Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 736-770 di 36004

Codice Civile art. 1648

CASI FORTUITI ORDINARI 1. Il giudice, con riguardo alle condizioni economiche dell' affittuario, può disporre il pagamento rateale del fitto se per un caso fortuito ordinario, le cui conseguenze l' affittuario ha assunte a suo carico, si verifica la perdita di almeno la metà dei frutti del fondo.

Codice Civile art. 1656

SUBAPPALTO 1. L' appaltatore non può dare in subappalto l' esecuzione dell' opera o del servizio, se non è stato autorizzato dal committente.

Codice Civile art. 1657

DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO 1. Se le parti non hanno determinato la misura del corrispettivo né hanno stabilito il modo di determinarla, essa è calcolata con riferimento alle tariffe esistenti o agli usi; in mancanza, è determinata dal giudice.

Codice Civile art. 1658

FORNITURA DELLA MATERIA 1. La materia necessaria a compiere l' opera deve essere fornita dall' appaltatore, se non è diversamente stabilito dalla convenzione o dagli usi.

Codice Civile art. 1662

VERIFICA NEL CORSO DI ESECUZIONE DELL'OPERA 1. Il committente ha diritto di controllare lo svolgimento dei lavori e di verificarne a proprie spese lo stato. 2. Quando, nel corso dell' opera, si accerta che la sua esecuzione non procede secondo le condizioni stabilite dal contratto e a regola d'...

Codice Civile art. 1668

CONTENUTO DELLA GARANZIA PER DIFETTI DELL'OPERA 1. Il committente può chiedere che le difformità o i vizi siano eliminati a spese dell' appaltatore, oppure che il prezzo sia proporzionalmente diminuito, salvo il risarcimento del danno nel caso di colpa dell' appaltatore. 2. Se però le difformità...

Codice Civile art. 1669

ROVINA E DIFETTI DI COSE IMMOBILI 1. Quando si tratta di edifici o di altre cose immobili destinate per la loro natura a lunga durata, se, nel corso di dieci anni dal compimento, l' opera, per vizio del suolo o per difetto della costruzione, rovina in tutto o in parte, ovvero presenta evidente...

Codice Civile art. 1674

MORTE DELL'APPALTATORE 1. Il contratto di appalto non si scioglie per la morte dell' appaltatore, salvo che la considerazione della sua persona sia stata motivo determinante del contratto. Il committente può sempre recedere dal contratto, se gli eredi dell' appaltatore non danno affidamento per la...

Codice Civile art. 1676

DIRITTI DEGLI AUSILIARI DELL'APPALTATORE VERSO IL COMMITTENTE 1. Coloro che, alle dipendenze dell' appaltatore, hanno dato la loro attività per eseguire l' opera o per prestare il servizio possono proporre azione diretta contro il committente per conseguire quanto è loro dovuto, fino alla...

Codice Civile art. 1681

RESPONSABILITA' DEL VETTORE 1. Salva la responsabilità per il ritardo e per l' inadempimento nell' esecuzione del trasporto, il vettore risponde dei sinistri che colpiscono la persona del viaggiatore durante il viaggio e della perdita o dell' avaria delle cose che il viaggiatore porta con sé, se...

Codice Civile art. 1699

TRASPORTO CON RISPEDIZIONE DELLA MERCE 1. Se il vettore si obbliga di far proseguire le cose trasportate, oltre le proprie linee, per mezzo di vettori successivi, senza farsi rilasciare dal mittente una lettera di vettura diretta fino al luogo di destinazione, si presume che egli assuma, per il...

Codice Civile art. 17

abrogato [ACQUISTO DI IMMOBILI E ACCETTAZIONE DI DONAZIONI, EREDITA' E LEGATI] [1. La persona giuridica non può acquistare beni immobili, né accettare donazioni o eredità, né conseguire legati senza l'autorizzazione governativa. 2. Senza questa autorizzazione l'acquisto e l'accettazione non...

Codice Civile art. 1705

MANDATO SENZA RAPPRESENTANZA 1. Il mandatario che agisce in proprio nome acquista i diritti e assume gli obblighi derivanti dagli atti compiuti con i terzi, anche se questi hanno avuto conoscenza del mandato. 2. I terzi non hanno alcun rapporto col mandante. Tuttavia il mandante, sostituendosi al...

Codice Civile art. 1706

ACQUISTI DEL MANDATARIO 1. Il mandante può rivendicare le cose mobili acquistate per suo conto dal mandatario che ha agito in nome proprio, salvi i diritti acquistati dai terzi per effetto del possesso di buona fede. 2. Se le cose acquistate dal mandatario sono beni immobili o beni mobili...

Codice Civile art. 1710

§1 Delle obbligazioni del mandatario (DILIGENZA DEL MANDATARIO) 1. Il mandatario è tenuto a eseguire il mandato con la diligenza del buon padre di famiglia; ma se il mandato è gratuito, la responsabilità per colpa è valutata con minor rigore. 2. Il mandatario è tenuto a rendere note al mandante...

Codice Civile art. 1712

COMUNICAZIONE DELL'ESEGUITO MANDATO 1. Il mandatario deve senza ritardo comunicare al mandante l' esecuzione del mandato. 2. Il ritardo del mandante a rispondere dopo aver ricevuto tale comunicazione, per un tempo superiore a quello richiesto dalla natura dell' affare o dagli usi, importa...

