Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

amministratore art sostegno

Risultati 3886-3920 di 29594

Codice Civile art. 2148

OBBLIGHI DI RESIDENZA E DI CUSTODIA 1. Il mezzadro ha l' obbligo di risiedere stabilmente nel podere con la famiglia colonica. 2. Egli deve custodire il podere e mantenerlo in normale stato di produttività. Egli deve altresì custodire e conservare le altre cose affidategli dal concedente, con la...

Codice Civile art. 2161

LIBRETTO COLONICO 1. Il concedente deve istituire un libretto colonico da tenersi in due esemplari, uno per ciascuna delle parti. 2. Il concedente deve annotare di volta in volta su entrambi gli esemplari i crediti e i debiti delle parti relativi alla mezzadria, con indicazione della data e del...

Codice Civile art. 2173

DIREZIONE DELL'IMPRESA E ASSUZIONE DI MANO D'OPERA 1. La direzione dell' impresa spetta al soccidante, il quale deve esercitarla secondo le regole della buona tecnica dell' allevamento. 2. La scelta di prestatori di lavoro, estranei alla famiglia del soccidario, deve essere fatta col consenso del...

Codice Civile art. 2175

PERIMENTO DEL BESTIAME 1. Il soccidario non risponde del bestiame che provi essere perito per causa a lui non imputabile, ma deve rendere conto delle parti recuperabili.

Codice Civile art. 2180

SCOGLIMENTO DEL CONTRATTO 1. Salve le norme generali sulla risoluzione dei contratti per inadempimento, ciascuna delle parti può chiedere lo scioglimento del contratto, quando si verificano fatti tali da non consentire la prosecuzione del rapporto.

Codice Civile art. 2186

§4 Della soccida con conferimento di pascolo (NOZIONE E NORME APPLICABILI) 1. Si ha rapporto di soccida anche quando il bestiame è conferito dal soccidario e il soccidante conferisce il terreno per il pascolo. 2. In tal caso il soccidario ha la direzione dell' impresa e al soccidante spetta il...

Codice Civile art. 2197

SEDI SECONDARIE 1. L' imprenditore che istituisce nel territorio dello Stato sedi secondarie con una rappresentanza stabile deve, entro trenta giorni, chiederne l' iscrizione all' ufficio del registro delle imprese del luogo dove è la sede principale dell' impresa. 2. Nello stesso termine la...

Codice Civile art. 2199

INDICAZIONE DELL'ISCRIZIONE 1. L' imprenditore deve indicare negli atti e nella corrispondenza, che si riferiscono all' impresa, il registro presso il quale è iscritto.

Codice Civile art. 2203

SEZIONE III Disposizioni particolari per le imprese commerciali - §1 Della rappresentanza - (PREPOSIZIONE INSTITORIA) 1. E' institore colui che è preposto dal titolare all' esercizio di un' impresa commerciale. 2. La preposizione può essere limitata all' esercizio di una sede secondaria o di un...

Codice Civile art. 2205

OBBLIGHI DELL'INSTITORE 1. Per le imprese o le sedi secondarie alle quali è presposto, l' institore è tenuto, insieme con l' imprenditore, all' osservanza delle disposizioni riguardanti l' iscrizione nel registro delle imprese e la tenuta delle scritture contabili.

Codice Civile art. 2207

MODIFICAZIONE E REVOCA DELLA PROCURA 1. Gli atti con i quali viene successivamente limitata o revocata la procura devono essere depositati, per l' iscrizione nel registro delle imprese, anche se la procura non fu pubblicata. 2. In mancanza dell' iscrizione, le limitazioni o la revoca non sono...

Codice Civile art. 2211

POTERI DI DEROGA ALLE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. I commessi, anche se autorizzati a concludere contratti in nome dell' imprenditore, non hanno il potere di derogare alle condizioni generali di contratto o alle clausole stampate sui moduli dell' impresa, se non sono muniti di una speciale...

Codice Civile art. 2223

PRESTAZIONE DELLA MATERIA 2. Le disposizioni di questo capo si osservano anche se la materia è fornita dal prestatore d' opera, purché le parti non abbiano avuto prevalentemente in considerazione la materia, nel qual caso si applicano le norme sulla vendita.

Codice Civile art. 2225

CORRISPETTIVO 1. Il corrispettivo, se non è convenuto dalle parti e non può essere determinato secondo le tariffe professionali o gli usi, è stabilito dal giudice in relazione al risultato ottenuto e al lavoro normalmente necessario per ottenerlo.

Codice Civile art. 2228

IMPOSSIBILITA' SOPRAVVENUTA DELL'ESECUZIONE DELL'OPERA 1. Se l' esecuzione dell' opera diventa impossibile per causa non imputabile ad alcuna delle parti, il prestatore d' opera ha diritto ad un compenso per il lavoro prestato in relazione all' utilità della parte dell' opera compiuta.

Codice Civile art. 2233

COMPENSO 1. Il compenso, se non è convenuto dalle parti e non può essere determinato secondo le tariffe o gli usi, è determinato dal giudice, [sentito il parere dell'associazione professionale a cui il professionista appartiene] . (L'inciso deve ritenersi abrogato per effetto della soppressione...

