Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 246-280 di 35985

Codice Civile art. 2141

SEZIONE II Della mezzadria (NOZIONE) 1. Nella mezzadria il concedente ed il mezzadro, in proprio e quale capo di una famiglia colonica, si associano per la coltivazione di un podere e per l' esercizio delle attività connesse al fine di dividerne a metà i prodotti e gli utili. E' valido tuttavia il...

Codice Civile art. 2147

OBBLIGHI DEL MEZZADRO 1. Il mezzadro è obbligato a prestare, secondo le direttive del concedente e le necessità della coltivazione, il lavoro proprio e quello della famiglia colonica. 2. E' a carico del mezzadro, salvo diverse disposizioni delle norme corporative, della convenzione o degli usi,...

Codice Civile art. 2154

ANTICIPAZIONI DI CARATTERE ALIMENTARE ALLA FAMIGLIA COLONICA 1. Se la quota dei prodotti spettante al mezzadro, per scarsezza del raccolto a lui non imputabile, non è sufficiente ai bisogni alimentari della famiglia colonica, e questa non è in grado di provvedervi, il concedente deve somministrare...

Codice Civile art. 2160

TRASFERIMENTO DEL DIRITTO DI GODIMENTO DEL FONDO 1. Se viene trasferito il diritto di godimento del fondo, la mezzadria continua nei confronti di chi subentra al concedente, salvo che il mezzadro, entro un mese dalla notizia del trasferimento, dichiari di recedere dal contratto. In tal caso il...

Codice Civile art. 217

AMMINISTRAZIONE E GODIMENTO DEI BENI 1. Ciascun coniuge ha il godimento e l' amministrazione dei beni di cui è titolare esclusivo. 2. Se ad uno dei coniugi è stata conferita la procura ad amministrare i beni dell' altro con l' obbligo di rendere conto dei frutti, egli è tenuto verso l' altro...

Codice Civile art. 2170

SEZIONE IV Della soccida - §1 Disposizioni generali - (NOZIONE) 1. Nella soccida il soccidante e il soccidario si associano per l' allevamento e lo sfruttamento di una certa quantità di bestiame e per l' esercizio delle attività connesse, al fine di ripartire l' accrescimento del bestiame e gli...

Codice Civile art. 2172

DURATA DEL CONTRATTO 1. Se nel contratto non è stabilito un termine, la soccida ha la durata di tre anni. 2. Alla scadenza del termine il contratto non cessa di diritto, e la parte che non intende rinnovarlo deve darne disdetta almeno sei mesi prima della scadenza o nel maggior termine fissato...

Codice Civile art. 2176

REINTEGRAZIONE DEL BESTIAME CONFERITO 1. Nella soccida stipulata per un tempo non inferiore a tre anni, qualora durante la prima metà del periodo contrattuale perisca la maggior parte del bestiame inizialmente conferito, per causa non imputabile al soccidario, questi può chiederne la...

Codice Civile art. 2181

PRELEVAMENTO E DIVISIONE AL TERMINE DEL CONTRATTO 1. Al termine del contratto le parti procedono a nuova stima del bestiame. 2. Il soccidante preleva, d' accordo con il soccidario, un complesso di capi che, avuto riguardo al numero, alla razza, al sesso, al peso, alla qualità e all' età, sia...

Codice Civile art. 2189

MODALITA' DELL'ISCRIZIONE 1. Le iscrizioni nel registro sono eseguite su domanda sottoscritta dall' interessato. 2. Prima di procedere all' iscrizione, l' ufficio del registro deve accertare l' autenticità della sottoscrizione e il concorso delle condizioni richieste dalla legge per l'...

Codice Civile art. 2191

CANCELLAZIONE D'UFFICIO 1. Se un' iscrizione è avvenuta senza che esistano le condizioni richieste dalla legge, il giudice del registro, sentito l' interessato, ne ordina con decreto la cancellazione.

Codice Civile art. 2192

RICORSO CONTRO IL DECRETO DEL GIUDICE DEL REGISTRO 1. Contro il decreto del giudice del registro emesso a norma degli articoli precedenti, l' interessato, entro quindici giorni dalla comunicazione, può ricorrere al tribunale dal quale dipende l' ufficio del registro. 2. Il decreto che pronunzia...

Codice Civile art. 2210

POTERI DEI COMMESSI DELL'IMPRENDITORE 1. I commessi dell' imprenditore, salve le limitazioni contenute nell' atto di conferimento della rappresentanza, possono compiere gli atti che ordinariamente comporta la specie delle operazioni di cui sono incaricati. 2. Non possono tuttavia esigere il...

Codice Civile art. 2213

POTERI DEI COMMESSI PREPOSTI ALLA VENDITA 1. I commessi preposti alla vendita nei locali dell' impresa possono esigere il prezzo delle merci da essi vendute, salvo che alla riscossione sia palesemente destinata una cassa speciale. 2. Fuori dei locali dell' impresa non possono esigere il prezzo,...

