Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 34

Divisione giudiziale di beni ereditari: in caso di parità di quote e contestuale richiesta di assegnazione congiunta di una quota pari alla somma delle singole quote è necessario l’intervento del giudice. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 407 del 10 gennaio 2014)

Nella divisione di comunione ereditaria con parità di quote, qualora alcuni dei condividenti vogliano mantenere la comunione con riferimento alle quote loro spettanti, ottenendo l'assegnazione...

Forza probatoria delle planimetrie catastali e del tipo di frazionamento allegati alla compravendita: pari valenza rispetto al tenore letterale dell'atto. Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 4934 del 3 marzo 2014)

Nell'interpretazione dei contratti di compravendita immobiliare, ai fini della determinazione della comune intenzione delle parti circa l'estensione dell'immobile compravenduto, i dati catastali,...

Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015. (DL 28 marzo 2014, n. 47, convertito in legge, con modificazioni, dall’ art. 1, comma 1, L. 23 maggio 2014, n. 80)

È stata pubblicata in gazzetta ufficiale del 27 maggio 2014 n. 121 la legge di conversione 23 maggio 2014, n. 80 del DL 28 marzo 2014, n. 47, recante "Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il...

Il retratto successorio non si sottrae all’ordinario termine di prescrizione decennale decorrente dalla data della vendita della quota ereditaria compiuta in violazione del diritto di prelazione dei coeredi. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3465 del 12 febbraio 2013)

Il retratto successorio di cui all'art. 732 c.c. è soggetto al termine di prescrizione di dieci anni, decorrenti dalla data della vendita della quota ereditaria compiuta in violazione del diritto di...

Indicazione analitica delle modalità di pagamento del corrispettivo nel caso di pagamenti rinviati ad un momento successivo rispetto al perfezionamento degli atti di cessione immobiliare – articolo 35, comma 22, del DL 4 luglio 2006, n. 223. (Agenzia delle Entrate, Risoluzione N. 53/E del 20 maggio 2014)

L'Agenzia delle Entrate ha diffuso la Risoluzione N. 53/E del 20 maggio 2014, recante "Indicazione analitica delle modalità di pagamento del corrispettivo nel caso di pagamenti rinviati ad un momento...

Risarcibilità del danno conseguente alla perdita della vita, trasmissibilità del credito risarcitorio “iure hereditatis”. Consistenza della categoria del "danno non patrimoniale"(Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 1361 del 23 gennaio 2014)

Il risarcimento del danno da perdita della vita ha funzione compensativa, e il relativo diritto (o ragione di credito) è trasmissibile iure hereditatis, atteso che la non patrimonialità è attributo...

Nullità del preliminare di vendita per indeterminazione ed indeterminabilità del prezzo, parallela valenza di accordo risolutivo di preesistente comodato e formazione di nuovo titolo di detenzione del bene. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 25593 del 14 novembre 2013)

Il contratto preliminare di vendita, che contenga altresì l'accordo secondo cui il promissario acquirente continui a godere del bene, ritenendo risolto per mutuo consenso il precedente rapporto di...

Effetti della fusione per incorporazione: legittimazione dell’incorporante a proporre impugnazione in una controversia attinente al credito già oggetto di mandato conferito all'incorporata. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 27762 dell’11 dicembre 2013)

In ipotesi di fusione per incorporazione, la società incorporata non si estingue ai sensi del vigente art. 2504 bis c.c., con la conseguenza che, ove quest'ultima fosse già mandataria per la gestione...

La persona beneficiaria incapace d’agire, pertanto, è tendenzialmente incapace a testare e alla stessa, in caso di accertata utilità della limitazione, deve potersi estendere la preclusione di cui all’art. 591 n. 2 cc. (Tribunale di Varese, 19 ottobre 2013)

L’art. 411, comma IV, c.c., espressamente prevede che il giudice tutelare, nel provvedimento con il quale nomina l'amministratore di sostegno o successivamente, possa “disporre che determinati...