Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 32551-32585 di 36319

Decreto Presidente Repubblica del 1959 numero 2 art. 9

Pagamento del prezzo Il prezzo degli alloggi può essere pagato in unica soluzione ovvero in non oltre 20 anni, in rate mensili costanti posticipate, al tasso del 5,80% . Coloro che hanno chiesto il sistema di pagamento rateale possono in qualsiasi momento provvedere al pagamento in unica...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 103 art. 13

Gli atti notarili sono scritti in lingua tedesca se le parti ne facciano richiesta, purché la lingua stessa sia conosciuta dai testimoni e dal notaio oltre che dalle parti. In tal caso è necessario che all'originale tedesco sia aggiunta la traduzione in lingua italiana, attestata conforme dal notaio...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 103 art. 15

Ai seguenti uffici e comandi della provincia di Bolzano deve essere assegnato personale avente adeguata conoscenza, oltre che della lingua italiana, anche della lingua tedesca, in numero corrispondente alle esigenze determinate dalla applicazione del presente decreto: questura; uffici distaccati e...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 103 art. 2

Procedimenti giurisdizionali I cittadini di lingua tedesca, che in qualsiasi veste abbiano rapporti con gli uffici giudiziari, hanno facoltà di usare la lingua tedesca in tutti gli atti relativi. Gli atti e i documenti comunque notificati a istanza di parte debbono essere tradotti nella lingua...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 103 art. 4

I verbali sono redatti in lingua italiana. Le dichiarazioni orali fatte in lingua tedesca sono verbalizzate anche in tale lingua. I verbali sono contestualmente redatti anche in lingua tedesca ove il pubblico ministero o una delle parti ne faccia richiesta. Le dichiarazioni rese nel dibattito...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 1842 art. 6

I rappresentanti della Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio dànno atto all'altra parte, che il presente accordo rappresenta una disciplina normativa e previdenziale del rapporto di agenzia e rappresentanza commerciale, che contempera le possibilità dell'economia...

Decreto Presidente Repubblica del 1961 numero 145 art. 16

Qualora, in qualunque momento della durata del presente accordo, venisse intrapresa un'azione legislativa tendente a modificare le clausole dell'accordo stesso, o che comunque comporti oneri nuovi, le parti si impegnano - su invito di una di esse - a riunirsi immediatamente per concertarsi sui...

Decreto Presidente Repubblica del 1961 numero 145 art. 3

Le norme previste nel presente accordo si applicano anche al contratto a tempo determinato, in quanto compatibili con la natura del rapporto con esclusione, comunque, delle norme relative al preavviso di cui all'art. 8 ed alla indennità per lo scioglimento del contratto di cui all'art. 9. Agli...

Decreto Presidente Repubblica del 1961 numero 145 art. 3.1

Le ditte trasmetteranno all'Ente gli importi dei contributi previsti dall'art. 11 dell'Accordo economico 20 giugno 1956 trattenuti sulle provvigioni liquidate ai propri agenti e quelli di propria competenza in una unica soluzione all'atto del pagamento delle provvigioni, e comunque non oltre tre...

Decreto Presidente Repubblica del 1967 numero 200 art. 34

abrogato TUTELA, CURATELA, ASSISTENZA, AFFILIAZIONE [Il capo di ufficio consolare di I categoria esercita nei confronti dei cittadini minorenni, interdetti, emancipati e inabilitati residenti nella circoscrizione le funzioni ed i poteri, in materia di tutela, di curatela, di assistenza pubblica e...

Decreto Presidente Repubblica del 1969 numero 1127 art. 24

Sono di competenza dello Stato le funzioni amministrative concernenti: 1) gli interventi di primo soccorso in caso di catastrofe o calamità naturale di particolare gravità o estensione; 2) gli interventi di prima assistenza in favore di profughi e di rimpatriati in conseguenza di eventi...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 2 art. 11

La definizione dei procedimenti amministrativi che abbiano comportato assunzione di impegni, ai sensi dell'art. 49 della legge di contabilità di Stato, prima della data del trasferimento alle Regioni delle funzioni amministrative oggetto del presente decreto, rimane di competenza degli organi...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 2 art. 17

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed ha effetto, per quanto riguarda il trasferimento delle funzioni amministrative, dalla data fissata nel decreto-legge 28 dicembre 1971, n. 1121.

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 2 art. 6

Fino a quando non sarà provveduto al loro riordinamento, con legge dello Stato, restano ferme le attribuzioni degli organi statali in ordine: all'Ente italiano della moda di Torino; all'Ente nazionale del l'artigianato e delle piccole industrie (ENAPI); agli altri enti, istituzioni ed...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 643 art. 4

L'imposta è dovuta dall'alienante a titolo oneroso o dall'acquirente a titolo gratuito o per usucapione (Periodo così sostituito dall'art. 24, D.L. 2 marzo 1989, n. 69). Nell'ipotesi prevista dall'art. 3 l'imposta è dovuta dalla società titolare della proprietà, della nuda proprietà o dell'enfiteusi...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 13

Comunicazioni agli ordini o collegi professionali Gli uffici tecnici erariali sono tenuti a segnalare agli ordini o collegi professionali competenti - con comunicazioni periodiche - le irregolarità riscontrate nella presentazione delle domande di volture e nella compilazione delle relative note,...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 2

Riordinamento del testo unico Il secondo comma dell'art. 42 del testo unico delle leggi sul catasto dei terreni è soppresso. Gli articoli 55, 56, 57, 57-bis e 60 dello stesso testo unico, più volte modificati, sono sostituiti dagli articoli da 3 a 13 del presente decreto.

