Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

amministratore art sostegno

Risultati 16661-16695 di 29748

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 101

CRITERI GENERALI DELLA DISCIPLINA DEGLI SCARICHI 1. Tutti gli scarichi sono disciplinati in funzione del rispetto degli obiettivi di qualità dei corpi idrici e devono comunque rispettare i valori limite previsti nell'Allegato 5 alla parte terza del presente decreto. L'autorizzazione può in ogni...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 103

SCARICHI SUL SUOLO 1. È vietato lo scarico sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo, fatta eccezione: a) per i casi previsti dall'articolo 100, comma 3; b) per gli scaricatori di piena a servizio delle reti fognarie; c) per gli scarichi di acque reflue urbane e industriali per i...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 11

CONSULTAZIONI TRANSFRONTALIERE 1. Qualora l'attuazione di un determinato piano o di un programma sottoposto a valutazione ambientale strategica possa avere effetti significativi anche sull'ambiente di un altro Stato membro dell'Unione europea, o qualora lo richieda lo Stato membro che potrebbe...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 113

ACQUE METEORICHE DI DILAVAMENTO E ACQUE DI PRIMA PIOGGIA 1. Ai fini della prevenzione di rischi idraulici ed ambientali, le regioni, previo parere del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, disciplinano e attuano: a) le forme di controllo degli scarichi di acque meteoriche di...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 114

DIGHE 1. Le regioni, previo parere del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, adottano apposita disciplina in materia di restituzione delle acque utilizzate per la produzione idroelettrica, per scopi irrigui e in impianti di potabilizzazione, nonché delle acque derivanti da...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 116

PROGRAMMI DI MISURE 1. Le regioni, nell'ambito delle risorse disponibili, integrano i Piani di tutela di cui all'articolo 121 con i programmi di misure costituiti dalle misure di base di cui all'Allegato 11 alla parte terza del presente decreto e, ove necessarie, dalle misure supplementari di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 125

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AGLI SCARICHI DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI 1. La domanda di autorizzazione agli scarichi di acque reflue industriali deve essere corredata dall'indicazione delle caratteristiche quantitative e qualitative dello scarico e del volume annuo di acqua da scaricare, dalla...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 130

INOSSERVANZA DELLE PRESCRIZIONI DELLA AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO 1. Ferma restando l'applicazione delle norme sanzionatorie di cui al titolo V della parte terza del presente decreto, in caso di inosservanza delle prescrizioni dell'autorizzazione allo scarico l'autorità competente procede, secondo...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 139

OBBLIGHI DEL CONDANNATO 1. Con la sentenza di condanna per i reati previsti nella parte terza del presente decreto, o con la decisione emessa ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, il beneficio della sospensione condizionale della pena può essere subordinato al risarcimento del...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 145

EQUILIBRIO DEL BILANCIO IDRICO 1. L'Autorità di bacino competente definisce ed aggiorna periodicamente il bilancio idrico diretto ad assicurare l'equilibrio fra le disponibilità di risorse reperibili o attivabili nell'area di riferimento ed i fabbisogni per i diversi usi, nel rispetto dei criteri...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 147

TITOLO II Servizio idrico integrato (ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO) 1. I servizi idrici sono organizzati sulla base degli ambiti territoriali ottimali definiti dalle regioni in attuazione della legge 5 gennaio 1994, n. 36. Le regioni che non hanno individuato gli enti...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 149

PIANO D'AMBITO 1. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della parte terza del presente decreto, l'ente di governo dell'ambito provvede alla predisposizione e/o aggiornamento del piano d'ambito. Il piano d'ambito è costituito dai seguenti atti: a) ricognizione delle infrastrutture; ...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 150

abrogato SCELTA DELLA FORMA DI GESTIONE E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO [1. L'Autorità d'ambito, nel rispetto del piano d'ambito e del principio di unitarietà della gestione per ciascun ambito, delibera la forma di gestione fra quelle di cui all'articolo 113, comma 5, del decreto legislativo 18...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 165

CONTROLLI 1. Per assicurare la fornitura di acqua di buona qualità e per il controllo degli scarichi nei corpi ricettori, ciascun gestore di servizio idrico si dota di un adeguato servizio di controllo territoriale e di un laboratorio di analisi per i controlli di qualità delle acque alla presa,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 167

USI AGRICOLI DELLE ACQUE 1. Nei periodi di siccità e comunque nei casi di scarsità di risorse idriche, durante i quali si procede alla regolazione delle derivazioni in atto, deve essere assicurata, dopo il consumo umano, la priorità dell'uso agricolo ivi compresa l'attività di acquacoltura di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 172

GESTIONI ESISTENTI 1. Gli enti di governo degli ambiti che non abbiano già provveduto alla redazione del Piano d'Ambito di cui all'articolo 149, ovvero non abbiano scelto la forma di gestione ed avviato la procedura di affidamento, sono tenuti, entro il termine perentorio del 30 settembre 2015,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 175

ABROGAZIONE DI NORME 1. A decorrere dalla data di entrata in vigore della parte terza del presente decreto sono o restano abrogate le norme contrarie o incompatibili con il medesimo, ed in particolare: a) l'articolo 42, comma terzo, del regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, come modificato...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 176

NORMA FINALE 1. Le disposizioni di cui alla parte terza del presente decreto che concernono materie di legislazione concorrente costituiscono principi fondamentali ai sensi dell'articolo 117, comma 3, della Costituzione. 2. Le disposizioni di cui alla parte terza del presente decreto sono...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 177

