Testo cercato:

1130 art

Risultati 21351-21385 di 29522

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 32-bis

SANZIONI PER I PRESTATORI DI SERVIZI FIDUCIARI QUALIFICATI, PER I GESTORI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA, PER I GESTORI DELL'IDENTITÀ DIGITALE E PER I CONSERVATORI (Rubrica così sostituita dall’art. 28, comma 1, lett. a), D.Lgs. 26 agosto 2016, n. 179, a decorrere dal 14 settembre 2016, ai sensi...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 40-ter

SISTEMA PUBBLICO DI RICERCA DOCUMENTALE 1. La Presidenza del Consiglio dei ministri promuove lo sviluppo e la sperimentazione di un sistema volto a facilitare la ricerca dei documenti soggetti a obblighi di pubblicità legale, trasparenza o a registrazione di protocollo ai sensi dell'articolo 53...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 44-bis

(abrogato) CONSERVATORI ACCREDITATI [1. I soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici e di certificazione dei relativi processi anche per conto di terzi ed intendono conseguire il riconoscimento del possesso dei requisiti del livello più elevato,...

Decreto Legislativo del 2005 numero 82 art. 76-bis

COSTI DEL SPC 1. I costi relativi alle infrastrutture nazionali per l'interoperabilità sono a carico dei fornitori, per i servizi da essi direttamente utilizzati e proporzionalmente agli importi dei relativi contratti di fornitura e una quota di tali costi è a carico delle pubbliche...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 182-bis

PRINCIPI DI AUTOSUFFICIENZA E PROSSIMITÀ 1. Lo smaltimento dei rifiuti ed il recupero dei rifiuti urbani non differenziati sono attuati con il ricorso ad una rete integrata ed adeguata di impianti, tenendo conto delle migliori tecniche disponibili e del rapporto tra i costi e i benefici...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 184-ter

CESSAZIONE DELLA QUALIFICA DI RIFIUTO 1. Un rifiuto cessa di essere tale, quando è stato sottoposto a un’operazione di recupero, incluso il riciclaggio e la preparazione per il riutilizzo, e soddisfi i criteri specifici, da adottare nel rispetto delle seguenti condizioni: a) la sostanza o...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 214-bis

SGOMBERO DELLA NEVE 1. Le attività di sgombero della neve effettuate dalle pubbliche amministrazioni o da loro delegati, dai concessionari di reti infrastrutturali o infrastrutture non costituisce detenzione ai fini della lettera a) del comma 1 dell'articolo 183. (Articolo inserito dall'art. 28,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 216-ter

COMUNICAZIONI ALLA COMMISSIONE EUROPEA 1. I piani di gestione ed i programmi di prevenzione di cui all’ articolo 199, commi 1 e 3, lettera r) e le loro eventuali revisioni sostanziali, sono comunicati al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, utilizzando il formato...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 220-bis

OBBLIGO DI RELAZIONE SULL’UTILIZZO DELLE BORSE DI PLASTICA 1. Il Consorzio nazionale imballaggi di cui all’articolo 224 acquisisce dai produttori e dai distributori di borse di plastica i dati necessari ad elaborare la relazione annuale prevista dall’articolo 4, paragrafo 1-bis, della direttiva...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-duovicies

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI 1. Gli impianti esistenti si adeguano alle disposizioni del presente Titolo entro il 10 gennaio 2016. 2. Per gli impianti esistenti, fermo restando l'obbligo a carico del gestore di adeguamento previsto al comma 1, l'autorità competente al rilascio...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-noviesdecies

INCIDENTI O INCONVENIENTI 1. Fatte salve le disposizioni della Parte sesta, di attuazione della direttiva 2004/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004, sulla responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale e esclusi i casi...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-octiesdecies

CONDIZIONI ANOMALE DI FUNZIONAMENTO 1. L'autorità competente stabilisce nell'autorizzazione il periodo massimo di tempo durante il quale, a causa di disfunzionamenti, guasti o arresti tecnicamente inevitabili dei dispositivi di depurazione e di misurazione, le concentrazioni delle sostanze...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 237-septies

