Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 12

Viene tassata la plusvalenza realizzata attraverso la cessione di suoli al consorzio Asi per atto notarile, non configurandosi lottizzazione ai sensi dell'art.67 lettera a) del dpr 917/1986. (CTR Potenza, Sez. III, sent. n. 41 del 27 gennaio 2016)

Le cessioni effettuate attraverso gli atti notarili indicati nell'avviso di accertamento, lungi dal provare la vendita di suoli lottizzati per iniziativa privata comprova una cessione volontaria dei...

L'appartamento in condominio viene ad essere diviso in due distinte unità immobiliari. No allo stop per l'ulteriore allacciamento alle reti dei servizi comuni, che non implica necessariamente malfunzionamento della rete elettrica, idrica, fognante. (Tribunale di Trani, sent. n. 330 del 20 febbraio 2016)

In esito alla divisione verticale dell’unità immobiliare di proprietà esclusiva avvenuta all’interno del condominio deve essere rigettata la domanda al giudice di ordinare il distacco dei nuovi...

Compri due appartamenti contigui e non procedi alla fusione delle schede entro i termini di legge? Perdi le agevolazioni "prima casa" relativamente ad uno di essi. (CTR Potenza, Sez. II, sent. n. 194 del 20 aprile 2016)

Interviene la decadenza dai benefici fiscali sulla prima casa nel caso in cui il contribuente, successivamente all'acquisto di due immobili, non provvede a richiedere l'accatastamento unitario dei due...

Revocatoria fallimentare. La costituzione di fondo patrimoniale tra coniugi è annoverabile tra gli atti a titolo gratuito e non è atto di adempimento di obbligazione naturale. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 9128 del 6 maggio 2016)

In tema di fondo patrimoniale, la natura di atto di liberalità della costituzione del fondo medesimo ricorre non soltanto quando a costituire il fondo sia un terzo o uno soltanto dei coniugi, ma anche...

Nullità di cui all’art. 40 della l. n. 47/1985 in materia urbanistica. Applicabilità ai soli atti traslativi della proprietà e non al contratto preliminare. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 9318 del 9 maggio 2016)

In tema di preliminare di vendita deve essere annullata la sentenza di appello che omette di valutare l’ammissibilità ex art. 345 c.p.c. dei documenti relativi al pagamento delle due rate di oblazione...

Si trova cromo esavalente nell'immobile assegnato all'asta? E' un semplice vizio del bene, non azionabile ex art. 2922 cod.civ.. Aliud pro alio, vizio redibitorio e mancanza di qualità essenziale della cosa. Rilevanza nel procedimento esecutivo e nella vendita forzata. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 1669 del 29 gennaio 2016)

La differenza strutturale tra la vendita forzata e quella negoziale, nonché la mancanza di disciplina positiva e il carattere meramente interpretativo del fondamento dell'estensione dell'istituto alla...

Agevolazioni "prima casa", inserimento dell’immobile in zona destinata a costruzione di ville, perdita del beneficio ed irrilevanza della caratteristiche intrinseche della costruzione. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 8344 del 27 aprile 2016)

La perdita dei benefici prima casa consegue alla semplice inserzione dell’abitazione in una "zona" destinata alla costruzione di “ville”, non potendo attribuirsi rilevanza alla valutazione delle...

Divisione convenzionale, pluralità di provenienze e trattamento tributario. L’aliquota propria della divisione pari all’1% non può essere applicata quando l'atto divisionale abbia ad oggetto le c.d. "masse plurime". (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 7243 del 13 aprile 2016)

Deve affermarsi che l’agevolazione di cui al quarto comma dell’art. 34 del Dpr 131/86 - secondo cui «le comunioni tra i medesimi soggetti, che trovano origine in più titoli, sono considerate come una...

Prior in tempore, potior in jure: il principio generale è sempre valido. Opponibilità al coniuge beneficiario del provvedimento giudiziale di assegnazione della casa familiare del diritto del creditore ipotecario. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 7776 del 20 aprile 2016)

L’art. 155 quater c.c., laddove prevede che «il provvedimento di assegnazione e quello di revoca sono trascrivibili e opponibili a terzi ai sensi dell’art. 2643 c.c.» va interpretato nel senso che...

Agevolazioni "prima casa". Acquisto in comunione pro indiviso di appartamento avente superficie superiore a mq. 240 da successivamente frazionarsi in due distinte unità. Irrilevanza ai fini fiscali. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 7457 del 14 aprile 2016)

In tema di imposta di registro, ai fini dell'individuazione della superficie utile complessiva alla quale fa riferimento l'art. 6 del D.M. n. 1072/1969, la normativa di riferimento si limita a...

Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche in liquidazione. (DL 3 maggio 2016, n. 59). Patto commissorio "temperato" per legge?

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DL 3 maggio 2016, n. 59, recante "Disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive e concorsuali, nonché a favore degli investitori in banche in...

