Testo cercato:

1130 art

Risultati 666-700 di 29527

Codice Civile art. 463

CASI D' INDEGNITÀ E' escluso dalla successione come indegno: 1) chi ha volontariamente ucciso o tentato di uccidere la persona della cui successione si tratta, o il coniuge, o un discendente, o un ascendente della medesima, purché non ricorra alcuna delle cause che escludono la punibilità a...

Codice Civile art. 464

RESTITUZIONE DEI FRUTTI 1. L' indegno è obbligato a restituire i frutti che gli sono pervenuti dopo l' apertura della successione.

Codice Civile art. 468

SOGGETTI La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli anche adottivi, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto. (Comma così modificato dall’art. 68, comma 1, D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere...

Codice Civile art. 472

EREDITA' DEVOLUTE A MINORI EMANCIPATI O A INABILITATI 1. I minori emancipati e gli inabilitati non possono accettare le eredità, se non col beneficio d' inventario, osservate le disposizioni dell' articolo 394.

Codice Civile art. 475

ACCETTAZIONE ESPRESSA 1. L' accettazione è espressa quando, in un atto pubblico o in una scrittura privata, il chiamato all' eredità ha dichiarato di accettarla, oppure ha assunto il titolo di erede. 2. E' nulla la dichiarazione di accettare sotto condizione o a termine. 3. Parimenti è nulla...

Codice Civile art. 48

TITOLO IV Dell' assenza e della dichiarazione di morte presunta CAPO I Dell' assenza (CURATORE DELLO SCOMPARSO) 1. Quando una persona non è più comparsa nel luogo del suo ultimo domicilio o dell' ultima sua residenza e non se ne hanno più notizie, il tribunale dell' ultimo domicilio o dell' ultima...

Codice Civile art. 482

IMPUGNAZIONE PER VIOLENZA O DOLO 1. L' accettazione dell' eredità si può impugnare quando è effetto di violenza o di dolo. 2. L' azione si prescrive in cinque anni dal giorno in cui è cessata la violenza o è stato scoperto il dolo.

Codice Civile art. 488

DICHIARAZIONE IN CASO DI TERMINE FISSATO DALL'AUTORITA' GIUDIZIARIA 1. Il chiamato all' eredità che non è nel possesso di beni ereditari, qualora gli sia stato assegnato un termine a norma dell' articolo 481, deve, entro detto termine, compiere anche l' inventario; se fa la dichiarazione e non...

Codice Civile art. 492

GARANZIA 1. Se i creditori o altri aventi interesse lo richiedono, l' erede deve dare idonea garanzia per il valore dei beni mobili compresi nell' inventario, per i frutti degli immobili e per il prezzo dei medesimi che sopravanzi al pagamento dei creditori ipotecari.

Codice Civile art. 498

LIQUIDAZIONE DELL'EREDITA' IN CASO DI OPPOSIZIONE 1. Qualora entro il termine indicato nell' articolo 495 gli sia stata notificata opposizione da parte di creditori o di legatari, l' erede non può eseguire pagamenti, ma deve provvedere alla liquidazione dell' eredità nell' interesse di tutti i...

Codice Civile art. 50

IMMISSIONE NEL POSSESSO TEMPORANEO DI BENI 1. Divenuta eseguibile la sentenza che dichiara l' assenza, il tribunale, su istanza di chiunque vi abbia interesse o del pubblico ministero, ordina l' apertura degli atti di ultima volontà dell' assente, se vi sono. 2. Coloro che sarebbero eredi...

Codice Civile art. 511

SPESE 1. Le spese dell' apposizione dei sigilli, dell' inventario e di ogni altro atto dipendente dall' accettazione con beneficio d' inventario sono a carico dell' eredità.

Codice Civile art. 512

CAPO VI Della separazione dei beni del defunto da quelli dell'erede (OGGETTO DELLA SEPARAZIONE) 1. La separazione dei beni del defunto da quelli dell' erede assicura il soddisfacimento, con i beni del defunto, dei creditori di lui e dei legatari che l' hanno esercitata, a preferenza dei...

Codice Civile art. 514

RAPPORTI TRA CREDITORI SEPARATISTI E NON SEPARATISTI 1. I creditori e i legatari che hanno esercitato la separazione hanno diritto di soddisfarsi sui beni separati a preferenza dei creditori e dei legatari che non l' hanno esercitata, quando il valore della parte di patrimonio non separata...

Codice Civile art. 518

SEPARAZIONE RIGUARDO AGLI IMMOBILI 1. Riguardo agli immobili e agli altri beni capaci d' ipoteca, il diritto alla separazione si esercita mediante l' iscrizione del credito o del legato sopra ciascuno dei beni stessi. L' iscrizione si esegue nei modi stabiliti per iscrivere le ipoteche,...

