Testo cercato:

1129 art

Risultati 23766-23800 di 29514

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 140-bis

CAPO IV-BIS Agenti in attività finanziaria e mediatori creditizi (ESERCIZIO ABUSIVO DELL'ATTIVITÀ) 1. Chiunque esercita professionalmente nei confronti del pubblico l'attività di agente in attività finanziaria senza essere iscritto nell'elenco di cui all'articolo 128-quater, comma 2, è punito con...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 67-bis

DISPOSIZIONI APPLICABILI ALLA SOCIETÀ DI PARTECIPAZIONE FINANZIARIA MISTA 1. La Banca d'Italia può individuare le ipotesi in cui la società di partecipazione finanziaria mista capogruppo è esentata dall'applicazione di una o più disposizioni adottate ai sensi del presente capo. 2. Le...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 69-quinquiesdecies

CONDIZIONI PER IL SOSTEGNO 1. Il sostegno finanziario previsto dall'accordo è concesso se sono soddisfatte tutte le seguenti condizioni: a) si può ragionevolmente prospettare che il sostegno fornito ponga sostanziale rimedio alle difficoltà finanziarie del beneficiario; b) il sostegno...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 69-septies

RAPPORTI CON LE ALTRE AUTORITÀ E DECISIONI CONGIUNTE SUI PIANI DI RISANAMENTO 1. Nei casi e nei modi previsti dalle disposizioni dell'Unione europea, la Banca d'Italia coopera con le autorità competenti degli altri Stati comunitari per la valutazione dei piani di risanamento di gruppo che...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 69-sexies

VALUTAZIONE DEI PIANI DI RISANAMENTO INDIVIDUALI E DI GRUPPO 1. La Banca d'Italia, entro sei mesi dalla presentazione del piano di risanamento e sentite, per le succursali significative, le autorità competenti degli Stati comunitari in cui esse siano stabilite, verifica la completezza e...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 95-bis

SEZIONE III-BIS Banche operanti in ambito comunitario (RICONOSCIMENTO DELLE PROCEDURE DI RISANAMENTO E LIQUIDAZIONE) 1. I provvedimenti e le procedure di risanamento e liquidazione di banche comunitarie sono disciplinati e producono i loro effetti, senza ulteriori formalità, nell'ordinamento...

Decreto Legislativo del 1993 numero 385 art. 96-ter

POTERI DELLA BANCA D'ITALIA 1. La Banca d'Italia, avendo riguardo alla tutela dei risparmiatori e alla stabilità del sistema bancario: a) riconosce i sistemi di garanzia, approvandone gli statuti, a condizione che i sistemi stessi non presentino caratteristiche tali da comportare una...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 101-ter

AUTORITÀ DI VIGILANZA E DIRITTO APPLICABILE 1. La Consob vigila sulle offerte pubbliche di acquisto o di scambio in conformità alle disposizioni del presente capo. 2. Ai fini del riparto delle competenze tra la Consob e le autorità degli altri Stati comunitari con riguardo alle offerte pubbliche...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 117-ter

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI FINANZA ETICA 1. La CONSOB, previa consultazione con tutti i soggetti interessati e sentite le Autorità di vigilanza competenti, determina con proprio regolamento gli specifici obblighi di informazione e di rendicontazione cui sono tenuti i soggetti abilitati e le...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 123-ter

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 1. Almeno ventuno giorni prima della data dell'assemblea prevista dall'articolo 2364, secondo comma, o dell'assemblea prevista dall'articolo 2364-bis, secondo comma, del codice civile, le società con azioni quotate mettono a disposizione del pubblico una relazione...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 124-ter

