Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 13

Pregiudizio derivante dalla mancata consegna del bene immobile promesso in vendita e successivamente trasferito con pronunzia ex art. 2932 cod.civ.: la computazione del danno decorre dalla data originariamente prevista nel preliminare inadempiuto. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 7940 del 28 marzo 2017)

I danni derivati al compratore di un immobile per l'inadempimento del venditore all'obbligo di consegnarglielo, dopo l'ottenimento del trasferimento coattivo della proprietà di esso (art. 2932 c.c.),...

Vendita dello stesso immobile a soggetti diversi: conseguenze della prevalenza dell'atto cronologicamente successivo, tuttavia trascritto per primo. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 7314 del 22 marzo 2017)

La vendita successiva, trascritta, ad un terzo dello stesso bene immobile già venduto, ma con atto non trascritto, costituisce inadempimento all'obbligo contrattuale che il venditore implicitamente...

Negozio atipico di trasferimento di diritti immobiliari a fronte di corrispettivo costituito in parte da prezzo, in parte da prestazioni di natura assistenziale. Quid juris per il caso di inadempimento? (Cass. Civ., Sez. VI-II, sent. n. 13232 del 25 maggio 2017)

L’accordo mediante il quale le parti stabiliscono la cessione di quote di piena o nuda proprietà di un bene immobile verso un corrispettivo, in parte rappresentato dalla prestazione mensile di una...

Autoparcheggi e mancata realizzazione degli stessi. Destinazione dell’area incompatibile con quella del progetto autorizzato: Tutela risarcitoria, non ripristinatoria. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 13210 del 25 maggio 2017)

In tema di spazi riservati a parcheggio nei fabbricati di nuova costruzione, il vincolo previsto al riguardo dall'art. 41-sexies della l. n. 1150 del 1942, introdotto dall'art. 18 della l. n. 765 del...

Ancora in tema di collegamento negoziale di tipo formale: forma scritta ad substantiam actus per il pactum fiduciae quando abbia ad oggetto diritti reali immobiliari. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 13216 del 25 maggio 2017)

Il pactum fiduciae, con il quale il fiduciario si obbliga a modificare la situazione giuridica a lui facente capo a favore del fiduciante o di altro soggetto da costui designato, richiede, allorché...

Rilevabilità d'ufficio dell’usurarietà sopravvenuta del tasso di interesse. Conseguenze: applicazione del tasso normativamente previsto. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 9405 del 12 aprile 2017)

Qualora l’usurarietà del tasso d’interessi di un mutuo, originariamente pattuito in misura legittima, sia sopravvenuta nel corso dell’esecuzione del contratto e sia stata tempestivamente contestata -...

Rinuncia per iscritto a far valere l'intervenuta usucapione della servitù. Efficacia nei confronti dell'avente causa del titolare del fondo potenzialmente dominante. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 11158 del 30 maggio 2016)

Deve ritenersi opponibile all’avente causa la rinuncia scritta operata dal dante causa rispetto all’acquisizione per usucapione della servitù di passaggio sul fondo contiguo dovendosi ritenere che la...

Nasce valido, diventa nullo poi, ma alfin sanar si puote... Nullità per omessa registrazione del contratto di locazione: la registrazione tardiva possiede effetti sananti ex tunc. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 10498 del 28 aprile 2017)

In tema di locazione immobiliare (nella specie per uso non abitativo), la mancata registrazione del contratto determina, ai sensi dell’art. 1, comma 346, della L. n. 311/2004, una nullità per...

Attribuzione al coniuge, in adempimento di accordi di separazione, della quota dell’immobile acquistato con agevolazioni "prima casa". Non costituisce decadenza. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 22023 del 21 settembre 2017)

In tema di imposta di registro e di relativi benefici per l'acquisto della prima casa, il requisito della residenza va riferito alla famiglia, per cui ove l'immobile acquistato sia adibito a tale...