CONSEGNA E RICEZIONE DEI RIFIUTI 1. Il gestore dell'impianto di incenerimento o di coincenerimento adotta tutte le precauzioni necessarie riguardo alla consegna e alla ricezione dei rifiuti per evitare o limitare per quanto praticabile gli effetti negativi sull'ambiente, in particolare...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 256-bis

COMBUSTIONE ILLECITA DI RIFIUTI 1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque appicca il fuoco a rifiuti abbandonati ovvero depositati in maniera incontrollata è punito con la reclusione da due a cinque anni. Nel caso in cui sia appiccato il fuoco a rifiuti pericolosi, si applica la...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 260-bis

SISTEMA INFORMATICO DI CONTROLLO DELLA TRACCIABILITÀ DEI RIFIUTI 1. I soggetti obbligati che omettono l’iscrizione al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’ articolo 188-bis, comma 2, lett. a), nei termini previsti, sono puniti con una sanzione amministrativa...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 260-ter

SANZIONI AMMINISTRATIVE ACCESSORIE. CONFISCA 1. All’accertamento delle violazioni di cui ai commi 7 e 8 dell’ articolo 260-bis, consegue obbligatoriamente la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo utilizzato per l’attività di trasporto dei rifiuti di mesi 12, nel caso in cui il...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 264-ter

ABROGAZIONI E MODIFICHE DI DISPOSIZIONI DEL DECRETO LEGISLATIVO 24 GIUGNO 2003, N. 209 1. All’ articolo 11 del decreto legislativo 24 giugno 2003, n. 209, il comma 3 è sostituito dal seguente: «3. A decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine di cui all’ articolo 12, comma 2 del...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 298-bis

PARTE QUINTA-BIS (Parte inserita dall’ art. 25, comma 1, D.Lgs. 4 marzo 2014, n. 46) Disposizioni per particolari installazioni - TITOLO I Attivita' di produzione di biossido di titanio (DISPOSIZIONI PARTICOLARI PER INSTALLAZIONI E STABILIMENTI CHE PRODUCONO BIOSSIDO DI TITANIO) 1. Sono vietati,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 29-quater

PROCEDURA PER IL RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE 1. Per le installazioni di competenza statale la domanda è presentata all'autorità competente per mezzo di procedure telematiche, con il formato e le modalità stabiliti con il decreto di cui all'articolo 29-duodecies, comma 2. ...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 29-quinquies

COORDINAMENTO PER L'UNIFORME APPLICAZIONE SUL TERRITORIO NAZIONALE 1. È istituito, presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, un Coordinamento tra i rappresentanti di tale Ministero, di ogni regione e provincia autonoma e dell'Unione delle province italiane (UPI)....

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 29-sexies

AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE 1. L'autorizzazione integrata ambientale rilasciata ai sensi del presente decreto, deve includere tutte le misure necessarie a soddisfare i requisiti di cui ai seguenti commi del presente articolo nonché di cui agli articoli 6, comma 16, e 29-septies, al fine...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 318-quater

VERIFICA DELL'ADEMPIMENTO 1. Entro sessanta giorni dalla scadenza del termine fissato nella prescrizione ai sensi dell'articolo 318-ter, l'organo accertatore verifica se la violazione è stata eliminata secondo le modalità e nel termine indicati dalla prescrizione. 2. Quando risulta l'adempimento...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 3-quinquies

PRINCIPI DI SUSSIDIARIETÀ E DI LEALE COLLABORAZIONE 1. I principi contenuti nel presente decreto legislativo costituiscono le condizioni minime ed essenziali per assicurare la tutela dell'ambiente su tutto il territorio nazionale. (Comma così modificato dall'art. 1, comma 4, lett. a), D.Lgs. 29...

