Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Questioni controverse in materia di imposta di registro (Provvedimento prot. n. 2011/114394 Direzione Regionale della Lombardia dell'Agenzia delle Entrate)

La Direzione Regionale della Lombardia dell'Agenzia delle Entrate ha pubblicato in data 16 settembre 2011 il provvedimento prot. n. 2011/114394 avente ad oggetto "Questioni controverse in materia di imposta di registro".
Leggi il testo completo.

Commento

(di Daniele Minussi)
La Direzione lombarda dell'Agenzia delle Entrate ha messo a fuoco alcune questioni relative a:
a) tassazione dei contratti preliminari, con speciale riferimento alla relazione tra disciplina dell'IVA e dell'imposte di registro afferente alla corresponsione di acconti e di somme a titolo di caparra confirmatoria;
b) tassazione della cessione del contratto, relativamente alla base imponibile;
c) disciplina della tassazione dell'atto di accettazione dell'eredità, degli atti di rinunzia all'eredità (nella versione pura, abdicativa, nonchè nella versione traslativa, fatta cioè in favore di taluno dei coeredi);
d) tassazione degli atti plurimi, vale a dire nei quali in un unico contesto documentale sono presenti più negoziazioni (spesso di tenuissimo valore economico, rispetto alle quali dunque è possibile realizzare radicali risparmi di imposta, cumulandosi le varie proporzionali fino a raggiungere quantomeno l'importo di una c.d. "fissa");
e) tassazione degli atti ricognitivi di debito.
Quest'ultima fattispecie merita la massima attenzione non tanto per la messa a fuoco dell'aliquota dell'imposta di registro, dovuta in via proporzionale in ragione dell'1%, quanto per l'indicazione della assoluta rilevanza dell'atto che ne costituisce il presupposto ed il necessario antecedente logico-giuridico. Il principio di enunciazione, a tal riguardo, è sempre in agguato.

Aggiungi un commento