Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 32586-32620 di 36004

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 4-ter

INDIVIDUAZIONE DELLE AUTORITÀ NAZIONALI COMPETENTI AI SENSI DEL REGOLAMENTO (UE) N. 236/2012 RELATIVO ALLE VENDITE ALLO SCOPERTO E A TALUNI ASPETTI DEI CONTRATTI DERIVATI AVENTI AD OGGETTO LA COPERTURA DEL RISCHIO DI INADEMPIMENTO DELL'EMITTENTE (CREDIT DEFAULT SWAP) 1. Il Ministero...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 50-quater

FUSIONE TRANSFRONTALIERA DI OICR ARMONIZZATI 1. Alle fusioni tra OICR comunitari armonizzati e OICR italiani armonizzati e a quelle che coinvolgono OICR italiani armonizzati le cui quote sono commercializzate in un altro Stato comunitario ai sensi dell'articolo 41, comma 2, lettera a), si...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 77-bis

CAPO II Sistemi di negoziazione diversi dai mercati regolamentati (Rubrica così sostituita dal comma 1 dell’art. 12, D.Lgs. 17 settembre 2007, n. 164) (SISTEMI MULTILATERALI DI NEGOZIAZIONE) 1. La Consob individua con proprio regolamento i requisiti minimi di funzionamento dei sistemi...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 79-ter

CONSOLIDAMENTO DELLE INFORMAZIONI 1. Al fine di garantire che i partecipanti al mercato e gli investitori possano raffrontare i prezzi che i mercati regolamentati, i sistemi multilaterali di negoziazione e i soggetti abilitati sono tenuti a rendere pubblici, la Consob, sentita la Banca d'Italia,...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-decies

RESPONSABILITÀ DELL'INTERMEDIARIO 1. L'intermediario è responsabile: a) verso il titolare del conto, per i danni derivanti dall'esercizio dell'attività di trasferimento suo tramite degli strumenti finanziari, di tenuta dei conti, e per il puntuale adempimento degli obblighi posti dal presente...

Decreto Legislativo del 2001 numero 228 art. 4-bis

IMPRENDITORIA AGRICOLA GIOVANILE 1. Ai fini dell'applicazione della normativa statale, è considerato giovane imprenditore agricolo l'imprenditore agricolo avente una età non superiore a 40 anni. (Articolo aggiunto dall'art. 3, D.Lgs. 29 marzo 2004, n. 99)

Decreto Legislativo del 2001 numero 228 art. ALLEGATO 1

(Previsto dall'art. 27, comma 1) Settore (°) Numero di produttori A Apistico - 50 B Avicunicolo - 50 C Cerealicolo-oleaginoso - 100 D Florovivaistico - 50 E Olivicolo - 50 F Pataticolo - 100 G Sementiero - 100 H Sughericolo - 200 I Tabacchicolo - 100 J Vitivinicolo - 100 K...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 140-bis

PARTE III Tutela dell'interessato e sanzioni - TITOLO I Tutela amministrativa e giurisdizionale - CAPO 0.I (Intitolazione inserita dall’art. 13, comma 1, lett. a), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Alternatività delle forme di tutela (FORME ALTERNATIVE DI TUTELA) 1. Qualora ritenga che i diritti di...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 2-decies

INUTILIZZABILITÀ DEI DATI 1. I dati personali trattati in violazione della disciplina rilevante in materia di trattamento dei dati personali non possono essere utilizzati, salvo quanto previsto dall'articolo 160-bis. (Articolo inserito dall’art. 2, comma 1, lett. f), D.Lgs. 10 agosto 2018, n....

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 2-duodecies

LIMITAZIONI PER RAGIONI DI GIUSTIZIA 1. In applicazione dell'articolo 23, paragrafo 1, lettera f), del Regolamento, in relazione ai trattamenti di dati personali effettuati per ragioni di giustizia nell'ambito di procedimenti dinanzi agli uffici giudiziari di ogni ordine e grado nonché dinanzi al...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 2-undecies

CAPO III (Intitolazione inserita dall’art. 2, comma 1, lett. f), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Disposizioni in materia di diritti dell'interessato (LIMITAZIONI AI DIRITTI DELL'INTERESSATO) 1. I diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del Regolamento non possono essere esercitati con richiesta al...

