Testo cercato:

1130 art

Risultati 1891-1925 di 29522

Codice Civile art. 2875

ECCESSO NEL VALORE DEI BENI 1. Si reputa che il valore dei beni ecceda la cautela da somministrarsi, se tanto alla data dell' iscrizione dell' ipoteca, quanto posteriormente, supera di un terzo l' importo dei crediti iscritti, accresciuto degli accessori a norma dell' articolo 2855.

Codice Civile art. 2893

MANCATA RICHIESTA DELL'INCANTO 1. Se l' incanto non è domandato nel tempo e nel modo prescritti dall' articolo 2891, il valore del bene rimane definitivamente stabilito nel prezzo che l' acquirente ha posto a disposizione dei creditori a norma dell' articolo 2890 numero 3. 2. La liberazione del...

Codice Civile art. 2901

SEZIONE II Dell'azione revocatoria (CONDIZIONI) 1. Il creditore, anche se il credito è soggetto a condizione o a termine, può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio coi quali il debitore rechi pregiudizio alle sue ragioni, quando...

Codice Civile art. 2907

TITOLO IV Della tutela giurisdizionale dei diritti - CAPO I Disposizioni generali (ATTIVITA' GIURISDIZIONALE) 1. Alla tutela giurisdizionale dei diritti provvede l' autorità giudiziaria su domanda di parte e, quando la legge lo dispone, anche su istanza del pubblico ministero o d' ufficio. 2. La...

Codice Civile art. 2909

COSA GIUDICATA 1. L' accertamento contenuto nella sentenza passata in giudicato fa stato a ogni effetto tra le parti, i loro eredi o aventi causa.

Codice Civile art. 2911

BENI GRAVATI DA PEGNO O IPOTECA 1. Il creditore che ha pegno su beni del debitore non può pignorare altri beni del debitore medesimo, se non sottopone a esecuzione anche i beni gravati dal pegno. Non può parimenti, quando ha ipoteca, pignorare altri immobili, se non sottopone a pignoramento anche...

Codice Civile art. 2912

§2 Degli effetti del pignoramento (ESTENSIONE DEL PIGNORAMENTO) 1. Il pignoramento comprende gli accessori, le pertinenze e i frutti della cosa pignorata.

Codice Civile art. 2913

INEFFICACIA DELLE ALIENAZIONI DEL BENE PIGNORATO 1. Non hanno effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell' esecuzione gli atti di alienazione dei beni sottoposti a pignoramento, salvi gli effetti del possesso di buona fede per i mobili non iscritti in...

Codice Civile art. 2923

LOCAZIONI 1. Le locazioni consentite da chi ha subito l' espropriazione sono opponibili all' acquirente se hanno data certa anteriore al pignoramento, salvo che, trattandosi di beni mobili, l' acquirente ne abbia conseguito il possesso in buona fede. 2. Le locazioni immobiliari eccedenti i nove...

Codice Civile art. 2924

CESSIONI E LIBERAZIONI DI PIGIONI E DI FITTI 1. Le cessioni e le liberazioni di pigioni e di fitti non ancora scaduti non sono opponibili all' acquirente, salvo che si tratti di cessioni o di liberazioni eccedenti il triennio e trascritte anteriormente al pignoramento o si tratti di anticipazioni...

Codice Civile art. 2930

SEZIONE II Dell'esecuzione forzata in forma specifica (ESECUZIONE FORZATA PER CONSEGNA O RILASCIO) 1. Se non è adempiuto l' obbligo di consegnare una cosa determinata, mobile o immmobile, l' avente diritto può ottenere la consegna o il rilascio forzati a norma delle disposizioni del codice di...

Codice Civile art. 2932

ESECUZIONE SPECIFICA DELL'OBBLIGO DI CONCLUDERE UN CONTRATTO 1. Se colui che è obbligato a concludere un contratto non adempie l' obbligazione, l' altra parte, qualora sia possibile e non sia escluso dal titolo, può ottenere una sentenza che produca gli effetti del contratto non concluso. 2. Se...

Codice Civile art. 2939

OPPONIBILITA' DELLA PRESCRIZIONE DA PARTE DEI TERZI 1. La prescrizione può essere opposta dai creditori e da chiunque vi ha interesse, qualora la parte non la faccia valere. Può essere opposta anche se la parte vi ha rinunziato.

Codice Civile art. 2952

PRESCRIZIONE IN MATERIA DI ASSICURAZIONE 1. Il diritto al pagamento delle rate di premio si prescrive in un anno dalle singole scadenze. 2. Gli altri diritti derivanti dal contratto di assicurazione e dal contratto di riassicurazione si prescrivono in due anni dal giorno in cui si è verificato il...

Codice Civile art. 2956

PRESCRIZIONE DI TRE ANNI 1. Si prescrive in tre anni il diritto: 1) dei prestatori di lavoro, per le retribuzioni corrisposte a periodi superiori al mese; 2) dei professionisti, per il compenso dell' opera prestata e per il rimborso delle spese correlative; 3) dei notai, per gli atti del loro...

Codice Civile art. 2967

EFFETTO DELL'IMPEDIMENTO DELLA DECADENZA 1. Nei casi in cui la decadenza è impedita, il diritto rimane soggetto alle disposizioni che regolano la prescrizione.

