Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 18

Autorizzazione alla vendita di un bene culturale appartenente ad ente pubblico o ad ente non lucrativo: rilevanza del profilo di utilizzazione dei beni. (Consiglio di Stato, Sez. VI, sent. n. 1396 dell’8 aprile 2016)

L’art. 55 d.lgs. n. 42/2004 (Codice dei beni culturali) dispone, tra l’altro, che il provvedimento di l’autorizzazione del Ministero all’alienazione di immobili del patrimonio culturale stabilisca le...

Interpretazione "dinamica" degli atti o revival di vecchie norme sepolte? Così la cessione delle quote di una società diventa, fiscalmente parlando, cessione d'azienda. (CTR Firenze, Sez. XIII, sent. n. 1252 del 7 luglio 2016)

L'atto di cessione di quote pari al 100% del capitale sociale equivale ad una vera e propria cessione di azienda, con la conseguenza che l'operazione deve essere assoggettata al medesimo regime...

Vendite "a catena" e riacquisto entro l’anno di altro immobile. Mantenimento del beneficio prima casa. Prova di come ogni singolo acquisto sia stato seguito dall’effettiva realizzazione della destinazione a propria abitazione. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 13958 dell’8 luglio 2016)

In caso di successivi atti di vendita dell'immobile e riacquisto entro l'anno di altro immobile, affinché il contribuente possa mantenere l'agevolazione, occorre che egli fornisca la prova che...

Azione revocatoria. Presunzione della partecipatio fraudis in forza del vincolo parentale. Acquisto della casa del marito da parte della moglie ed accordi della separazione. (Cass. Civ., Sez. VI-III, sent. n. 1404 del 26 gennaio 2016)

La prova della partecipatio fraudis del terzo, necessaria ai fini dell'accoglimento dell'azione revocatoria ordinaria nel caso in cui l'atto dispositivo sia oneroso e successivo al sorgere del...

"Favor rei" e sanzioni irrogate a fronte della illegittima richiesta di applicazione delle agevolazioni "prima casa". Venir meno dell'asimmetria tra atti "Iva" ed atti "registro". (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 13235 del 27 giugno 2016)

In tema di sanzioni amministrative per violazione di norme tributarie, ai sensi dell'art. 3 del D.Lgs. n. 472/ 1997, che ha esteso il principio del favor rei anche nel settore tributario, sancendone...

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO che attua la cooperazione rafforzata nel settore della competenza, della legge applicabile, del riconoscimento e dell'esecuzione delle decisioni in materia di regimi patrimoniali tra coniugi. (REGOLAMENTO DELLA COMUNITÀ EUROPEA 24 giugno 2016, n. 2016/1103)

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea il REGOLAMENTO DELLA COMUNITÀ EUROPEA 24 giugno 2016, n. 2016/1103, Regolamento del Consiglio "che attua la cooperazione rafforzata nel...

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO che attua la cooperazione rafforzata nel settore della competenza, della legge applicabile, del riconoscimento e dell'esecuzione delle decisioni in materia di effetti patrimoniali delle unioni registrate. (REGOLAMENTO DELLA COMUNITA' EUROPEA 24 giugno 2016, n. 2016/1104)

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea il REGOLAMENTO DELLA COMUNITA' EUROPEA 24 giugno 2016, n. 2016/1104, Regolamento del Consiglio "che attua la cooperazione rafforzata nel...

Competono le agevolazioni "prima casa" anche al contribuente che, entro un anno dall'alienazione della precedente "prima casa", edifica un immobile su un terreno già di sua proprietà. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 13550 del 1° luglio 2016)

In tema di imposta di registro e dei relativi benefici per l'acquisto della prima casa, la previsione dell'acquisto, entro un anno dall'alienazione dell'immobile agevolato, di un terreno sul quale il...

Agevolazioni "prima casa", revoca delle stesse per la natura "di lusso" del bene e poteri ispettivi del fisco. Nell'ipotesi di gravi indizi di violazioni l'accertamento può avvenire d’ufficio mediante accesso nella casa del contribuente. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 13145 del 24 giugno 2016)

Le disposizioni contenute nell'art. 53 bis d.p.r. n. 131/1986 devono essere interpretate valorizzando la chiara intenzione del legislatore di estendere i poteri d'accesso anche nei confronti di chi...

E' escluso dalla comunione legale dei beni il diritto di credito scaturente dal contratto preliminare stipulato da uno soltanto dei coniugi. L'eventuale pronunzia costitutiva non determina un'acquisto ex art. 177 lett. a) cod.civ.. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 11504 del 3 giugno 2016)

Non cade in comunione legale l'immobile che, promesso in vendita a persona coniugata in regime di comunione legale, sia coattivamente trasferito ex art. 2932 c.c., a causa dell'inadempimento del...

La domanda di riduzione delle donazioni effettuate in vita dal de cuius si estende alle disposizioni testamentarie prodotte in corso di causa. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 24521 del 2 dicembre 2015)

La domanda proposta dall'erede per la riduzione di donazione lesiva di legittima si estende - attesa l'unicità dell'azione ex artt. 554 e 555 c.c. - alla disposizione testamentaria prodotta in corso...

Simulazione relativa soggettiva. La controdichiarazione non deve essere perfezionata necessariamente nel tempo coevo alla stipulazione dell'atto simulato, nè deve essere sottoscritta dal terzo dante causa dell'apparente acquirente. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 24973 del 10 dicembre 2015)

In tema di simulazione della vendita la c.d. controdichiarazione costituisce atto di riconoscimento o di accertamento scritto, avente carattere negoziale, che non si inserisce come elemento essenziale...

La liberalità indiretta è esente da imposta soltanto in corrispondenza alla stipulazione di atto soggetto ad imposta di registro ed a condizione che sia espressamente enunciato ikl relativo collegamento. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 13133 del 24 giugno 2016)

Ai sensi dell'art. 1, comma 4-bis del D. Lgs. n. 346/1990, ferma restando l'applicazione dell'imposta sulle donazioni anche alle liberalità indirette, risultanti da atti soggetti a registrazione,...

Hai concluso un contratto di comodato di un immobile in cui esso era destinato a casa familiare? La durata di esso si stabilisce per relationem e persiste fino a quando sussistono le predette esigenze. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 2506 del 9 febbraio 2016)

Il coniuge affidatario dei figli minori, oppure maggiorenni ma non autosufficienti, ove sia assegnatario della casa familiare, può opporre il provvedimento di assegnazione al comodante, il quale...