Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 32026-32060 di 36004

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 126-octies

DENOMINAZIONE VALUTARIA DEI PAGAMENTI 1. I pagamenti sono effettuati nella valuta concordata dalle parti. 2. Se al pagatore è offerto, prima di disporre un’operazione di pagamento, un servizio di conversione valutaria dal beneficiario ovvero presso il punto vendita da un venditore di merci o da...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 126-ter

SPESE APPLICABILI 1. Il prestatore dei servizi di pagamento non può addebitare all’utilizzatore spese inerenti all’informativa resa ai sensi di legge. 2. Il prestatore di servizi di pagamento e l’utilizzatore possono concordare le spese relative a informazioni fornite su richiesta...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 128-decies

DISPOSIZIONI DI TRASPARENZA E CONNESSI POTERI DI CONTROLLO 1. Agli agenti in attività finanziaria, agli agenti previsti dall'articolo 128-quater, comma 7, e ai mediatori creditizi si applicano, in quanto compatibili, le norme del Titolo VI. La Banca d'Italia può stabilire ulteriori regole per...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 128-terdecies

VIGILANZA DELLA BANCA D'ITALIA SULL'ORGANISMO 1. La Banca d'Italia vigila sull'Organismo secondo modalità, dalla stessa stabilite, improntate a criteri di proporzionalità ed economicità dell'azione di controllo e con la finalità di verificare l'adeguatezza delle procedure interne adottate...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 128-undecies

ORGANISMO 1. È istituito un Organismo, avente personalità giuridica di diritto privato, con autonomia organizzativa, statutaria e finanziaria competente per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. L'Organismo è dotato dei poteri sanzionatori...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 69-quaterterdecies

APPROVAZIONE DELL'ACCORDO DA PARTE DELL'ASSEMBLEA DEI SOCI E CONCESSIONE DEL SOSTEGNO 1. Il progetto di accordo autorizzato ai sensi dell'articolo 69-terdecies è sottoposto all'approvazione dell'assemblea straordinaria dei soci di ciascuna società del gruppo che si propone di aderirvi, unitamente...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 95-septies

APPLICAZIONE 1. Le disposizioni della presente sezione si applicano ai provvedimenti di amministrazione straordinaria, gestione provvisoria e liquidazione coatta amministrativa, nonché ai provvedimenti di risanamento e liquidazione delle competenti autorità degli Stati comunitari adottati dopo...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 95-sexies

NORME DI ATTUAZIONE 1. La Banca d'Italia adotta disposizioni di attuazione della presente sezione. (La sezione III-bis, comprendente gli articoli da 95-bis a 95-septies, è stata aggiunta dall'art. 2, D.Lgs. 9 luglio 2004, n. 197, entrato in vigore il giorno successivo a quello della sua...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 113-bis

AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI DI QUOTE O AZIONI DI OICR APERTI 1. Prima della data stabilita per l'inizio delle negoziazioni delle quote o azioni di OICR aperti in un mercato regolamentato l'emittente pubblica un prospetto contenente le informazioni indicate nell'articolo 98-ter, comma 2. 2. La...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 124-bis

abrogato SEZIONE I-BIS Informazioni sull'adesione a codici di comportamento (OBBLIGHI DI INFORMAZIONE RELATIVI AI CODICI DI COMPORTAMENTO) [1. Le società di cui al presente capo diffondono annualmente, nei termini e con le modalità stabiliti dalla CONSOB, informazioni sull'adesione a codici di...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 135-duodecies

SOCIETÀ COOPERATIVE (Testo applicabile alle assemblee il cui avviso di convocazione sia pubblicato dopo il 31 ottobre 2010) 1. Le disposizioni della presente sezione non si applicano alle società cooperative. (La sezione II-ter, comprendente gli articoli da 135-novies a 135-duodecies, è...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 135-undecies