Decreto Legislativo del 2006 numero 152 art. 78-octies

GARANZIA E CONTROLLO DI QUALITÀ 1. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano assicurano che i laboratori delle Agenzie regionali per l'ambiente (ARPA), e delle agenzie provinciali per l'ambiente (APPA), o degli enti appaltati da queste ultime applichino pratiche di gestione della...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 160-bis

(abrogato) LOCAZIONE FINANZIARIA DI OPERE PUBBLICHE O DI PUBBLICA UTILITÀ [1. Per la realizzazione, l'acquisizione ed il completamento di opere pubbliche o di pubblica utilità i committenti tenuti all'applicazione del presente codice possono avvalersi anche del contratto di locazione finanziaria,...

Decreto Legislativo del 2006 numero 163 art. 251-bis

(abrogato) OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE E DI INFORMAZIONE ALLA COMMISSIONE DELL'UNIONE EUROPEA (articolo 44, comma 3, lettera l) legge n. 88/2009; articoli 3 e 4 direttiva 89/665/CEE e articoli 8 e 12 direttiva 92/13/CEE, come modificati dalla direttiva 2007/66/CE) [1. La Presidenza del Consiglio...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 11

TITOLO II Partecipazione e Concertazione (PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI) 1. I procedimenti di formazione ed approvazione degli strumenti di governo del territorio, prevedono quali loro componenti essenziali: a) la concertazione tra le amministrazioni procedenti e le forze sociali ed economiche...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 2

PARTECIPAZIONE 1. Nei procedimenti di formazione ed approvazione degli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica sono assicurate: a) la concertazione con le forze economiche e sociali nonché con le categorie tecnico-professionali, in merito agli obiettivi strategici e di sviluppo...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 20

PIANO STRUTTURALE COMUNALE. (P.S.C.) 1. Il Piano strutturale comunale (P.S.C.) definisce le strategie per il governo dell'intero territorio comunale, in coerenza con gli obiettivi e gli indirizzi urbanistici della Regione e con gli strumenti di pianificazione provinciale espressi dal Quadro...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 26

FORMAZIONE ED APPROVAZIONE DEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE (P.T.C.P.) 1. Il P.T.C.P. ha valore di piano urbanistico territoriale ed in relazione ai valori paesaggistici ed ambientali, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, si raccorda ed approfondisce i...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 27

FORMAZIONE ED APPROVAZIONE DEL PIANO STRUTTURALE COMUNALE (P.S.C.) 1. Il procedimento disciplinato dal presente articolo si applica all'elaborazione ed all'approvazione congiunta del P.S.C. e del R.E.U., nonché alle relative varianti. 2. Il Consiglio comunale, su proposta della Giunta comunale,...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 37

INTERVENTI DI BONIFICA URBANISTICA-EDILIZIA 1. I comuni, singoli e associati, predispongono piano di rottamazione e recupero delle opere, manufatti ed edifici, già oggetto di condono o, comunque realizzati con modalità, materiali, carenze di impianti, assenza o assoluta carenza di opere di...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 39

FINALITÀ DEI PROGRAMMI D'AREA 1. La Regione Calabria, al fine di accrescere l'integrazione fra gli Enti locali, il coordinamento delle iniziative, l'impegno integrato delle risorse finanziarie, promuove la predisposizione di programmi d'area. 2. I programmi d'area costituiscono una ulteriore...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 42

PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA D'AREA (Rubrica così sostituita dall'art. 4, primo comma, quarto alinea, L.R. 24 novembre 2006, n. 14) 1. Il Presidente della Giunta regionale, o l'Assessore all'Urbanistica su delega del Presidente della Giunta regionale, convoca una Conferenza...

Legge regionale Calabria del 2002 numero 19 art. 45

AUTORITÀ DI PROGRAMMA 1. L'Autorità di programma, costituita con decreto del Presidente della Giunta regionale: (Alinea così modificato dall'art. 4, primo comma, nono alinea, L.R. 24 novembre 2006, n. 14) a) coordina l'attività dei responsabili nominati dai soggetti partecipanti; b) vigila sul...