Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 25621-25655 di 36115

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 134

Per la validità dell'adunanza occorre la presenza di almeno quattro membri, compreso il presidente. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti; ed in caso di parità di suffragi prevale il voto del presidente. Le votazioni sono palesi: in quelle, però, relative a persone, si procede a...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 140

Per gli atti dei notari esercenti nelle residenze comprese nel territorio che costituiva il distretto notarile soppresso, il conservatore che ai sensi dell'art. 129 della legge deve eseguire le ispezioni, è quello dell'archivio notarile sussidiario. I detti notari debbono all'uopo presentare i...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 146

Per il deposito in archivio degli originali e delle copie di atti notarili rogati in paese estero, in conformità all'art. 106 , n. 4, della legge, deve redigersi apposito verbale con le norme e nelle forme prescritte per gli atti notarili; e deve osservarsi quant'altro è disposto dall'art. 68 del...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 217

Ogni archivio deve tenere: un esemplare della tabella indicata nell'art. 1 del presente regolamento; uno stato riassuntivo degli atti, dei repertori, dei sigilli e delle copie depositate; un registro di corrispondenza; un registro per la ricezione delle copie di testamenti pubblici; il ruolo...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 218

Il capo dell'archivio, nell'assumere le sue funzioni, deve procedere alla ricognizione dello stato di Cassa in riscontro ai registri contabili e, in via sommaria, dello stato di consistenza dell'archivio, in contraddittorio del funzionario che cessa o del suo legale rappresentante, e con...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 219

Il registro delle richieste è formato nei suoi fogli da una matrice e da tre contromatrici.La matrice e l'ultima contromatrice servono per indicare il nome, il cognome e il domicilio del richiedente, la data della richiesta, la natura, la data ed il numero di repertorio dell'atto richiesto,...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 230

Ogni archivio ha un regolamento interno che deve contenere le norme relative all'osservanza dell'orario di ufficio e alla distribuzione dei servizi. Tale regolamento è compilato dal conservatore e deve essere approvato dal Ministro di grazia e giustizia; occorrendo apportarvi variazioni, si segue...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 232

I Comuni interessati debbono con le forme di legge deliberare in ordine alle spese occorrenti per l'impianto dell'archivio, per lo stipendio del conservatore, per il locale che dovrà servire di sede all'archivio stesso e per quant'altro sia necessario al regolare funzionamento dell'ufficio. Il...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 245

Oltre le disposizioni particolarmente richiamate nel presente capo, anche le altre contenute nel capo 1° di questo titolo si estendono agli archivi notarili mandamentali ed ai conservatori dei medesimi, sempre che siano applicabili. Ai conservatori degli archivi mandamentali si applicano le...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 249

TITOLO VI Della vigilanza sui notari, sui Consigli e sugli archivi; delle Ispezioni; delle pene disciplinari e dei procedimenti per l'applicazione delle medesime CAPO I Della vigilanza e delle ispezioni L'alta vigilanza che, ai termini dell'articolo 127 della legge, il Ministro di grazia e...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 253

Il conservatore dell'archivio notarile o chi ne fa le veci redige il verbale di ogni ispezione in doppio esemplare, indicando: l'anno, il mese ed il giorno; il nome e il cognome, la qualità, il domicilio o la residenza degli ufficiali che procedono alla ispezione; il nome, il cognome e la...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 259

L'ispettore superiore deve per ogni singola ispezione di archivio notarile redigere un verbale firmato da lui e dal capo dell'archivio ispezionato, facendo constare succintamente i rilievi accertati, le istruzioni date e i provvedimenti presi nei casi d'urgenza. Il verbale d'ispezione è compilato...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 261

TITOLO VI Della vigilanza sui notari, sui Consigli e sugli archivi; delle Ispezioni; delle pene disciplinari e dei procedimenti per l'applicazione delle medesime CAPO II Delle pene disciplinari Sono punite con l'ammenda di lire 40, estensibile fino a lire 80 in caso di recidiva, le...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 265

TITOLO VI Della vigilanza sui notari, sui Consigli e sugli archivi; delle Ispezioni; delle pene disciplinari e dei procedimenti per l'applicazione delle medesime CAPO III Dell'applicazione delle pene disciplinari e della riabilitazione Qualora gli abusi e le mancanze del notaro siano tali da...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 266

Se il giudizio disciplinare davanti al Consiglio è promosso d'ufficio dal presidente del Consiglio stesso, ne è fatta menzione nel verbale dell'adunanza. Se il giudizio è promosso dalla parte, la denunzia deve essere sottoscritta dalla parte stessa o da un procuratore speciale. Il pubblico...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 271

La pena dell'avvertimento è data al notaro dal presidente del Consiglio notarile personalmente o per mezzo di lettera raccomandata. La pena della censura è applicata dal presidente del Consiglio notarile in una delle adunanze del Consiglio. A tal uopo è dato al notaro, per lettera raccomandata,...

Regio Decreto del 1914 numero 1326 art. 279

Le disposizioni della legge e del regolamento che riguardano la pratica notarile debbono osservarsi, in quanto siano applicabili, anche da coloro i quali abbiano iniziato la pratica sotto l'impero della legge anteriore.