Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 51

Implicito esercizio del diritto potestativo di cui all'art.550 cod.civ. (cautela sociniana) ed antecedente contegno concludente inteso a dare volontaria attuazione alle disposizioni testamentarie lesive. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3894 del 12 marzo 2012)

In tema di c.d. cautela sociniana, la proposizione, da parte del legittimario al quale il de cuius abbia assegnato l'usufrutto sulla disponibile o su parte di essa, della domanda di divisione con...

Insufficienza della mera quietanza ad integrare il requisito della forma scritta in riferimento ai contratti aventi ad oggetto il trasferimento di beni immobili. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 5158 del 30 marzo 2012)

Nei contratti aventi ad oggetto il trasferimento di beni immobili, ad integrare l'atto scritto, richiesto ad substantiam, non è sufficiente un qualsiasi documento, ma occorre che lo scritto contenga...

Annullamento della procura per incapacità naturale del rappresentato. Utilizzo della procura nel tempo antecedente l'annullamento. Rappresentanza apparente. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3787 del 9 marzo 2012)

L'annullamento della procura per incapacità naturale elimina i poteri del rappresentante, di modo che l'atto da costui perfezionato deve intendersi come stipulato in carenza di potere...

Conseguenze dell'incongruità della valutazione peritale di stima dell'immobile concesso in garanzia: nullità del mutuo fondiario a cagione del superamento dell’importo rispetto alla misura massima finanziabile? (Tribunale di Venezia, 26 luglio 2012)

La stima di un immobile redatta per individuare il limite di finanziabilità di un mutuo fondiario deve attenersi alle norme di cui all'art. 38, comma II, del d. lgs. n. 385/1993 ed alla delibera CICR...

L’alienazione, da parte di un coerede, dei diritti allo stesso spettanti su alcuni beni non fa subentrare l’acquirente nella comunione. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 737 del 19 gennaio 2012)

Ai sensi dell'art. 757 c.c., la vendita da parte di un coerede dei diritti allo stesso spettanti su alcuni beni facenti parte della comunione ereditaria, avendo effetti puramente obbligatori, non fa...

I presupposti per l’azione di revocatoria fallimentare vanno accertati al momento della stipula del contratto definitivo e non del preliminare. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 17995 del 1 settembre 2011)

L’indagine circa la sussistenza dei presupposti per l’azione della revocatoria fallimentare va compiuto con riferimento al momento del contratto definitivo di vendita del bene e non a quello di...

Il comproprietario dell'immobile che sia stato locato da altro contitolare (attività qualificabile in chiave di gestione di affari altrui) può provvedere alla riscossione dei canoni secondo le regole del mandato senza rappresentanza. (Cass. Civ., Sez. Unite, n. 11136 del 4 luglio 2012)

La locazione della cosa comune da parte di uno dei comproprietari rientra nell’ambito di applicazione della gestione di affari ed è soggetta alle regole di tale istituto, fra le quali quella di cui...

Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 27, recante attuazione della direttiva 2007/36/CE, relativa all'esercizio di alcuni diritti degli azionisti di società quotate. (Dlgs 18 giugno 2012, n. 91)

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo del 18 giugno 2012 n. 91, recante "Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 27, recante attuazione della...

E' incostituzionale l'art.2 comma 61 del d.l. 225/2010 che fa decorrere l'inizio del termine prescrizionale dei diritti scaturenti dall'annotazione in conto corrente dal giorno dell'annotazione. (Corte Cost. sent. n. 78 del 5 aprile 2012)

Va dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 2, comma 61, seconda parte del D.L. n. 225/2010, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 10/2011, secondo cui in ogni caso non si fa luogo...

Onere gravante sulla parte intimante ex art. 1454 c.c. e criteri cui deve attenersi il giudice nel valutare la non scarsa importanza dell’inadempimento ai fini della risoluzione del contratto. (Cass. Civ., Sez. II, n. 3477 del 06/03/2012)

In tema di diffida ad adempiere, l’unico onere che, ai sensi dell’art. 1454 c.c., grava sulla parte intimante è quello di fissare un termine entro il quale l’altra parte dovrà adempiere alla propria...

Deliberazione assembleare di aumento del capitale nulla e conversione della stessa in modificazione dell'atto costitutivo. Inapplicabilità delle disposizioni in tema di prelazione in tema di locazioni commerciali al trasferimento dell'integralità delle partecipazioni della società titolare del bene. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 25703 del 1 dicembre 2011)

La deliberazione assembleare di una s.r.l. con cui sia stato approvato un aumento di capitale anteriormente all'iscrizione della società nel registro delle imprese è inesistente, in quanto emanata da...

Attuazione della direttiva 2009/109/CE, modificativa delle direttive 77/91/CEE, 78/855/CEE e 82/891/CEE e della direttiva 2005/56/CE in tema di adempimenti relativi ai procedimenti di fusione e scissione di società. (DLgs 22 giugno 2012, n. 123)

E' stato pubblicato in G.U. 3 agosto 2012 il decreto legislativo n. 123 del 23 giugno 2012, recante "Attuazione della direttiva 2009/109/CE, che modifica le direttive 77/91/CEE, 78/855/CEE e...

Simulazione e prescrizione estintiva. Interposizione fittizia, struttura trilaterale dell'accordo simulatorio e contratto concluso per procura. (Tribunale di Milano, 25 novembre 2011)

L’azione di accertamento della simulazione, sia questa assoluta o relativa, non è soggetta alla prescrizione. Nel caso della simulazione relativa, sono semmai i diritti finali che presuppongono gli...