Decreto Legislativo del 2003 numero 276 art. 69-bis

ALTRE PRESTAZIONI LAVORATIVE RESE IN REGIME DI LAVORO AUTONOMO 1. Le prestazioni lavorative rese da persona titolare di posizione fiscale ai fini dell'imposta sul valore aggiunto sono considerate, salvo che sia fornita prova contraria da parte del committente, rapporti di collaborazione...

Decreto Legislativo del 2004 numero 42 art. 87-bis

CONVENZIONE UNESCO 1. Resta ferma la disciplina dettata dalla Convenzione UNESCO sulla illecita importazione, esportazione e trasferimento dei beni culturali, adottata a Parigi il 14 novembre 1970, e dalle relative norme di ratifica ed esecuzione, con riferimento ai beni indicati nella Convenzione...

Decreto Legislativo del 2005 numero 192 art. ALLEGATO C

REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI ALLEGATO C (Allegato I, commi 1, 2, 3) (Allegato così sostituito dall’allegato C al D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311) REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI 1. Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale 1.1 Edifici residenziali...

Decreto Legislativo del 2005 numero 192 art. ALLEGATO F

RAPPORTO DI CONTROLLO TECNICO PER IMPIANTO TERMICO DI POTENZA MAGGIORE O UGUALE 35 KW ALLEGATO F (Allegato così sostituito dall’allegato F al D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311) RAPPORTO DI CONTROLLO TECNICO PER IMPIANTO TERMICO DI POTENZA MAGGIORE O UGUALE A 35 W Scarica il file ALLEGATO...

Decreto Legislativo del 2005 numero 192 art. ALLEGATO L

REGIME TRANSITORIO PER ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLEGATO L (Articolo 12) (Allegato così sostituito dall’allegato L al D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311) REGIME TRANSITORIO PER ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI 1. Le operazioni di controllo ed eventuale...

Decreto Legislativo del 2005 numero 206 art. 67-decies

REQUISITI AGGIUNTIVI IN MATERIA DI INFORMAZIONI 1. Oltre alle informazioni di cui agli articoli 67-quater, 67-quinquies, 67-sexies, 67-septies e 67-octies sono applicabili le disposizioni più rigorose previste dalla normativa di settore che disciplina l'offerta del servizio o del prodotto...

Decreto Legislativo del 2005 numero 206 art. 67-quinquies

INFORMAZIONI RELATIVE AL FORNITORE 1. Le informazioni relative al fornitore riguardano: a) l'identità del fornitore e la sua attività principale, l'indirizzo geografico al quale il fornitore è stabilito e qualsiasi altro indirizzo geografico rilevante nei rapporti tra consumatore e fornitore; b)...

Decreto Legislativo del 2005 numero 206 art. 72-bis

OBBLIGO DI FIDEIUSSIONE PER I CONTRATTI DI MULTIPROPRIETÀ 1. L'operatore non avente la forma giuridica di società di capitali ovvero con un capitale sociale versato inferiore a 5.500.000 euro e non avente sede legale e sedi secondarie nel territorio dello Stato è obbligato a prestare idonea...

Decreto Legislativo del 2005 numero 206 art. ALL. II

ALLEGATO II (previsto dall'articolo 107, comma 3) (riproduce l'allegato II della direttiva 2001/95/CE) Procedure per l'applicazione del rapex delle linee guida per le notifiche 1. Il sistema riguarda i prodotti, secondo la definizione dell'articolo 3, comma 1, lettera e), che presentano un...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 50-ter

PIATTAFORMA DIGITALE NAZIONALE DATI 1. La Presidenza del Consiglio dei ministri promuove la progettazione, lo sviluppo e la sperimentazione di una Piattaforma Digitale Nazionale Dati finalizzata a favorire la conoscenza e l'utilizzo del patrimonio informativo detenuto, per finalità istituzionali,...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 62-bis

BANCA DATI NAZIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI 1. Per favorire la riduzione degli oneri amministrativi derivanti dagli obblighi informativi ed assicurare l'efficacia, la trasparenza e il controllo in tempo reale dell'azione amministrativa per l'allocazione della spesa pubblica in lavori, servizi e...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 181-bis

abrogato MATERIE, SOSTANZE E PRODOTTI SECONDARI [1. Non rientrano nella definizione di cui all'articolo 183, comma 1, lettera a), le materie, le sostanze e i prodotti secondari definiti dal decreto ministeriale di cui al comma 2, nel rispetto dei seguenti criteri, requisiti e condizioni: a)...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 184-quater