INFORMAZIONE RELATIVA AI CODICI DI COMPORTAMENTO 1. La Consob, negli ambiti di propria competenza, stabilisce le forme di pubblicità cui sono sottoposti i codici di comportamento in materia di governo societario promossi da società di gestione del mercato o da associazioni di categoria. (La...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 135-quater

abrogato ASSEMBLEA STRAORDINARIA [1. L'assemblea straordinaria, se i soci intervenuti in seconda convocazione non rappresentano il numero di voti richiesto per la costituzione, può essere nuovamente convocata entro trenta giorni. In tal caso il termine stabilito dall'articolo 2366, secondo...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 135-septies

abrogato RELAZIONI DI REVISIONE [1. Le relazioni di revisione di cui all'articolo 156 devono restare depositate presso la sede della società durante i quindici giorni che precedono l'assemblea o la riunione del consiglio di sorveglianza che approva il bilancio e finché il bilancio non è...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 135-ter

abrogato INFORMAZIONE AL MERCATO IN MATERIA DI ATTRIBUZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI A ESPONENTI AZIENDALI, DIPENDENTI O COLLABORATORI [1. In deroga all'articolo 114-bis, comma 1, la relazione prevista dalla medesima disposizione è messa a disposizione del pubblico almeno quindici giorni prima del...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 147-quater

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE 1. Qualora il consiglio di gestione sia composto da più di quattro membri, almeno uno di essi deve possedere i requisiti di indipendenza stabiliti per i sindaci dall'articolo 148, comma 3, nonché, se lo statuto lo prevede, gli ulteriori requisiti previsti...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 147-quinquies

REQUISITI DI ONORABILITA' 1. I soggetti che svolgono funzioni di amministrazione e direzione devono possedere i requisiti di onorabilità stabiliti per i membri degli organi di controllo con il regolamento emanato dal Ministro della giustizia ai sensi dell'articolo 148, comma 4. 2. Il difetto...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 151-ter

POTERI DEL COMITATO PER IL CONTROLLO SULLA GESTIONE 1. I componenti del comitato per il controllo sulla gestione possono, anche individualmente, chiedere agli altri amministratori notizie, anche con riferimento a società controllate, sull'andamento delle operazioni sociali o su determinati...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 173-bis

FALSO IN PROSPETTO 1. Chiunque, allo scopo di conseguire per sé o per altri un ingiusto profitto, nei prospetti richiesti per la offerta al pubblico di prodotti finanziari o l'ammissione alla quotazione nei mercati regolamentati, ovvero nei documenti da pubblicare in occasione delle offerte...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 187-nonies

OPERAZIONI SOSPETTE 1. I soggetti abilitati, gli agenti di cambio iscritti nel ruolo unico nazionale e le società di gestione del mercato devono segnalare senza indugio alla CONSOB le operazioni che, in base a ragionevoli motivi, possono ritenersi configurare una violazione delle disposizioni di...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 187-quaterdecies

PROCEDURE CONSULTIVE 1. La CONSOB definisce entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, con proprio regolamento, le modalità e i tempi delle procedure consultive da attivare, mediante costituzione di un Comitato, con organismi rappresentativi dei consumatori e...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 187-quinquies

RESPONSABILITA' DELL'ENTE 1. L'ente è responsabile del pagamento di una somma pari all'importo della sanzione amministrativa irrogata per gli illeciti di cui al presente capo commessi nel suo interesse o a suo vantaggio: a) da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 187-septies

PROCEDURA SANZIONATORIA 1. Le sanzioni amministrative previste dal presente capo sono applicate dalla CONSOB con provvedimento motivato, previa contestazione degli addebiti agli interessati, da effettuarsi entro centottanta giorni dall'accertamento ovvero entro trecentosessanta giorni se...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 193-ter

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE RELATIVE ALLE VIOLAZIONI DELLE PRESCRIZIONI DI CUI AL REGOLAMENTO (UE) N. 236/2012 1. Chiunque non osservi le disposizioni previste dagli articoli 5, 6, 7, 8, 9, 15, 17, 18 e 19 del regolamento (UE) n. 236/2012 e relative disposizioni attuative, è soggetto alla...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 41-bis

SOCIETA' DI GESTIONE ARMONIZZATE 1. Per l'esercizio delle attività per le quali sono autorizzate ai sensi delle disposizioni comunitarie, le società di gestione armonizzate possono stabilire succursali nel territorio della Repubblica. Il primo insediamento è preceduto da una comunicazione alla...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 60-bis

