Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 1471-1505 di 35985

Codice Civile art. 2467

FINANZIAMENTI DEI SOCI Testo in vigore fino al 14 agosto 2020 Il rimborso dei finanziamenti dei soci a favore della società è postergato rispetto alla soddisfazione degli altri creditori e, se avvenuto nell'anno precedente la dichiarazione di fallimento della società, deve essere restituito. ...

Codice Civile art. 2472

RESPONSABILITA' DELL' ALIENANTE PER I VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 1. Nel caso di cessione della partecipazione l'alienante e' obbligato solidalmente con l'acquirente, per il periodo di tre anni dall'iscrizione del trasferimento nel libro dei soci, per i versamenti ancora dovuti. 2. Il pagamento non...

Codice Civile art. 2477

SINDACO E REVISIONE LEGALE DEI CONTI L'atto costitutivo può prevedere, determinandone le competenze e i poteri, ivi compresa la revisione legale dei conti, la nomina di un organo di controllo o di un revisore. Se lo statuto non dispone diversamente, l'organo di controllo è costituito da un solo...

Codice Civile art. 2478

LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI 1. Oltre i libri e le altre scritture contabili prescritti nell'articolo 2214, la società deve tenere: 1) [il libro dei soci, nel quale devono essere indicati il nome dei soci, la partecipazione di spettanza di ciascuno, i versamenti fatti sulle partecipazioni, nonché...

Codice Civile art. 2479

SEZIONE IV Delle decisioni dei soci (DECISIONI DEI SOCI) 1. I soci decidono sulle materie riservate alla loro competenza dall'atto costitutivo, nonché sugli argomenti che uno o più amministratori o tanti soci che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale sottopongono alla loro...

Codice Civile art. 2481

AUMENTO DI CAPITALE 1. L'atto costitutivo puo' attribuire agli amministratori la facolta' di aumentare il capitale sociale, determinandone i limiti e le modalita' di esercizio; la decisione degli amministratori, che deve risultare da verbale redatto senza indugio da notaio, deve essere depositata...

Codice Civile art. 2491

POTERI E DOVERI PARTICOLARI DEI LIQUIDATORI 1. Se i fondi disponibili risultano insufficienti per il pagamento dei debiti sociali, i liquidatori possono chiedere proporzionalmente ai soci i versamenti ancora dovuti. 2. I liquidatori non possono ripartire tra i soci acconti sul risultato della...

Codice Civile art. 2492

BILANCIO FINALE DI LIQUIDAZIONE 1. Compiuta la liquidazione, i liquidatori devono redigere il bilancio finale, indicando la parte spettante a ciascun socio o azione nella divisione dell'attivo. 2. Il bilancio, sottoscritto dai liquidatori e accompagnato dalla relazione dei sindaci e del soggetto...

Codice Civile art. 2496

DEPOSITO DEI LIBRI SOCIALI 1. Compiuta la liquidazione, la distribuzione dell'attivo o il deposito indicato nell'articolo 2494, i libri della societa' devono essere depositati e conservati per dieci anni presso l'ufficio del registro delle imprese; chiunque puo' esaminarli, anticipando le spese. ...

Codice Civile art. 2497

CAPO IX Direzione e coordinamento di società (Il Capo IX del titolo V del libro V, comprendente in origine gli articoli da 2505 a 2510, è stato così sostituito, a decorrere dal 1° gennaio 2004, con l'attuale Capo IX, comprendente gli articoli da 2497 a 2497-sexies, dall'art. 5, D.Lgs. 17 gennaio...

Codice Civile art. 250

RICONOSCIMENTO (Rubrica cosi sostituita dall’art. 7, comma 8, D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai sensi di quanto disposto dall’art. 108, comma 1, del medesimo D.Lgs. n. 154/2013. Il testo precedentemente in vigore era il seguente: «§ 1 – Del riconoscimento dei...