Codice Civile art. 525

REVOCA DELLA RINUNZIA 1. Fino a che il diritto di accettare l' eredità non è prescritto contro i chiamati che vi hanno rinunziato, questi possono sempre accettarla, se non è già stata acquistata da altro dei chiamati, senza pregiudizio delle ragioni acquistate da terzi sopra i beni dell'...

Codice Civile art. 526

IMPUGNAZIONE PER VIOLENZA O DOLO 1. La rinunzia all' eredità si può impugnare solo se è l' effetto di violenza o di dolo. 2. L' azione si prescrive in cinque anni dal giorno in cui è cessata la violenza o è stato scoperto il dolo.

Codice Civile art. 53

GODIMENTO DEI BENI 1. Gli ascendenti, i discendenti e il coniuge immessi nel possesso temporaneo dei beni ritengono a loro profitto la totalità delle rendite. Gli altri devono riservare all' assente il terzo delle rendite.

Codice Civile art. 530

PAGAMENTO DEI DEBITI EREDITARI 1. Il curatore può provvedere al pagamento dei debiti ereditari e dei legati, previa autorizzazione del tribunale. 2. Se però alcuno dei creditori o dei legatari fa opposizione, il curatore non può procedere ad alcun pagamento, ma deve provvedere alla liquidazione...

Codice Civile art. 542

CONCORSO DI CONIUGE E FIGLI Se chi muore lascia, oltre al coniuge, un solo figlio, a quest'ultimo è riservato un terzo del patrimonio ed un altro terzo spetta al coniuge. (Comma così modificato dall’art. 73, comma 1, lett. a), D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai...

Codice Civile art. 544

CONCORSO DI ASCENDENTI E CONIUGE (Rubrica così modificata dall’art. 74, comma 1, lett. a), D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai sensi di quanto disposto dall’art. 108, comma 1 dello stesso D.Lgs. n. 154/2013. Il testo precedentemente in vigore era il seguente:...

Codice Civile art. 551

LEGATO IN SOSTITUZIONE DI LEGITTIMA 1. Se ad un legittimario è lasciato un legato in sostituzione della legittima, egli può rinunziare al legato e chiedere la legittima. 2. Se preferisce di conseguire il legato, perde il diritto di chiedere un supplemento, nel caso che il valore del legato sia...

Codice Civile art. 560

RIDUZIONE DEL LEGATO E DELLA DONAZIONE D'IMMOBILI 1. Quando oggetto del legato o della donazione da ridurre è un immobile, la riduzione si fa separando dall' immobile medesimo la parte occorrente per integrare la quota riservata, se ciò può avvenire comodamente. 2. Se la separazione non può...

Codice Civile art. 566

SUCCESSIONE DEI FIGLI Al padre ed alla madre succedono i figli, in parti uguali. (Articolo così sostituito prima dall'art. 185, L. 19 maggio 1975, n. 151, sulla riforma del diritto di famiglia, e poi dall’art. 76, comma 1, D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai sensi...

Codice Civile art. 569

SUCCESSIONE DEGLI ASCENDENTI 1. A colui che muore senza lasciar prole, né genitori, né fratelli o sorelle o loro discendenti, succedono per una metà gli ascendenti della linea paterna e per l' altra metà gli ascendenti della linea materna. 2. Se però gli ascendenti non sono di eguale grado, l'...

Codice Civile art. 581

CONCORSO DEL CONIUGE CON I FIGLI Quando con il coniuge concorrono figli, il coniuge ha diritto alla metà dell'eredità, se alla successione concorre un solo figlio, e ad un terzo negli altri casi. (Comma così modificato dall’art. 80, comma 1, D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7...

Codice Civile art. 584

SUCCESSIONE DEL CONIUGE PUTATIVO 1. Quando il matrimonio è stato dichiarato nullo dopo la morte di uno dei coniugi, al coniuge superstite di buona fede spetta la quota attribuita al coniuge dalle disposizioni che precedono. Si applica altresì la disposizione del secondo comma dell' articolo...

Codice Civile art. 599

PERSONE INTERPOSTE 1. Le disposizioni testamentarie a vantaggio delle persone incapaci indicate dagli articoli 596, 597 e 598 sono nulle anche se fatte sotto nome d' interposta persona. 2. Sono reputate persone interposte, il padre, la madre, i discendenti e il coniuge della persona incapace,...

Codice Civile art. 601

CAPO IV Della forma dei testamenti - SEZIONE I Dei testamenti ordinari - (FORME) 1. Le forme ordinarie di testamento sono il testamento olografo e il testamento per atto di notaio. 2. Il testamento per atto di notaio è pubblico o segreto.