Testo cercato:

1130 art

Risultati 456-490 di 29530

Codice Civile art. 2198

MINORI, INTERDETI E INABILITATI 1. I provvedimenti di autorizzazione all' esercizio di una impresa commerciale da parte di un minore emancipato o di un inabilitato o nell' interesse di un minore non emancipato o di un interdetto e i provvedimenti con i quali l' autorizzazione viene revocata devono...

Codice Civile art. 2201

ENTI PUBBLICI 1. Gli enti pubblici che hanno per oggetto esclusivo o principale un' attività commerciale sono soggetti all' obbligo dell' iscrizione nel registro delle imprese.

Codice Civile art. 2209

PROCURATORI 1. Le disposizioni degli articoli 2206 e 2207 si applicano anche ai procuratori, i quali, in base a un rapporto continuativo, abbiano il potere di compiere per l' imprenditore gli atti pertinenti all' esercizio dell' impresa, pur non essendo preposti ad esso.

Codice Civile art. 2227

RECESSO UNILATERALE DAL CONTRATTO 1. Il committente può recedere dal contratto, ancorché sia iniziata l' esecuzione dell' opera, tenendo indenne il prestatore d' opera delle spese, del lavoro eseguito e del mancato guadagno.

Codice Civile art. 2229

CAPO II Delle professioni intellettuali (ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI INTELLETTUALI) 1. La legge determina le professioni intellettuali per l' esercizio delle quali è necessaria l' iscrizione in appositi albi o elenchi. 2. L' accertamento dei requisiti per l' iscrizione negli albi o negli elenchi,...

Codice Civile art. 2230

PRESTAZIONE D'OPERA INTELLETTUALE 1. Il contratto che ha per oggetto una prestazione d' opera intellettuale è regolato dalle norme seguenti e, in quanto compatibili con queste e con la natura del rapporto, dalle disposizioni del capo precedente. 2. Sono salve le disposizioni delle leggi speciali.

Codice Civile art. 2240

CAPO II Del lavoro domestico (NORME APPLICABILI) 1. Il rapporto di lavoro che ha per oggetto la prestazione di servizi di carattere domestico è regolato dalle disposizioni di questo capo e, in quanto più favorevoli al prestatore di lavoro, dalla convenzione e dagli usi.

Codice Civile art. 2244

RECESSO 1. Al contratto di lavoro domestico sono applicabili le norme sul recesso volontario e per giusta causa, stabilite negli articoli 2118 e 2119. 2. Il periodo di preavviso non può essere inferiore a otto giorni o, se l' anzianità di servizio è superiore a due anni, a quindici giorni.

Codice Civile art. 2264

PARTECIPAZIONE AI GUADAGNI E ALLE PERDITE RIMESSA ALLA DETERMINAZIONE DI UN TERZO 1. La determinazione della parte di ciascun socio nei guadagni e nelle perdite può essere rimessa ad un terzo. 2. La determinazione del terzo può essere impugnata soltanto nei casi previsti dall' articolo 1349 e nel...

Codice Civile art. 2270

CREDITORE PARTICOLARE DEL SOCIO 1. Il creditore particolare del socio, finché dura la società, può far valere i suoi diritti sugli utili spettanti al debitore e compiere atti conservativi sulla quota spettante a quest' ultimo nella liquidazione. 2. Se gli altri beni del debitore sono...

Codice Civile art. 2277

INVENTARIO 1. Gli amministratori devono consegnare ai liquidatori i beni e i documenti sociali e presentare ad essi il conto della gestione relativo al periodo successivo all' ultimo rendiconto. 2. I liquidatori devono prendere in consegna i beni e i documenti sociali, e redigere, insieme con gli...

Codice Civile art. 2280

PAGAMENTO DEI DEBITI SOCIALI 1. I liquidatori non possono ripartire tra i soci, neppure parzialmente, i beni sociali, finché non siano pagati i creditori della società o non siano accantonate le somme necessarie per pagarli. 2. Se i fondi disponibili risultano insufficienti per il pagamento dei...

Codice Civile art. 2281

RESTITUZIONE DEI BENI CONFERITI IN GODIMENTO 1. I soci che hanno conferito beni in godimento hanno diritto di riprenderli nello stato in cui si trovano. Se i beni sono periti o deteriorati per causa imputabile agli amministratori, i soci hanno diritto al risarcimento del danno a carico del...

Codice Civile art. 2288

ESCLUSIONE DI DIRITTO Testo in vigore fino al 14 agosto 2020 È escluso di diritto il socio che sia dichiarato fallito. Parimenti è escluso di diritto il socio nei cui confronti un suo creditore particolare abbia ottenuto la liquidazione della quota a norma dell'articolo 2270. Testo in...

Codice Civile art. 2289

LIQUIDAZIONE DELLA QUOTA DEL SOCIO USCENTE 1. Nei casi in cui il rapporto sociale si scioglie limitatamente a un socio, questi o i suoi eredi hanno diritto soltanto ad una somma di danaro che rappresenti il valore della quota. 2. La liquidazione della quota è fatta in base alla situazione...

Codice Civile art. 2290

RESPONSABILITA' DEL SOCIO USCENTE O DEI SUOI EREDI 1. Nei casi in cui il rapporto sociale si scioglie limitatamente a un socio, questi o i suoi eredi sono responsabili verso i terzi per le obbligazioni sociali fino al giorno in cui si verifica lo scioglimento. 2. Lo scioglimento deve essere...

