraria asservita, da trascriversi presso la conservatoria dei registri...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 58

TITOLO IX Misure di salvaguardia (MISURE DI SALVAGUARDIA) 1. A decorrere dalla data di adozione del Q.T.R. si applicano le misure di salvaguardia di cui alla legge 3 novembre 1952, n. 1902, e sue modificazioni ed integrazioni. 2. Sono nulli gli atti assunti in violazione delle misure di cui al...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 62

ADEMPIMENTI DELLA REGIONE 1. Entro un anno dall'entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale elabora il documento preliminare del Q.T.R. con i contenuti di cui all'articolo 17 e lo trasmette al Consiglio regionale, alle province ed ai comuni, ai sensi dell'articolo 25. (Comma così...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 63

ADEGUAMENTI ED AGGIORNAMENTI 1. Gli adeguamenti del Q.T.R. possono essere promossi dal Consiglio regionale, da una o più province, dai comuni la cui popolazione complessiva superi di 1/3 quella definita nell'ultimo censimento del totale regionale, qualora si verifichino modifiche alla normativa...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 64

ADEMPIMENTI DELLE PROVINCE 1. I P.T.C.P. vigenti alla data di entrata in vigore della presente legge conservano validità fino all'approvazione delle linee guida di cui al comma 5 dell'articolo 17. Le previsioni di detti strumenti vanno adeguate se in contrasto con le suddette linee guida nei...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 66

TITOLO XI Disposizioni finali (ATTI REGIONALI DI INDIRIZZO, COORDINAMENTO E ATTUAZIONE) 1. Per assicurare lo sviluppo coordinato ed omogeneo delle attività di pianificazione territoriale e urbanistica, la Regione adotta: a) atti di indirizzo e coordinamento delle funzioni pianificatori delle...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 68

SUPPORTI TECNICI E FINANZIARI PER LA FORMAZIONE DI STRUMENTI URBANISTICI 1. La Regione assicura adeguato supporto tecnico a province e comuni per l'esercizio delle funzioni e dei compiti amministrativi demandati dalla presente legge. All'uopo gli Enti locali possono avvalersi dell'ausilio delle...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 8

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE E OSSERVATORIO DELLE TRASFORMAZIONI TERRITORIALI (S.I.T.O.) 1. È istituito presso l'Assessorato all'urbanistica e governo del territorio della Regione il Sistema Informativo Territoriale e l'Osservatorio delle trasformazioni territoriali (S.I.T.O.). (Periodo così...

Legge regionale Lombardia del 2005 numero 12 art. 11

COMPENSAZIONE, PEREQUAZIONE ED INCENTIVAZIONE URBANISTICA 1. Sulla base dei criteri definiti dal documento di piano, i piani attuativi e gli atti di programmazione negoziata con valenza territoriale possono ripartire tra tutti i proprietari degli immobili interessati dagli interventi i diritti...

Legge regionale Puglia del 2001 numero 20 art. 14

PEREQUAZIONE URBANISTICA 1. Al fine di distribuire equamente, tra i proprietari interessati dagli interventi, i diritti edificatori attribuiti dalla pianificazione urbanistica e gli oneri conseguenti alla realizzazione degli interventi di urbanizzazione del territorio, il P.U.G. può riconoscere...

Legge regionale Puglia del 2001 numero 20 art. 20

NORME DI PRIMA ATTUAZIONE 1. Gli strumenti comunali di pianificazione urbanistica già adottati alla data di entrata in vigore della presente legge sono approvati secondo le disposizioni stabilite dalla L.R. n. 56/1980. 2. Le varianti agli strumenti comunali di pianificazione urbanistica già...

Legge regionale Puglia del 2001 numero 20 art. 22

abrogato - POTERI DI ANNULLAMENTO [1. Entro dieci anni dalla data della loro emanazione e/o adozione, il Presidente della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale all'urbanistica, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 7 della L. n. 241/1990, assegna un termine di trenta...

Legge regionale Puglia del 2001 numero 20 art. 23

NORME PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI IN ZONE SOGGETTE A TUTELA PAESAGGISTICA [1. ...] (Articolo abrogato dall'art. 11, comma 1, L.R. 7 ottobre 2009, n. 20, a decorrere dal giorno stesso della sua pubblicazione. In via di interpretazione autentica, relativamente alla data di entrata in...

Legge regionale Veneto del 2004 numero 11 art. 17

CONTENUTI DEL PIANO DEGLI INTERVENTI (PI) 1. Il piano degli interventi (PI) si rapporta con il bilancio pluriennale comunale, con il programma triennale delle opere pubbliche e con gli altri strumenti comunali settoriali previsti da leggi statali e regionali e si attua attraverso interventi...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 1-ter

SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE DI LIQUIDAZIONE DEGLI AIUTI ALLA PESCA 1. Al fine di assicurare liquidità alle imprese della pesca e dell'acquacoltura colpite dall'emergenza sanitaria derivante dal COVID-19, entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 4-ter

OBIETTIVI ANNUALI DI GESTIONE DI PNEUMATICI FUORI USO 1. Alla luce della situazione emergenziale derivante dalla pandemia di COVID-19 e delle misure adottate per contenerla, in quanto incidenti sulle attività commerciali e sugli spostamenti delle persone, gli obiettivi di gestione di quantitativi...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 12-ter

