Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 30696-30730 di 36004

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 131

(abrogato) PIANI DI SICUREZZA (art. 31, legge n. 109/1994) [1. Il Governo, su proposta dei Ministri del lavoro e delle politiche sociali, della salute, delle infrastrutture, e delle politiche comunitarie, sentite le organizzazioni sindacali e imprenditoriali maggiormente rappresentative, approva...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 156

(abrogato) SOCIETÀ DI PROGETTO (art. 37-quinquies, legge n. 109/1994) [1. Il bando di gara per l'affidamento di una concessione per la realizzazione e/o gestione di una infrastruttura o di un nuovo servizio di pubblica utilità deve prevedere che l'aggiudicatario ha la facoltà, dopo...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 162

(abrogato) DEFINIZIONI RILEVANTI PER LE INFRASTRUTTURE STRATEGICHE E GLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI (art. 1, comma 7, d.lgs. n. 190/2002; art. 2, d.lgs. n. 189/2005) [1. Salve le definizioni di cui all'articolo 3, ai fini di cui al presente capo: a) programma è il programma delle infrastrutture e...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 165

(abrogato) PROGETTO PRELIMINARE. PROCEDURA DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E LOCALIZZAZIONE (art. 3, d.lgs. n. 190/2002; art. 2, d.lgs. n. 189/2005) [1. I soggetti aggiudicatori trasmettono al Ministero, entro il termine di sei mesi dall'approvazione del programma, il progetto preliminare...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 192

(abrogato) GESTIONE DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE (art. 20-nonies, d.lgs. n. 190/2002 aggiunto dall'art. 1, d.lgs. n. 9/2005) [1. La attestazione del possesso dei requisiti dei contraenti generali è rilasciata dal Ministero delle infrastrutture. (Comma abrogato dall'art. 2, comma 1, lett. rr),...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 194

(abrogato) SEZIONE IV Disposizioni particolari sugli interventi per lo sviluppo infrastrutturale (INTERVENTI PER LO SVILUPPO INFRASTRUTTURALE) (art. 5, commi da 1 a 11 e 13 decreto-legge n. 35/2005, convertito con l. n. 80/2005) [1. Per le finalità di accelerazione della spesa in conto capitale...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 226

(abrogato) INVITI A PRESENTARE OFFERTE O A NEGOZIARE (art. 47, direttiva 2004/17; art. 18, d.lgs. n. 158/1995) [1. Nel caso delle procedure ristrette, delle procedure negoziate e del dialogo competitivo, gli enti aggiudicatori invitano simultaneamente e per iscritto i candidati selezionati a...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 238

(abrogato) TITOLO II Contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nei settori speciali sotto soglia comunitaria (APPALTI DI IMPORTO INFERIORE ALLA SOGLIA COMUNITARIA) [1. Salvo quanto previsto dai commi da 2 a 6 del presente articolo, gli enti aggiudicatori che sono amministrazioni...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 247

(abrogato) PARTE V Disposizioni di coordinamento finali e transitorie - abrogazioni (NORMATIVA ANTIMAFIA) [1. Restano ferme le vigenti disposizioni in materia di prevenzione della delinquenza di stampo mafioso e di comunicazioni e informazioni antimafia. 1-bis. Per gli interventi e gli...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 28

(abrogato) PARTE II Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture nei settori ordinari - TITOLO I Contratti di rilevanza comunitaria - CAPO I Ambito oggettivo e soggettivo (IMPORTI DELLE SOGLIE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI RILEVANZA COMUNITARIA) (artt. 7, 8, 56, 78, direttiva 2004/18;...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 40

(abrogato) QUALIFICAZIONE PER ESEGUIRE LAVORI PUBBLICI (artt. 47-49, direttiva 2004/18; artt. 8 e 9, legge n. 109/1994) [1. I soggetti esecutori a qualsiasi titolo di lavori pubblici devono essere qualificati e improntare la loro attività ai principi della qualità, della professionalità e della...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 8

(abrogato) DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE E DI PERSONALE DELL'AUTORITÀ E NORME FINANZIARIE (art. 5, legge n. 109/1994; artt. da 3 a 6, d.P.R. n. 554/1999) [1. L'Autorità si dota, nei modi previsti dal proprio ordinamento, di forme e metodi di organizzazione e di analisi dell'impatto...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 84

(abrogato) COMMISSIONE GIUDICATRICE NEL CASO DI AGGIUDICAZIONE CON IL CRITERIO DELL'OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (art. 21, legge n. 109/1994; art. 92, D.P.R. n. 554/1999) [1. Quando la scelta della migliore offerta avviene con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, la...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 97

(abrogato) SEZIONE II Procedimento di approvazione dei progetti e effetti ai fini urbanistici ed espropriativi (PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE DEI PROGETTI [1. L'approvazione dei progetti da parte delle amministrazioni viene effettuata in conformità alle norme dettate dalla legge 7 agosto 1990, n....

Legge del 2012 numero 3 art. 14-sexies

INVENTARIO ED ELENCO DEI CREDITORI 1. Il liquidatore, verificato l'elenco dei creditori e l'attendibilità della documentazione di cui all'articolo 9, commi 2 e 3, forma l'inventario dei beni da liquidare e comunica ai creditori e ai titolari dei diritti reali e personali, mobiliari e immobiliari,...

Legge regionale del 1985 numero 52 art. 3

1. Sono a carico della Regione gli oneri relativi alle operazioni di propria competenza previste dalla Legge 16 giugno 1927, n. 1766, e dal regolamento approvato con R.D. 26 febbraio 1928, n. 332, ad eccezione di quelle riguardanti registrazioni e trascrizioni che sono a carico dei soggetti...

