Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 30206-30240 di 36115

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 20

abrogato CAPO II Imposta provinciale per l'iscrizione dei veicoli nel pubblico registro automobilistico (ISTITUZIONE DELL'IMPOSTA) [1. È istituita l'imposta provinciale per l'iscrizione dei veicoli nel pubblico registro automobilistico. L'imposta è dovuta, all'atto della prima iscrizione dei...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 32

CONTRIBUTI PER LO SVILUPPO DEGLI INVESTIMENTI E PER IL RISANAMENTO DEGLI ENTI DISSESTATI 1. A valere sul fondo di cui all'articolo 28 il Ministero dell'interno è autorizzato a corrispondere contributi per le rate di ammortamento dei mutui contratti per investimento così calcolati: a) alle...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 34

CAPO II Disciplina a regime dei trasferimenti erariali (ASSETTO GENERALE DELLA CONTRIBUZIONE ERARIALE) 1. A decorrere dall'anno 1994, lo Stato concorre al finanziamento dei bilanci delle amministrazioni provinciali e dei comuni con l'assegnazione dei seguenti fondi: a) fondo ordinario; b) fondo...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 41

RIPARTO DEL FONDO NAZIONALE ORDINARIO PER GLI INVESTIMENTI 1. L'assegnazione dei contributi di cui all'articolo 34, comma 3, è disposta in conto capitale, con proiezione triennale, entro due mesi dall'approvazione della legge finanziaria, a favore di tutte le amministrazioni provinciali, di tutti...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 46

abrogato AUTOFINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE [1. Le amministrazioni provinciali, i comuni, i loro consorzi, le aziende speciali e le comunità montane sono autorizzate ad assumere mutui, anche se assistiti da contributi dello Stato o delle regioni, per il finanziamento di opere pubbliche destinate...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 48

AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE NORME 1. Per la corresponsione delle risorse finanziarie di cui al presente decreto agli enti locali della regione Valle d'Aosta si applicano le disposizioni di cui all'articolo 3 del decreto legislativo 28 dicembre 1989, n. 431 .

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 49

NORMA DI COORDINAMENTO FINANZIARIO 1. All'onere derivante dai capi 1 e 2 del Titolo IV del presente decreto legislativo si provvede a carico degli stanziamenti iscritti nel bilancio dello Stato per l'anno 1993 e per gli anni successivi, ai sensi dell'articolo 4, comma 5, della legge 23 ottobre...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 5

BASE IMPONIBILE 1. Base imponibile dell'imposta è il valore degli immobili di cui al comma 2 dell'articolo 1. 2. Per i fabbricati iscritti in catasto, il valore è costituito da quello che risulta applicando all'ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti al 1° gennaio dell'anno di...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 7

ESENZIONI 1. Sono esenti dall'imposta: a) gli immobili posseduti dallo Stato, dalle regioni, dalla province, nonché dai comuni, se diversi da quelli indicati nell'ultimo periodo del comma 1 dell'articolo 4, dalle comunità montane, dai consorzi fra detti enti, dalle unità sanitarie locali, dalle...

Decreto Legislativo del 1992 numero 504 art. 8

RIDUZIONI E DETRAZIONI DALL'IMPOSTA 1. L'imposta è ridotta del 50 per cento per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno durante il quale sussistono dette condizioni. L'inagibilità o inabitabilità è accertata dall'ufficio tecnico...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 107

AUTORIZZAZIONE 1. La Banca d'Italia autorizza gli intermediari finanziari ad esercitare la propria attività al ricorrere delle seguenti condizioni: a) sia adottata la forma di società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata e cooperativa; b) la sede legale e la...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 126

RISERVATEZZA DELLE INFORMAZIONI 1. Il Ministro dell'economia e delle finanze può individuare, con regolamento adottato ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, i casi in cui le comunicazioni previste dall'articolo 125, comma 2, e 125-quater, comma 2, lettera b), non...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 129

TITOLO VII Altri controlli (EMISSIONE DI VALORI MOBILIARI) 1. La Banca d'Italia può richiedere a chi emette od offre strumenti finanziari segnalazioni periodiche, dati e informazioni a carattere consuntivo riguardanti gli strumenti finanziari emessi od offerti in Italia, ovvero all'estero da...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 13

CAPO II Autorizzazione all'attività bancaria, succursali e libera prestazione di servizi (ALBO) 1. La Banca d'Italia iscrive in un apposito albo le banche autorizzate in Italia e le succursali delle banche comunitarie stabilite nel territorio della Repubblica. 2. Le banche indicano negli atti e...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 130

TITOLO VIII Sanzioni - CAPO I Abusivismo bancario e finanziario (Intestazione così modificata dall'art. 64, D.Lgs. 23 luglio 1996, n. 415) - (ABUSIVA ATTIVITÀ DI RACCOLTA DEL RISPARMIO) 1. Chiunque svolge l'attività di raccolta del risparmio tra il pubblico in violazione dell'art. 11 è punito con...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 131

ABUSIVA ATTIVITA' BANCARIA 1. Chiunque svolge l'attività di raccolta del risparmio tra il pubblico in violazione dell'art. 11 ed esercita il credito è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni e con la multa da euro 2.065 a euro 10.329.

