Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 32061-32095 di 36296

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 59

DEMANIO MARITTIMO, LACUALE E FLUVIALE 1. Sono delegate alle regioni le funzioni amministrative sul litorale marittimo, sulle aree demaniali immediatamente prospicienti, sulle aree del demanio lacuale e fluviale, quando la utilizzazione prevista abbia finalità turistiche e ricreative. Sono escluse...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 62

CAPO V Cave e torbiere (CAVE E TORBIERE) 1. Le funzioni amministrative relative alla materia «cave e torbiere» concernono tutte le attività attinenti alle cave, di cui all'art. 2, terzo comma, ed al titolo terzo del regio decreto 29 luglio 1927, n. 1443. 2. Le suddette funzioni amministrative,...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 63

CAPO VI Artigianato (ARTIGIANATO) 1. Le funzioni amministrative relative alla materia «artigianato» concernono le attività attinenti alla produzione di beni e servizi in forma artigianale, secondo la disciplina prevista dalle leggi vigenti, nonché le imprese artigiane individuali ed in forma...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 64

CAMERE DI COMMERCIO 1. Sono di competenza delle regioni le funzioni amministrative attualmente esercitate dalle camere di commercio nelle materie trasferite o delegate dal presente decreto. 2. Le funzioni istituzionali e le restanti funzioni amministrative saranno esercitate dalle camere di...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 69

TERRITORI MONTANI, FORESTE, CONSERVAZIONE DEL SUOLO 1. Sono delegate alle regioni le funzioni di cui alla legge 22 maggio 1973, n. 269, concernente la disciplina della produzione e del commercio di sementi e di piante di rimboschimento. Le regioni sono tenute ad istituire il libro dei boschi da...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 89

OPERE IDRAULICHE 1. Entro un anno dall'entrata in vigore del presente decreto, il Governo, sentite le regioni, delimita i bacini idrografici a carattere interregionale. Tale delimitazione può essere modificata con lo stesso procedimento. Tutte le opere idrauliche relative ai bacini idrografici non...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 9

POLIZIA AMMINISTRATIVA 1. I comuni, le province, le comunità montane e le regioni sono titolari delle funzioni di polizia amministrativa nelle materie ad essi rispettivamente attribuite o trasferite. 2. Sono delegate alle regioni le funzioni di polizia amministrativa esercitate dagli organi...

Decreto Presidente Repubblica del 1977 numero 616 art. 92

FUNZIONI DELEGATE 1. È delegato alle regioni l'esercizio delle funzioni amministrative esercitate da organi centrali e periferici dello Stato in materia di: a) ricostruzione dei beni distrutti da eventi bellici, esclusi quelli di proprietà dello Stato; b) attuazione dei piani di ricostruzione.

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 13

Gli uffici tecnici militari, con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza quinquennale delle limitazioni, inoltrano al comandante territoriale motivata proposta di conferma per le limitazioni ancora necessarie, sentiti gli organi operativi interessati. I predetti uffici allegano alla proposta di...

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 16

I provvedimenti di cui al primo comma dell'art. 15 della legge, necessari per la tutela della pubblica incolumità nel corso delle esercitazioni militari e dei corpi civili dello Stato militarmente addestrati, sono adottati dal comandante territoriale con propria ordinanza (3). Detta ordinanza è...

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 21

Le autorizzazioni sono concesse dai competenti comandanti territoriali sul modello conforme a quello annesso alle presenti norme. Esse devono contenere la citazione della domanda a cui si riferiscono. Le autorizzazioni concesse dopo accordi con altre autorità contengono l'indicazione dell'adesione...

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 24

Il comandante territoriale può dare al trasgressore l'ordine di ripristino fissando il termine di adempimento. Detto termine non può essere inferiore a sessanta giorni, salva la possibilità dell'autorità militare di assegnare un termine più breve in relazione a particolari circostanze. Trascorsi...

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 4

Copia del verbale della riunione del comitato è trasmessa dal comandante territoriale al Ministero della difesa - Direzione generale dei lavori, del demanio e dei materiali del genio. Ove dal verbale risulti che in seno al comitato non sia stata raggiunta l'unanimità e siano state formulate...

Decreto Presidente Repubblica del 1979 numero 780 art. 9

Gli uffici tecnici militari, decorso il novantesimo giorno dalla data di deposito nell'ufficio comunale del decreto impositivo, provvedono, nel più breve tempo possibile, al collocamento sul terreno di segnali eventualmente indicati dalla mappa allegata al decreto. I segnali sono costituiti da pali...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 131 art. 20

TITOLO III Applicazione dell'imposta (INTERPRETAZIONE DEGLI ATTI) 1. L'imposta è applicata secondo la intrinseca natura e gli effetti giuridici dell'atto presentato alla registrazione, anche se non vi corrisponda il titolo o la forma apparente, sulla base degli elementi desumibili dall'atto...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 131 art. 67

REPERTORIO DEGLI ATTI FORMATI DA PUBBLICI UFFICIALI 1. I soggetti indicati nell'art. 10, lettere b) e c), i capi delle amministrazioni pubbliche ed ogni altro funzionario autorizzato alla stipulazione dei contratti devono iscrivere in un apposito repertorio tutti gli atti del loro ufficio...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 917 art. 122

OBBLIGHI DELLA SOCIETÀ O ENTE CONTROLLANTE 1. La società o ente controllante presenta la dichiarazione dei redditi del consolidato, calcolando il reddito complessivo globale risultante dalla somma algebrica dei redditi complessivi netti dichiarati da ciascuna delle società partecipanti al regime...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 917 art. 20

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE 1. Le prestazioni di cui alla lettera a-bis) del comma 1 dell'articolo 17 sono soggette ad imposta mediante l'applicazione dell'aliquota determinata con i criteri previsti al comma 1 dell'articolo 19, assumendo il numero degli anni e frazione di anno di effettiva...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 917 art. 89

DIVIDENDI ED INTERESSI 1. Per gli utili derivanti dalla partecipazione in società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice residenti nel territorio dello Stato si applicano le disposizioni dell'articolo 5. 2. Gli utili distribuiti, in qualsiasi forma e sotto qualsiasi...