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 27

Funzione e durata dell'incarico dei componenti delle commissioni censuarie I componenti delle commissioni censuarie hanno tutti identica funzione; le loro deliberazioni sono indirizzate unicamente all'applicazione della legge in base all'obiettivo apprezzamento degli elementi di giudizio, esclusa...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 29

Giuramento I presidenti delle commissioni censuarie sono tenuti, all'atto dell'immissione in carica, a prestare giuramento pronunciando la seguente formula e sottoscrivendola: «Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana ed al suo Capo, di osservare lealmente le leggi dello Stato e di...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 35

Validità delle deliberazioni Nelle sedute plenarie o di sezione le commissioni censuarie non possono deliberare se non è presente la maggioranza dei componenti ordinari. I membri supplenti intervengono alle adunanze e concorrono a formare il numero legale nell'assenza di membri effettivi. In tale...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 37

Intervento del dirigente l'ufficio tecnico erariale Alle adunanze delle commissioni censuarie distrettuali e provinciali ha facoltà di intervenire, personalmente od a mezzo di un suo rappresentante, l'ingegnere dirigente dell'ufficio tecnico erariale, per fornire tutti i chiarimenti che siano...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 650 art. 44

Entrata in vigore Il presente decreto entra in vigore il 1° gennaio 1973, ad eccezione delle norme relative alla costituzione delle commissioni censuarie che entrano in vigore alla data della pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale, e delle norme per l'insediamento delle...

Decreto Presidente Repubblica del 1972 numero 8 art. 15

Gli archivi ed i documenti degli uffici statali di cui al precedente art. 12, vengono consegnati alla regione cui l'ufficio, viene trasferito. La consegna avviene mediante elenchi alle funzioni trasferite alle regioni nelle materie di cui ai precedenti articoli 1 e 2 e quelli inerenti alle...

Decreto Presidente Repubblica del 1973 numero 600 art. 27

RITENUTA SUI DIVIDENDI 1. Le società e gli enti indicati nelle lettere a) e b) del comma 1 dell'articolo 73 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, operano, con obbligo di rivalsa, una ritenuta del 26 per cento a...

Decreto Presidente Repubblica del 1973 numero 600 art. 32

POTERI DEGLI UFFICI Per l'adempimento dei loro compiti gli uffici delle imposte possono: 1) procedere all'esecuzione di accessi, ispezioni e verifiche a norma del successivo art. 33; 2) invitare i contribuenti, indicandone il motivo, a comparire di persona o per mezzo di rappresentanti per...

Decreto Presidente Repubblica del 1976 numero 448 art. 4

Ciascuna Parte contraente favorisce a tutela delle zone umide e degli uccelli acquatici creando delle riserve naturali nelle zone umide indipendentemente dal fatto se siano o meno inserite nell'Elenco, e ne assicura una adeguata sorveglianza. Nel caso in cui, per interessi nazionali urgenti, una...

Decreto Presidente Repubblica del 1976 numero 448 art. 9

La presente convenzione è aperta alla firma senza limitazioni di tempo; Qualsiasi membro dell'Organizzazione delle Nazioni Unite oppure di una delle sue agenzie specializzate oppure dell'Agenzia internazionale dell'energia atomica oppure Parte contraente dello statuto della Corte internazionale di...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 409 art. 1

Gli enti ospedalieri, gli ospedali militari, gli istituti universitari, gli istituti a carattere scientifico e le case di cura private, autorizzati al prelievo ai sensi dell'art. 3 della legge 2 dicembre 1975, n. 644, devono disporre del collegio medico preposto all'accertamento della morte,...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 409 art. 18

Gli enti ospedalieri, gli istituti universitari e gli istituti riconosciuti a carattere scientifico che nell'ultimo quinquennio abbiano effettuato prelievi e trapianti, possono ottenere l'autorizzazione provvisoria a proseguire l'attività stessa, purché entro 30 giorni dalla pubblicazione del...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 409 art. 19

Fino alla costituzione del centro regionale o interregionale di riferimento, gli enti autorizzati ai sensi dell'art. 8 del presente decreto provvedono direttamente o d'intesa fra loro ad individuare i soggetti più idonei a ricevere il trapianto, informando sia la regione che l'Istituto superiore...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 409 art. 2

Il collegio medico previsto dall'art. 3 della legge 2 dicembre 1975, n. 644, e composto da: 1) un medico chirurgo designato dalla direzione sanitaria; 2) un esperto in cardiologia scelto dalla stessa direzione fra i sanitari muniti di specializzazione in cardiologia ovvero fra i sanitari di...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 1

TITOLO I Disposizioni generali (TRASFERIMENTO E DELEGHE DELLE FUNZIONI AMMINISTRATIVE DELLO STATO) 1. Il trasferimento delle funzioni amministrative nelle materie indicate dall'art. 117 della Costituzione ancora esercitate dagli organi centrali e periferici dello Stato e da enti pubblici nazionali...