Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 29296-29330 di 35985

Decreto Ministeriale del 31 luglio 2014 art. 13

OPERATIVITÀ DELLA GARANZIA DELLO STATO 1. Gli interventi del Fondo sono assistiti, a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto, dalla garanzia dello Stato, quale garanzia di ultima istanza. 2. La garanzia dello Stato opera in caso di inadempimento da parte del Fondo in...

Decreto Ministeriale del 31 luglio 2014 art. 4

SOGGETTI FINANZIATORI 1. Possono effettuare le operazioni di erogazione dei mutui garantiti dal Fondo: a) le banche iscritte all'albo di cui all'art. 13 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 e successive modificazioni ed integrazioni; b) gli intermediari finanziari iscritti...

Decreto Ministeriale del 31 luglio 2014 art. 6

AMMISSIONE ALLA GARANZIA 1. L'ammissione alla garanzia del Fondo avviene esclusivamente per via telematica, con le seguenti modalità: a) il soggetto finanziatore raccoglie e, verificatane la completezza e la regolarità formale, trasmette al Gestore il modulo di domanda contenente la...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 1999 art. 2

abrogato [1. Le regole tecniche, di cui all'art. 1, sono riportate nell'allegato tecnico del presente decreto, suddivise in cinque titoli recanti: Regole tecniche di base, regole tecniche per la certificazione delle chiavi, regole tecniche sulla validazione temporale e per la protezione dei...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 1

TITOLO I Disposizioni generali (DEFINIZIONI) 1. Ai fini delle presenti regole tecniche si applicano le definizioni contenute negli articoli 1 e 22 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e successive modificazioni. Si intende, inoltre, per: a) testo unico, il testo...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 12

COMUNICAZIONE TRA CERTIFICATORE E DIPARTIMENTO 1. I certificatori che rilasciano al pubblico certificati qualificati devono attenersi alle regole emanate dal Dipartimento per realizzare un sistema di comunicazione sicuro attraverso il quale scambiare le informazioni previste dal presente decreto.

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 29

ACCESSO DEL PUBBLICO AI CERTIFICATI 1. Le liste dei certificati revocati e sospesi devono essere rese pubbliche. 2. I certificati qualificati, su richiesta del titolare, possono essere accessibili alla consultazione del pubblico, ovvero comunicati a terzi, esclusivamente nei casi consentiti dal...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 31

GIORNALE DI CONTROLLO 1. Il giornale di controllo è costituito dall'insieme delle registrazioni effettuate automaticamente dai dispositivi installati presso il certificatore, allorché si verificano le condizioni previste dal presente decreto. 2. Le registrazioni possono essere effettuate...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 34

REQUISITI DI COMPETENZA ED ESPERIENZA DEL PERSONALE 1. Il personale cui sono attribuite le funzioni previste dall'articolo 33 deve aver maturato una esperienza almeno quinquennale nella analisi, progettazione e conduzione di sistemi informatici. 2. Per ogni aggiornamento apportato al sistema di...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 45

INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA MARCA TEMPORALE 1. Una marca temporale deve contenere almeno le seguenti informazioni: a) identificativo dell'emittente; b) numero di serie della marca temporale; c) algoritmo di sottoscrizione della marca temporale; d) identificativo del certificato relativo alla...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 46

CHIAVI DI MARCATURA TEMPORALE 1. Ogni coppia di chiavi utilizzata per la validazione temporale deve essere univocamente associata ad un sistema di validazione temporale. 2. Al fine di limitare il numero di marche temporali generate con la medesima coppia, le chiavi di marcatura temporale debbono...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 48

PRECISIONE DEI SISTEMI DI VALIDAZIONE TEMPORALE 1. L'ora assegnata ad una marca temporale deve corrispondere, con una differenza non superiore ad un minuto secondo rispetto alla scala di tempo UTC(IEN), di cui al decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato 30 novembre...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 20

REVOCA SU RICHIESTA DEL TITOLARE 1. La richiesta di revoca è inoltrata al certificatore munita della sottoscrizione del titolare e con la specificazione della sua decorrenza. 2. Le modalità di inoltro della richiesta sono indicate dal certificatore nel manuale operativo di cui al successivo art....

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 32

GIORNALE DI CONTROLLO 1. Il giornale di controllo è costituito dall'insieme delle registrazioni effettuate anche automaticamente dai dispositivi installati presso il certificatore, allorché si verificano le condizioni previste dal presente decreto. 2. Le registrazioni possono essere effettuate...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 34

ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO DI CERTIFICAZIONE 1. Fatto salvo quanto previsto al comma 3, l'organizzazione del certificatore prevede almeno le seguenti figure professionali: a) responsabile della sicurezza; b) responsabile del servizio di certificazione e validazione...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 39

ELENCO PUBBLICO DEI CERTIFICATORI ACCREDITATI 1. L'elenco pubblico dei certificatori accreditati tenuto dal CNIPA ai sensi dell'art. 29, comma 6, del codice, contiene per ogni certificatore accreditato almeno le seguenti informazioni: a) denominazione; b) sede legale; c) rappresentante legale; ...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 49