RESPONSABILITA' DELLE SIM, DELLE SGR E DELLE SICAV PER ILLECITO AMMINISTRATIVO DIPENDENTE DA REATO 1. Il pubblico ministero che iscrive, ai sensi dell'articolo 55 del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, nel registro delle notizie di reato un illecito amministrativo a carico di una SIM, di...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 70-ter

ACCORDI FRA SISTEMI DI GARANZIA, COMPENSAZIONE E LIQUIDAZIONE NELL'AMBITO DEI MERCATI REGOLAMENTATI 1. Le società di gestione dei mercati regolamentati possono concludere accordi con le società che gestiscono i sistemi di controparte centrale, di compensazione e liquidazione di un altro Stato...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 79-quater

TITOLO II Gestione accentrata di strumenti finanziari (DEFINIZIONI) 1. Ai fini del presente titolo per «intermediari» si intendono i soggetti, individuati dal regolamento indicato nell'articolo 81, comma 1, abilitati alla tenuta dei conti sui quali sono registrati gli strumenti finanziari e i...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 81-bis

ACCESSO ALLA GESTIONE ACCENTRATA 1. Le imprese di investimento e le banche comunitarie autorizzate all'esercizio dei servizi o delle attività di investimento possono accedere al sistema di gestione accentrata. (L’originario Titolo II, comprendente gli articoli da 80 a 90 è stato così sostituito...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 83-bis

CAPO II Disciplina della gestione accentrata - SEZIONE I Gestione accentrata in regime di dematerializzazione (AMBITO DI APPLICAZIONE) 1. Gli strumenti finanziari negoziati o destinati alla negoziazione sui mercati regolamentati italiani non possono essere rappresentati da documenti. (Comma così...

Decreto Legislativo del 1998 numero 58 art. 98-bis

EMITTENTI DI PAESI EXTRACOMUNITARI 1. Nel caso di emittenti aventi la loro sede legale in un Paese extracomunitario, per i quali l'Italia sia lo Stato membro d'origine, la Consob può approvare il prospetto redatto secondo la legislazione del Paese extracomunitario, ove ricorrano le seguenti...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 147-bis

CONTROLLO DI REGOLARITÀ AMMINISTRATIVA E CONTABILE 1. Il controllo di regolarità amministrativa e contabile è assicurato, nella fase preventiva della formazione dell'atto, da ogni responsabile di servizio ed è esercitato attraverso il rilascio del parere di regolarità tecnica attestante la...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 147-quater

CONTROLLI SULLE SOCIETÀ PARTECIPATE NON QUOTATE 1. L'ente locale definisce, secondo la propria autonomia organizzativa, un sistema di controlli sulle società non quotate, partecipate dallo stesso ente locale. Tali controlli sono esercitati dalle strutture proprie dell'ente locale, che ne sono...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 147-quinquies

CONTROLLO SUGLI EQUILIBRI FINANZIARI 1. Il controllo sugli equilibri finanziari è svolto sotto la direzione e il coordinamento del responsabile del servizio finanziario e mediante la vigilanza dell'organo di revisione, prevedendo il coinvolgimento attivo degli organi di governo, del direttore...

Decreto Legislativo del 2000 numero 267 art. 147-ter

CONTROLLO STRATEGICO 1. Per verificare lo stato di attuazione dei programmi secondo le linee approvate dal Consiglio, l'ente locale con popolazione superiore a 100.000 abitanti in fase di prima applicazione, a 50.000 abitanti per il 2014 e a 15.000 abitanti a decorrere dal 2015 definisce, secondo...

Decreto Legislativo del 2001 numero 231 art. 25quater 1

PRATICHE DI MUTILAZIONE DEGLI ORGANI GENITALI FEMMINILI 1. In relazione alla commissione dei delitti di cui all'articolo 583-bis del codice penale si applicano all'ente, nella cui struttura è commesso il delitto, la sanzione pecuniaria da 300 a 700 quote e le sanzioni interdittive previste...