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 143

abrogato EMISSIONE DI VALORI MOBILIARI 1. [L'inosservanza delle disposizioni di cui all'articolo 129, commi 2 e 4, è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 25.822 (390) sino alla metà del valore totale dell'operazione; nel caso di inosservanza delle disposizioni di cui ai commi...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 145

CAPO VI Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative (Rubrica aggiunta dall'art. 64, D.Lgs. 23 luglio 1996, n. 415) (PROCEDURA SANZIONATORIA) 1. Per le violazioni previste nel presente titolo cui è applicabile una sanzione amministrativa, la Banca d'Italia o l'UIC, nell'àmbito...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 150

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO 1. Le banche di credito cooperativo costituite anteriormente al 1° gennaio 1993 possono mantenere l'originaria denominazione purché integrata dall'espressione «credito cooperativo». 2. Le banche indicate nel comma 1 si uniformano a quanto previsto dagli articoli...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 156

MODIFICA DI DISPOSIZIONI LEGISLATIVE 1. ... (Sostituisce l'art. 10, D.L. 3 maggio 1991, n. 143). 2. ... (Sostituisce la lett. e) dell'art. 1, comma 1, L. 21 febbraio 1991, n. 52). 3. ... (Sostituisce l'art. 11, secondo comma, L. 12 giugno 1973, n. 349). 4. ... (Il comma che si omette,...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 158

abrogato DISPOSIZIONI APPLICABILI ALLE BANCHE E ALLE SOCIETA' FINANZIARIE COMUNITARIE CHE ESERCITANO ATTIVITA' DI INTERMEDIAZIONE MOBILIARE [1. Alle banche comunitarie e alle società finanziarie indicate nell'art. 18, che esercitano nel territorio della Repubblica attività di intermediazione...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 159

REGIONI A STATUTO SPECIALE 1. Le valutazioni di vigilanza sono riservate alla Banca d'Italia. 2. Nei casi in cui i provvedimenti previsti dagli articoli 14, 31, 36, 56 e 57 sono attribuiti alla competenza delle regioni, la Banca d'Italia esprime, a fini di vigilanza, un parere vincolante. 3....

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 16

LIBERA PRESTAZIONE DI SERVIZI 1. Le banche italiane possono esercitare le attività ammesse al mutuo riconoscimento in uno Stato comunitario senza stabilirvi succursali, nel rispetto delle procedure fissate dalla Banca d'Italia. 2. Le banche italiane possono operare in uno Stato extracomunitario...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 2

TITOLO I Autorità creditizie (COMITATO INTERMINISTERIALE PER IL CREDITO E IL RISPARMIO) 1. Il Comitato interministeriale per il credito e il risparmio ha l'alta vigilanza in materia di credito e di tutela del risparmio. Esso delibera nelle materie attribuite alla sua competenza dal presente...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 35

OPERATIVITÀ 1. Le banche di credito cooperativo esercitano il credito prevalentemente a favore dei soci. La Banca d'Italia può autorizzare, per periodi determinati, le singole banche di credito cooperativo a una operatività prevalente a favore di soggetti diversi dai soci, unicamente qualora...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 38

CAPO VI Norme relative a particolari operazioni di credito - SEZIONE I Credito fondiario e alle opere pubbliche - (NOZIONE DI CREDITO FONDIARIO) 1. Il credito fondiario ha per oggetto la concessione, da parte di banche, di finanziamenti a medio e lungo termine garantiti da ipoteca di primo grado...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 4

BANCA D'ITALIA 1. La Banca d'Italia, nell'esercizio delle funzioni di vigilanza, formula le proposte per le deliberazioni di competenza del CICR previste nei titoli II e III. La Banca d'Italia, inoltre, emana regolamenti nei casi previsti dalla legge, impartisce istruzioni e adotta i...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 40

ESTINZIONE ANTICIPATA E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 1. I debitori hanno facoltà di estinguere anticipatamente, in tutto o in parte, il proprio debito, corrispondendo alla banca esclusivamente un compenso onnicomprensivo per l'estinzione contrattualmente stabilito. I contratti indicano le modalità...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 45

abrogato FONDO INTERBANCARIO DI GARANZIA [1. Le operazioni di credito agrario possono essere assistite dalla garanzia sussidiaria del Fondo interbancario di garanzia, avente personalità giuridica e gestione autonoma e sottoposto alla vigilanza del Ministero dell'economia e delle finanze. 2. Il...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 51

TITOLO III Vigilanza - CAPO I Vigilanza sulle banche - (VIGILANZA INFORMATIVA) 1. Le banche inviano alla Banca d'Italia, con le modalità e nei termini da essa stabiliti, le segnalazioni periodiche nonché ogni altro dato e documento richiesto. Esse trasmettono anche i bilanci con le modalità e nei...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 52

COMUNICAZIONI DEL COLLEGIO SINDACALE E DEI SOGGETTI INCARICATI DELLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI (Rubrica così sostituita prima dall'art. 11, D.Lgs. 4 agosto 1999, n. 342 e poi dalla lettera a) del comma 2 dell’art. 39, D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39) 1. Il collegio sindacale informa senza indugio...