Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 22

Modalità di sottoscrizione del testamento olografo. Valido anche quello riportante una firma del testatore posta a margine della scheda per mancanza di spazio in calce. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 14119 del 20 giugno 2014)

In tema di sottoscrizione non apposta in calce al testo del testamento, può ritenersi rispettato il dettato normativo dell'art. 602 c.c., quando la sottoscrizione delle disposizioni di ultima volontà...

Compossesso e praticabilità dell'usucapione. L’erede rimasto in possesso dei beni della successione può acquisirne la proprietà quando dia conto dell'esclusività della situazione possessoria. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 24214 del 13 novembre 2014)

In tema di compossesso, il godimento esclusivo della cosa comune da parte di uno dei compossessori non è, di per sé, idoneo a far ritenere lo stato di fatto cosi determinatosi funzionale all’esercizio...

L’agevolazione prima casa non può essere revocata se il contribuente sia proprietario nello stesso Comune semplicemente di una quota "esigua" di altro immobile. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 21289 dell’8 ottobre 2014)

L'acquisto di una quota particolarmente esigua di un immobile, non comportando il potere di disporne come abitazione propria, non realizza l'intento abitativo, che è la finalità perseguita dal...

Cosa deve fare il notaio autenticante una scrittura privata? Non può limitarsi ad effettuare il mero controllo di legalità delle pattuizioni, bensì anche indagare sulla volontà delle parti. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 19350 del 12 settembre 2014)

Il notaio, così come indicato nella circolare dell’11 ottobre 2011 del Consiglio Nazionale del Notariato in materia di mediazione civile, non solo è sempre tenuto a verificare il controllo di legalità...

Agevolazioni "prima casa". La necessità, sopravvenuta rispetto al tempo del rogito, di mettere in sicurezza l’abitazione legittima la conservazione dei benefici invocati in sede di contratto di compravendita. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 19247 dell’11 settembre 2014)

Il contribuente conserva i benefici fiscali sulla prima casa quando la residenza non viene trasferita entro i termini di legge in quanto dopo il rogito si sono resi necessari dei lavori. E'...

Azione revocatoria fallimentare: quando va valutato il presupposto costituito dalla sproporzione delle prestazioni? Al tempo della conclusione del preliminare oppure del definitivo? (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 19314 del 12 settembre 2014)

Nell'ipotesi di revocatoria fallimentare di un atto di compravendita preceduto dalla stipula di un contratto preliminare, la sproporzione tra le prestazioni deve essere valutata con riferimento al...

Verso il riconoscimento della causa fiduciae per il tramite di una risposta ad un interpello rivolto all'Agenzia delle Entrate? L'agevolazione prima casa spetta anche al fiduciario-affidatario che, già titolare di un appartamento in tale sua qualità, ne acquisti un altro nello stesso comune per fruirne in proprio. (Interpello 903-124/2014-ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212)

Leggi il [[Interpello 903-124/2014-ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212, L'agevolazione prima casa spetta anche al fiduciario-affidatario|testo completo]]...

Fondo intercluso: la domanda di costituzione coattiva di una servitù di passaggio deve essere proposta nei confronti dei proprietari di tutti i fondi serventi. Non si tratta di litisconsorzio necessario, ma di condizione dell'azione, difettando la quale la domanda va respinta. (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. n. 9685 del 22 aprile 2013)

La domanda di costituzione coattiva di servitù di passaggio deve essere contestualmente proposta nei confronti dei proprietari di tutti i fondi che sia necessario attraversare ai fini del collegamento...

Ancora in tema di comodato della casa coniugale: anche in esito alla morte del comodatario non si estingue automaticamente il rapporto: l’estinzione interviene soltanto quando il comodante domanda agli eredi la restituzione del bene. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 20001 del 23 settembre 2014)

Non sussiste l'onere di restituzione immediata dell'immobile se muore il comodatario della casa coniugale. A norma dell'art. 1811 c.c., in caso di morte del comodatario, il comodante, pur in costanza...

Usi civici. Profili processuali nel giudizio in materia di usi civici: inammissibilità dell’integrazione del contraddittorio nel reclamo contro la sentenza commissariale. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 9621 del 5 maggio 2014)

In tema di usi civici, l'art. 4 della l. n. 1078/1930, nell'escludere l'integrazione del contraddittorio in appello nei riguardi dei controinteressati al gravame, manifestamente non viola gli artt. 24...

Agevolazioni "prima casa": la mancata concessione della residenza riconducibile al mancato rilascio del certificato di abitabilità causato dalla condotta del costruttore-venditore, è da reputarsi causa di forza maggiore in riferimento al mancato trasferimento della residenza entro i 18 mesi. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 18770 del 5 settembre 2014)

In tema di imposta di registro, il beneficio fiscale della prima casa spetta a coloro che, pur avendo fatto formale richiesta al momento dell’acquisto, non abbiano ancora ottenuto il trasferimento...

Non è consentito usufruire due volte delle agevolazioni "prima casa" senza aver preventivamente ceduto l'immobile già acquisito con le dette agevolazioni. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 17294 del 30 luglio 2014)

Non è possibile fruire dell’agevolazione prevista per l’acquisto della prima casa, previa rinunzia a un precedente analogo beneficio, conseguito in virtù della medesima disciplina, in conseguenza del...