Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

amministratore art sostegno

Risultati 14036-14070 di 29655

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 102

AGENZIA AUTONOMA PER LA GESTIONE DELL'ALBO DEI SEGRETARI COMUNALI EPROVINCIALI [1. E' istituita l'Agenzia autonoma per la gestione dell'albo dei segretari comunali e provinciali, avente personalità giuridica di diritto pubblico e sottoposta alla vigilanza del Ministero dell'interno. 2....

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 107

CAPO III Dirigenza ed incarichi (FUNZIONI E RESPONSABILITA' DELLA DIRIGENZA) 1. Spetta ai dirigenti la direzione degli uffici e dei servizi secondo i criteri e le norme dettati dagli statuti e dai regolamenti. Questi si uniformano al principio per cui i poteri di indirizzo e di controllo...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 109

CONFERIMENTO DI FUNZIONI DIRIGENZIALI 1. Gli incarichi dirigenziali sono conferiti a tempo determinato, ai sensi dell'articolo 50, comma 10, con provvedimento motivato e con le modalità fissate dal regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi, secondo criteri di competenza...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 111

ADEGUAMENTO DELLA DISCIPLINA DELLA DIRIGENZA 1. Gli enti locali, tenendo conto delle proprie peculiarità, nell'esercizio della propria potestà statutaria e regolamentare, adeguano lo statuto ed il regolamento ai princìpi del presente capo e del capo II del decreto legislativo del 3 febbraio 1993,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 112

TITOLO V Servizi e interventi pubblici locali - (SERVIZI PUBBLICI LOCALI) 1. Gli enti locali, nell'àmbito delle rispettive competenze, provvedono alla gestione dei servizi pubblici che abbiano per oggetto produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 115

TRASFORMAZIONE DELLE AZIENDE SPECIALI IN SOCIETA' PER AZIONI 1. I comuni, le province e gli altri enti locali possono, per atto unilaterale, trasformare le aziende speciali costituite ai sensi dell'articolo 113, lett. c), in società per azioni, di cui possono restare azionisti unici per un periodo...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 123

NORMA TRANSITORIA 1. Resta fermo l'obbligo per gli enti locali di adeguare l'ordinamento delle aziende speciali alle disposizioni di cui all'articolo 114; gli enti locali iscrivono per gli effetti di cui al primo comma dell'articolo 2331 del codice civile, le aziende speciali nel registro delle...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 124

TITOLO VI Controlli - CAPO I Controllo sugli atti - (PUBBLICAZIONE DELLE DELIBERAZIONI) 1. Tutte le deliberazioni del comune e della provincia sono pubblicate mediante affissione all'albo pretorio, nella sede dell'ente, per quindici giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge. 2....

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 126

DELIBERAZIONI SOGGETTE IN VIA NECESSARIA AL CONTROLLO PREVENTIVO DI LEGITTIMITA' 1. Il controllo preventivo di legittimità di cui all'articolo 130 della Costituzione sugli atti degli enti locali si esercita esclusivamente sugli statuti dell'ente, sui regolamenti di competenza del consiglio,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 127

CONTROLLO EVENTUALE 1. Le deliberazioni della giunta e del consiglio sono sottoposte al controllo, nei limiti delle illegittimita' denunziate, quando un quarto dei consiglieri provinciali o un quarto dei consiglieri nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti ovvero un quinto dei...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 129

SERVIZI DI CONSULENZA DEL COMITATO REGIONALE DI CONTROLLO 1. Possono essere attivati nell'àmbito dei comitati regionali di controllo servizi di consulenza ai quali gli enti locali possono rivolgersi al fine di ottenere preventivi elementi valutativi in ordine all'adozione di atti o provvedimenti...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 131

INCOMPATIBILITA' ED INELEGGIBILITA' 1. Non possono essere eletti e non possono far parte dei comitati regionali di controllo: a) i deputati, i senatori, i parlamentari europei; b) i consiglieri e gli assessori regionali; c) gli amministratori di enti locali o di altri enti soggetti a controllo...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 145

GESTIONE STRAORDINARIA 1. Quando in relazione alle situazioni indicate nel comma 1 dell'articolo 143 sussiste la necessità di assicurare il regolare funzionamento dei servizi degli enti nei cui confronti è stato disposto lo scioglimento, il prefetto, su richiesta della commissione straordinaria di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 160

APPROVAZIONE DI MODELLI E SCHEMI CONTABILI 1. Con regolamento, da emanare a norma dell'articolo 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono approvati: a) i modelli relativi al bilancio di previsione, ivi inclusi i quadri riepilogativi; b) il sistema di codifica del bilancio e dei titoli...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 170

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 1. Gli enti locali allegano al bilancio annuale di previsione una relazione previsionale e programmatica che copra un periodo pari a quello del bilancio pluriennale. 2. La relazione previsionale e programmatica ha carattere generale. Illustra anzitutto le...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 171

BILANCIO PLURIENNALE 1. Gli enti locali allegano al bilancio annuale di previsione un bilancio pluriennale di competenza, di durata pari a quello della Regione di appartenenza e comunque non inferiore a tre anni, con osservanza dei princìpi del bilancio di cui all'articolo 162, escluso il...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 188

DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1. L'eventuale disavanzo di amministrazione, accertato ai sensi dell'articolo 186, è applicato al bilancio di previsione nei modi e nei termini di cui all'articolo 193, in aggiunta alle quote di ammortamento accantonate e non disponibili nel risultato contabile di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 196

CONTROLLO DI GESTIONE 1. Al fine di garantire la realizzazione degli obiettivi programmati, la corretta ed economica gestione delle risorse pubbliche, l'imparzialità ed il buon andamento della pubblica amministrazione e la trasparenza dell'azione amministrativa, gli enti locali applicano il...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 198

REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE 1. La struttura operativa alla quale è assegnata la funzione del controllo di gestione fornisce le conclusioni del predetto controllo agli amministratori ai fini della verifica dello stato di attuazione degli obiettivi programmati ed ai responsabili dei servizi...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 199

TITOLO IV Investimenti - CAPO I Principi generali - (FONTI DI FINANZIAMENTO) 1. Per l'attivazione degli investimenti gli enti locali possono utilizzare: a) entrate correnti destinate per legge agli investimenti; b) avanzi di bilancio, costituiti da eccedenze di entrate correnti rispetto alle...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 20

COMPITI DI PROGRAMMAZIONE 1. La provincia: a) raccoglie e coordina le proposte avanzate dai comuni, ai fini della programmazione economica, territoriale ed ambientale della regione; b) concorre alla determinazione del programma regionale di sviluppo e degli altri programmi e piani regionali...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 206

CAPO III Garanzie per mutui e prestiti (DELEGAZIONE DI PAGAMENTO) 1. Quale garanzia del pagamento delle rate di ammortamento dei mutui e dei prestiti gli enti locali possono rilasciare delegazione di pagamento a valere sulle entrate afferenti ai primi tre titoli del bilancio annuale. Per le...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 21

CIRCONDARI E REVISIONE DELLE CIRCOSCRIZIONI PROVINCIALI 1. La provincia, in relazione all'ampiezza e peculiarita' del territorio, alle esigenze della popolazione ed alla funzionalita' dei servizi, puo' disciplinare nello statuto la suddivisione del proprio territorio in circondari e sulla base di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 213

GESTIONE INFORMATIZZATA DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. Qualora l'organizzazione dell'ente e del tesoriere lo consentano il servizio di tesoreria può essere gestito con modalità e criteri informatici e con l'uso di ordinativi di pagamento e di riscossione informatici, in luogo di quelli cartacei, le...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 221

CAPO IV Altre attività (GESTIONE DI TITOLI E VALORI) 1. I titoli di proprietà dell'ente, ove consentito dalla legge, sono gestiti dal tesoriere con versamento delle cedole nel conto di tesoreria alle loro rispettive scadenze. 2. Il tesoriere provvede anche alla riscossione dei depositi...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 237

FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI 1. Il collegio dei revisori è validamente costituito anche nel caso in cui siano presenti solo due componenti. 2. Il collegio dei revisori redige un verbale delle riunioni, ispezioni, verifiche, determinazioni e decisioni adottate.

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 239

FUNZIONI DELL'ORGANO DI REVISIONE 1. L'organo di revisione svolge le seguenti funzioni: a) attività di collaborazione con l'organo consiliare secondo le disposizioni dello statuto e del regolamento; b) pareri, con le modalità stabilite dal regolamento, in materia di: 1) strumenti di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 247

OMISSIONE DELLA DELIBERAZIONE DI DISSESTO 1. Ove dalle deliberazioni dell'ente, dai bilanci di previsione, dai rendiconti o da altra fonte l'organo regionale di controllo venga a conoscenza dell'eventuale condizione di dissesto, chiede chiarimenti all'ente e motivata relazione all'organo di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 249

LIMITI ALLA CONTRAZIONE DI NUOVI MUTUI 1. Dalla data di deliberazione di dissesto e sino all'emanazione del decreto di cui all'articolo 261, comma 3, gli enti locali non possono contrarre nuovi mutui, con eccezione dei mutui previsti dall'articolo 255 e dei mutui con oneri a totale carico dello...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 251

ATTIVAZIONE DELLE ENTRATE PROPRIE 1. Nella prima riunione successiva alla dichiarazione di dissesto e comunque entro trenta giorni dalla data di esecutività della delibera, il consiglio dell'ente, o il commissario nominato ai sensi dell'articolo 247, comma 3, è tenuto a deliberare per le imposte e...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 254

RILEVAZIONE DELLA MASSA PASSIVA 1. L'organo straordinario di liquidazione provvede all'accertamento della massa passiva mediante la formazione, entro 180 giorni dall'insediamento, di un piano di rilevazione. Il termine è elevato di ulteriori 180 giorni per i comuni con popolazione superiore a...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 256

LIQUIDAZIONE E PAGAMENTO DELLA MASSA PASSIVA 1. Il piano di rilevazione della massa passiva acquista esecutività con il deposito presso il Ministero dell'interno, cui provvede l'organo straordinario di liquidazione entro 5 giorni dall'approvazione di cui all'articolo 254, comma 1. Al piano è...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 259

CAPO IV Bilancio stabilmente riequilibrato (IPOTESI DI BILANCIO STABILMENTE RIEQUILIBRATO) 1. Il consiglio dell'ente locale presenta al Ministro dell'interno, entro il termine perentorio di tre mesi dalla data di emanazione del decreto di cui all'articolo 252, un'ipotesi di bilancio di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 26

NORMA TRANSITORIA 1. Sono fatte salvo le leggi regionali vigenti in materia di aree metropolitane. 2. La legge istitutiva della citta' metropolitana stabilisce i termini per il conferimento, da parte della regione, dei compiti e delle funzioni amministrative in base ai principi dell'articolo 4,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 264

CAPO V Prescrizioni e limiti conseguenti al risanamento (DELIBERAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE STABILMENTE RIEQUILIBRATO) 1. A seguito dell'approvazione ministeriale dell'ipotesi di bilancio l'ente provvede entro 30 giorni alla deliberazione del bilancio dell'esercizio cui l'ipotesi si...