Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 25411-25445 di 36004

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 80

(abrogato) COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DI COORDINAMENTO DEL SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ [1. La Commissione è formata da diciassette componenti incluso il Presidente di cui al comma 2, scelti tra persone di comprovata professionalità ed esperienza nel settore, nominati con decreto del...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 84

(abrogato) MIGRAZIONE DELLA RETE UNITARIA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE [1. Le Amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39, aderenti alla Rete unitaria della pubblica amministrazione, presentano a DigitPA, secondo le indicazioni da esso...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 86

(abrogato) COMPITI E ONERI DI DIGITPA [1. DigitPA cura la progettazione, la realizzazione, la gestione ed evoluzione della Rete internazionale delle pubbliche amministrazioni, previo espletamento di procedure concorsuali ad evidenza pubblica per la selezione dei fornitori e mediante la stipula di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 118 art. 1

SOSTITUZIONE DELLA RUBRICA DELLA SEZIONE VI, CAPO II TITOLO III, DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. La denominazione della sezione VI, capo II, titolo III, della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituita dalla seguente: «Diritti dell'autore sulle vendite successive di opere d'arte e di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 118 art. 10

SOSTITUZIONE DELL'ARTICOLO 152 DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. L'articolo 152 della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituito dal seguente: «Art. 152. - 1. Il compenso di cui agli articoli 144 e 150 è a carico del venditore. 2. Fermo restando quanto disposto nel comma 1, l'obbligo di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 118 art. 12

SOSTITUZIONE DELL'ARTICOLO 154 DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. L'articolo 154 della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituito dal seguente: «Art. 154. - 1. La Società italiana degli autori ed editori (SIAE) provvede, secondo quanto disposto dal regolamento, a comunicare agli aventi diritto...

Decreto Legislativo del 2006 numero 118 art. 6

SOSTITUZIONE DELL'ARTICOLO 148 DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. L'articolo 148 della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituito dal seguente: «Art. 148. - 1. Il diritto di cui all'articolo 144 dura per tutta la vita dell'autore e per settant'anni dopo la sua morte.».

Decreto Legislativo del 2006 numero 140 art. 21

INTRODUZIONE DELL'ARTICOLO 85-BIS NEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, DI CUI AL REGIO DECRETO 18 GIUGNO 1931, N. 773 1. Nel testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, dopo l'articolo 85 è inserito il seguente: «Art. 85-bis. - 1. È...

Decreto Legislativo del 2006 numero 140 art. 7

SOSTITUZIONE DELL'ARTICOLO 161 DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. L'articolo 161 della legge n. 633 del 1941, e successive modificazioni, è sostituito dal seguente: «Art. 161. - 1. Agli effetti dell'esercizio delle azioni previste negli articoli precedenti, nonchè della salvaguardia delle...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 108

SCARICHI DI SOSTANZE PERICOLOSE 1. Le disposizioni relative agli scarichi di sostanze pericolose si applicano agli stabilimenti nei quali si svolgono attività che comportano la produzione, la trasformazione o l'utilizzazione delle sostanze di cui alle Tabelle 3/A e 5 dell'Allegato 5 alla parte...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 117

TITOLO IV Strumenti di tutela - CAPO I Piani di gestione e piani di tutela delle acque - (PIANI DI GESTIONE E REGISTRO DELLE AREE PROTETTE) 1. Per ciascun distretto idrografico è adottato un Piano di gestione, che rappresenta articolazione interna del Piano di bacino distrettuale di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 120

RILEVAMENTO DELLO STATO DI QUALITÀ DEI CORPI IDRICI 1. Le regioni elaborano ed attuano programmi per la conoscenza e la verifica dello stato qualitativo e quantitativo delle acque superficiali e sotterranee all'interno di ciascun bacino idrografico. 2. I programmi di cui al comma 1 sono adottati...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 123

TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI E DELLE RELAZIONI 1. Contestualmente alla pubblicazione dei Piani di tutela le regioni trasmettono copia di detti piani e di tutti gli aggiornamenti successivi al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio al fine del successivo inoltro alla Commissione...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 126

APPROVAZIONE DEI PROGETTI DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE URBANE 1. Le regioni disciplinano le modalità di approvazione dei progetti degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane. Tale disciplina deve tenere conto dei criteri di cui all'Allegato 5 alla parte terza del...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 127

FANGHI DERIVANTI DAL TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE 1. Ferma restando la disciplina di cui al decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99, i fanghi derivanti dal trattamento delle acque reflue sono sottoposti alla disciplina dei rifiuti, ove applicabile. I fanghi devono essere riutilizzati ogni...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 128

CAPO III Controllo degli scarichi (SOGGETTI TENUTI AL CONTROLLO) 1. L'autorità competente effettua il controllo degli scarichi sulla base di un programma che assicuri un periodico, diffuso, effettivo ed imparziale sistema di controlli. 2. Fermo restando quanto stabilito al comma 1, per gli...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 129

ACCESSI ED ISPEZIONI 1. L'autorità competente al controllo è autorizzata a effettuare le ispezioni, i controlli e i prelievi necessari all'accertamento del rispetto dei valori limite di emissione, delle prescrizioni contenute nei provvedimenti autorizzatori o regolamentari e delle condizioni che...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 140

CIRCOSTANZA ATTENUANTE 1. Nei confronti di chi, prima del giudizio penale o dell'ordinanza-ingiunzione, ha riparato interamente il danno, le sanzioni penali e amministrative previste nel presente titolo sono diminuite dalla metà a due terzi.