PARTE QUARTA Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati - TITOLO I Gestione dei rifiuti - CAPO I Disposizioni generali - (CAMPO DI APPLICAZIONE) 1. La parte quarta del presente decreto disciplina la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati anche in...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 18

EFFETTI DEL GIUDIZIO DI COMPATIBILITÀ AMBIENTALE 1. Le proposte di piani e programmi sottoposte a valutazione ambientale strategica, anche qualora siano già state adottate con atto formale, sono riviste e, se necessario, riformulate, sulla base del giudizio di compatibilità ambientale reso ai...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 182

SMALTIMENTO DEI RIFIUTI 1. Lo smaltimento dei rifiuti è effettuato in condizioni di sicurezza e costituisce la fase residuale della gestione dei rifiuti, previa verifica, da parte della competente autorità, della impossibilità tecnica ed economica di esperire le operazioni di recupero di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 189

CATASTO DEI RIFIUTI 1. Il Catasto dei rifiuti, istituito dall'articolo 3 del decreto-legge 9 settembre 1988, n. 397, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 1988, n. 475, è articolato in una Sezione nazionale, che ha sede in Roma presso l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e per...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 206

ACCORDI, CONTRATTI DI PROGRAMMA, INCENTIVI 1. Ai fini dell'attuazione dei principi e degli obiettivi stabiliti dalle disposizioni di cui alla parte quarta del presente decreto al fine di perseguire la razionalizzazione e la semplificazione delle procedure, con particolare riferimento alle piccole...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 209

RINUOVO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLE IMPRESE IN POSSESSO DI CERTIFICAZIONE AMBIENTALE 1. Nel rispetto delle normative comunitarie, in sede di espletamento delle procedure previste per il rinnovo delle autorizzazioni all'esercizio di un impianto, ovvero per il rinnovo dell'iscrizione all'Albo di cui...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 21

CAPO III Disposizioni specifiche per la VAS in sede regionale o provinciale (PIANI E PROGRAMMI SOTTOPOSTI A VAS IN SEDE REGIONALE O PROVINCIALE) 1. Sono sottoposti a valutazione ambientale strategica in sede regionale o provinciale i piani e programmi di cui all'articolo 7 la cui approvazione...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 210

AUTORIZZAZIONI IN IPOTESI PARTICOLARI 1. Coloro che alla data di entrata in vigore della parte quarta del presente decreto non abbiano ancora ottenuto l'autorizzazione alla gestione dell'impianto, ovvero intendano, comunque, richiedere una modifica dell'autorizzazione alla gestione di cui sono in...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 221

OBBLIGHI DEI PRODUTTORI E DEGLI UTILIZZATORI 1. I produttori e gli utilizzatori sono responsabili della corretta ed efficace gestione ambientale degli imballaggi e dei rifiuti di imballaggio generati dal consumo dei propri prodotti. 2. Nell'ambito degli obiettivi di cui agli articoli 205 e 220 e...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 224

CONSORZIO NAZIONALE IMBALLAGGI 1. Per il raggiungimento degli obiettivi globali di recupero e di riciclaggio e per garantire il necessario coordinamento dell'attività di raccolta differenziata, i produttori e gli utilizzatori, nel rispetto di quanto previsto dall'articolo 221, comma 2,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 229

COMBUSTIBILE DA RIFIUTI E COMBUSTIBILE DA RIFIUTI DI QUALITÀ ELEVATA - CDR E CDR-Q 1. Ai sensi e per gli effetti della parte quarta del presente decreto, il combustibile da rifiuti (CDR), di seguito CDR, come definito dall'articolo 183, comma 1, lettera r), è classificato come rifiuto speciale. ...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 23

TITOLO III Valutazione di impatto ambientale - VIA - CAPO I Disposizioni comuni in materia di VIA - (AMBITO DI APPLICAZIONE) 1. Sono assoggettati alla procedura di valutazione di impatto ambientale: a) i progetti di cui all'elenco A dell'Allegato III alla parte seconda del presente decreto,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 235

CONSORZI NAZIONALI PER LA RACCOLTA E TRATTAMENTO DELLE BATTERIE AL PIOMBO ESAUSTE E DEI RIFIUTI PIOMBOSI 1. Al fine di razionalizzare ed organizzare la gestione delle batterie al piombo esauste e dei rifiuti piombosi, tutte le imprese di cui all'articolo 9-quinquies del decreto-legge 9 settembre...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 24

FINALITÀ DELLA VIA 1. Contestualmente alla presentazione di cui all'articolo 23, comma 1, del progetto deve essere data notizia a mezzo stampa e su sito web dell'autorità competente. Tali forme di pubblicità tengono luogo delle comunicazioni di cui all'articolo 7 ed ai commi 3 e 4 dell'articolo...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 251

CENSIMENTO ED ANAGRAFE DEI SITI DA BONIFICARE 1. Le regioni, sulla base dei criteri definiti dall'Agenzia per la protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici (APAT), predispongono l'anagrafe dei siti oggetto di procedimento di bonifica, la quale deve contenere: a) l'elenco dei siti sottoposti...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 256

ATTIVITÀ DI GESTIONE DI RIFIUTI NON AUTORIZZATA 1. Chiunque effettua una attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione di cui agli articoli 208, 209, 210, 211, 212, 214, 215 e...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 260

ATTIVITÀ ORGANIZZATE PER IL TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI 1. Chiunque, al fine di conseguire un ingiusto profitto, con più operazioni e attraverso l'allestimento di mezzi e attività continuative organizzate, cede, riceve, trasporta, esporta, importa, o comunque gestisce abusivamente ingenti...