Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 26

Cass. Civ., Sez. II, n. 2313 del 1 febbraio 2010. Agli atti mortis causa nonchè a quelli divisionali di beni ereditari non risulta applicabile la causa di nullità di cui all'art. 40 l. 47/1985 riguardante la natura abusiva degli immobili negoziati.

L’art. 40 della legge n. 47/1985 che prevede la nullità degli atti inter vivos aventi ad oggetto diritti reali dai quali non risultino, per dichiarazione dell’alienante, gli estremi della licenza o...

Cass. Civ., Sez. II, n. 10457 del 12 maggio 2011. La rinuncia ad una servitù negativa è ricavabile interpretativamente anche dalla richiesta di concessione effettuata dai proprietari di fondi finitimi precedentemente vincolati da reciproca servitù non aedificandi.

In tema di rinuncia al diritto di servitù prediale, il requisito della forma scritta previsto dall’art. 1350, n. 5, c.c., può essere integrato anche dalla sottoscrizione di atti di tipo diverso,...

D. Lgs. 29 novembre 2010, n. 224. Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 4 agosto 2008, n. 142, recante attuazione della direttiva 2006/68/CE che modifica la direttiva 77/91/CEE relativamente alla costituzione delle società per azioni, nonché alla salvaguardia e alle modificazioni del loro capitale sociale.

Il D.Lgs. interviene con alcune modifiche del codice civile in materia di conferimenti in natura, acquisto di azioni proprie e aumenti di capitale, per chiarire dubbi interpretativi, per migliorare...

Cass. Civ., Sez. II, n. 10855 del 5 maggio 2010. Superflua la dichiarazione del coniuge ex art. 179, comma I, lettera f), c.c. qualora vi sia obiettiva certezza sulla natura personale del mezzo impiegato per l'acquisto

In tema di regime della comunione legale fra i coniugi, la dichiarazione di cui è onerato il coniuge acquirente, ai sensi dell’art. 179, comma I, lett. f), c.c., al fine di conseguire l’esclusione,...

Consiglio di stato, Sez. V, n. 77 dell’11 gennaio 2011. Superamento dei limiti imposti dall'art. 13 del D.L. n. 213/06 per le società strumentali a condizione che lo Statuto preveda la possibilità di svolgere sia servizi strumentali sia servizi pubblici locali

Il divieto di partecipazione a gare d'appalto, previsto dall'art. 13, commi 1 e 2 del D.L. n. 223/2006 (c.d. decreto Bersani 1), per le società c.d. strumentali, non si applica, anche con riferimento...

Cass. Civ., Sez. II, n. 3728 del 15 febbraio 2011. Contratto preliminare, recesso ed incameramento della caparra da parte del promittente alienante ed esercizio dell'azione di cui all'art.72 l.f. da parte del curatore.

In tema di preliminare di compravendita, comunicata dal promittente venditore la volontà di recedere dal contratto e incamerare la ricevuta caparra confirmatoria, ai sensi dell'art.1385, comma II...

D.P.R. 7 settembre 2010, n. 178. Regolamento recante istituzione e gestione del registro pubblico degli abbonati che si oppongono all'utilizzo del proprio numero telefonico per vendite o promozioni commerciali

Il Registro Pubblico delle Opposizioni, istituito con D.P.R. 178 del 7 settembre 2010, è un nuovo servizio concepito a tutela del cittadino il quale, laddove il proprio numero fosse presente negli...

Cass. Pen., Sez. V, n. 7155 del 24 febbraio 2011. E' praticabile il sequestro preventivo di un articolo pubblicato sul web sussistendo i requisiti del sequestro preventivo in pendenza dell'accertamento della sua natura diffamatoria.

Possono essere sottoposti a sequestro preventivo gli articoli sui quali è scattata una denuncia penale da parte della presunta vittima. Infatti, nessun ostacolo può sussistere nel ritenere la...

Cass. Civ., Sez. I, n. 13468 del 3 giugno 2010. Non costituiscono atti di immistione la prestazione di garanzia in favore della società da parte dell'accomandante nè l'appropriazione da parte di costui di somme di denaro della società.

Le prestazioni di garanzia in favore di una società in accomandita semplice ed il prelievo di fondi dalle casse sociali per le esigenze personali, quand’anche indebito o addirittura illecito, non...