Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 32

Compossesso e praticabilità dell'usucapione. L’erede rimasto in possesso dei beni della successione può acquisirne la proprietà quando dia conto dell'esclusività della situazione possessoria. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 24214 del 13 novembre 2014)

In tema di compossesso, il godimento esclusivo della cosa comune da parte di uno dei compossessori non è, di per sé, idoneo a far ritenere lo stato di fatto cosi determinatosi funzionale all’esercizio...

L’agevolazione prima casa non può essere revocata se il contribuente sia proprietario nello stesso Comune semplicemente di una quota "esigua" di altro immobile. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 21289 dell’8 ottobre 2014)

L'acquisto di una quota particolarmente esigua di un immobile, non comportando il potere di disporne come abitazione propria, non realizza l'intento abitativo, che è la finalità perseguita dal...

Prestare il proprio assenso a tenere un'assemblea straordinaria per assumere decisioni che conferiscono al socio il diritto di recedere non comporta esprimere un voto positivo in tale sessione. Permanenza del diritto di recesso in capo al socio assenziente rispetto alla prima decisione, non in riferimento alla seconda. (Tribunale di Genova, 24 maggio 2014)

Il socio che, in sede di assemblea ordinaria, abbia manifestato il proprio assenso alla convocazione dell’assemblea straordinaria per deliberare sulla trasformazione e modifica dell’oggetto sociale,...

Dichiarazione dei redditi presentata dai coniugi congiuntamente ed accertamento tributario: responsabilità solidale nei confronti dell’amministrazione finanziaria. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 2223 del 31 gennaio 2014)

L’amministrazione finanziaria può emettere un accertamento a carico del contribuente sulla base del reddito d’impresa del coniuge, con cui ha presentato dichiarazione congiunta, calcolato in virtù del...

La regola della postergazione del rimborso del finanziamento eseguito dai soci in favore della società non si applica in assenza di una specifica situazione di crisi della società. (Tribunale di Milano, 14 marzo 2014)

I presupposti di postergazione ex art. 2467 c.c. sono individuati dalla norma nell’ “eccessivo squilibrio dell’indebitamento rispetto al patrimonio” e in una “situazione finanziaria della società...

Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile. (DL 12 settembre 2014, n. 132, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, L. 10 novembre 2014, n. 162)

È stato pubblicato in G.U. n.212 del 12-9-2014 il DL 12 settembre 2014, n. 132, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, L. 10 novembre 2014, n. 162, recante "Misure urgenti di...

Natura usuraria degli interessi: il computo del TEGM ai fini del controllo dell'eventuale superamento del tasso soglia di cui alla legge 108/1996, deve tener conto anche degli interessi di mora ogniqualvolta essi si sommino (e non già semplicemente si sostituiscano). (Tribunale di Parma, 25 luglio 2014)

Nell’ipotesi in cui il contratto stipulato dalla banca con il cliente preveda che in caso di mancato pagamento della rata di mutuo la banca possa applicare gli interessi di mora e che gli stessi non...

Cosa deve fare il notaio autenticante una scrittura privata? Non può limitarsi ad effettuare il mero controllo di legalità delle pattuizioni, bensì anche indagare sulla volontà delle parti. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 19350 del 12 settembre 2014)

Il notaio, così come indicato nella circolare dell’11 ottobre 2011 del Consiglio Nazionale del Notariato in materia di mediazione civile, non solo è sempre tenuto a verificare il controllo di legalità...

Agevolazioni "prima casa". La necessità, sopravvenuta rispetto al tempo del rogito, di mettere in sicurezza l’abitazione legittima la conservazione dei benefici invocati in sede di contratto di compravendita. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 19247 dell’11 settembre 2014)

Il contribuente conserva i benefici fiscali sulla prima casa quando la residenza non viene trasferita entro i termini di legge in quanto dopo il rogito si sono resi necessari dei lavori. E'...

Azione revocatoria fallimentare: quando va valutato il presupposto costituito dalla sproporzione delle prestazioni? Al tempo della conclusione del preliminare oppure del definitivo? (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 19314 del 12 settembre 2014)

Nell'ipotesi di revocatoria fallimentare di un atto di compravendita preceduto dalla stipula di un contratto preliminare, la sproporzione tra le prestazioni deve essere valutata con riferimento al...

Verso il riconoscimento della causa fiduciae per il tramite di una risposta ad un interpello rivolto all'Agenzia delle Entrate? L'agevolazione prima casa spetta anche al fiduciario-affidatario che, già titolare di un appartamento in tale sua qualità, ne acquisti un altro nello stesso comune per fruirne in proprio. (Interpello 903-124/2014-ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212)

Leggi il [[Interpello 903-124/2014-ART.11, legge 27 luglio 2000, n.212, L'agevolazione prima casa spetta anche al fiduciario-affidatario|testo completo]]...

Fondo intercluso: la domanda di costituzione coattiva di una servitù di passaggio deve essere proposta nei confronti dei proprietari di tutti i fondi serventi. Non si tratta di litisconsorzio necessario, ma di condizione dell'azione, difettando la quale la domanda va respinta. (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. n. 9685 del 22 aprile 2013)

La domanda di costituzione coattiva di servitù di passaggio deve essere contestualmente proposta nei confronti dei proprietari di tutti i fondi che sia necessario attraversare ai fini del collegamento...

Ancora in tema di comodato della casa coniugale: anche in esito alla morte del comodatario non si estingue automaticamente il rapporto: l’estinzione interviene soltanto quando il comodante domanda agli eredi la restituzione del bene. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 20001 del 23 settembre 2014)

Non sussiste l'onere di restituzione immediata dell'immobile se muore il comodatario della casa coniugale. A norma dell'art. 1811 c.c., in caso di morte del comodatario, il comodante, pur in costanza...