UTILIZZO DEI MATERIALI DI DRAGAGGIO 1. I materiali dragati sottoposti ad operazioni di recupero in casse di colmata o in altri impianti autorizzati ai sensi della normativa vigente, cessano di essere rifiuti se, all'esito delle operazioni di recupero, che possono consistere anche in operazioni di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 188-bis

CONTROLLO DELLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI 1. In attuazione di quanto stabilito all’ articolo 177, comma 4, la tracciabilità dei rifiuti deve essere garantita dalla loro produzione sino alla loro destinazione finale. 2. A tale fine, la gestione dei rifiuti deve avvenire: a) nel rispetto degli...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 206-bis

OSSERVATORIO NAZIONALE SUI RIFIUTI 1. Al fine di garantire l'attuazione delle norme di cui alla parte quarta del presente decreto con particolare riferimento alla prevenzione della produzione della quantità e della pericolosità dei rifiuti ed all'efficacia, all'efficienza ed all'economicità della...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-decies

COINCENERIMENTO DI OLII USATI 1. È vietato il coincenerimento di oli usati contenenti PCB/PCT e loro miscele in misura eccedente le 50 parti per milione. Tale divieto deve essere espressamente menzionato nell'autorizzazione concessa dall'autorità competente ad impianti di coincenerimento che...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-novies

MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI ESERCIZIO E MODIFICA SOSTANZIALE DELL'ATTIVITÀ 1. Per determinate categorie di rifiuti o determinati processi termici, l'autorità competente può, in sede di autorizzazione, prevedere espressamente l'applicazione di prescrizioni diverse da quelle riportate ai commi 2,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-quattuordecies

CAMPIONAMENTO ED ANALISI DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA DEGLI IMPIANTI DI INCENERIMENTO E DI COINCENERIMENTO 1. I metodi di campionamento, analisi e valutazione delle emissioni in atmosfera, nonché le procedure di acquisizione, validazione, elaborazione ed archiviazione dei dati, sono fissati ed...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-quinquiesdecies

CONTROLLO E SORVEGLIANZA DELLE EMISSIONI NEI CORPI IDRICI 1. Fermo restando quanto previsto all'articolo 237-terdecies, ai fini della sorveglianza su parametri, condizioni e concentrazioni di massa inerenti al processo di incenerimento o di coincenerimento sono utilizzate tecniche di misurazione...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-sexies

CONTENUTO DELL'AUTORIZZAZIONE 1. L'autorizzazione alla realizzazione ed esercizio degli impianti di incenerimento e coincenerimento deve in ogni caso indicare esplicitamente: a) un elenco di tutti i tipi di rifiuti che possono essere trattati nell'impianto, individuati mediante il riferimento ai...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-terdecies

SCARICO DI ACQUE REFLUE 1. Lo scarico di acque reflue provenienti dalla depurazione degli effluenti gassosi evacuate da un impianto di incenerimento o di coincenerimento è limitata per quanto possibile e comunque disciplinato dall'autorizzazione di cui all'articolo 237-sexies. 2. Le acque reflue...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-vicies

ACCESSI ED ISPEZIONI 1. I soggetti incaricati dei controlli sono autorizzati ad accedere in ogni tempo presso gli impianti di incenerimento e coincenerimento per effettuare le ispezioni, i controlli, i prelievi e i campionamenti necessari all'accertamento del rispetto dei valori limite di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 242-bis

PROCEDURA SEMPLIFICATA PER LE OPERAZIONI DI BONIFICA 1. L'operatore interessato a effettuare, a proprie spese, interventi di bonifica del suolo con riduzione della contaminazione ad un livello uguale o inferiore ai valori di concentrazione soglia di contaminazione, può presentare...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 29-decies

RISPETTO DELLE CONDIZIONI DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE 1. Il gestore, prima di dare attuazione a quanto previsto dall'autorizzazione integrata ambientale, ne dà comunicazione all'autorità competente. Per gli impianti localizzati in mare, l'Istituto superiore per la protezione e la...