Codice Civile art. 2500

CONTENUTO, PUBBLICITA' ED EFFICACIA DELL'ATTO DI TRASFORMAZIONE 1. La trasformazione in societa' per azioni, in accomandita per azioni o a responsabilita' limitata deve risultare da atto pubblico, contenente le indicazioni previste dalla legge per l'atto di costituzione del tipo adottato. 2....

Codice Civile art. 2502

DECISIONE IN ORDINE ALLA FUSIONE 1. La fusione e' decisa da ciascuna delle societa' che vi partecipano mediante approvazione del relativo progetto. Se l'atto costitutivo o lo statuto non dispongono diversamente, tale approvazione avviene, nelle societa' di persone, con il consenso della...

Codice Civile art. 2503

OPPOSIZIONE DEI CREDITORI 1. La fusione può essere attuata solo dopo sessanta giorni dall'ultima delle iscrizioni previste dall'articolo 2502-bis, salvo che consti il consenso dei creditori delle società che vi partecipano anteriori all'iscrizione o alla pubblicazione prevista nel terzo comma...

Codice Civile art. 2506

SEZIONE III Della scissione delle società (FORME DI SCISSIONE) 1. Con la scissione una societa' assegna l'intero suo patrimonio a piu' societa', preesistenti o di nuova costituzione, o parte del suo patrimonio, in tal caso anche ad una sola societa', e le relative azioni o quote ai suoi soci. 2....

Codice Civile art. 2510

SOCIETA' CON PREVALENTI INTERESSI STRANIERI 1. Sono salve le disposizioni delle leggi speciali che vietano o sottopongono a particolari condizioni l'esercizio di determinate attivita' da parte di societa' nelle quali siano rappresentati interessi stranieri.". (Il testo del presente articolo è...

Codice Civile art. 2512

COOPERATIVA A MUTUALITA' PREVALENTE 1. Sono societa' cooperative a mutualita' prevalente, in ragione del tipo di scambio mutualistico, quelle che: 1) svolgono la loro attivita' prevalentemente in favore dei soci, consumatori o utenti di beni o servizi; 2) si avvalgono prevalentemente, nello...

Codice Civile art. 2513

CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLA PREVALENZA 1. Gli amministratori e i sindaci documentano la condizione di prevalenza di cui al precedente articolo nella nota integrativa al bilancio, evidenziando contabilmente i seguenti parametri: a) i ricavi dalle vendite dei beni e dalle prestazioni di...

Codice Civile art. 2519

NORME APPLICABILI 1. Alle societa' cooperative, per quanto non previsto dal presente titolo, si applicano in quanto compatibili le disposizioni sulla societa' per azioni. 2. L'atto costitutivo puo' prevedere che trovino applicazione, in quanto compatibili, le norme sulla societa' a...

Codice Civile art. 252

AFFIDAMENTO DEL FIGLIO NATO FUORI DEL MATRIMONIO E SUO INSERIMENTO NELLA FAMIGLIA DEL GENITORE (Rubrica così sostituita dall’art. 23, comma 1, lett. a), D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai sensi di quanto disposto dall’art. 108, comma 1, del medesimo D.Lgs. n....

Codice Civile art. 2520

LEGGI SPECIALI 1. Le cooperative regolate dalle leggi speciali sono soggette alle disposizioni del presente titolo, in quanto compatibili. 2. La legge puo' prevedere la costituzione di cooperative destinate a procurare beni o servizi a soggetti appartenenti a particolari categorie anche di non...

Codice Civile art. 2531

MANCATO PAGAMENTO DELLE QUOTE O DELLE AZIONI 1. Il socio che non esegue in tutto o in parte il pagamento delle quote o delle azioni sottoscritte puo', previa intimazione da parte degli amministratori, essere escluso a norma dell'articolo 2533. (art. così sostituito dall' art.8 D.Lgs.n.6/2003 -...

Codice Civile art. 2532

RECESSO DEL SOCIO 1. Il socio cooperatore puo' recedere dalla societa' nei casi previsti dalla legge e dall'atto costitutivo. Il recesso non puo' essere parziale. 2. La dichiarazione di recesso deve essere comunicata con raccomandata alla societa'. Gli amministratori devono esaminarla entro...