Codice Civile art. 1715

RESPONSABILITA' PER LE OBBLIGAZIONI DEI TERZI 1. In mancanza di patto contrario, il mandatario che agisce in proprio nome non risponde verso il mandante dell' adempimento delle obbligazioni assunte dalle persone con le quali ha contrattato, tranne il caso che l' insolvenza di queste gli fosse o...

Codice Civile art. 1721

DIRITTI DEL MANDATARIO SUI CREDITI 1. Il mandatario ha diritto di soddisfarsi sui crediti pecuniari sorti dagli affari che ha conclusi, con precedenza sul mandante e sui creditori di questo.

Codice Civile art. 1727

RINUNZIA DEL MANDATARIO 1. Il mandatario che rinunzia senza giusta causa al mandato deve risarcire i danni al mandante. Se il mandato è a tempo indeterminato, il mandatario che rinunzia senza giusta causa è tenuto al risarcimento, qualora non abbia dato un congruo preavviso. 2. In ogni caso la...

Codice Civile art. 1743

DIRITTO DI ESCLUSIVA 1. Il preponente non può valersi contemporaneamente di più agenti nella stessa zona e per lo stesso ramo di attività, né l' agente può assumere l' incarico di trattare nella stessa zona e per lo stesso ramo gli affari di più imprese in concorrenza tra loro.

Codice Civile art. 1747

INADEMPIMENTO DELL'AGENTE 1. L' agente che non è in grado di eseguire l' incarico affidatogli deve dare immediato avviso al preponente. In mancanza è obbligato al risarcimento del danno.

Codice Civile art. 1749

OBBLIGHI DEL PREPONENTE 1. Il preponente, nei rapporti con l'agente, deve agire con lealtà e buona fede. Egli deve mettere a disposizione dell'agente la documentazione necessaria relativa ai beni o servizi trattati e fornire all'agente le informazioni necessarie all'esecuzione del contratto: in...

Codice Civile art. 1751

INDENNITA' IN CASO DI CESSAZIONE DEL RAPPORTO 1.All' atto della cessazione del rapporto, il preponente è tenuto a corrispondere all' agente un' indennità se ricorrono le seguenti condizioni: l' agente abbia procurato nuovi clienti al preponente o abbia sensibilmente sviluppato gli affari con i...

Codice Civile art. 1756

RIMBORSO DELLE SPESE 1. Salvo patti o usi contrari, il mediatore ha diritto al rimborso delle spese nei confronti della persona per incarico della quale sono state eseguite anche se l' affare non è stato concluso.

Codice Civile art. 1758

PLURALITA' DI MEDIATORE 1. Se l' affare è concluso per l' intervento di più mediatori, ciascuno di essi ha diritto a una quota della provvigione.

Codice Civile art. 1759

RESPONSABILITA' DEL MEDIATORE 1. Il mediatore deve comunicare alle parti le circostanze a lui note, relative alla valutazione e alla sicurezza dell' affare, che possono influire sulla conclusione di esso. 2. Il mediatore risponde dell' autenticità della sottoscrizione delle scritture e dell'...

Codice Civile art. 177

OGGETTO DELLA COMUNIONE 1. Costituiscono oggetto della comunione: a)gli acquisti compiuti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio, ad esclusione di quelli relativi ai beni personali; b) i frutti dei beni propri di ciascuno dei coniugi, percepiti e non consumati allo...

Codice Civile art. 1770

MODALITA' DELLA CUSTODIA 1. Il depositario non può servirsi della cosa depositata né darla in deposito ad altri, senza il consenso del depositante. 2. Se circostanze urgenti lo richiedono, il depositario può esercitare la custodia in modo diverso da quello convenuto, dandone avviso al depositante...

Codice Civile art. 1781

DIRITTI DEL DEPOSITARIO 1. Il depositante è obbligato a rimborsare il depositario delle spese fatte per conservare la cosa, a tenerlo indenne delle perdite cagionate dal deposito e a pagargli il compenso pattuito.

Codice Civile art. 1782

DEPOSITO IRREGOLARE 1. Se il deposito ha per oggetto una quantità di danaro o di altre cose fungibili, con facoltà per il depositario di servirsene, questi ne acquista la proprietà ed è tenuto a restituirne altrettante della stessa specie e qualità. 2. In tal caso si osservano, in quanto...

Codice Civile art. 1783

SEZIONE II Del deposito in albergo (RESPONSABILITA' PER LE COSE PORTATE IN ALBERGO) 1. Gli albergatori sono responsabili di ogni deterioramento, distruzione o sottrazione delle cose portate dal cliente in albergo. 2. Sono considerate cose portate in albergo: 1) le cose che vi si trovano durante...

Codice Civile art. 1785

LIMITI DI RESPONSABILITA' 1. L' albergatore non è responsabile quando il deterioramento, la distruzione o la sottrazione sono dovuti: 1) al cliente, alle persone che l' accompagnano, che sono al suo servizio o che gli rendono visita; 2) a forza maggiore; 3) alla natura della cosa.

Codice Civile art. 1787

SEZIONE III Del deposito nei magazzini generali (RESPONSABILITA' NEI MAGAZZINI GENERALI) 1. I magazzini generali sono responsabili della conservazione delle merci depositate, a meno che si provi che la perdita, il calo o l' avaria è derivata da caso fortuito, dalla natura delle merci ovvero da...