Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 1716-1750 di 36004

Codice Civile art. 786

Abrogato [La donazione a favore di un ente non riconosciuto non ha efficacia, se entro un anno non è notificata al donante l'istanza per ottenere il riconoscimento. La notificazione produce gli effetti indicati dall'ultimo comma dell'art.782. Salvo diversa disposizione del donante, i frutti...

Codice Civile art. 793

DONAZIONE MODALE 1. La donazione può essere gravata da un onere. 2. Il donatario è tenuto all' adempimento dell' onere entro i limiti del valore della cosa donata. 3. Per l' adempimento dell' onere può agire, oltre il donante, qualsiasi interessato, anche durante la vita del donante stesso. ...

Codice Civile art. 801

REVOCAZIONE PER INGRATITUDINE 1. La domanda di revocazione per ingratitudine non può essere proposta che quando il donatario ha commesso uno dei fatti previsti dai numeri 1, 2 e 3 dell' articolo 463, ovvero si è reso colpevole d' ingiuria grave verso il donante o ha dolosamente arrecato grave...

Codice Civile art. 805

DONAZIONI IRREVOCABILI 1. Non possono revocarsi per causa d' ingratitudine, né per sopravvenienza di figli, le donazioni rimuneratorie e quelle fatte in riguardo di un determinato matrimonio.

Codice Civile art. 807

EFFETTI DELLA REVOCAZIONE 1. Revocata la donazione per ingratitudine o sopravvenienza di figli, il donatario deve restituire i beni in natura, se essi esistono ancora, e i frutti relativi, a partire dal giorno della domanda. 2. Se il donatario ha alienato i beni, deve restituirne il valore,...

Codice Civile art. 810

LIBRO III Della proprietà - TITOLO I Dei beni - CAPO I Dei beni in generale - (NOZIONE) 1. Sono beni le cose che possono formare oggetto di diritti.

Codice Civile art. 824

BENI DELLE PROVINCE E DEI COMUNI SOGGETTI AL REGIME DEI BENI DEMANIALI 1. I beni della specie di quelli indicati dal secondo comma dell' articolo 822, se appartengono alle province o ai comuni, sono soggetti al regime del demanio pubblico. 2. Allo stesso regime sono soggetti i cimiteri e i...

Codice Civile art. 831

BENI DEGLI ENTI ECCLESIASTICI ED EDIFICI DI CULTO 1. I beni degli enti ecclesiastici sono soggetti alle norme del presente codice, in quanto non è diversamente disposto dalle leggi speciali che li riguardano. 2. Gli edifici destinati all' esercizio pubblico del culto cattolico, anche se...

Codice Civile art. 834

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICO INTERESSE 1. Nessuno può essere privato in tutto o in parte dei beni di sua proprietà, se non per causa di pubblico interesse, legalmente dichiarata, e contro il pagamento di una giusta indennità. 2. Le norme relative all' espropriazione per causa di pubblico interesse...

Codice Civile art. 835

REQUISIZIONI 1. Quando ricorrono gravi e urgenti necessità pubbliche, militari o civili, può essere disposta la requisizione dei beni mobili o immobili. Al proprietario è dovuta una giusta indennità. 2. Le norme relative alle requisizioni sono determinate da leggi speciali.

Codice Civile art. 837

AMMASSI 1. Allo scopo di regolare la distribuzione di determinati prodotti agricoli o industriali nell' interesse della produzione nazionale sono costituiti gli ammassi. 2. Le norme per il conferimento dei prodotti negli ammassi sono contenute in leggi speciali.

Codice Civile art. 845

REGOLE PARTICOLARI PER SCOPI DI PUBBLICO INTERESSE 1. La proprietà fondiaria è soggetta a regole particolari per il conseguimento di scopi di pubblico interesse nei casi previsti dalle leggi speciali e dalle disposizioni contenute nelle sezioni seguenti.

Codice Civile art. 849

FONDI COMPRESI ENTRO MAGGIORI UNITA' FONDIARIE 1. Indipendentemente dalla formazione del consorzio previsto dall' articolo seguente, il proprietario di terreni entro i quali sono compresi appezzamenti appartenenti ad altri, di estensione inferiore alla minima unità colturale, può domandare che gli...

Codice Civile art. 85

INTERDIZIONE PER INFERMITA' DI MENTE 1. Non può contrarre matrimonio l' interdetto per infermità di mente. 2. Se l' istanza di interdizione è soltanto promossa, il pubblico ministero può chiedere che si sospenda la celebrazione del matrimonio; in tal caso la celebrazione non può aver luogo finché...

Codice Civile art. 854

NOTIFICA E TRASCRIZIONE DEL PIANO DI RIORDINAMENTO 1. Il piano di riordinamento dev' essere preventivamente portato a cognizione degli interessati, e contro di esso è ammesso reclamo in via amministrativa, nelle forme e nei termini stabiliti da leggi speciali. 2. Il provvedimento amministrativo...

Codice Civile art. 86

LIBERTÀ DI STATO Non può contrarre matrimonio chi è vincolato da un matrimonio o da un unione civile tra persone dello stesso sesso precedente. (Comma così modificato dall’art. 1, comma 32, L. 20 maggio 2016, n. 76, a decorrere dal 5 giugno 2016)

Codice Civile art. 860

CONCORSO DEI PROPRIETARI NELLA SPESA 1. I proprietari dei beni situati entro il perimetro del comprensorio sono obbligati a contribuire nella spesa necessaria per l' esecuzione, la manutenzione e l' esercizio delle opere in ragione del beneficio che traggono dalla bonifica.