Decreto Presidente Repubblica del 1986 numero 917 art. 94

VALUTAZIONE DEI TITOLI [Testo post riforma 2004] 1. I titoli indicati nell'articolo 85, comma 1, lettere c), d) ed e), esistenti al termine di un esercizio, sono valutati applicando le disposizioni dell'articolo 92, commi 1, 2, 3, 4, 5 e 7 salvo quanto stabilito nei seguenti commi. 2. Le...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 12

Ai fini del riconoscimento agli effetti civili dei mutamenti previsti dall'art. 19, comma primo, della legge si provvede su domanda dell'autorità ecclesiastica che li ha disposti o approvati, ovvero del legale rappresentante dell'ente con l'assenso dell'autorità ecclesiastica. La domanda è...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 13

Il decreto del Presidente della Repubblica previsto dall'art. 19, comma secondo, della legge è emanato su proposta del Ministro dell'interno. Il Ministro comunica all'autorità ecclesiastica competente gli elementi da cui risulta che è venuto meno qualcuno dei requisiti prescritti per il...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 14

Ai fini del riconoscimento agli effetti civili dei provvedimenti canonici di cui agli articoli 21, commi primo e secondo, e 29, comma primo, della legge adottati dall'autorità ecclesiastica dopo il 30 settembre 1986, e di quelli di cui all'art. 22, comma terzo, della legge adottati dall'autorità...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 16

L'Istituto centrale e gli istituti diocesani per il sostentamento del clero comunicano, rispettivamente al Ministro dell'interno e al prefetto competente, la composizione del consiglio di amministrazione e le successive variazioni, indicando anche quali siano i membri designati dal clero.

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 17

A decorrere dal 1° gennaio 1987 il trattamento tributario delle remunerazioni erogate ai sacerdoti che svolgono servizio in favore delle diocesi è regolato ai sensi dell'art. 25 della legge e del presente articolo. L'Istituto centrale per il sostentamento del clero, sulla base delle...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 19

Le domande in carta libera di trascrizione, di voltura catastale o di iscrizione tavolare relative ai trasferimenti di cui all'art. 31, comma primo, della legge sono presentate dal legale rappresentante dell'ente al quale i beni sono trasferiti. Alla domanda è allegata copia del decreto...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 33

I prelevamenti dai fondi di riserva iscritti nel bilancio del Fondo edifici di culto sono disposti con decreto del Ministro dell'interno. L'avanzo o il disavanzo di gestione determinato alla chiusura del conto consuntivo dell'anno finanziario precedente viene iscritto nel bilancio di previsione...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 34

La nomina e le gestioni del cassiere e del consegnatario del Fondo edifici di culto sono regolate dalle disposizioni del decreto del Presidente della Repubblica 30 novembre 1979, n. 718. Il cassiere provvede anche alla custodia dei titoli mobiliari di proprietà del Fondo edifici di culto. Il...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 35

Le fabbricerie delle chiese cattedrali e di quelle dichiarate di rilevante interesse storico o artistico sono composte da sette membri, nominati per un triennio, due dal vescovo diocesano e cinque dal Ministro dell'interno sentito il vescovo stesso. Esse sono rette da uno statuto approvato con...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 42

Fino alle scadenze stabilite dall'art. 6 della legge per gli enti di cui al medesimo articolo non ancora iscritti nel registro delle persone giuridiche il certificato previsto dall'art. 9, lettera a), del presente regolamento è sostituito da una certificazione della competente autorità...

Decreto Presidente Repubblica del 1987 numero 33 art. 45

Le fabbricerie trasmettono al Ministro dell'interno, per il tramite della prefettura, uno statuto redatto in conformità alle norme del presente regolamento, entro un anno dalla sua entrata in vigore. In caso di inadempimento il prefetto nomina un commissario straordinario con il compito di...

Decreto Presidente Repubblica del 1988 numero 574 art. 11

Fermo restando quanto disposto dall'art. 7, nonché dall'ultimo comma dell'art. 100 dello statuto per quanto attiene agli ordinamenti di tipo militare, il personale dipendente dagli organi, dagli uffici, dagli enti e dai concessionari indicati nell'art. 1 che abbiano sede nella provincia di Bolzano,...

Decreto Presidente Repubblica del 1988 numero 574 art. 32

Disposizioni varie I cittadini di lingua ladina della provincia di Bolzano hanno facoltà di usare la propria lingua nei rapporti orali e scritti con gli uffici della pubblica amministrazione, con esclusione delle Forze armate e delle Forze di polizia, siti nelle località ladine della stessa...

Decreto Presidente Repubblica del 1988 numero 574 art. 4

A norma dell'ultimo comma dell'art. 100 del decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1972, n. 670, l'uso congiunto delle lingue italiana e tedesca da parte degli organi, uffici e concessionari di cui all'art. 1, è prescritto per gli atti destinati alla generalità dei cittadini, per gli atti...