Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 53

Cass. Civ., Sez. I, n. 13468 del 3 giugno 2010. Non costituiscono atti di immistione la prestazione di garanzia in favore della società da parte dell'accomandante nè l'appropriazione da parte di costui di somme di denaro della società.

Le prestazioni di garanzia in favore di una società in accomandita semplice ed il prelievo di fondi dalle casse sociali per le esigenze personali, quand’anche indebito o addirittura illecito, non...

Cass. Civ., Sez. II, n. 6486 del 22 marzo 2011. Non occorre la prova del consilium fraudis ai fini della revocabilità dell'atto a titolo gratuito quando l'atto è stato effettuato subito dopo l'emissione di pronunzia che accerta il debito.

Contro gli atti pubblici di donazione e costituzione di un fondo patrimoniale compiuti da un soggetto a ridosso della sentenza che dichiara l’esistenza del suo debito nei confronti di un altro,...

Appello di Torino del 14 luglio 2010. Inapplicabilità dell'art. 2500 septies c.c. al venir meno di società a base personale. Conseguente continuazione dell'attività nella forma di impresa individuale. Impossibilità di configurare una "trasformazione" da società ad impresa individuale.

La trasformazione eterogenea introdotta con la riforma del diritto societario, la quale consente la trasformazione di società di capitali in enti diversi e viceversa, è attuabile esclusivamente nelle...

D.Lgs. 13-8-2010 n. 141 (mod. dal D.Lgs. 218 del 14 dicembre 2010). Attuazione direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori, modifiche del titolo VI del T.U. bancario (D.Lgs. 385/1993) in merito ai soggetti operanti nel settore finanziario.

D.Lgs. 13-8-2010 n. 141, Attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori, nonché modifiche del titolo VI del testo unico bancario (decreto legislativo n. 385 del...

Cass. Civ., Sez. Unite, n. 24418 del 2 dicembre 2010. Il dies a quo del termine prescrizionale dell'azione di ripetizione delle somme versate a titolo di interessi anatocistici decorre dalla conclusione del rapporto di conto corrente. Una volta dichiarata la nullità della previsione della capitalizzazione anatocistica, essa non opera neppure annualmente.

Se, dopo la conclusione di un contratto di apertura di credito bancario regolato in conto corrente, il correntista agisca per far dichiarare la nullità della clausola che preveda la corresponsione di...