Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

art civile codice

Risultati 20161-20195 di 36004

Legge del 1992 numero 179 art. 19

PATRIMONIO IMMOBILIARE DI COOPERATIVE A PROPRIETA' INDIVISA. ACQUISIZIONE DA PARTE DEGLI IACP. 1. Per l'acquisizione, ai sensi dell'articolo 72 della legge 22 ottobre 1971, n. 865, da ultimo modificato dall'articolo 6-bis del decreto-legge 13 agosto 1975, n. 376, convertito in legge, con...

Legge del 1992 numero 179 art. 2

COPERTURA FINANZIARIA 1.Per gli anni 1992, 1993, e 1994, ferme restando le disponibilità derivanti dall'articolo 22, L. 11 marzo 1988, n. 67, il contributo dello Stato è fissato in lire 80 miliardi, in ragione di lire 10 miliardi per il 1992, 20 miliardi per il 1993 e 50 miliardi per il 1994, alla...

Legge del 1992 numero 179 art. 20

CAPO VII - Norme finali e transitorie AUTORIZZAZIONE ALLA VENDITA E ALLA LOCAZIONE DA PARTE DELL'ASSEGNATARIO O DELL'ACQUIRENTE DI ALLOGGI 1. A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, gli alloggi di edilizia agevolata possono essere alienati o locati, nei primi cinque anni...

Legge del 1992 numero 210 art. 2

1. L'indennizzo di cui all'articolo 1, comma 1, consiste in un assegno, reversibile per quindici anni, determinato nella misura di cui alla tabella B allegata alla legge 29 aprile 1976, n. 177, come modificata dall'articolo 8 della legge 2 maggio 1984, n. 111. L'indennizzo è cumulabile con ogni...

Legge del 1992 numero 210 art. 5

1. Avverso il giudizio della commissione di cui all'articolo 4, è ammesso ricorso al Ministro della sanità. Il ricorso è inoltrato entro trenta giorni dalla notifica o dalla piena conoscenza del giudizio stesso. 2. Entro tre mesi dalla presentazione del ricorso, il Ministro della sanità, sentito...

Legge del 1992 numero 91 art. 1

E' cittadino per nascita: a) il figlio di padre o di madre cittadini; b) chi è nato nel territorio della Repubblica se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi, ovvero se il figlio non segue la cittadinanza dei genitori secondo la legge dello Stato al quale questi appartengono. E' considerato...

Legge del 1992 numero 91 art. 10

Il decreto di concessione della cittadinanza non ha effetto se la persona a cui si riferisce non presta, entro sei mesi dalla notifica del decreto medesimo, giuramento di essere fedele alla Repubblica e di osservare la Costituzione e le leggi dello Stato.

Legge del 1992 numero 91 art. 11

Il cittadino che possiede, acquista o riacquista una cittadinanza straniera conserva quella italiana, ma può ad essa rinunciare qualora risieda o stabilisca la residenza all'estero.

Legge del 1992 numero 91 art. 16

L'apolide che risiede legalmente nel territorio della Repubblica è soggetto alla legge italiana per quanto si riferisce all'esercizio dei diritti civili ed agli obblighi del servizio militare. Lo straniero riconosciuto rifugiato dallo Stato italiano secondo le condizioni stabilite dalla legge o...

Legge del 1992 numero 91 art. 20

Salvo che sia espressamente previsto, lo stato di cittadinanza acquisito anteriormente alla presente legge non si modifica se non per fatti posteriori alla data di entrata in vigore della stessa.

Legge del 1992 numero 91 art. 21

Ai sensi e con le modalità di cui all'articolo 9, la cittadinanza italiana può essere concessa allo straniero che sia stato affiliato da un cittadino italiano prima della data di entrata in vigore della legge 4 maggio 1983, n. 184, e che risieda legalmente nel territorio della Repubblica da...

Legge del 1992 numero 91 art. 22

Per coloro i quali, alla data di entrata in vigore della presente legge, abbiano già perduto la cittadinanza italiana ai sensi dell'articolo 8 della legge 13 giugno 1912, n. 555, cessa ogni obbligo militare.

Legge del 1992 numero 91 art. 7

Ai sensi dell'articolo 5, la cittadinanza si acquista con decreto del Ministro dell'interno, a istanza dell'interessato, presentata al sindaco del comune di residenza o alla competente autorità consolare (Comma abrogato dall'art. 8, d.p.r. 18 aprile 1994, n. 362, limitatamente alle parti...

Legge del 1992 numero 91 art. 8

Con decreto motivato, il Ministro dell'interno respinge l'istanza di cui all'articolo 7 ove sussistano le cause ostative previste nell'articolo 6. Ove si tratti di ragioni inerenti alla sicurezza della Repubblica, il decreto è emanato su conforme parere del Consiglio di Stato. L'istanza respinta...

Legge del 1993 numero 301 art. 3

DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER I PRELIEVI E GLI INNESTI DI CORNEA 1. Le operazioni di prelievo della cornea sono effettuate, nel rispetto della salma, nelle strutture sanitarie pubbliche e private nonché a domicilio, da parte di personale medico. 2. Gli innesti di cornea sono effettuati nelle...

Legge del 1993 numero 301 art. 4

CENTRI DI RIFERIMENTO PER GLI INNESTI CORNEALI 1. Le regioni, singolarmente o d'intesa tra loro, provvedono all'organizzazione, al funzionamento ed al controllo dei centri di riferimento per gli innesti corneali regionali o interregionali. 2. I centri di cui al comma 1 svolgono i seguenti compiti:...