Donazione della nuda proprietà di un immobile: la collazione per imputazione dell'immobile va effettuata in relazione al valore della piena proprietà al tempo dell'apertura della successione. (Tribunale di Roma, Sez. VIII, sent. n. 2531 del 3 febbraio 2016)

La collazione per imputazione dell'immobile donato di nuda proprietà con riserva di usufrutto va effettuata con riferimento al valore corrispondente alla piena proprietà come acquisita dal donatario...

Segnalazione in centrale rischi illegittima: risarcimento equitativo in favore dell’impresa che non ha potuto operare sul mercato. (Tribunale di Padova, Sez. II, sent. n. 833 del 27 gennaio 2016)

Deve ritenersi che laddove, come accertato dal CTU, il correntista non solo non sia in posizione debitoria verso la banca, ma abbia addirittura un credito, va rilevata la illegittimità della...

Eredità dannosa? E' il Fisco creditore del de cuius a dover dare la prova che è intervenuta accettazione dell’eredità da parte dei chiamati. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 3611 del 24 febbraio 2016)

In tema di obbligazioni tributarie, grava sull'Amministrazione finanziaria creditrice del de cuius l'onere di provare l'accettazione dell'eredità da parte dei chiamati, per potere esigere...

Gli atti di liberalità fra coniugi, ancorchè esenti da imposta di donazione, scontano comunque l’imposta di registro in misura fissa. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 6096 del 30 marzo 2016)

In tema di imposta di registro, il trasferimento di ricchezza a titolo gratuito è tassato soltanto con l'imposta sulle donazioni, fatto salvo, in ogni caso, l'obbligo di registrazione dell'atto "in...

Computo della porzione legittima e riunione fittizia. Irrilevanza della anteriorità cronologica o meno della donazione rispetto al tempo in cui il beneficiario ha assunto la qualifica di legittimario. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 4445 del 7 marzo 2016)

In materia di successione necessaria, ai fini della determinazione della porzione disponibile e delle quote riservate ai legittimari, occorre avere riguardo alla massa costituita da tutti i beni che...

Il Presidente del CdA di una società per azioni firma per avallare il debito cambiario della società? Neppure il fondo patrimoniale lo salva dall'esecuzione. Nozione di "bisogno della famiglia". (Tribunale di Pordenone, 15 febbraio 2016)

Qualora l’amministratore sottoscriva per avallo un vaglia cambiario emesso da una società per azioni, il fondo patrimoniale da lui costituito può essere aggredito con espropriazione immobiliare dal...

Non perde le agevolazioni "prima casa" chi, procedendo a plurimi acquisti e rivendite di immobili entro i termini di legge, si impegna a trasferire la residenza nell’ultimo cespite entro i diciotto mesi previsti per il primo atto acquisitivo. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 20042 del 7 ottobre 2015)

L'agevolazione prevista per la prima casa può essere mantenuta solo se l'acquisto sia seguito dalla effettiva realizzazione della destinazione dell'immobile ad abitazione propria, anche in riferimento...

Trasferimento della quota di immobile acquistato con agevolazioni da un coniuge all'altro in sede di separazione. L'alienante non perde le agevolazioni fiscali "prima casa" anche se non provvede al riacquisto di un altro immobile. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 5156 del 16 marzo 2016)

Gli atti e convenzioni che i coniugi, nel momento della crisi matrimoniale, pongono in essere nell'intento di regolare sotto il controllo del giudice i loro rapporti patrimoniali conseguenti alla...

Spettano le agevolazioni "prima casa" anche in relazione all'acquisto per usucapione. E' sufficiente a tal fine la richiesta in sede di registrazione della sentenza. (CTR Roma, Sez. XXI, sent. n. 71 del 14 gennaio 2016)

In tema di agevolazione "prima casa", le manifestazioni di volontà prescritte dalla norma vanno rese, qualora l'acquisto dell'immobile sia avvenuto per usucapione, a seguito di sentenza costitutiva ex...

La semplice stipulazione di un contratto preliminare non permette il mantenimento dei benefici fiscali "prima casa" relativi alla abitazione già acquistata e successivamente venduta prima del quinquennio. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 2613 del 10 febbraio 2016)

In tema di agevolazioni tributarie per l'acquisto della prima casa, il contribuente che abbia venduto l'immobile entro cinque anni dall'acquisto, per evitare la decadenza dal beneficio, è tenuto a...

La Cassazione ci ripensa ancora: la costituzione di un trust e quella di un vincolo di destinazione costituisce, di per sé, presupposto impositivo ai fini dell'imposta sulle donazioni. (Cass. Civ., Sez. VI-V, sent. n. 4482 del 7 marzo 2016)

La costituzione di un vincolo di destinazione su beni (nella fattispecie mediante l'istituzione di un trust) rappresenta, di per sé ed anche quando non sia individuabile uno specifico beneficiario,...

Costituzione di fondo patrimoniale ed azione revocatoria ordinaria: ai fini della scientia damni è sufficiente la mera consapevolezza del debitore. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 13343 del 30 giugno 2015)

In tema di revocatoria ordinaria nei confronti di fondo patrimoniale costituito successivamente all'assunzione del debito, è sufficiente, ai fini della c.d. scientia damni, la semplice consapevolezza...