Testo cercato:

amministratore art sostegno

Risultati 17081-17115 di 29788

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 13

GENERAZIONE DELLE CHIAVI DI CERTIFICAZIONE 1. La generazione delle chiavi di certificazione deve avvenire in modo conforme a quanto previsto dal presente Titolo. 2. Per ciascuna chiave di certificazione il certificatore deve generare un certificato sottoscritto con la chiave privata della coppia...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 14

GENERAZIONE DEI CERTIFICATI QUALIFICATI 1. In aggiunta agli obblighi previsti per il certificatore dall'articolo 29-bis del testo unico prima di emettere il certificato qualificato il certificatore deve: a) accertarsi dell'autenticità della richiesta; b) verificare il possesso della chiave...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 2

AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente decreto stabilisce, ai sensi dell'articolo 8, comma 2, del testo unico, le regole tecniche per la generazione, apposizione e verifica delle firme digitali. 2. Le disposizioni di cui al titolo II si applicano ai certificatori che rilasciano al pubblico...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 20

REVOCA SU RICHIESTA DEL TERZO INTERESSATO 1. La richiesta di revoca da parte del terzo interessato da cui derivano i poteri di rappresentanza del titolare deve essere inoltrata al certificatore munita di sottoscrizione e con la specificazione della sua decorrenza. 2. Il certificatore deve...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 21

SOSPENSIONE DEI CERTIFICATI QUALIFICATI 1. La sospensione del certificato qualificato è effettuata dal certificatore attraverso l'inserimento di tale certificato in una delle liste dei certificati revocati e sospesi (CRL/CSL). 2. La sospensione dei certificati è annotata nel giornale di controllo...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 22

SOSPENSIONE SU INIZIATIVA DEL CERTIFICATORE 1. Salvo casi d'urgenza, che il certificatore è tenuto a motivare contestualmente alla notifica di cui al comma 2, il certificatore che intende sospendere un certificato qualificato deve darne preventiva comunicazione al titolare specificando i motivi...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 23

SOSPENSIONE SU RICHIESTA DEL TITOLARE 1. La richiesta di sospensione deve essere inoltrata al certificatore munita della sottoscrizione del titolare e con la specificazione della sua durata. 2. Le modalità di inoltro della richiesta devono essere indicate dal certificatore nel manuale operativo. ...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 24

SOSPENSIONE SU RICHIESTA DEL TERZO INTERESSATO 1. La richiesta di sospensione da parte del terzo interessato da cui derivano i poteri di rappresentanza del titolare deve essere inoltrata al certificatore munita di sottoscrizione del titolare e con la specificazione della sua durata. 2. Il...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 27

REQUISITI DI SICUREZZA DEI SISTEMI OPERATIVI 1. Il sistema operativo dei sistemi di elaborazione utilizzati nelle attività di certificazione per la generazione delle chiavi, la generazione dei certificati qualificati e la gestione del registro dei certificati qualificati, devono essere conformi...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 28

SISTEMA DI GENERAZIONE DEI CERTIFICATI QUALIFICATI 1. La generazione dei certificati qualificati deve avvenire su un sistema utilizzato esclusivamente per la generazione di certificati, situato in locali adeguatamente protetti. 2. L'entrata e l'uscita dai locali protetti deve essere registrata...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 40

TITOLO III Ulteriori regole per i certificatori accreditati (OBBLIGHI PER I CERTIFICATORI ACCREDITATI) 1. Il certificatore deve generare un certificato qualificato per ciascuna delle chiavi di firma elettronica avanzata utilizzate dal dipartimento per la sottoscrizione dell'elenco pubblico dei...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 52

ESTENSIONE DELLA VALIDITA' DEL DOCUMENTO INFORMATICO 1. La validità di un documento informatico, i cui effetti si protraggano nel tempo oltre il limite della validità della chiave di sottoscrizione, può essere estesa mediante l'associazione di una marca temporale.

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 11

INFORMAZIONI RIGUARDANTI I CERTIFICATORI 1. I certificatori che rilasciano al pubblico certificati qualificati ai sensi del codice forniscono al CNIPA le seguenti informazioni e documenti a loro relativi: a) dati anagrafici ovvero denominazione o ragione sociale; b) residenza ovvero sede...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 12

COMUNICAZIONE TRA CERTIFICATORE E CNIPA 1. I certificatori che rilasciano al pubblico certificati qualificati comunicano al CNIPA la casella di posta elettronica certificata da utilizzare per realizzare un sistema di comunicazione attraverso il quale scambiare le informazioni previste dal presente...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 16

REVOCA E SOSPENSIONE DEL CERTIFICATO QUALIFICATO 1. Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 36 del codice, il certificato qualificato è revocato o sospeso dal certificatore, ove quest'ultimo abbia notizia della compromissione della chiave privata o del dispositivo sicuro per la generazione delle...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 21

REVOCA SU RICHIESTA DEL TERZO INTERESSATO 1. La richiesta di revoca da parte del terzo interessato da cui derivano i poteri di firma del titolare è inoltrata al certificatore munita di sottoscrizione e con la specificazione della sua decorrenza. 2. In caso di cessazione o modifica delle...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 24

SOSPENSIONE SU RICHIESTA DEL TITOLARE 1. La richiesta di sospensione è inoltrata al certificatore munita della sottoscrizione del titolare e con la specificazione della sua durata. 2. Il certificatore verifica l'autenticità della richiesta e procede alla sospensione entro il termine richiesto....