Agevolazioni prima casa: la titolarità di una quota di immobile già acquisito fruendo delle agevolazioni, ancorchè non abitabile preclude la fruizione del beneficio fiscale. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 14740 del 13 giugno 2017)

Non ha diritto alle agevolazioni fiscali sulla prima casa il contribuente che, già proprietario di un piccolo immobile in comunione e inabitabile, compra un appartamento nello stesso Comune. Non...

Ancora in tema di acquisto di immobile con denaro del genitore e intestazione al figlio. Donazione indiretta del bene e non del denaro. Effetti ai fini della collazione. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 13619 del 30 maggio 2017)

Nell’ipotesi di acquisto di un immobile con danaro proprio del disponente ed intestazione ad altro soggetto, che il disponente intende in tal modo beneficiare, la compravendita costituisce strumento...

Fruisce delle agevolazioni fiscali ex l. 168/82 (imposta fissa di registro, catasto, trascrizione per gli immobili oggetto di piano di recupero) il proprietario di immobile che lo abbia acquistato dal recuperante che a propria volta già abbia fruito delle stesse agevolazioni. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 19543 del 4 agosto 2017)

L'intervento di risanamento di un immobile, che sia stato realizzato su beni, inclusi nelle zone di recupero, per i quali il precedente acquirente abbia già usufruito dell'agevolazione ex art. 5 della...

Vendita di terreno divenuto edificabile nelle more tra preliminare e definitivo: riferimento temporale i fini della determinazione del valore del bene ai fini dell’imposta di registro. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 6173 del 10 marzo 2017)

In tema di imposta di registro, nel caso di contratti a titolo oneroso traslativi o costitutivi di diritti reali, il valore del bene deve essere calcolato alla data dell'atto traslativo, sicché nel...

Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo. (DL 24 aprile 2017, n. 50, convertito in legge, con modificazioni, dall’ art. 1, comma 1, L. 21 giugno 2017, n. 96)

È stato convertito in legge, con modificazioni, dall’ art. 1, comma 1, L. 21 giugno 2017, n. 96, il DL 24 aprile 2017, n. 50, recante "Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore...

Agevolazione prima casa: il contribuente non assume la residenza nel Comune ove si trova l'immobile acquistato e successivamente pretende di mantenere le agevolazioni sulla scorta dell'ulteriore differente presupposto di svolgere l'attività lavorativa nel Comune in cui si trova l'immobile. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 8103 del 29 marzo 2017)

In tema di agevolazioni prima casa, qualora il contribuente acquirente dichiari, nell’atto di acquisto, la sussistenza di uno specifico presupposto, che si riveli successivamente inesistente, il...

Trasferimento di strumenti finanziari da un conto deposito ad altro facente capo ad altro soggetto: è donazione diretta. Indispensabilità del formalismo dell'atto pubblico a pena di nullità. Distinzione tra donazione indiretta e donazione ad esecuzione indiretta. (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. n. 18725 del 27 luglio 2017)

Il trasferimento per spirito di liberalità di strumenti finanziari dal conto di deposito titoli del beneficiante a quello del beneficiario realizzato a mezzo banca, attraverso l'esecuzione di un...

Simulazione assoluta riferita a contratto per il quale la forma scritta è prevista ad substantiam. Prova della simulazione tra le parti: principio di prova scritta che consente di introdurre la prova testimoniale e assegno circolare predisposto per il pagamento del prezzo. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 7093 del 20 marzo 2017)

In tema di simulazione assoluta di un negozio soggetto a forma scritta a pena di nullità, il documento che può costituire principio di prova per iscritto deve provenire dalla controparte e non dalla...

Autenticazione di scritture private non lette alle parti dal notaio e riproducenti dichiarazioni confessorie. Responsabilità del notaio: non sussiste. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 12683 del 19 maggio 2017)

La dichiarazione confessoria contenuta in una scrittura privata, pur se autenticata da notaio, non costituisce un atto processuale e certamente non costituisce un atto volto a precostituire una prova...