Codice Civile art. 2220

CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI 1. Le scritture devono essere conservate per dieci anni dalla data dell' ultima registrazione. 2. Per lo stesso periodo devono conservarsi le fatture, le lettere e i telegrammi ricevuti e le copie delle fatture, delle lettere e dei telegrammi spediti. 3....

Codice Civile art. 2232

ESECUZIONE DELL'OPERA 1. Il prestatore d' opera deve eseguire personalmente l' incarico assunto. Può tuttavia valersi, sotto la propria direzione e responsabilità, di sostituti e ausiliari, se la collaborazione di altri è consentita dal contratto o dagli usi e non è incompatibile con l' oggetto...

Codice Civile art. 2234

SPESE E ACCONTI 1. Il cliente, salvo diversa pattuizione, deve anticipare al prestatore d' opera le spese occorrenti al compimento dell' opera e corrispondere, secondo gli usi, gli acconti sul compenso.

Codice Civile art. 2237

RECESSO 1. Il cliente può recedere dal contratto, rimborsando al prestatore d' opera le spese sostenute e pagando il compenso per l' opera svolta. 2. Il prestatore d' opera può recedere dal contratto per giusta causa. In tal caso egli ha diritto al rimborso delle spese fatte e al compenso per l'...

Codice Civile art. 2242

VITTO, ALLOGGIO E ASSISTENZA 1. Il prestatore di lavoro ammesso alla convivenza familiare ha diritto, oltre alla retribuzione in danaro, al vitto, all' alloggio e, per le infermità di breve durata, alla cura e all' assistenza medica. 2. Le parti devono contribuire alle istituzioni di previdenza e...

Codice Civile art. 2250

INDICAZIONE NEGLI ATTI E NELLA CORRISPONDENZA 1. Negli atti e nella corrispondenza delle società soggette all'obbligo dell'iscrizione nel registro delle imprese devono essere indicati la sede della società e l'ufficio del registro delle imprese presso il quale questa è iscritta e il numero...

Codice Civile art. 2255

CONFERIMENTO DI CREDITI 1. Il socio che ha conferito un credito risponde dell' insolvenza del debitore, nei limiti indicati dall' articolo 1267 per il caso di assunzione convenzionale della garanzia.

Codice Civile art. 2271

ESCLUSIONE DELLA COMPENSAZIONE 1. Non è ammessa compensazione fra il debito che un terzo ha verso la società e il credito che egli ha verso un socio.

Codice Civile art. 2275

LIQUIDATORI 1. Se il contratto non prevede il modo di liquidare il patrimonio sociale e i soci non sono d' accordo nel determinarlo, la liquidazione è fatta da uno o più liquidatori, nominati con il consenso di tutti i soci o, in caso di disaccordo, dal presidente del tribunale. 2. I liquidatori...

Codice Civile art. 2278

POTERI DEI LIQUIDATORI 1. I liquidatori possono compiere gli atti necessari per la liquidazione e, se i soci non hanno disposto diversamente, possono vendere anche in blocco i beni sociali e fare transazioni e compromessi. 2. Essi rappresentano la società anche in giudizio.

Codice Civile art. 2282

RIPARTIZIONE DELL'ATTIVO 1. Estinti i debiti sociali, l' attivo residuo è destinato al rimborso dei conferimenti. L' eventuale eccedenza è ripartita tra i soci in proporzione della parte di ciascuno nei guadagni. 2. L' ammontare dei conferimenti non aventi per oggetto somme di denaro è...

Codice Civile art. 2287

PROCEDIMENTO DI ESCLUSIONE 1. L' esclusione è deliberata dalla maggioranza dei soci, non computandosi nel numero di questi il socio da escludere, ed ha effetto decorsi trenta giorni dalla data della comunicazione al socio escluso. 2. Entro questo termine il socio escluso può fare opposizione...

Codice Civile art. 2291

CAPO III Della società in nome collettivo (NOZIONE) 1. Nella società in nome collettivo tutti i soci rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali. 2. Il patto contrario non ha effetto nei confronti dei terzi.

Codice Civile art. 2292

RAGIONE SOCIALE 1. La società in nome collettivo agisce sotto una ragione sociale costituita dal nome di uno o più soci con l' indicazione del rapporto sociale. 2. La società può conservare nella ragione sociale il nome del socio receduto o defunto, se il socio receduto o gli eredi del socio...

Codice Civile art. 23

ANNULLAMENTO E SOSPENSIONE DELLE DELIBERAZIONI 1. Le deliberazioni dell'assemblea contrarie alla legge, all'atto costitutivo o allo statuto possono essere annullate, su istanza degli organi dell'ente, di qualunque associato o del pubblico ministero. 2. L'annullamento della deliberazione non...

Codice Civile art. 2306

RIDUZIONE DI CAPITALE 1. La deliberazione di riduzione di capitale, mediante rimborso ai soci delle quote pagate o mediante liberazione di essi dall' obbligo di ulteriori versamenti, può essere eseguita soltanto dopo tre mesi dal giorno dell' iscrizione nel registro delle imprese, purché entro...