Codice Civile art. 2329

CONDIZIONI PER LA COSTITUZIONE 1. Per procedere alla costituzione della società è necessario: 1) che sia sottoscritto per intero il capitale sociale; 2) che siano rispettate le previsioni degli articoli 2342, 2343 e 2343-ter relative ai conferimenti; (Numero così modificato dal comma 1...

Codice Civile art. 233

NASCITA DEL FIGLIO PRIMA DEI CENTOTTANTA GIORNI [Il figlio nato prima che siano trascorsi centottanta giorni dalla celebrazione del matrimonio è reputato legittimo se uno dei coniugi, o il figlio stesso, non ne disconoscono la paternità.] (Articolo così sostituito dall'art. 91, L. 19 maggio...

Codice Civile art. 2333

SEZIONE II Della costituzione mediante pubblica sottoscrizione (PROGRAMMA E SOTTOSCRIZIONE DELLE AZIONI) 1. La societa' puo' essere costituita anche per mezzo di pubblica sottoscrizione sulla base di un programma che ne indichi l'oggetto e il capitale, le principali disposizioni dell'atto...

Codice Civile art. 2337

SEZIONE III Dei promotori e dei soci fondatori (PROMOTORI) 1. Sono promotori coloro che nella costituzione per pubblica sottoscrizione hanno firmato il programma a norma del secondo comma dell' articolo 2333. (Il testo del presente articolo è stato riproposto senza modificazioni nella nuova...

Codice Civile art. 2340

LIMITI DEI BENEFICI RISERVATI AI PROMOTORI 1. I promotori possono riservarsi nell'atto costitutivo, indipendentemente dalla loro qualita' di soci, una partecipazione non superiore complessivamente a un decimo degli utili netti risultanti dal bilancio e per un periodo massimo di cinque anni. 2....

Codice Civile art. 235

DISCONOSCIMENTO DI PATERNITA' [L'azione per il disconoscimento di paternità del figlio concepito durante il matrimonio è consentita solo nei casi seguenti: 1) se i coniugi non hanno coabitato nel periodo compreso fra il trecentesimo ed il centottantesimo giorno prima della nascita; 2) se...

Codice Civile art. 2362

UNICO AZIONISTA 1. Quando le azioni risultano appartenere ad una sola persona o muta la persona dell'unico socio, gli amministratori devono depositare per l'iscrizione del registro delle imprese una dichiarazione contenente l'indicazione del cognome e nome o della denominazione, della data e del...

Codice Civile art. 2374

RINVIO DELL'ASSEMBLEA 1. I soci intervenuti che riuniscono un terzo del capitale rappresentato nell'assemblea, se dichiarano di non essere sufficientemente informati sugli oggetti posti in deliberazione, possono chiedere che l'assemblea sia rinviata a non oltre cinque giorni. 2. Questo diritto...

Codice Civile art. 2379

NULLITA' DELLE DELIBERAZIONI 1. Nei casi di mancata convocazione dell'assemblea, di mancanza del verbale e di impossibilita' o illiceita' dell'oggetto la deliberazione puo' essere impugnata da chiunque vi abbia interesse entro tre anni dalla sua iscrizione o deposito nel registro delle imprese, se...

Codice Civile art. 2383

NOMINA E REVOCA DEGLI AMMINISTRATORI 1. La nomina degli amministratori spetta all'assemblea, fatta eccezione per i primi amministratori, che sono nominati nell'atto costitutivo, e salvo il disposto degli articoli 2351, 2449 e 2450. 2. Gli amministratori non possono essere nominati per un periodo...

Codice Civile art. 2384

POTERI DI RAPPRESENTANZA 1. Il potere di rappresentanza attribuito agli amministratori dallo statuto o dalla deliberazione di nomina e' generale. 2. Le limitazioni ai poteri degli amministratori che risultano dallo statuto o da una decisione degli organi competenti non sono opponibili ai terzi,...

Codice Civile art. 2387

REQUISITI DI ONORABILITA', PROFESSIONALITA' E INDIPENDENZA 1. Lo statuto puo' subordinare l'assunzione della carica di amministratore al possesso di speciali requisiti di onorabilita', professionalita' ed indipendenza, anche con riferimento ai requisiti al riguardo previsti da codici di...

Codice Civile art. 2405

INTERVENTO ALLE ADUNANZE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E ALLE ASSEMBLEE 1. I sindaci devono assistere alle adunanze del consiglio di amministrazione, alle assemblee e alle riunioni del comitato esecutivo. 2. I sindaci, che non assistono senza giustificato motivo alle assemblee o, durante un...

Codice Civile art. 2412

LIMITI ALL'EMISSIONE 1. La società può emettere obbligazioni al portatore o nominative per somma complessivamente non eccedente il doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili risultanti dall'ultimo bilancio approvato. I sindaci attestano il rispetto del suddetto...

Codice Civile art. 242

PRINCIPIO DI PROVA PER ISCRITTO [Il principio di prova per iscritto risulta dai documenti di famiglia, dai registri e dalle carte private del padre o della madre, dagli atti pubblici e privati provenienti da una delle parti che sono impegnate nella controversia o da altra persona, che, se fosse...