Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

amministratore art sostegno

Risultati 17851-17885 di 29594

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 200

PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI 1. Per tutti gli investimenti degli enti locali, comunque finanziati, l'organo deliberante, nell'approvare il progetto od il piano esecutivo dell'investimento, dà atto della copertura delle maggiori spese derivanti dallo stesso nel bilancio pluriennale originario,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 201

FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE E PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO 1. Gli enti locali e le aziende speciali sono autorizzate ad assumere mutui, anche se assistiti da contributi dello Stato o delle regioni, per il finanziamento di opere pubbliche destinate all'esercizio di servizi pubblici, soltanto se...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 207

FIDEIUSSIONE 1. I comuni, le province e le città metropolitane possono rilasciare a mezzo di deliberazione consiliare garanzia fideiussoria per l'assunzione di mutui destinati ad investimenti e per altre operazioni di indebitamento da parte di aziende da essi dipendenti, da consorzi cui...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 208

TITOLO V Tesoreria - CAPO I Disposizioni generali - (SOGGETTI ABILITATI A SVOLGERE IL SERVIZIO DI TESORERIA) 1. Gli enti locali hanno un servizio di tesoreria che può essere affidato: a) per i comuni capoluoghi di provincia, le province, le città metropolitane, ad una banca autorizzata a...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 217

ESTINZIONE DEI MANDATI DI PAGAMENTO 1. L'estinzione dei mandati da parte del tesoriere avviene nel rispetto della legge e secondo le indicazioni fornite dall'ente, con assunzione di responsabilità da parte del tesoriere, che ne risponde con tutto il proprio patrimonio sia nei confronti dell'ente...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 224

VERIFICHE STRAORDINARIE DI CASSA 1. Si provvede a verifica straordinaria di cassa a seguito del mutamento della persona del sindaco, del Presidente della provincia, del sindaco metropolitano e del presidente della comunità montana. Alle operazioni di verifica intervengono gli amministratori che...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 227

TITOLO VI Rilevazione e dimostrazione dei risultati di gestione (RENDICONTO DELLA GESTIONE) 1. La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale comprende il conto del bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio. 2. Il rendiconto è deliberato...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 230

CONTO DEL PATRIMONIO E CONTI PATRIMONIALI SPECIALI 1. Il conto del patrimonio rileva i risultati della gestione patrimoniale e riassume la consistenza del patrimonio al termine dell'esercizio, evidenziando le variazioni intervenute nel corso dello stesso, rispetto alla consistenza iniziale. 2. Il...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 235

DURATA DELL'INCARICO E CAUSE DI CESSAZIONE 1. L'organo di revisione contabile dura in carica tre anni a decorrere dalla data di esecutività della delibera o dalla data di immediata eseguibilità nell'ipotesi di cui all'articolo 134, comma 3, e i suoi componenti non possono svolgere l'incarico per...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 238

LIMITI ALL'AFFIDAMENTO DI INCARICHI 1. Salvo diversa disposizione del regolamento di contabilità dell'ente locale, ciascun revisore non può assumere complessivamente più di otto incarichi, tra i quali non più di quattro incarichi in comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, non più di tre...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 243

CONTROLLI PER GLI ENTI LOCALI STRUTTURALMENTE DEFICITARI ENTI LOCALI DISSESTATI ED ALTRI ENTI 1. Gli enti locali strutturalmente deficitari, individuati ai sensi dell'articolo 242, sono soggetti al controllo centrale sulle dotazioni organiche e sulle assunzioni di personale da parte della...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 246

DELIBERAZIONE DI DISSESTO 1. La deliberazione recante la formale ed esplicita dichiarazione di dissesto finanziario è adottata dal consiglio dell'ente locale nelle ipotesi di cui all'articolo 244 e valuta le cause che hanno determinato il dissesto. La deliberazione dello stato di dissesto non è...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 248

CONSEGUENZE DELLA DICHIARAZIONE DI DISSESTO 1. A seguito della dichiarazione di dissesto, e sino all'emanazione del decreto di cui all'articolo 261, sono sospesi i termini per la deliberazione del bilancio. 2. Dalla data della dichiarazione di dissesto e sino all'approvazione del rendiconto di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 257

DEBITI NON AMMESSI ALLA LIQUIDAZIONE 1. In allegato al provvedimento di approvazione di cui all'articolo 256, comma 8, sono individuate le pretese escluse dalla liquidazione. 2. Il consiglio dell'ente individua con propria delibera, da adottare entro 60 giorni dalla notifica del decreto di cui...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 265