REGISTRAZIONE DELLE MARCHE GENERATE 1. Tutte le marche temporali emesse da un sistema di validazione sono conservate in un apposito archivio digitale non modificabile per un periodo non inferiore a venti anni ovvero, su richiesta dell'interessato, per un periodo maggiore, alle condizioni previste...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 11

EFFICACIA DELLA LEGGE NEL TEMPO La legge non dispone che per l'avvenire: essa non ha effetto retroattivo [Cost. 25; c.p. 2]. I contratti collettivi di lavoro possono stabilire per la loro efficacia una data anteriore alla pubblicazione, purché non preceda quella della stipulazione. (La...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 12

INTERPRETAZIONE DELLA LEGGE Nell'applicare la legge non si può ad essa attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio delle parole secondo la connessione di esse, e dalla intenzione del legislatore. Se una controversia non può essere decisa con una precisa disposizione,...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 14

APPLICAZIONE DELLE LEGGI PENALI ED ECCEZIONALI Le leggi penali e quelle che fanno eccezione a regole generali o ad altre leggi non si applicano oltre i casi e i tempi in esse considerati [Cost. 25; c.p. 2]. (Vedi, anche, l'art. 20 della L. 7 gennaio 1929, n. 4, per quanto concerne le...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 15

ABROGAZIONE DELLE LEGGI Le leggi non sono abrogate che da leggi posteriori per dichiarazione espressa del legislatore, o per incompatibilità tra le nuove disposizioni e le precedenti o perché la nuova legge regola l'intera materia già regolata dalla legge anteriore [Cost. 75; preleggi 2; c.p. 2].

J.A.1 - Art. 2487 bis, II comma, cc

Massima1° pubbl. 9/04 In caso di società in liquidazione l’indicazione “società in liquidazione” prescritta dall’art. cod. civ. non deve rientrare nella denominazione, posto che la norma in oggetto impone che detta indicazione debba essere semplicemente aggiunta alla denominazione sociale, e...

La redazione dell'atto pubblico notarile (art. 51 l.n.)

Gli artt. che vanno dal 47 al della Legge notarile , che compongono il Capo I del Titolo III della legge, affrontano e disciplinano specificamente la "forma dell'atto pubblico notarile". Tra le diverse norme facenti parte di tale Capo che più direttamente prescrivono obblighi di "forma",...

Legge Costituzionale del 2012 numero 1 art. 2

1. All'articolo 97 della Costituzione, al primo comma è premesso il seguente: «Le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l'ordinamento dell'Unione europea, assicurano l'equilibrio dei bilanci e la sostenibilità del debito pubblico».

Legge Costituzionale del 2012 numero 1 art. 4

1. All'articolo 119 della Costituzione sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo comma sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: «, nel rispetto dell'equilibrio dei relativi bilanci, e concorrono ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari derivanti dall'ordinamento...

Legge Costituzionale del 2012 numero 1 art. 6

1. Le disposizioni di cui alla presente legge costituzionale si applicano a decorrere dall'esercizio finanziario relativo all'anno 2014. La presente legge costituzionale, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. È fatto...

Legge del 1865 numero 2248 art. 3-E

1.Gli affari non compresi nell'articolo precedente saranno attribuiti alle autorità amministrative, le quali, ammesse le deduzioni e le osservazioni in iscritto delle parti interessate, provvederanno con decreti motivati, previo parere dei consigli amministrativi che pei diversi casi siano dalla...

Legge del 1913 numero 89 art. 138-bis

1. Il notaio che chiede l'iscrizione nel registro delle imprese delle deliberazioni di società di capitali, dallo stesso notaio verbalizzate, quando risultano manifestamente inesistenti le condizioni richieste dalla legge, viola l'articolo 28, primo comma, numero 1°, ed è punito con la sospensione...

Legge del 1913 numero 89 art. 149-ter

1. Quando, per qualunque causa, viene a mancare un terzo dei notai componenti della Commissione, si procede ad elezioni integrative, che sono indette immediatamente, per la circoscrizione interessata, dal presidente del Consiglio nazionale del notariato. I nuovi eletti durano in carica fino alla...

Legge del 1913 numero 89 art. 158-quater

1. All'esecuzione delle sanzioni e delle misure cautelari provvede il presidente del consiglio notarile del distretto nel cui ruolo il notaio è iscritto, informandone immediatamente il procuratore della Repubblica e il capo dell'archivio notarile competenti per il luogo in cui ha sede il notaio e,...

Legge del 1913 numero 89 art. 47-ter

1. Le disposizioni per la formazione e la conservazione degli atti pubblici e delle scritture private autenticate si applicano, in quanto compatibili, anche ai documenti informatici di cui ai commi 1 e 2 dell'articolo 47-bis. 2. L'atto pubblico informatico è ricevuto in conformità a quanto previsto...