Codice Civile art. 2248

COMUNIONE A SCOPO DI GODIMENTO 1. La comunione costituita o mantenuta al solo scopo del godimento di una o più cose è regolata dalle norme del titolo VII del libro III.

Codice Civile art. 2258

AMMINISTRAZIONE CONGIUNTIVA 1. Se l' amministrazione spetta congiuntamente a più soci, è necessario il consenso di tutti i soci amministratori per il compimento delle operazioni sociali. 2. Se è convenuto che per l' amministrazione o per determinati atti sia necessario il consenso della...

Codice Civile art. 2261

CONTROLLO DEI SOCI 1. I soci che non partecipano all' amministrazione hanno diritto di avere dagli amministratori notizia dello svolgimento degli affari sociali, di consultare i documenti relativi all' amministrazione e di ottenere il rendiconto quando gli affari per cui fu costituita la società...

Codice Civile art. 2273

PROROGA TACITA 1. La società è tacitamente prorogata a tempo indeterminato quando, decorso il tempo per cui fu contratta, i soci continuano a compiere le operazioni sociali.

Codice Civile art. 2274

POTERI DEGLI AMMINISTRATORI DOPO LO SCOGLIMENTO 1. Avvenuto lo scioglimento della società, i soci amministratori conservano il potere di amministrare, limitatamente agli affari urgenti, fino a che siano presi i provvedimenti necessari per la liquidazione.

Codice Civile art. 2285

RECESSO DEL SOCIO 1. Ogni socio può recedere dalla società quando questa è contratta a tempo indeterminato o per tutta la vita di uno dei soci. 2. Può inoltre recedere nei casi previsti nel contratto sociale ovvero quando sussiste una giusta causa. 3. Nei casi previsti nel primo comma il recesso...

Codice Civile art. 2293

NORME APPLICABILI 1. La società in nome collettivo è regolata dalle norme di questo capo e, in quanto queste non dispongano, dalle norme del capo precedente.

Codice Civile art. 2294

INCAPACE 1. La partecipazione di un incapace alla società in nome collettivo è subordinata in ogni caso all' osservanza delle disposizioni degli articoli 320, 371, 397, 424 e 425.

Codice Civile art. 2303

LIMITI ALLA DISTRIBUZIONE DEGLI UTILI 1. Non può farsi luogo a ripartizione di somme tra soci se non per utili realmente conseguiti. 2. Se si verifica una perdita del capitale sociale non può farsi luogo a ripartizione di utili fino a che il capitale non sia reintegrato o ridotto in misura...

Codice Civile art. 2304

RESPONSABILITA' DEI SOCI 1. I creditori sociali, anche se la società è in liquidazione, non possono pretendere il pagamento dai singoli soci, se non dopo l' escussione del patrimonio sociale.

Codice Civile art. 230bis

Sezione VI Dell'impresa familiare (Sezione aggiunta dall'art. 89, L. 19 maggio 1975, n. 151) (IMPRESA FAMILIARE) 1. Salvo che sia configurabile un diverso rapporto, il familiare che presta in modo continuativo la sua attività di lavoro nella famiglia o nell'impresa familiare ha diritto al...

Codice Civile art. 2319

NOMINA E REVOCA DEGLI AMMINISTRATORI 1. Se l' atto costitutivo non dispone diversamente, per la nomina degli amministratori e per la loro revoca nel caso indicato nel secondo comma dell' articolo 2259 sono necessari il consenso dei soci accomandatari e l' approvazione di tanti soci accomandanti...

Codice Civile art. 232

PRESUNZIONE DI CONCEPIMENTO DURANTE IL MATRIMONIO Si presume concepito durante il matrimonio il figlio nato quando non sono ancora trascorsi trecento giorni dalla data dell'annullamento, dello scioglimento o della cessazione degli effetti civili del matrimonio. (Comma così sostituito dall’art....

Codice Civile art. 2324

DIRITTI DEI CREDITORI SOCIALI DOPO LA LIQUIDAZIONE 1. Salvo il diritto previsto dal secondo comma dell' articolo 2312 nei confronti degli accomandatari e dei liquidatori, i creditori sociali che non sono stati soddisfatti nella liquidazione della società possono far valere i loro crediti anche nei...

Codice Civile art. 2325

CAPO V Società per azioni (capo così sostituito,a decorrere dal 1 gennaio 2004, con l'attuale Capo V,comprendente gli articoli da 2325 a 2451,dall' art.1,d.Lgs 17 gennaio 2003, n.6) - SEZIONE I Disposizioni generali - (RESPONSABILITA') 1. Nella societa' per azioni per le obbligazioni sociali...

Codice Civile art. 2330

DEPOSITO DELL' ATTO COSTITUTIVO E ISCRIZIONE DELLA SOCIETA' 1. Il notaio che ha ricevuto l'atto costitutivo deve depositarlo entro venti giorni presso l'ufficio del registro delle imprese nella cui circoscrizione e' stabilita la sede sociale, allegando i documenti comprovanti la sussistenza delle...