Legge regionale del 1986 numero 13 art. 2

LIQUIDAZIONI A CANONE ENFITEUTICO 1. Salvo quanto stabilito dal precedente articolo, qualora il progetto di liquidazione degli usi civici su terreni alieni preveda per il titolare, anche non individuale, un canone enfiteutico annuo di affrancazione inferiore alle lire cinquantamila, può essere...

Legge regionale del 1986 numero 13 art. 9

CHIUSURA DELLE OPERAZIONI 1. Ultimate le operazioni di accertamento dei terreni comunali o frazionali d'uso civico o delle associazioni, di liquidazione degli usi civici su terreni alieni, di scioglimento o di conservazione delle promiscuità, di regolarizzazione delle occupazioni, nonché ogni...

Legge del 2012 numero 3 art. 14-decies

AZIONI DEL LIQUIDATORE 1. Il liquidatore esercita ogni azione prevista dalla legge finalizzata a conseguire la disponibilità dei beni compresi nel patrimonio da liquidare e comunque correlata con lo svolgimento dell'attività di amministrazione di cui all'articolo 14-novies, comma 2. Il...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 105

Qualora le norme suggerite per l'esecuzione dello scavo aumentino in modo grave le spese della ricerca, potrà il sovrintendente proporre al Ministero che venga accordato un sussidio all'imprenditore dello scavo. La concessione di tale sussidio non importa rinunzia alcuna, da parte del Governo, a...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 106

Lo scavo potrà essere sospeso: a) per eseguire lavori di conservazione, studi, rilievi, disegni, fotografie, calchi e altre riproduzioni a servizio dell'Amministrazione; b) per la scoperta di ruderi o monumenti immobili dei quali il sovrintendente, in esecuzione dell'art. 6 della L. 20 giugno...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 11

La sovrintendenza potrà non accogliere la domanda ove il richiedente non risulti essere abile formatore e potrà pure modificare le proposte fatte intorno al metodo da seguire. In ogni caso il permesso è valevole per quel periodo di tempo che sarà stato indicato dal sovrintendente, e serve per una...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 110

La revoca della licenza è decisa dal Ministero, su relazione del sovrintendente, il quale ne darà partecipazione al concessionario mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Nessuna indennità è dovuta al concessionario per la sospensione che avesse preceduta la revoca, salvo i diritti al...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 111

A cura del funzionario incaricato della sorveglianza dello scavo verrà tenuto nel giornale di scavo regolare cenno, con numerazione progressiva e tutte le annotazioni necessarie, di ogni oggetto o gruppo di oggetti che venga scoperto. L'intraprenditore dello scavo può richiedere di avere l'elenco...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 115

Scavi per opera di privati di nazionalità straniera o di istituti esteri Le norme del § precedente si applicano agli scavi per cui sia stata avanzata domanda, nelle forme volute dal presente regolamento, da istituti esteri o da privati di nazionalità straniera, sia per quanto riguarda la...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 127

Il Ministero dell'istruzione deciderà circa l'assegnazione delle cose confiscate all'uno o all'altro degli istituti governativi, sentito, nei casi di maggiore entità, il Consiglio superiore, a termini dell'art. 121.

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 131

Gli incunabuli e i libri stampati a tutto l'anno 1550 e le xilografie, le incisioni, le miniature, i manoscritti legati o sciolti ancorché non miniati, purché non posteriori all'anno 1550, sono sottoposti a tutte le disposizioni relative all'esportazione all'estero delle cose di arte e di...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 142

Allorché il Ministero abbia deciso di acquistare la cosa, ne darà avviso all'esportatore, e incaricherà il sovrintendente competente a prenderla in consegna. Qualora il Governo non intenda di acquistare la cosa, lo significherà all'ufficio di esportazione, il quale procederà alla emissione della...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 147

Ove il proprietario lo preferisca potrà richiedere al Ministero che lo cosa vincolata nei modi di cui all'articolo precedente sia presa in custodia, salvi i suoi diritti, in un Istituto governativo. Il Governo non potrà rifiutarvisi.

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 148

Norme particolari per l'acquisto delle cose su cui si impone il veto di esportazione Se si tratta di cosa per cui l'ufficio di esportazione intenda porre il veto di esportazione e non ritenga di accettare il prezzo denunciato, sarà in facoltà del Ministero, su proposta dell'ufficio, di trattare...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 155

Della esportazione delle cose soggette a certificato di nulla osta Lo speditore di cose soggette a semplice nulla osta, nel presentarle esibirà in triplice copia, scritta sui moduli a ciò destinati e gratuitamente forniti dall'ufficio, la relativa denuncia, indicando: a) nome, cognome e domicilio...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 156

Nella verifica dei colli si seguiranno le norme degli artt. 136, 137 primo comma e 138 del presente regolamento. La verifica medesima potrà anche seguire da parte di un solo funzionario. Quando nella verifica si riscontri che per un mero equivoco e in piena buona fede fu denunciato per moderno un...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 161

Ove nella visita doganale nessuna irregolarità si riscontri, i ricevitori doganali, ritirata la licenza o il certificato di nulla osta e l'esemplare della denuncia, consegneranno all'interessato la consueta bolletta doganale. La licenza di esportazione o il certificato di nulla osta verranno...

Regio Decreto del 1913 numero 363 art. 168

Cabotaggio e circolazione La spedizione da un luogo all'altro dello Stato delle cose di cui all'art. 1 della L. 20 giugno 1909, n. 364, per via di mare attraverso un tratto di territorio estero o attraverso i fiumi o laghi promiscui, è vincolata a licenza di un ufficio di esportazione o di una r....