Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 1926-1960 di 35985

Codice Civile art. 1560

ENTITA' DELLA SOMMINISTRAZIONE 1. Qualora non sia determinata l' entità della somministrazione, si intende pattuita quella corrispondente al normale fabbisogno della parte che vi ha diritto, avuto riguardo al tempo della conclusione del contratto. 2. Se le parti hanno stabilito soltanto il limite...

Codice Civile art. 1562

PAGAMENTO DEL PREZZO 1. Nella somministrazione a carattere periodico il prezzo è corrisposto all' atto delle singole prestazioni e in proporzione di ciascuna di esse. 2. Nella somministrazione a carattere continuativo il prezzo è pagato secondo le scadenze d' uso.

Codice Civile art. 1564

RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 1. In caso d' inadempimento di una delle parti relativo a singole prestazioni, l' altra può chiedere la risoluzione del contratto, se l' inadempimento ha una notevole importanza ed è tale da menomare la fiducia nell' esattezza dei successivi adempimenti.

Codice Civile art. 157

CESSAZIONE DEGLI EFFETTI DELLA SEPARAZIONE 1. I coniugi possono di comune accordo far cessare gli effetti della sentenza di separazione, senza che sia necessario l' intervento del giudice, con una espressa dichiarazione o con un comportamento non equivoco che sia incompatibile con lo stato di...

Codice Civile art. 1573

DURATA DELLA LOCAZIONE 1. Salvo diverse norme di legge, la locazione non può stipularsi per un tempo eccedente i trenta anni. Se stipulata per un periodo più lungo o in perpetuo, è ridotta al termine suddetto.

Codice Civile art. 1595

RAPPORTI TRA IL LOCATORE E IL SUBCONDUTTORE 1. Il locatore, senza pregiudizio dei suoi diritti verso il conduttore, ha azione diretta contro il subconduttore per esigere il prezzo della sublocazione, di cui questi sia ancora debitore al momento della domanda giudiziale, e per costringerlo ad...

Codice Civile art. 16

ATTO COSTITUTIVO E STATUTO. MODIFICAZIONI. 1. L'atto costitutivo e lo statuto devono contenere la denominazione dell'ente, l'indicazione dello scopo, del patrimonio e della sede, nonché le norme sull'ordinamento e sull'amministrazione. Devono anche determinare, quando trattasi di associazioni, i...

Codice Civile art. 160

DIRITTI INDEROGABILI 1. Gli sposi non possono derogare né ai diritti né ai doveri previsti dalla legge per effetto del matrimonio.

Codice Civile art. 1604

VENDITA DELLA COSA LOCATA CON PATTO DI RISCATTO 1. Il compratore con patto di riscatto non può esercitare la facoltà di licenziare il conduttore fino a che il suo acquisto non sia divenuto irrevocabile con la scadenza del termine fissato per il riscatto.

Codice Civile art. 1611

INCENDIO DI CASA ABITATA DA PIU' INQUILINI 1. Se si tratta di casa occupata da più inquilini, tutti sono responsabili verso il locatore del danno prodotto dall' incendio, proporzionatamente al valore della parte occupata. Se nella casa abita anche il locatore, si detrae dalla somma dovuta una...

Codice Civile art. 1612

RECESSO CONVENZIONALE DEL LOCATORE 1. Il locatore che si è riservata la facoltà di recedere dal contratto<1> per abitare egli stesso nella casa locata deve dare licenza motivata nel termine stabilito dagli usi locali.

Codice Civile art. 1617

OBBLIGHI DEL LOCATORE 1. Il locatore è tenuto a consegnare la cosa, con i suoi accessori e le sue pertinenze, in istato da servire all' uso e alla produzione a cui è destinata.

Codice Civile art. 1625

CLAUSOLA DI SCIOGLIMENTO DEL CONTRATTO IN CASO DI ALIENAZIONE 1. Se si è convenuto che l' affitto possa sciogliersi in caso di alienazione, l' acquirente che voglia dare licenza all' affittuario deve osservare la disposizione dell' articolo 1616. 2. Quando l' affitto ha per oggetto un fondo...

Codice Civile art. 1628

§2 Dell'affitto di fondi rustici (DURATA MINIMA DELL'AFFITTO) 1. Se le norme corporative stabiliscono un periodo minimo di durata del contratto, l' affitto di un fondo rustico stipulato per una durata inferiore si estende al periodo minimo così stabilito. (Le norme corporative sono state...

Codice Civile art. 1630

AFFITTO SENZA DETERMINAZIONE DI TEMPO 1. L' affitto a tempo indeterminato di un fondo soggetto a rotazione di colture si reputa stipulato per il tempo necessario affinché l' affittuario possa svolgere e portare a compimento il normale ciclo di avvicendamento delle colture praticate nel fondo. 2....

Codice Civile art. 1640

SCORTE MORTE 1. Le scorte morte costituenti la dotazione del fondo, che sono state consegnate all' affittuario all' inizio dell' affitto, con determinazione della specie, qualità e quantità, devono, anche se stimate, essere restituite al locatore alla fine dell' affitto, nella stessa specie,...