Codice Civile art. 298

DECORRENZA DEGLI EFFETTI DELL'ADOZIONE 1. L' adozione produce i suoi effetti dalla data del decreto che la pronunzia. 2. Finché il decreto non è emanato, tanto l' adottante quanto l' adottando possono revocare il loro consenso. 3. Se l' adottante muore dopo la prestazione del consenso e prima...

Codice Civile art. 30

LIQUIDAZIONE 1. Dichiarata l' estinzione della persona giuridica o disposto lo scioglimento dell' associazione, si procede alla liquidazione del patrimonio secondo le norme di attuazione del codice.

Codice Civile art. 300

DIRITTI E DOVERI DELL'ADOTTATO 1. L' adottato conserva tutti i diritti e i doveri verso la sua famiglia di origine, salve le eccezioni stabilite dalla legge. 2. L' adozione non induce alcun rapporto civile tra l' adottante e la famiglia dell' adottato, né tra l' adottato e i parenti dell'...

Codice Civile art. 312

ACCERTAMENTI DEL TRIBUNALE 1. Il tribunale, assunte le opportune informazioni, verifica: 1) se tutte le condizioni della legge sono state adempiute; 2) se l' adozione conviene all' adottando.

Codice Civile art. 316

RESPONSABILITÀ GENITORIALE Entrambi i genitori hanno la responsabilità genitoriale che è esercitata di comune accordo tenendo conto delle capacità, delle inclinazioni naturali e delle aspirazioni del figlio. I genitori di comune accordo stabiliscono la residenza abituale del minore. In caso di...

Codice Civile art. 318

ABBANDONO DELLA CASA DEL GENITORE Il figlio, sino alla maggiore età o all'emancipazione, non può abbandonare la casa dei genitori o del genitore che esercita su di lui la responsabilità genitoriale né la dimora da essi assegnatagli. Qualora se ne allontani senza permesso, i genitori possono...

Codice Civile art. 323

ATTI VIETATI AI GENITORI I genitori esercenti la responsabilità genitoriale sui figli non possono, neppure all'asta pubblica, rendersi acquirenti direttamente o per interposta persona dei beni e dei diritti del minore. (Comma così modificato dall’art. 47, comma 1, D.Lgs. 28 dicembre 2013, n....

Codice Civile art. 324

USUFRUTTO LEGALE I genitori esercenti la responsabilità genitoriale hanno in comune l'usufrutto dei beni del figlio, fino alla maggiore età o all'emancipazione. (Comma così modificato dall’art. 48, comma 1, lett. a) e b), D.Lgs. 28 dicembre 2013, n. 154, a decorrere dal 7 febbraio 2014 ai sensi...

Codice Civile art. 345

SEZIONE II Del tutore e del protutore (DENUNZIE AL GIUDICE TUTELARE) 1. L' ufficiale dello stato civile, che riceve la dichiarazione di morte di una persona la quale ha lasciato figli in età minore ovvero la dichiarazione di nascita di un figlio di genitori ignoti, e il notaio, che procede alla...

Codice Civile art. 350

INCAPACITA' ALL'UFFICIO TUTELARE Non possono essere nominati tutori e, se sono stati nominati, devono cessare dall'ufficio: 1) coloro che non hanno la libera amministrazione del proprio patrimonio; 2) coloro che sono stati esclusi dalla tutela per disposizione scritta del genitore il quale per...

Codice Civile art. 355

PROTUTORE 1. Sono applicabili al protutore le disposizioni stabilite per il tutore in questa sezione. 2. Non si nomina il protutore nei casi contemplati nel primo comma dell' articolo 354.

Codice Civile art. 357

SEZIONE III Dell'esercizio della tutela (FUNZIONI DEL TUTORE) 1. Il tutore ha la cura della persona del minore, lo rappresenta in tutti gli atti civili e ne amministra i beni.

Codice Civile art. 366

BENI AMMINISTRATI DA CURATORE SPECIALE 1. Il tutore deve comprendere nell' inventario generale del patrimonio del minore anche i beni, la cui amministrazione è stata deferita a un curatore speciale. Se questi ha formato un inventario particolare di tali beni, deve rimetterne copia al tutore, il...

Codice Civile art. 380

CONTABILITA' DELL'AMMINISTRAZIONE 1. Il tutore deve tenere regolare contabilità della sua amministrazione e renderne conto ogni anno al giudice tutelare. 2. Il giudice può sottoporre il conto annuale all' esame del protutore e di qualche prossimo parente o affine del minore.

Codice Civile art. 389

REGISTRO DELLE TUTELE 1. Nel registro delle tutele, istituito presso ogni giudice tutelare, sono iscritti a cura del cancelliere l' apertura e la chiusura della tutela, la nomina, l' esonero e la rimozione del tutore e del protutore, le risultanze degli inventari e dei rendiconti e tutti i...

Codice Civile art. 39

COMITATI 1. I comitati di soccorso o di beneficenza e i comitati promotori di opere pubbliche, monumenti, esposizioni, mostre, festeggiamenti e simili sono regolati dalle disposizioni seguenti, salvo quanto è stabilito nelle leggi speciali.

Codice Civile art. 392

CURATORE DELL'EMANCIPATO 1. Curatore del minore sposato con persona maggiore di età è il coniuge. 2. Se entrambi i coniugi sono minori di età, il giudice tutelare può nominare un unico curatore, scelto preferibilmente fra i genitori. 3. Se interviene l' annullamento per una causa diversa dall'...