Legge del 1993 numero 310 art. 4

1. (Sostituisce la rubrica dell'art. 2435, cod.civ). 2. (Aggiunge un comma all'art. 2435, cod.civ. : " 2435. Pubblicazione del bilancio e dell'elenco dei soci e dei titolari di diritti su azioni. 1. Entro trenta giorni dall'approvazione una copia del bilancio, corredata dalle relazioni previste...

Legge del 1993 numero 310 art. 6

1. (Sostituisce il secondo comma dell'art. 2556, cod.civ. : "2556. Imprese soggette a registrazione. 1.Per le imprese soggette a registrazione (c.c. 2195, 2560), i contratti che hanno per oggetto il trasferimento della proprietà o il godimento dell'azienda (c.c. 2565, 2573) devono essere provati per...

Legge del 1993 numero 388 art. 10

1.Per il funzionamento del Sistema d'informazione Schengen si applicano direttamente le disposizioni di cui agli articoli da 94 a 101, nonché quelle di cui agli articoli 112 e 113 della Convenzione stessa per quanto concerne le categorie di dati, le specifiche finalità di utilizzazione, le autorità...

Legge del 1993 numero 493 art. 1

1. Il decreto-legge 5 ottobre 1993, n. 398, recante disposizioni per l'accelerazione degli investimenti a sostegno dell'occupazione e per la semplificazione dei procedimenti in materia edilizia, è convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge. 2. Restano validi...

Legge del 1993 numero 580 art. 10

CONSIGLIO 1. Il numero dei componenti del consiglio e' determinato in base al numero delle imprese ed unità locali iscritte nel registro delle imprese ovvero annotate nello stesso, nel modo seguente: a) sino a 80.000 imprese: 16 consiglieri; b) oltre 80.000 imprese: 22 consiglieri. (Comma così...

Legge del 1993 numero 580 art. 14

GIUNTA 1. La giunta è l'organo esecutivo della camera di commercio ed è composta dal presidente e da un numero di membri non inferiore a cinque e non superiore ad un terzo dei membri del consiglio arrotondato all'unità superiore, secondo quanto previsto dallo statuto. Dei suddetti membri almeno...

Legge del 1993 numero 580 art. 21

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RESPONSABILITA' 1. Per gli amministratori e per i dipendenti delle camere di commercio e dell'Unioncamere si osservano le disposizioni vigenti in materia di responsabilità degli impiegati civili dello Stato. 2. L'azione di responsabilità si prescrive in cinque anni...

Legge del 1994 numero 109 art. 3

abrogato DELEGIFICAZIONE [1. È demandata alla potestà regolamentare del Governo, ai sensi dell'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, con le modalità di cui al presente articolo e secondo le norme di cui alla presente legge, la materia dei lavori pubblici con riferimento: a)...

Legge del 1994 numero 109 art. 5

abrogato DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PERSONALE DELL'AUTORITA' E DEL SERVIZIO ISPETTIVO E NORMA FINANZIARIE (Rubrica così sostituita prima dall'art. 3-bis, D.L. 3 aprile 1995, n. 101 e poi dall'art. 9, comma 15, L. 18 novembre 1998, n. 415) [1. Al personale dell'Autorità si applicano le disposizioni...

Legge del 1994 numero 133 art. 1

Il decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, recante ulteriori interventi correttivi di finanza pubblica per l'anno 1994, è convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla presente legge.

Legge del 1994 numero 36 art. 13

abrogato TARIFFA DEL SERVIZIO IDRICO [1. La tariffa costituisce il corrispettivo del servizio idrico come definito all'articolo 4, comma 1, lettera f). 2. La tariffa è determinata tenendo conto della qualità della risorsa idrica e del servizio fornito, delle opere e degli adeguamenti necessari,...

Legge del 1994 numero 36 art. 15

abrogato RISCOSSIONE DELLA TARIFFA [1. In attuazione delle disposizioni di cui all'articolo 12, comma 5, della legge 23 dicembre 1992, n. 498 , la tariffa è riscossa dal soggetto che gestisce il servizio idrico integrato come definito all'articolo 4, comma 1, lettera f), della presente legge. 2....

Legge del 1994 numero 36 art. 19

abrogato POTERI SOSTITUTIVI [1. Qualora la regione non individui nel termine di cui all'articolo 8, comma 2, gli ambiti territoriali ottimali, il Presidente del Consiglio dei ministri, previa congrua diffida, su proposta del Ministro dei lavori pubblici, sentita la Conferenza permanente per i...

Legge del 1994 numero 36 art. 21

abrogato CAPO III Vigilanza, controlli e partecipazione (COMITATO PER LA VIGILANZA SULL'USO DELLE RISORSE IDRICHE) [1. Al fine di garantire l'osservanza dei princìpi di cui all'articolo 9, con particolare riferimento all'efficienza, all'efficacia ed all'economicità del servizio, alla regolare...

Legge del 1994 numero 36 art. 3

abrogato EQUILIBRIO DEL BILANCIO IDRICO [1. L'Autorità di bacino competente definisce ed aggiorna periodicamente il bilancio idrico diretto ad assicurare l'equilibrio fra le disponibilità di risorse reperibili o attivabili nell'area di riferimento ed i fabbisogni per i diversi usi, nel rispetto...

Legge del 1994 numero 36 art. 30

abrogato UTILIZZAZIONE DELLE ACQUE DESTINATE AD USO IDROELETTRICO [1. Tenuto conto dei princìpi di cui alla presente legge e del piano energetico nazionale, nonché degli indirizzi per gli usi plurimi delle risorse idriche di cui all'articolo 4, comma 1, lettera b), della presente legge, il CIPE,...