Codice Civile art. 864

CONTRIBUTI CONSORZIALI 1. I contributi dei proprietari nella spesa di esecuzione, manutenzione ed esercizio delle opere di bonifica e di miglioramento fondiario sono esigibili con le norme e i privilegi stabiliti per l' imposta fondiaria.

Codice Civile art. 866

SEZIONE IV Dei vincoli idrogeologici e delle difese fluviali (VINCOLI PER SCOPI IDROGEOLOGICI E PER ALTRI SCOPI) 1. Anche indipendentemente da un piano di bonifica, i terreni di qualsiasi natura e destinazione possono essere sottoposti a vincolo idrogeologico, osservate le forme e le condizioni...

Codice Civile art. 872

VIOLAZIONE DELLE NORME DI EDILIZIA 1. Le conseguenze di carattere amministrativo della violazione delle norme indicate dall' articolo precedente sono stabilite da leggi speciali. 2. Colui che per effetto della violazione ha subìto danno deve esserne risarcito, salva la facoltà di chiedere la...

Codice Civile art. 881

PRESUNZIONE DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DEL MURO DIVISORIO 1. Si presume che il muro divisorio tra i campi, cortili, giardini od orti appartenga al proprietario del fondo verso il quale esiste il piovente e in ragione del piovente medesimo. 2. Se esistono sporti, come cornicioni, mensole e simili, o...

Codice Civile art. 882

RIPARAZIONI DEL MURO COMUNE 1. Le riparazioni e le ricostruzioni necessarie del muro comune sono a carico di tutti quelli che vi hanno diritto e in proporzione del diritto di ciascuno, salvo che la spesa sia stata cagionata dal fatto di uno dei partecipanti. 2. Il comproprietario di un muro...

Codice Civile art. 890

DISTANZE PER FABBRICHE E DEPOSITI NOCIVI O PERICOLOSI 1. Chi presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, vuole fabbricare forni, camini, magazzini di sale, stalle e simili, o vuol collocare materie umide o esplodenti o in altro modo nocive, ovvero impiantare macchinari, per i...

Codice Civile art. 9

TUTELA DELLO PSEUDONIMO 1. Lo pseudonimo, usato da una persona in modo che abbia acquistato l' importanza del nome, può essere tutelato ai sensi dell' articolo 7.

Codice Civile art. 905

DISTANZA PER L'APERTURA DI VEDUTE DIRETTE E BALCONI 1. Non si possono aprire vedute dirette verso il fondo chiuso o non chiuso e neppure sopra il tetto del vicino, se tra il fondo di questo e la faccia esteriore del muro in cui si aprono le vedute dirette non vi è la distanza di un metro e mezzo. ...

Codice Civile art. 906

DISTANZA PER L'APERTURA DI VEDUTE LATERALI OD OBLIQUE 1. Non si possono aprire vedute laterali od oblique sul fondo del vicino se non si osserva la distanza di settantacinque centimetri, la quale deve misurarsi dal più vicino lato della finestra o dal più vicino sporto.

Codice Civile art. 908

SEZIONE VIII Dello stillicidio (SCARICO DELLE ACQUE PIOVANE) 1. Il proprietario deve costruire i tetti in maniera che le acque piovane scolino nel suo terreno e non può farle cadere nel fondo del vicino. 2. Se esistono pubblici colatoi, deve provvedere affinché le acque piovane vi siano immesse...

Codice Civile art. 915

RIPARAZIONE DI SPONDE E ARGINI 1. Qualora le sponde o gli argini che servivano di ritegno alle acque siano stati in tutto o in parte distrutti o atterrati, ovvero per la naturale variazione del corso delle acque si renda necessario costruire nuovi argini o ripari, e il proprietario del fondo non...

Codice Civile art. 917

SPESE PER LA RIPARAZIONE, COSTRUZIONE O RIMOZIONE 1. Tutti i proprietari, ai quali torna utile che le sponde e gli argini siano conservati o costruiti e gli ingombri rimossi, devono contribuire nella spesa in proporzione del vantaggio che ciascuno ne ritrae. 2. Tuttavia, se la distruzione degli...

Codice Civile art. 919

SCIOGLIMENTO DEL CONSORZIO 1. Lo scioglimento del consorzio non ha luogo se non quando è deliberato da una maggioranza eccedente i tre quarti, o quando, potendosi la divisione effettuare senza grave danno, essa è domandata da uno degli interessati.

Codice Civile art. 929

ACQUISTO DI PROPRIETA' DELLA COSA RITROVATA 1. Trascorso un anno dall' ultimo giorno della pubblicazione senza che si presenti il proprietario, la cosa oppure il suo prezzo, se le circostanze ne hanno richiesto la vendita, appartiene a chi l' ha trovata. 2. Così il proprietario come il...

Codice Civile art. 93

SEZIONE II Delle formalità preliminari del matrimonio (PUBBLICAZIONE) 1. La celebrazione del matrimonio dev'essere preceduta dalla pubblicazione fatta a cura dell'ufficiale dello stato civile. [2. La pubblicazione consiste nell'affissione alla porta della casa comunale di un atto dove si indica...

Codice Civile art. 937

OPERE FATTE DA UN TERZO CON MATERIALI ALTRUI 1. Se le piantagioni, costruzioni o altre opere sono state fatte da un terzo con materiali altrui, il proprietario di questi può rivendicarli, previa separazione a spese del terzo, se la separazione può ottenersi senza grave danno delle opere e del...