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 27

REVOCA DEI CERTIFICATI RELATIVI A CHIAVI DI CERTIFICAZIONE 1. La revoca del certificato relativo ad una coppia di chiavi di certificazione è consentita solo nei seguenti casi: a) compromissione della chiave privata; b) malfunzionamento del dispositivo sicuro per la generazione delle firme; c)...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 31

PIANO PER LA SICUREZZA 1. Il certificatore definisce un piano per la sicurezza nel quale sono contenuti almeno i seguenti elementi: a) struttura generale, modalità operativa e struttura logistica; b) descrizione dell'infrastruttura di sicurezza fisica rilevante ai fini dell'attività di...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 42

VERIFICA DELLE MARCHE TEMPORALI 1. I certificatori accreditati forniscono ovvero indicano almeno un sistema, conforme al successivo comma 2, che consenta di effettuare la verifica delle marche temporali. 2. Il CNIPA con il provvedimento di cui all'art. 3, comma 2, del presente decreto stabilisce...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 47

PRECISIONE DEI SISTEMI DI VALIDAZIONE TEMPORALE 1. Il riferimento temporale assegnato ad una marca temporale coincide con il momento della sua generazione, con una differenza non superiore ad un minuto secondo rispetto alla scala di tempo UTC(IEN), di cui al decreto del Ministro dell'industria,...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 52

CESSAZIONE DELL'ATTIVITÀ DI CERTIFICATORE 1. Qualora il certificatore qualificato cessi la propria attività senza indicare un certificatore sostitutivo ai sensi dell'art. 37, comma 2, del codice e senza garantire la conservazione e la disponibilità della documentazione prevista dal codice e dal...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2009 art. 8

GENERAZIONE DELLE CHIAVI AL DI FUORI DEL DISPOSITIVO DI FIRMA 1. Se la generazione delle chiavi avviene su un sistema diverso da quello destinato all'uso della chiave privata, il sistema di generazione assicura: a) l'impossibilità di intercettazione o recupero di qualsiasi informazione, anche...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 13 art. 11

RIMOZIONE DEL VINCOLO DI DESTINAZIONE ALBERGHIERA 1. Ai fini della rimozione del vincolo di destinazione alberghiera in caso di interventi edilizi sugli esercizi alberghieri esistenti e limitatamente alla realizzazione della quota delle unità abitative ad uso residenziale, ove sia necessaria una...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 13 art. 3

DEFINIZIONI 1. Ai fini del presente decreto si intende per: a) condhotel: un esercizio alberghiero aperto al pubblico, a gestione unitaria, composto da una o più unità immobiliari ubicate nello stesso comune o da parti di esse, che forniscono alloggio, servizi accessori ed eventualmente vitto,...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 13 art. 7

OBBLIGHI DEL GESTORE UNICO 1. Il gestore unico si impegna a garantire ai proprietari delle unità abitative ad uso residenziale, oltre alla prestazione di tutti i servizi previsti dalla normativa vigente, ivi inclusi quelli di cui alle rispettive leggi regionali e alle relative direttive di...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 144 art. 10

DISPOSIZIONI FINALI 1. Le disposizioni del presente regolamento si applicano fino all'entrata in vigore dei decreti legislativi previsti nell'articolo 1, comma 28, della legge. 2. All'attuazione delle disposizioni del presente regolamento si provvede con le risorse umane, strumentali e...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 144 art. 11

ENTRATA IN VIGORE 1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica...

Decreto Presidente Consiglio Ministri numero 144 art. 6

SCIOGLIMENTO DELL'UNIONE CIVILE PER ACCORDO DELLE PARTI 1. L'accordo delle parti concluso, ai sensi dell'articolo 12 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 novembre 2014, n. 162, ai fini dello scioglimento dell'unione civile è ricevuto...

Delibera CICR del 1995 numero 2204 art. 1

Misura, composizione, modalità di versamento della cauzione da costituire a fronte della circolazione di assegni circolari o di altri titoli ad essi assimilabili o equiparabili. La Banca d'Italia determina la cauzione in misura non inferiore al 20% dell'importo degli assegni in circolazione. In...

Disposizioni Attuative Codice di Procedura Civile art. 24

[LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI] [1. La liquidazione del compenso al consulente tecnico è fatta con decreto dal giudice che lo ha nominato. Il decreto costituisce titolo esecutivo contro la parte a carico della quale è posto il pagamento. 2. Il compenso è commisurato alle difficoltà delle indagini e...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 10

INIZIO DELL'OBBLIGATORIETÀ DELLE LEGGI E DEI REGOLAMENTI Le leggi e i regolamenti divengono obbligatori nel decimoquinto giorno successivo a quello della loro pubblicazione, salvo che sia altrimenti disposto [Cost. 73]. [Le norme corporative divengono obbligatorie nel giorno successivo a...

Disposizioni sulla legge in generale - Preleggi art. 5

abrogato NORME CORPORATIVE [Sono norme corporative le ordinanze corporative, gli accordi economici collettivi, i contratti collettivi di lavoro e le sentenze della magistratura del lavoro nelle controversie collettive.] (Le norme corporative sono state abrogate, quali fonti di diritto, per...