Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 526-560 di 36004

Codice Civile art. 754

PAGAMENTO DEI DEBITI E RIVALSA 1. Gli eredi sono tenuti verso i creditori al pagamento dei debiti e pesi ereditari personalmente in proporzione della loro quota ereditaria e ipotecariamente per l' intero. Il coerede che ha pagato oltre la parte a lui incombente può ripetere dagli altri coeredi...

Codice Civile art. 757

CAPO IV Degli effetti della divisione e della garanzia delle quote (DIRITTO DELL'EREDE SULLA PROPRIA QUOTA) 1. Ogni coerede è reputato solo e immediato successore in tutti i beni componenti la sua quota o a lui pervenuti dalla successione, anche per acquisto all' incanto, e si considera come se...

Codice Civile art. 765

VENDITA DEL DIRITTO EREDITARIO FATTA AL COEREDE 1. L' azione di rescissione non è ammessa contro la vendita del diritto ereditario fatta senza frode a uno dei coeredi, a suo rischio e pericolo, da parte degli altri coeredi o di uno di essi.

Codice Civile art. 766

STIMA DEI BENI 1. Per conoscere se vi è lesione si procede alla stima dei beni secondo il loro stato e valore al tempo della divisione.

Codice Civile art. 772

DONAZIONE DI PRESTAZIONI PERIODICHE 1. La donazione che ha per oggetto prestazioni periodiche si estingue alla morte del donante, salvo che risulti dall' atto una diversa volontà.

Codice Civile art. 775

DONAZIONE FATTA DA PERSONA INCAPACE D'INTENDERE O DI VOLERE 1. La donazione fatta da persona che, sebbene non interdetta, si provi essere stata per qualsiasi causa, anche transitoria, incapace di intendere o di volere al momento in cui la donazione è stata fatta, può essere annullata su istanza...

Codice Civile art. 777

DONAZIONI FATTE DA RAPPRESENTANTI DI PERSONE INCAPACI 1. Il padre e il tutore non possono fare donazioni per la persona incapace da essi rappresentata. 2. Sono consentite, con le forme abilitative richieste, le liberalità in occasione di nozze a favore dei discendenti dell' interdetto o dell'...

Codice Civile art. 78

AFFINITA' 1.L' affinità è il vincolo tra un coniuge ed i parenti dell' altro coniuge. 2. Nella linea e nel grado in cui taluno è parente d' uno dei coniugi, egli è affine dell' altro coniuge. 3. L' affinità non cessa per la morte, anche senza prole, del coniuge da cui deriva, salvo che per...

Codice Civile art. 79

TITOLO VI Del matrimonio (EFFETTI) 1. La promessa di matrimonio non obbliga a contrarlo né ad eseguire ciò che si fosse convenuto per il caso di non adempimento.

Codice Civile art. 790

RISERVA DI DISPORRE DI COSE DETERMINATE 1. Quando il donante si è riservata la facoltà di disporre di qualche oggetto compreso nella donazione o di una determinata somma sui beni donati, e muore senza averne disposto, tale facoltà non può essere esercitata dagli eredi.

Codice Civile art. 792

EFFETTI DELLA RIVERSIBILITA' 1. Il patto di riversibilità produce l' effetto di risolvere tutte le alienazioni dei beni donati e di farli ritornare al donante liberi da ogni peso o ipoteca, ad eccezione dell' ipoteca iscritta a garanzia della dote o di altre convenzioni matrimoniali, quando gli...

Codice Civile art. 798

RESPONSABILITA' PER VIZI DELLA COSA 1. Salvo patto speciale, la garanzia del donante non si estende ai vizi della cosa, a meno che il donante sia stato in dolo.

Codice Civile art. 803

REVOCAZIONE PER SOPRAVVENIENZA DI FIGLI Le donazioni fatte da chi non aveva o ignorava di avere figli o discendenti al tempo della donazione, possono essere revocate per la sopravvenienza o l'esistenza di un figlio o discendente del donante. Possono inoltre essere revocate per il riconoscimento...

Codice Civile art. 84

CAPO III Del matrimonio celebrato davanti all'ufficiale dello stato civile - SEZIONE I Delle condizioni necessarie per contrarre matrimonio - (ETA') 1. I minori di età non possono contrarre matrimonio. 2. Il tribunale, su istanza dell' interessato, accertata la sua maturità psico-fisica e la...

Codice Civile art. 848

abrogato (SANZIONE DELL'INOSSERVANZA) [1. Gli atti compiuti contro il divieto dell'articolo 846 possono essere annullati dall'autorità giudiziaria, su istanza del pubblico ministero. L'azione si prescrive in tre anni dalla data della trascrizione dell'atto]. (Articolo abrogato dall'art. 5-bis,...

Codice Civile art. 857

SEZIONE III Della bonifica integrale (TERRENI SOGGETTI A BONIFICA) 1. Per il conseguimento di fini igienici, demografici, economici o di altri fini sociali possono essere dichiarati soggetti a bonifica i terreni che si trovano in un comprensorio, in cui vi sono laghi, stagni, paludi e terre...

Codice Civile art. 876

INNESTO NEL MURO SUL CONFINE 1. Se il vicino vuole servirsi del muro esistente sul confine solo per innestarvi un capo del proprio muro, non ha l' obbligo di renderlo comune a norma dell' articolo 874, ma deve pagare un' indennità per l' innesto.