RAPPRESENTANTE DESIGNATO DALLA SOCIETÀ CON AZIONI QUOTATE 1. Salvo che lo statuto disponga diversamente, le società con azioni quotate designano per ciascuna assemblea un soggetto al quale i soci possono conferire, entro la fine del secondo giorno di mercato aperto precedente a data fissata per...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 165-bis

abrogato SOCIETÀ CHE CONTROLLANO SOCIETÀ CON AZIONI QUOTATE [1. Le disposizioni della presente sezione, ad eccezione dell'articolo 157, si applicano altresì alle società che controllano società con azioni quotate e alle società sottoposte con queste ultime a comune controllo. 2. Alla società...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 174-bis

abrogato CAPO III Revisione contabile (FALSITÀ NELLE RELAZIONI O NELLE COMUNICAZIONI DELLE SOCIETÀ DI REVISIONE) [1. I responsabili della revisione delle società con azioni quotate, delle società da queste controllate e delle società che emettono strumenti finanziari diffusi fra il pubblico in...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 187-duodecies

RAPPORTI TRA PROCEDIMENTO PENALE E PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E DI OPPOSIZIONE 1. Il procedimento amministrativo di accertamento e il procedimento di opposizione di cui all'articolo 187-septies non possono essere sospesi per la pendenza del procedimento penale avente ad oggetto i medesimi fatti...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 192-ter

AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI 1. L'emittente o la persona che chiede l'ammissione alle negoziazioni che viola le disposizioni contenute negli articoli 113, commi 2, 3, lettere a), d) e f), 4 e 113-bis, commi 1, 2, lettere a) e b) e 4, ovvero le disposizioni generali o particolari emanate dalla...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 43-bis

SICAV CHE DESIGNANO UNA SGR O UNA SOCIETÀ DI GESTIONE ARMONIZZATA 1. La Banca d'Italia, sentita la CONSOB, autorizza la costituzione di SICAV che designano per la gestione del proprio patrimonio una SGR o una società di gestione armonizzata quando ricorrono le seguenti condizioni: a) sia...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 4-bis

INDIVIDUAZIONE DELL'AUTORITÀ COMPETENTE AI FINI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 1060/2009, RELATIVO ALLE AGENZIE DI RATING DEL CREDITO 1. La Consob è l'autorità competente ai fini dell'applicazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1060/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 4-quater

INDIVIDUAZIONE DELLE AUTORITÀ NAZIONALI COMPETENTI AI SENSI DEL REGOLAMENTO (UE) N. 648/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO, DEL 4 LUGLIO 2012 1. La Banca d'Italia e la Consob sono le autorità competenti per l'autorizzazione e la vigilanza delle controparti centrali, ai sensi...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-novies

COMPITI DELL'INTERMEDIARIO 1. L'intermediario: a) esercita, in nome e per conto del titolare del conto i diritti inerenti agli strumenti finanziari, qualora quest'ultimo gli abbia conferito il relativo mandato; b) rilascia, a richiesta dell'interessato, le certificazioni di cui all'articolo...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-octies

COSTITUZIONE DI VINCOLI 1. I vincoli di ogni genere sugli strumenti finanziari disciplinati dalla presente sezione, ivi compresi quelli previsti dalla normativa speciale sui titoli di debito pubblico, si costituiscono unicamente con le registrazioni in apposito conto tenuto dall'intermediario. ...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-quater

ATTRIBUZIONI DELLA SOCIETÀ DI GESTIONE E DELL'INTERMEDIARIO 1. Il trasferimento degli strumenti finanziari soggetti alla disciplina della presente sezione nonché l'esercizio dei relativi diritti patrimoniali possono effettuarsi soltanto tramite gli intermediari. 2. A nome e su richiesta degli...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-septies

ECCEZIONI OPPONIBILI 1. All'esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari da parte del soggetto in favore del quale è avvenuta la registrazione l'emittente può opporre soltanto le eccezioni personali al soggetto stesso e quelle comuni a tutti gli altri titolari degli stessi diritti. ...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 98-quinquies

OBBLIGHI INFORMATIVI 1. Fermo quanto previsto dal Titolo III, Capo I, agli offerenti quote o azioni di OICR aperti si applicano: a) l'articolo 114, commi 5 e 6, dalla data di pubblicazione dei prospetti fino alla conclusione dell'offerta; b) l'articolo 115, dalla data della comunicazione...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 98-ter