DURATA DELLA PROCEDURA DI RISANAMENTO ED ATTUAZIONE DELLE PRESCRIZIONI RECATE DAL DECRETO DI APPROVAZIONE. DELL'IPOTESI DI BILANCIO STABILMENTE RIEQUILIBRATO 1. Il risanamento dell'ente locale dissestato ha la durata di cinque anni decorrenti da quello per il quale viene redatta l'ipotesi di...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 27

CAPO IV Comunità montane (NATURA E RUOLO) 1. Le comunita' montane sono unioni di comuni, enti locali costituiti fra comuni montani e parzialmente montani, anche appartenenti a province diverse, per la valorizzazione delle zone montane per l'esercizio di funzioni proprie, di funzioni conferite e...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 270

PARTE III Associazioni degli enti locali (CONTRIBUTI ASSOCIATIVI) 1. I contributi, stabiliti con delibera dagli organi statutari competenti dell'Anci, dell'Upi, dell'Aiccre, dell'Uncem, della Cispel, delle altre associazioni degli enti locali e delle loro aziende con carattere nazionale che...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 271

SEDI ASSOCIATIVE 1. Gli enti locali, le loro aziende e le associazioni dei comuni presso i quali hanno sede sezioni regionali e provinciali dell'Anci, dell'Upi, dell'Aiccre, dell'Uncem, della Cispel e sue federazioni, possono con apposita deliberazione, da adottarsi dal rispettivo consiglio,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 35

NORMA TRANSITORIA 1. L'adozione delle leggi regionali previste dall'articolo 33, comma 4, avviene entro il 21 febbraio 2001. Trascorso inutilmente tale termine, il Governo, entro i successivi sessanta giorni, sentite le regioni inadempienti e la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 48

COMPETENZE DELLE GIUNTE 1. La Giunta collabora con il sindaco o con il presidente della provincia nel governo del comune o della provincia ed opera attraverso deliberazioni collegiali. Nei comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti, le riunioni della giunta si tengono preferibilmente in un...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 56

REQUISITI DELLA CANDIDATURA 1. Nessuno puo' presentarsi come candidato a consigliere in piu' di due province o in piu' di due comuni o in piu' di due circoscrizioni, quando le elezioni si svolgano nella stessa data. I consiglieri provinciali, comunali o di circoscrizione in carica non possono...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 57

OBBLIGO DI OPZIONE 1. Il candidato che sia eletto contemporaneamente consigliere in due province, in due comuni, in due circoscrizioni, deve optare per una delle cariche entro cinque giorni dall'ultima deliberazione di convalida. Nel caso di mancata opzione rimane eletto nel consiglio della...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 71

CAPO III Sistema elettorale (ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE NEI COMUNI SINO AI 15.000 ABITANTI) 1. Nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti, l'elezione dei consiglieri comunali si effettua con sistema maggioritario contestualmente alla elezione del sindaco. 2. Con la...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 8

PARTECIPAZIONE POPOLARE 1. I comuni, anche su base di quartiere o di frazione, valorizzano le libere forme associative e promuovono organismi di partecipazione popolare all'amministrazione locale. I rapporti di tali forme associative sono disciplinati dallo statuto. 2. Nel procedimento relativo,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 84

RIMBORSI SPESE E INDENNITA' DI MISSIONE 1. Agli amministratori che, in ragione del loro mandato, si rechino fuori del capoluogo del comune ove ha sede il rispettivo ente, previa autorizzazione del capo dell'amministrazione, nel caso di componenti degli organi esecutivi, ovvero del presidente del...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 85

PARTECIPAZIONE ALLE ASSOCIAZIONI RAPPRESENTATIVE DEGLI ENTI LOCALI 1. Le norme stabilite dal presente capo, relative alla posizione, al trattamento e ai permessi dei lavoratori pubblici e privati chiamati a funzioni elettive, si applicano anche per la partecipazione dei rappresentanti degli enti...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 98

ALBO NAZIONALE 1. L'albo nazionale dei segretari comunali e provinciali, al quale si accede per concorso, è articolato in sezioni regionali. 2. Il numero complessivo degli iscritti all'albo non può essere superiore al numero dei comuni e delle province ridotto del numero delle sedi unificate,...

Decreto Legislativo del 2000 numero 443 art. 33

LEGALIZZAZIONE DI FIRME DI ATTI DA E PER L'ESTERO 1. Le firme sugli atti e documenti formati nello Stato e da valere all'estero davanti ad autorità estere sono, ove da queste richiesto, legalizzate a cura dei competenti organi, centrali o periferici, del Ministero competente, o di altri organi e...

Decreto Legislativo del 2000 numero 443 art. 37

SEZIONE VIII Regime fiscale (ESENZIONI FISCALI) 1. Le dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 sono esenti dall'imposta di bollo. 2. L'imposta di bollo non e dovuta quando per le leggi vigenti sia esente da bollo l'atto sostituito ovvero quello nel quale è apposta la firma da...