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 141

SEZIONE III Gestione delle risorse idriche - TITOLO I I principi generali e competenze - (AMBITO DI APPLICAZIONE) 1. Oggetto delle disposizioni contenute nella presente sezione è la disciplina della gestione delle risorse idriche e del servizio idrico integrato per i profili che concernono la...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 142

COMPETENZE 1. Nel quadro delle competenze definite dalle norme costituzionali, e fatte salve le competenze dell'Autorità di vigilanza sulle risorse idriche e sui rifiuti, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare esercita le funzioni e i compiti spettanti allo Stato nelle...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 146

RISPARMIO IDRICO 1. Entro un anno dalla data di entrata in vigore della parte terza del presente decreto, le regioni, sentita l'Autorità di vigilanza sulle risorse idriche e sui rifiuti, nel rispetto dei principi della legislazione statale, adottano norme e misure volte a razionalizzare i consumi...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 148

AUTORITÀ D'AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE 1. L'ente di governo dell'ambito è una struttura dotata di personalità giuridica costituita in ciascun ambito territoriale ottimale delimitato dalla competente regione, alla quale gli enti locali partecipano obbligatoriamente ed alla quale è trasferito...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 153

DOTAZIONI DEI SOGGETTI GESTORI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO 1. Le infrastrutture idriche di proprietà degli enti locali ai sensi dell'articolo 143 sono affidate in concessione d'uso gratuita, per tutta la durata della gestione, al gestore del servizio idrico integrato, il quale ne assume i...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 156

RISCOSSIONE DELLA TARIFFA 1. La tariffa è riscossa dal gestore del servizio idrico integrato. Qualora il servizio idrico sia gestito separatamente, per effetto di particolari convenzioni e concessioni, la relativa tariffa è riscossa dal gestore del servizio di acquedotto, il quale provvede al...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 164

DISCIPLINA DELLE ACQUE NELLE AREE PROTETTE 1. Nell'ambito delle aree naturali protette nazionali e regionali, l'ente gestore dell'area protetta, sentita l'Autorità di bacino, definisce le acque sorgive, fluenti e sotterranee necessarie alla conservazione degli ecosistemi, che non possono essere...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 170

SEZIONE IV Disposizioni transitorie e finali (NORME TRANSITORIE) 1. Ai fini dell'applicazione dell'articolo 65, limitatamente alle procedure di adozione ed approvazione dei piani di bacino, fino alla data di entrata in vigore della parte seconda del presente decreto, continuano ad applicarsi le...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 174

DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE E DI ESECUZIONE 1. Sino all'adozione da parte del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio di nuove disposizioni attuative della sezione terza della parte terza del presente decreto, si applica il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 marzo...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 186

TERRE E ROCCE DA SCAVO 1. Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 185, le terre e rocce da scavo, anche di gallerie, ottenute quali sottoprodotti, possono essere utilizzate per reinterri, riempimenti, rimodellazioni e rilevati purchè: a) siano impiegate direttamente nell'ambito di opere o...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 187

DIVIETO DI MISCELAZIONE DI RIFIUTI PERICOLOSI 1. È vietato miscelare rifiuti pericolosi aventi differenti caratteristiche di pericolosità ovvero rifiuti pericolosi con rifiuti non pericolosi. La miscelazione comprende la diluizione di sostanze pericolose. 2. In deroga al comma 1, la...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 195

CAPO II Competenze (COMPETENZE DELLO STATO) 1. Ferme restando le ulteriori competenze statali previste da speciali disposizioni, anche contenute nella parte quarta del presente decreto, spettano allo Stato: a) le funzioni di indirizzo e coordinamento necessarie all'attuazione della parte quarta...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 196

COMPETENZE DELLE REGIONI 1. Sono di competenza delle regioni, nel rispetto dei principi previsti dalla normativa vigente e dalla parte quarta del presente decreto, ivi compresi quelli di cui all'articolo 195: a) la predisposizione, l'adozione e l'aggiornamento, sentiti le province, i comuni e le...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 2

FINALITÀ 1. Il presente decreto legislativo ha come obiettivo primario la promozione dei livelli di qualità della vita umana, da realizzare attraverso la salvaguardia ed il miglioramento delle condizioni dell'ambiente e l'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali. 2. Per le...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 201

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI 1. Al fine dell'organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, entro il termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore della parte quarta del...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 205

MISURE PER INCREMENTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA 1. In ogni ambito territoriale ottimale deve essere assicurata una raccolta differenziata dei rifiuti urbani pari alle seguenti percentuali minime di rifiuti prodotti: a) almeno il trentacinque per cento entro il 31 dicembre 2006; b) almeno il...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 207

AUTORITÀ DI VIGILANZA SULLE RISORSE IDRICHE E SUI RIFIUTI [1. L'Autorità di vigilanza sulle risorse idriche e sui rifiuti di cui all'articolo 159, di seguito denominata "Autorità", garantisce e vigila in merito all'osservanza dei principi ed al perseguimento delle finalità di cui alla parte quarta...