Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 19

Efficacia meramente obbligatoria o reale della clausola statutaria di prelazione? Inopponibilità della cessione alla società ed ai soci prelazionari, ma inoperatività del retratto. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 24559 del 2 dicembre 2015)

La prelazione convenzionale, avendo efficacia obbligatoria, è efficace e vincolante per i soli contraenti e non per i terzi estranei. Tali principi sono applicabili anche al caso in cui il patto di...

E' possibile intestare la nuda proprietà alla badante mentre il beneficiario di Ads mantenga il solo usufrutto a fronte dell'impegno della prima a fornire al secondo assistenza morale e materiale per tutta la vita? Autorizzabile l'operazione con finalità di costituzione di un vitalizio assistenziale. (Tribunale di Torino, 27 novembre 2015)

Deve ritenersi che il beneficiario dell’amministrazione di sostegno ben possa essere parte contraente di un contratto atipico di vitalizio assistenziale o mantenimento e cioè di quel contratto in base...

Acquisto "prima casa" e mancato trasferimento della residenza entro 18 mesi: in ogni caso il contribuente decade dalle agevolazioni senza che abbia rilevanza la "forza maggiore", cioè il sopraggiungere di circostanze imprevedibili ed imprevenibili. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 2616 del 10 febbraio 2016)

Il termine perentorio di diciotto mesi fissato, a pena di decadenza, per il trasferimento di residenza, ai fini della conservazione dell'agevolazione fiscale, non tollera alcuna giustificazione in...

Continue richieste di pagamento di un debito già estinto? L'ente pubblico può essere condannato a risarcire il danno da stress cagionato dalla condotta negligente della P.A. (Giudice di Pace di La Spezia, sent. n. 640 del 29 settembre 2015)

L’ente pubblico deve essere condannato a risarcire al contribuente il danno non patrimoniale per la reiterata richiesto di adempimento a un versamento in realtà già corrisposto dovendosi ritenere...

L'ipotesi di prescrizione ex art. 184 cod.civ. costituisce ipotesi speciale rispetto alla regola generale di cui all’art. 1442 cod.civ. che prevede un termine quinquennale per proporre l'azione di annullamento. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 10653 del 22 maggio 2015)

L'art. 184, comma II, c.c., il quale prevede, senza deroga alcuna, la prescrizione annuale dell'azione di annullamento degli atti di disposizione di beni immobili o mobili registrati compiuti da un...

Gli accomandatari di una società accomandita semplice prestano fidejussione per i debiti di due srl di cui sono amministratori: tale coincidenza soggettiva non è ex se fonte di invalidità della fideiussione. (Tribunale di Vicenza, 5 maggio 2015)

Nel caso in cui una società abbia prestato fideiussione in favore di un'altra, il cui amministratore sia contemporaneamente amministratore della prima, l'esistenza di un conflitto d'interessi tra la...

Mancata consegna del bene all'utilizzatore: condanna alla restituzione dei canoni versati alla società di leasing, senza che questa possa reclamare alcun equo compenso per il godimento del bene. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 25732 del 22 dicembre 2015)

In tema di vendita con riserva di proprietà, l’art. 1526 c.c., applicabile alla fattispecie negoziale del leasing traslativo prevede che nel caso in cui la risoluzione avvenga per l’inadempimento del...

A far tempo da quale data si applica l’art. 2929 bis cod.civ.? La natura processuale della norma ne importa l'efficacia rispetto ai procedimenti esecutivi iniziati dopo l'entrata in vigore della novella, pur quando l'atto di disposizione sia antecedente a tale data. (Tribunale di Ferrara, 10 novembre 2015)

Poiché l'art. 23, comma VI, D.L. n. 83/2015 conv. in L. n. 132/2015 stabilisce espressamente che l'art. 2929 bis c.c. "si applica esclusivamente alle procedure esecutive iniziate successivamente alla...

Può il valore "etico" dell'atto di disposizione precludere la protezione del creditore che intende agire mediante azione revocatoria avverso il relativo atto di disposizione? (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 13364 del 30 giugno 2015)

L’art. 2740 c.c. dispone che il debitore risponde con tutti i suoi beni dell’adempimento delle proprie obbligazioni, a prescindere dalla loro fonte, e quindi anche se le stesse derivino dalla legge,...

Agevolazioni "prima casa" il ritardo nel trasferimento della residenza entro il termine di legge dovuto agli impedimenti alla ristrutturazione in corso frapposti dalla Soprintendenza ai beni ambientali costituisce forza maggiore. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 24963 del 10 dicembre 2015)

L'art. 2 del D.L. n. 12/1985 richiede, ai fini della fruizione dei benefici c.d. prima casa, previsti in caso di acquisto di immobile in altro Comune, che l'acquirente vi trasferisca la residenza,...

Incostituzionale il n.7 dell'art. 2941 cod.civ. nella parte in cui non prevede la sospensione del termine prescrizionale fra società in nome collettivo e gli amministratori, finché sono in carica, per le azioni di responsabilità contro di essi. (Corte Costituzionale, sent. n. 262 dell’11 dicembre 2015)

Per le azioni di responsabilità, intraprese dalle società in nome collettivo contro gli amministratori, non opera la sospensione della prescrizione, sancita per le persone giuridiche e per le società...

Collegamento negoziale posto in essere per finalità elusive e consapevole condotta del notaio: nullità degli atti stipulati (costituzione di trust, di fondo patrimoniale e di rendita vitalizia). (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 1716 del 29 gennaio 2016)

Occorre necessariamente valutare il comportamento tenuto dal notaio, pur nell’ambito dei confini definiti dagli artt. 27 e 28 della legge notarile, tenendo conto dell’attuale evoluzione dell’etica...

Onere della prova ed azione di rivendicazione. Di cosa deve dare conto l'attore nel caso in cui il convenuto non contesti l’originaria appartenenza del bene al comune dante causa? (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 17457 del 2 settembre 2015)

In tema di azione di rivendicazione, nel caso in cui il convenuto non contesti l’originaria appartenenza del bene conteso ad un comune dante causa, l’onere probatorio a carico dell’attore si riduce...

Non spetta la prelazione agraria al proprietario del fondo confinante se il fondo oggetto di trasferimento è stabilmente occupato in base ad un rapporto agrario consolidato. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 12900 del 23 giugno 2015)

In tema di prelazione agraria, costituisce condizione impeditiva del sorgere del diritto del proprietario-coltivatore diretto del fondo confinante la presenza, sul fondo oggetto del trasferimento, di...