Codice Civile art. 877

COSTRUZIONI IN ADERENZA 1. Il vicino, senza chiedere la comunione del muro posto sul confine, può costruire sul confine stesso in aderenza, ma senza appoggiare la sua fabbrica a quella preesistente. 2. Questa norma si applica anche nel caso previsto dall' articolo 875; il vicino in tal caso deve...

Codice Civile art. 883

ABBATTIMENTO DI EDIFICIO APPOGGIATO AL MURO COMUNE 1. Il proprietario che vuole atterrare un edificio sostenuto da un muro comune può rinunziare alla comunione di questo, ma deve farvi le riparazioni e le opere che la demolizione rende necessarie per evitare ogni danno al vicino.

Codice Civile art. 885

INNALZAMENTO DEL MURO COMUNE 1. Ogni comproprietario può alzare il muro comune, ma sono a suo carico tutte le spese di costruzione e conservazione della parte sopraedificata. Anche questa può dal vicino essere resa comune a norma dell' articolo 874. 2. Se il muro non è atto a sostenere la...

Codice Civile art. 889

DISTANZE PER POZZI, CISTERNE, FOSSE E TUBI 1. Chi vuole aprire pozzi, cisterne, fosse di latrina o di concime presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, deve osservare la distanza di almeno due metri tra il confine e il punto più vicino del perimetro interno delle opere...

Codice Civile art. 891

DISTANZE PER CANALI E FOSSE 1. Chi vuole scavare fossi o canali presso il confine, se non dispongono in modo diverso i regolamenti locali, deve osservare una distanza eguale alla profondità del fosso o canale. La distanza si misura dal confine al ciglio della sponda più vicina, la quale deve...

Codice Civile art. 892

DISTANZE PER GLI ALBERI 1. Chi vuole piantare alberi presso il confine deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali. Se gli uni e gli altri non dispongono, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine: 1) tre metri per gli alberi di alto fusto....

Codice Civile art. 893

ALBERI PRESSO STRADE, CANALI E SUL CONFINE DEI BOSCHI 1. Per gli alberi che nascono o si piantano nei boschi, sul confine con terreni non boschivi, o lungo le strade o le sponde dei canali, si osservano, trattandosi di boschi, canali e strade di proprietà privata, i regolamenti e, in mancanza, gli...

Codice Civile art. 894

ALBERI A DISTANZA NON LEGALE 1. Il vicino può esigere che si estirpino gli alberi e le siepi che sono piantati o nascono a distanza minore di quelle indicate dagli articoli precedenti.

Codice Civile art. 899

COMUNIONE DI ALBERI 1. Gli alberi sorgenti nella siepe comune sono comuni. 2. Gli alberi sorgenti sulla linea di confine si presumono comuni, salvo titolo o prova in contrario. 3. Gli alberi che servono di limite o che si trovano nella siepe comune non possono essere tagliati, se non di comune...

Codice Civile art. 91

abrogato [DIVERSITA' DI RAZZA O DI NAZIONALITA'] [ Articolo abrogato dall' art. 3D.Lgs.Lgt. 14 settermbre 1944, n.287, recante provvedimenti relativi alla riforma della legislazione civile]

Codice Civile art. 92

abrogato [MATRIMONIO DEL RE IMPERATORE E DEI PRINCIPI REALI] [1. Le disposizioni degli articoli 84, 87, numeri 3, 5, 6, 7, 8, 9 e dell' articolo 90, quarto comma, non sono applicabili al Re Imperatore e alla Famiglia reale. 2. Per la validità dei matrimoni dei Principi e delle Principesse reali...

Codice Civile art. 920

NORME APPLICABILI 1. Salvo quanto è disposto dagli articoli precedenti, si applicano ai consorzi volontari ivi indicati le norme stabilite per la comunione.

Codice Civile art. 923

SEZIONE I Dell'occupazione e dell'invenzione (COSE SUSCETTIBILI DI OCCUPAZIONE) 1. Le cose mobili che non sono proprietà di alcuno si acquistano con l' occupazione. 2. Tali sono le cose abbandonate e gli animali che formano oggetto di caccia o di pesca.

Codice Civile art. 925

ANIMALI MANSUEFATTI 1. Gli animali mansuefatti possono essere inseguiti dal proprietario nel fondo altrui, salvo il diritto del proprietario del fondo a indennità per il danno. 2. Essi appartengono a chi se ne è impossessato, se non sono reclamati entro 20 giorni da quando il proprietario ha...

Codice Civile art. 926

MIGRAZIONE DI COLOMBI, CONIGLI E PESCI 1. I conigli o pesci che passano ad un' altra conigliera o peschiera si acquistano dal proprietario di queste, purché non vi siano stati attirati con arte o con frode. 2. La stessa norma si osserva per i colombi che passano ad altra colombaia, salve le...

Codice Civile art. 927

COSE RITROVATE 1. Chi trova una cosa mobile deve restituirla al proprietario, e, se non lo conosce, deve consegnarla senza ritardo al sindaco del luogo in cui l' ha trovata, indicando le circostanze del ritrovamento.

Codice Civile art. 931

EQUIPARAZIONE DEL POSSESSORE O DETENTORE AL PROPRIETARIO 1. Agli effetti delle disposizioni contenute negli articoli 927 e segg., al proprietario sono equiparati, secondo le circostanze, il possessore e il detentore.