Codice Civile art. 2539

RAPPRESENTANZA NELL' ASSEMBLEA 1. Nelle cooperative disciplinate dalle norme sulla societa' per azioni ciascun socio puo' rappresentare sino ad un massimo di dieci soci. 2. Il socio imprenditore individuale puo' farsi rappresentare nell'assemblea anche dal coniuge, dai parenti entro il terzo...

Codice Civile art. 2544

SISTEMI DI AMMINISTRAZIONE 1. Indipendentemente dal sistema di amministrazione adottato non possono essere delegati dagli amministratori, oltre le materie previste dall'articolo 2381, i poteri in materia di ammissione, di recesso e di esclusione dei soci e le decisioni che incidono sui rapporti...

Codice Civile art. 2554

PARTECIPAZIONE AGLI UTILI E ALLE PERDITE 1. Le disposizioni degli articoli 2551 e 2552 si applicano anche al contratto di cointeressenza agli utili di un' impresa senza partecipazione alle perdite, e al contratto con il quale un contraente attribuisce la partecipazione agli utili e alle perdite...

Codice Civile art. 2556

IMPRESE SOGGETTE A REGISTRAZIONE 1. Per le imprese soggette a registrazione i contratti che hanno per oggetto il trasferimento della proprietà o il godimento dell' azienda devono essere provati per iscritto, salva l' osservanza delle forme stabilite dalla legge per il trasferimento dei singoli...

Codice Civile art. 2557

DIVIETO DI CONCORRENZA 1. Chi aliena l' azienda deve astenersi, per il periodo di cinque anni dal trasferimento, dall' iniziare una nuova impresa che per l' oggetto, l' ubicazione o altre circostanze sia idonea a sviare la clientela dell' azienda ceduta. 2. Il patto di astenersi dalla concorrenza...

Codice Civile art. 2565

TRASFERIMENTO DELLA DITTA 1. La ditta non può essere trasferita separatamente dall' azienda. 2. Nel trasferimento dell' azienda per atto tra vivi la ditta non passa all' acquirente senza il consenso dell' alienante. 3. Nella successione nell' azienda per causa di morte la ditta si trasmette al...

Codice Civile art. 2570

MARCHI COLLETTIVI 1. I soggetti che svolgono la funzione di garantire l' origine, la natura o la qualità di determinati prodotti o servizi possono ottenere la registrazione di marchi collettivi per concederne l' uso, secondo le norme dei rispettivi regolamenti, a produttori o commercianti.

Codice Civile art. 2580

SOGGETTI DEL DIRITTO 1. Il diritto di autore spetta all' autore ed ai suoi aventi causa nei limiti e per gli effetti fissati dalle leggi speciali. Abrogato.

Codice Civile art. 2581

TRASFERIMENTO DEI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE 1. I diritti di utilizzazione sono trasferibili. 2. Il trasferimento per atto tra vivi deve essere provato per iscritto.

Codice Civile art. 2587

BREVETTO DIPENDENTE DA BREVETTO ALTRUI 1. Il brevetto per invenzione industriale, la cui attuazione implica quella d' invenzioni protette da precedenti brevetti per invenzioni industriali ancora in vigore, non pregiudica i diritti dei titolari di questi ultimi, e non può essere attuato né...

Codice Civile art. 2591

RINVIO ALLE LEGGI SPECIALI 1. Le condizioni e le modalità per la concessione del brevetto, l' esercizio dei diritti che ne derivano e la loro durata sono regolati dalle leggi speciali.

Codice Civile art. 2593

MODELLI E DISEGNI 1. Chi ha ottenuto una registrazione per un nuovo disegno o modello che abbia carattere individuale, ha il diritto esclusivo di utilizzarlo e di vietare a terzi di utilizzarlo senza il suo consenso, in conformità alle leggi speciali.