Codice Civile art. 1642

PROPRIETA' DEL BESTIAME CONSEGNATO 1. Qualora il bestiame consegnato all' affittuario sia stato determinato con indicazione della specie, del numero, del sesso, della qualità, dell' età e del peso, anche se ne è stata fatta stima, la proprietà di esso rimane al locatore. Tuttavia l' affittuario...

Codice Civile art. 1649

SUBAFFITTO 1. Se il locatore consente il subaffitto, questo è considerato come locazione diretta tra il locatore e il nuovo affittuario.

Codice Civile art. 1652

ANTICIPAZIONI ALL'AFFITTUARIO 1. Qualora l' affittuario non possa provvedere altrimenti, il locatore è tenuto ad anticipargli le sementi e le materie fertilizzanti e antiparassitarie necessarie per la coltivazione del fondo. 2. Il credito del locatore produce interessi in misura corrispondente al...

Codice Civile art. 1661

VARIAZIONI ORDINATE DAL COMMITTENTE 1. Il committente può apportare variazioni al progetto, purché il loro ammontare non superi il sesto del prezzo complessivo convenuto. L' appaltatore ha diritto al compenso per i maggiori lavori eseguiti, anche se il prezzo dell' opera era stato determinato...

Codice Civile art. 1663

DENUNCIA DEI DIFETTI DELLA MATERIA 1. L' appaltatore è tenuto a dare pronto avviso al committente dei difetti della materia da questo fornita, se si scoprono nel corso dell' opera e possono comprometterne la regolare esecuzione.

Codice Civile art. 1665

VERIFICA E PAGAMENTO DELL'OPERA 1. Il committente, prima di ricevere la consegna, ha diritto di verificare l' opera compiuta. 2. La verifica deve esser fatta dal committente appena l' appaltatore lo mette in condizione di poterla eseguire. 3. Se, nonostante l' invito fattogli dall' appaltatore,...

Codice Civile art. 1666

VERIFICA E PAGAMENTO DI SINGOLE PARTITE 1. Se si tratta di opera da eseguire per partite, ciascuno dei contraenti può chiedere che la verifica avvenga per le singole partite. In tal caso l' appaltatore può domandare il pagamento in proporzione dell' opera eseguita. 2. Il pagamento fa presumere l'...

Codice Civile art. 1678

CAPO VIII Del trasporto - SEZIONE I Disposizioni generali - (NOZIONE) 1. Col contratto di trasporto il vettore si obbliga, verso corrispettivo, a trasferire persone o cose da un luogo a un altro.

Codice Civile art. 1680

LIMITI DI APPLICABILITA' DELLE NORME 1. Le disposizioni di questo capo si applicano anche ai trasporti per via d' acqua o per via d' aria e a quelli ferroviari e postali, in quanto non siano derogate dal codice della navigazione e dalle leggi speciali.

Codice Civile art. 1689

DIRITTI DEL DESTINATARIO 1. I diritti nascenti dal contratto di trasporto verso il vettore spettano al destinatario dal momento in cui, arrivate le cose a destinazione o scaduto il termine in cui sarebbero dovute arrivare, il destinatario ne richiede la riconsegna al vettore. 2. Il destinatario...

Codice Civile art. 1692

RESPONSABILITA' DEL VETTORE NEI CONFRONTI DEL MITTENTE 1. Il vettore che esegue la riconsegna al destinatario senza riscuotere i propri crediti o gli assegni da cui è gravata la cosa, o senza esigere il deposito della somma controversa, è responsabile verso il mittente dell' importo degli assegni...

Codice Civile art. 1695

CALO NATURALE 1. Per le cose che, data la loro particolare natura, sono soggette durante il trasporto a diminuzione nel peso o nella misura, il vettore risponde solo delle diminuzioni che oltrepassano il calo naturale, a meno che il mittente o il destinatario provi che la diminuzione non è...

Codice Civile art. 1707

CREDITORI DEL MANDATARIO 1. I creditori del mandatario non possono far valere le loro ragioni sui beni che, in esecuzione del mandato, il mandatario ha acquistati in nome proprio, purché, trattandosi di beni mobili o di crediti, il mandato risulti da scrittura avente data certa anteriore al...

Codice Civile art. 1718

CUSTODIA DELLE COSE E TUTELA DEI DIRITTI DEL MANDANTE 1. Il mandatario deve provvedere alla custodia delle cose che gli sono state spedite per conto del mandante e tutelare i diritti di quest' ultimo di fronte al vettore, se le cose presentano segni di deterioramento o sono giunte con ritardo. 2....

Codice Civile art. 1720

SPESE E COMPENSO DEL MANDATARIO 1. Il mandante deve rimborsare al mandatario le anticipazioni, con gli interessi legali dal giorno in cui sono state fatte, e deve pagargli il compenso che gli spetta. 2. Il mandante deve inoltre risarcire i danni che il mandatario ha subìti a causa dell' incarico.

Codice Civile art. 1730

ESTINZIONE DEL MANDATO CONFERITO A PIU' MANDATARI 1. Salvo patto contrario, il mandato conferito a più persone designate a operare congiuntamente si estingue anche se la causa di estinzione concerne uno solo dei mandatari.