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI BENI DI IMPRESA 1. La rivalutazione dei beni d'impresa e delle partecipazioni di cui all'articolo 1, commi 696 e seguenti, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, alle condizioni ivi stabilite, può essere effettuata nel bilancio o rendiconto dell'esercizio successivo a...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 12-bis

RIMBORSO ALLE IMPRESE PER MANCATA PARTECIPAZIONE A FIERE E MANIFESTAZIONI COMMERCIALI INTERNAZIONALI 1. Il credito d'imposta di cui all'articolo 49 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, spetta, per l'anno 2020, anche per le...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 14-ter

PROROGA DEI TERMINI DEGLI ADEMPIMENTI TECNICI E AMMINISTRATIVI RELATIVI AGLI IMPIANTI A FUNE IN SERVIZIO PUBBLICO 1. Al fine di garantire la continuità del servizio di pubblico trasporto mediante impianti a fune, le scadenze relative alle revisioni generali e speciali quinquennali nonché quelle...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 14-bis

PROROGA DEL PROGRAMMA NAZIONALE TRIENNALE DELLA PESCA E DELL'ACQUACOLTURA 1. Al fine di assicurare la continuità delle azioni previste dallo strumento programmatorio nazionale del settore ittico nel periodo di emergenza da COVID-19, è disposta la proroga al 31 dicembre 2021 del Programma...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 30-bis

NORME IN MATERIA DI RIFIUTI SANITARI 1. Al fine di contenere il rischio infettivo e favorire la sterilizzazione dei rifiuti sanitari nelle strutture sanitarie, i rifiuti sanitari a solo rischio infettivo assoggettati a procedimento di sterilizzazione, effettuato secondo le previsioni...

Decreto Legge del 2020 numero 23 art. 42-ter

CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA 1. Le disposizioni del presente decreto sono applicabili nelle regioni a statuto speciale e nelle province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione, anche con riferimento alla legge costituzionale 18...

Decreto Presidente Repubblica del 2001 numero 380 art. 19

CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER OPERE O IMPIANTI NON DESTINATI ALLA RESIDENZA (LEGGE 28 GENNAIO 1977, N. 10, ART. 10) 1. Il permesso di costruire relativo a costruzioni o impianti destinati ad attività industriali o artigianali dirette alla trasformazione di beni ed alla prestazione di servizi...

Decreto Presidente Repubblica del 2001 numero 380 art. 33

INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA IN ASSENZA DI PERMESSO DI COSTRUIRE O IN TOTALE DIFFORMITÀ (LEGGE 28 FEBBRAIO 1985, N. 47, ART. 9; DECRETO LEGISLATIVO 18 AGOSTO 2000, N. 267, ARTICOLI 107 E 109) 1. Gli interventi e le opere di ristrutturazione edilizia di cui all'articolo 10, comma 1,...

Decreto Presidente Repubblica del 2001 numero 380 art. 50

AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE IN CASO DI SANATORIA (LEGGE 28 FEBBRAIO 1985, N. 47, ART. 46) 1. In deroga alle disposizioni di cui all'articolo 49, le agevolazioni tributarie in materia di tasse ed imposte indirette sugli affari si applicano agli atti stipulati dopo il 17 marzo 1985, qualora ricorrano...

Decreto Presidente Repubblica del 2001 numero 380 art. 137

NORME CHE RIMANGONO IN VIGORE 1. Restano in vigore le seguenti disposizioni: a) legge 17 agosto 1942, n. 1150 e successive modificazioni ad eccezione degli articoli di cui all'articolo 136, comma 2, lettera b); b) legge 5 agosto 1978, n. 457 e successive modificazioni; c) legge 28 febbraio...

Decreto Presidente Repubblica del 2001 numero 380 art. 138

ENTRATA IN VIGORE DEL TESTO UNICO 1. Le disposizioni del presente testo unico entrano in vigore a decorrere dal 1° gennaio 2002. (Termine prorogato al 30 giugno 2002, dall'art. 5-bis, comma 1, D.L. 23 novembre 2001, n. 411, convertito dalla L. 31 dicembre 2001, n. 463 e, successivamente, al 30...

Società in accomandita semplice e figure analoghe

La distinzione tra società in accomandita semplice e l'associazione in partecipazione (art. cod. civ. ) è, in linea teorica, perspicua. Poiché con il contratto di associazione in partecipazione viene attribuito all'associato, verso il corrispettivo di un determinato apporto, una partecipazione agli...

Azione del terzo nei confronti del mandante

L'attenzione degli interpreti si appunta generalmente sul problema del meccanismo di acquisto in capo al mandante della proprietà delle cose mobili e della titolarità dei crediti alla luce del II° comma dell'art. cod.civ. nonché del I° comma dell'art. cod.civ. . Il nodo concettuale...

La prova della qualità di erede

La qualità ereditaria di un soggetto possiede due distinte dimensioni: una definibile come “fisiologica”, l’altra legata all’accertamento contenzioso. Da quest’ultimo punto di vista vengono in considerazione le azioni giudiziarie di petizione d’eredità (art. cod.civ.) e di mero accertamento della...

Requisiti dell'interprete

La legge notarile richiede che l'interprete ex art. l.n., necessario nel caso di intervento in atto di sordo che non può leggere l'atto, abbia tutti gli stessi requisiti per essere chiamato a fungere da testimone, ad eccezione di un eventuale vincolo di parentela o coniugio col soggetto portatore...