Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 23661-23695 di 36004

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 194

SPEDIZIONI TRANSFRONTALIERE 1. Le spedizioni transfrontaliere dei rifiuti sono disciplinate dai regolamenti comunitari che regolano la materia, dagli accordi bilaterali di cui agli articoli 41 e 43 del regolamento (CE) n. 1013/2006 e dal decreto di cui al comma 4. 2. Sono fatti salvi, ai sensi...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 20

FASE PRELIMINARE 1. Il proponente trasmette all'autorità competente il progetto preliminare, lo studio preliminare ambientale in formato elettronico, ovvero nei casi di particolare difficoltà di ordine tecnico, anche su supporto cartaceo, nel caso di progetti: (Alinea così modificato dall'art....

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 200

ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI 1. La gestione dei rifiuti urbani è organizzata sulla base di ambiti territoriali ottimali, di seguito anche denominati ATO, delimitati dal piano regionale di cui all'articolo 199, nel rispetto delle linee guida di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 212

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI 1. È costituito, presso il Ministero dell'ambiente e tutela del territorio, l'Albo nazionale gestori ambientali, di seguito denominato Albo, articolato in un Comitato nazionale, con sede presso il medesimo Ministero, ed in Sezioni regionali e provinciali,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 213

AUTORIZZAZIONI INTEGRATE AMBIENTALI 1. Le autorizzazioni integrate ambientali rilasciate ai sensi del decreto legislativo 18 febbraio 2005, n. 59, sostituiscono ad ogni effetto, secondo le modalità ivi previste: a) le autorizzazioni di cui al presente capo; b) la comunicazione di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 243

ACQUE DI FALDA 1. Al fine di impedire e arrestare l'inquinamento delle acque sotterranee nei siti contaminati, oltre ad adottare le necessarie misure di messa in sicurezza e di prevenzione dell'inquinamento delle acque, anche tramite conterminazione idraulica con emungimento e trattamento,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 25

VALUTAZIONE DELLO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE E DEGLI ESITI DELLA CONSULTAZIONE 1. Le attività tecnico-istruttorie per la valutazione d'impatto ambientale sono svolte dall'autorità competente. 2. L'autorità competente acquisisce e valuta tutta la documentazione presentata, le osservazioni,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 252

SITI DI INTERESSE NAZIONALE 1. I siti di interesse nazionale, ai fini della bonifica, sono individuabili in relazione alle caratteristiche del sito, alle quantità e pericolosità degli inquinanti presenti, al rilievo dell'impatto sull'ambiente circostante in termini di rischio sanitario ed...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 263

PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE 1. I proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni di cui alle disposizioni della parte quarta del presente decreto sono devoluti alle province e sono destinati all'esercizio delle funzioni di controllo in materia ambientale,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 267

PARTE QUINTA Norme in materia di tutela dell'aria e di riduzione delle emissioni in atmosfera - TITOLO I Prevenzione e limitazione delle emissioni in atmosfera di impianti e attività - (CAMPO DI APPLICAZIONE) 1. Il presente titolo, ai fini della prevenzione e della limitazione dell'inquinamento...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 268

DEFINIZIONI 1. Ai fini del presente titolo si applicano le seguenti definizioni: a) inquinamento atmosferico: ogni modificazione dell'aria atmosferica, dovuta all'introduzione nella stessa di una o di più sostanze in quantità e con caratteristiche tali da ledere o da costituire un pericolo per...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 270

CONVOGLIAMENTO DELLE EMISSIONI 1. In sede di autorizzazione, l'autorità competente verifica se le emissioni diffuse di un impianto o di un macchinario fisso dotato di autonomi a funzionale sono tecnicamente convogliabili sulla base delle migliori tecniche disponibili e sulla base delle pertinenti...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 272

IMPIANTI E ATTIVITÀ IN DEROGA 1. L'autorità competente può prevedere, con proprio provvedimento generale, che i gestori degli impianti o delle attività elencati nella parte I dell'Allegato IV alla parte quinta del presente decreto comunichino alla stessa di ricadere in tale elenco nonché, in via...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 273

GRANDI IMPIANTI DI COMBUSTIONE 1. L'Allegato II alla parte quinta del presente decreto stabilisce, in relazione ai grandi impianti di combustione, i valori limite di emissione, inclusi quelli degli impianti multicombustibili, le modalità di monitoraggio e di controllo delle emissioni, i criteri...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 276

CONTROLLO DELLE EMISSIONI DI COV DERIVANTI DAL DEPOSITO DELLA BENZINA E DALLA SUA DISTRIBUZIONE DAI TERMINALI AGLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE 1. L'Allegato VII alla parte quinta del presente decreto stabilisce le prescrizioni che devono essere rispettate ai fini del controllo delle emissioni di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 285

CARATTERISTICHE TECNICHE 1. Gli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore al valore di soglia devono rispettare le caratteristiche tecniche previste dalla parte II dell'allegato IX alla presente parte pertinenti al tipo di combustibile utilizzato. I piani e i programmi di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 290

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI 1. Alla modifica e all'integrazione dell'Allegato IX alla parte quinta del presente decreto si provvede con le modalità previste dall'articolo 281, comma 5. 2. L'installazione di impianti termici civili centralizzati può essere imposta dai regolamenti edilizi...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 293

COMBUSTIBILI CONSENTITI 1. Negli impianti disciplinati dal titolo I e dal titolo II della parte quinta del presente decreto, inclusi gli impianti termici civili di potenza termica inferiore al valore di soglia, possono essere utilizzati esclusivamente i combustibili previsti per tali categorie di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 294