SEZIONE II Offerta al pubblico di quote o azioni di OICR aperti (PROSPETTO D'OFFERTA) 1. Coloro che intendono effettuare un'offerta di quote di fondi aperti o azioni di Sicav ne danno preventiva comunicazione alla CONSOB, allegando il prospetto completo e il prospetto semplificato destinati alla...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 148-bis

RAFFORZAMENTO DEL CONTROLLO DELLA CORTE DEI CONTI SULLA GESTIONE FINANZIARIA DEGLI ENTI LOCALI 1. Le sezioni regionali di controllo della Corte dei conti esaminano i bilanci preventivi e i rendiconti consuntivi degli enti locali ai sensi dell'articolo 1, commi 166 e seguenti, della legge 23...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 205-bis

CONTRAZIONE DI APERURE DI CREDITO 1. Gli enti locali sono autorizzati a contrarre aperture di credito nel rispetto della disciplina di cui al presente articolo. 2. Le spese per investimenti finanziate con il contratto di apertura di credito si considerano impegnate all'atto della stipula del...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 243-ter

FONDO DI ROTAZIONE PER ASSICURARE LA STABILITÀ FINANZIARIA DEGLI ENTI LOCALI 1. Per il risanamento finanziario degli enti locali che hanno deliberato la procedura di riequilibrio finanziario di cui all'articolo 243-bis lo Stato prevede un'anticipazione a valere sul Fondo di rotazione, denominato:...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 111-bis

INFORMAZIONI IN CASO DI RICEZIONE DI CURRICULUM 1. Le informazioni di cui all'articolo 13 del Regolamento, nei casi di ricezione dei curricula spontaneamente trasmessi dagli interessati al fine della instaurazione di un rapporto di lavoro, vengono fornite al momento del primo contatto utile,...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 132-bis

PROCEDURE ISTITUITE DAI FORNITORI 1. I fornitori istituiscono procedure interne per corrispondere alle richieste effettuate in conformità alle disposizioni che prevedono forme di accesso a dati personali degli utenti. 2. A richiesta, i fornitori forniscono al Garante, per i profili di...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 160-bis

VALIDITÀ, EFFICACIA E UTILIZZABILITÀ NEL PROCEDIMENTO GIUDIZIARIO DI ATTI, DOCUMENTI E PROVVEDIMENTI BASATI SUL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI NON CONFORME A DISPOSIZIONI DI LEGGE O DI REGOLAMENTO 1. La validità, l'efficacia e l'utilizzabilità nel procedimento giudiziario di atti, documenti e...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 162-bis

abrogato SANZIONI IN MATERIA DI CONSERVAZIONE DEI DATI DI TRAFFICO [1. Salvo che il fatto costituisca reato e salvo quanto previsto dall'articolo 5, comma 2, del decreto legislativo di recepimento della direttiva 2006/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 marzo 2006, nel caso di...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 164-bis

abrogato CASI DI MINORE GRAVITÀ E IPOTESI AGGRAVATE [1. Se taluna delle violazioni di cui agli articoli 161, 162, 162-ter, 163 e 164 è di minore gravità, avuto altresì riguardo alla natura anche economica o sociale dell'attività svolta, i limiti minimi e massimi stabiliti dai medesimi articoli...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 167-ter

ACQUISIZIONE FRAUDOLENTA DI DATI PERSONALI OGGETTO DI TRATTAMENTO SU LARGA SCALA 1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque, al fine trarne profitto per sé o altri ovvero di arrecare danno, acquisisce con mezzi fraudolenti un archivio automatizzato o una parte sostanziale di esso...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 2-bis

AUTORITÀ DI CONTROLLO 1. L'Autorità di controllo di cui all'articolo 51 del regolamento è individuata nel Garante per la protezione dei dati personali, di seguito «Garante», di cui all'articolo 153. (Articolo inserito dall’art. 2, comma 1, lett. e), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101)