PRESCRIZIONI PER IL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE 1. Al fine di ottimizzare il rendimento di combustione, gli impianti disciplinati dal titolo I della parte quinta del presente decreto, con potenza termica nominale pari o superiore a 6 MW, devono essere dotati di rilevatori della temperatura...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 3

CRITERI PER L'ADOZIONE DEI PROVVEDIMENTI SUCCESSIVI 1. Le norme di cui al presente decreto non possono essere derogate, modificate o abrogate se non per dichiarazione espressa, mediante modifica o abrogazione delle singole disposizioni in esso contenute. 2. Entro due anni dalla data di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 306

DETERMINAZIONE DELLE MISURE PER IL RIPRISTINO AMBIENTALE 1. Gli operatori individuano le possibili misure per il ripristino ambientale che risultino conformi all'allegato 3 alla parte sesta del presente decreto e le presentano per l'approvazione al Ministro dell'ambiente e della tutela del...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 312

ISTRUTTORIA PER L'EMANAZIONE DELL'ORDINANZA MINISTERIALE 1. L'istruttoria per l'emanazione dell'ordinanza ministeriale di cui all'articolo 313 si svolge ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241. 2. Il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, per l'accertamento dei fatti, per...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 317

RISCOSSIONE DEI CREDITI E FONDO DI ROTAZIONE 1. Per la riscossione delle somme costituenti credito dello Stato ai sensi delle disposizioni di cui alla parte sesta del presente decreto, nell'ammontare determinato dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio o dal giudice, si applicano...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 37

COMPITI ISTRUTTORI DELLA COMMISSIONE TECNICO-CONSULTIVA 1. Le attività tecnico-istruttorie per la valutazione ambientale dei progetti di opere ed interventi di competenza dello Stato sono svolte dalla Commissione di cui all'articolo 6. A tal fine il vicepresidente competente, per ogni progetto...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 41

CONTROLLI SUCCESSIVI 1. Qualora durante l'esecuzione delle opere di cui all'articolo 35 la Commissione di cui all'articolo 6 ravvisi situazioni contrastanti con il giudizio espresso sulla compatibilità ambientale del progetto, oppure comportamenti contrastanti con le prescrizioni ad esso relative...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 43

PROCEDURE DI VIA IN SEDE REGIONALE O PROVINCIALE 1. Ferme restando le disposizioni di cui agli articoli 4, 5, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 33 e 34, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano disciplinano con proprie leggi e regolamenti le procedure per la valutazione di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 47

OBBLIGHI DI INFORMAZIONE 1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano informano, ogni dodici mesi, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio circa i provvedimenti adottati, i procedimenti di valutazione di impatto ambientale in corso e lo stato di definizione delle...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 54

DEFINIZIONI 1. Ai fini della presente sezione si intende per: a) suolo: il territorio, il suolo, il sottosuolo, gli abitati e le opere infrastrutturali; b) acque: le acque meteoriche e le acque superficiali e sotterranee come di seguito specificate; c) acque superficiali: le acque interne, ad...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 59

COMPETENZE DELLA CONFERENZA STATO-REGIONI 1. La Conferenza Stato-regioni formula pareri, proposte ed osservazioni, anche ai fini dell'esercizio delle funzioni di indirizzo e coordinamento di cui all'articolo 57, in ordine alle attività ed alle finalità di cui alla presente sezione, ed ogni...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 63

AUTORITÀ DI BACINO DISTRETTUALE 1. In ciascun distretto idrografico di cui all'articolo 64 è istituita l'Autorità di bacino distrettuale, di seguito Autorità di bacino, ente pubblico non economico che opera in conformità agli obiettivi della presente sezione ed uniforma la propria attività a...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 67

I PIANI STRALCIO PER LA TUTELA DAL RISCHIO IDROGEOLOGICO E LE MISURE DI PREVENZIONE PER LE AREE A RISCHIO 1. Nelle more dell'approvazione dei piani di bacino, le Autorità di bacino adottano, ai sensi dell'articolo 65, comma 8, piani stralcio di distretto per l'assetto idrogeologico (PAI), che...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 7

TITOLO II Valutazione ambientale strategica - VAS - CAPO I Disposizioni comuni in materia di VAS - (AMBITO D'APPLICAZIONE) 1. Sono soggetti a valutazione ambientale strategica i piani e i programmi di cui al comma 2, nonchè, qualora possono avere effetti significativi sull'ambiente e sul...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 80

CAPO II Acque a specifica destinazionee (ACQUE SUPERFICIALI DESTINATE ALLA PRODUZIONE DI ACQUA POTABILE) 1. Le acque dolci superficiali, per essere utilizzate o destinate alla produzione di acqua potabile, sono classificate dalle regioni nelle categorie Al, A2 e A3, secondo le caratteristiche...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 85

ACCERTAMENTO DELLA QUALITÀ DELLE ACQUE IDONEE ALLA VITA DEI PESCI 1. Le acque designate e classificate ai sensi dell'articolo 84 si considerano idonee alla vita dei pesci se rispondono ai requisiti riportati nella Tabella 1/B dell'Allegato 2 alla parte terza del presente decreto. 2. Se dai...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 87

ACQUE DESTINATE ALLA VITA DEI MOLLUSCHI 1. Le regioni, d'intesa con il Ministero delle politiche agricole e forestali, designano, nell'ambito delle acque marine costiere e salmastre che sono sede di banchi e di popolazioni naturali di molluschi bivalvi e gasteropodi, quelle richiedenti protezione...