Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 9

Presupposti di operatività dell'obbligazione collatizia. Adempimento di terzo da parte del coniuge del defunto in regime di comunione legale dei beni.(Cass. Civ., Sez. VI-II, sent. n. 1506 del 22 gennaio 2018)

Il presupposto dell'obbligo di collazione, ai sensi dell'art. 737 c.c., è che il soggetto ad esso tenuto abbia ricevuto beni o diritti a titolo di liberalità dal de cuius, direttamente o...

Cessione di una quota di un terreno dotato di attitudine edificatoria. Tassazione della plusvalenza quale reddito soggetto a tassazione separata. (CTR Roma, Sez. Staccata Latina sez. XVIII, sent. n. 1192 del 23 febbraio 2018)

È soggetta a tassazione separata la plusvalenza derivante dalla cessione di una quota del terreno edificabile e va calcolata in base alla differenza tra i corrispettivi percepiti nel periodo di...

Divergenza del prezzo dell'immobile indicato nel preliminare rispetto a quello, inferiore, di cui al contratto traslativo della proprietà. Illegittimità della rettifica operata dall'Ufficio. (CTR Lazio, Sez. I, sent. n. 1508 dell’8 marzo 2018)

È illegittima la rettifica ai fini dell'imposta di registro se il fisco ha modo di verificare che tra il preliminare di vendita e il contratto definitivo esiste una differenza di prezzo dell'immobile...

Conferimento di immobile gravato da ipoteca in società di nuova costituzione. L'accollo del mutuo equivale al prezzo della vendita. Elusività del collegamento negoziale. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 4407 del 23 febbraio 2018)

L'art. 1, comma 87, lett. a), della legge n. 205/2017 non avendo natura interpretativa, ma innovativa, non esplica effetto retroattivo; conseguentemente, gli atti antecedenti alla data di sua entrata...

Imposta di registro. Individuazione della base imponibile. Irretroattività delle norme della legge di bilancio 205/2017. Conferimento di immobile in società e contestuale accollo del mutuo. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 4589 del 28 febbraio 2018)

L’art. 1, comma 87, lett. a), della legge n. 205/2017 non avendo natura interpretativa, ma innovativa, non esplica effetto retroattivo; conseguentemente, gli atti antecedenti alla data di sua entrata...

L'acquirente è già proprietario di un appartamento, locato a terzi, nello stesso comune ove intende acquistare: possibile beneficiare delle agevolazioni prima casa? (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 19989 del 27 luglio 2018)

Ai fini della fruizione dei benefici per l'acquisto della prima casa, l'art. l, nota II bis, della tariffa allegata al Dpr n. 131/86, nel testo introdotto dall'art. 3, comma 131, 1. n. 549/95, la...

Le clausole che importano limitazioni dei diritti soggettivi dei singoli condomini devono essere approvate in forma scritta e sottoscritte da tutti i condomini, quand'anche votate all’unanimità dall’assemblea. (Tribunale di Napoli, Sez. IV, sent. n. 2492 del 2 marzo 2017)

Deve essere annullata la clausola del regolamento condominiale, che pure è stato approvato dall’assemblea all’unanimità, laddove essa, limitando il diritto di proprietà dei singoli, contiene...

Revocazione delle disposizioni testamentarie per sopravvenienza di figli. Presupposti: vittorioso esperimento dell'azione di accertamento della filiazione. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 169 del 5 gennaio 2018)

In tema di revocazione del testamento per sopravvenienza di figli, il disposto dell'art. 687, comma I, c.c. ha un fondamento oggettivo, riconducibile alla modificazione della situazione familiare...

Ancora sulla natura gratuita del fondo patrimoniale e sulla conseguente revocabilità. Può invocarsi la sussistenza di un obbligo morale il cui adempimento si sostanzi nella costituzione del medesimo? (Cass. Civ., Sez. VI-I, sent. n. 29298 del 6 dicembre 2017)

La costituzione del fondo patrimoniale per fronteggiare i bisogni della famiglia, anche qualora effettuata da entrambi i coniugi, non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico, non...

Agevolazioni prima casa, acquisto da parte di coniugi in comunione legale. Non si verifica decadenza anche se uno dei coniugi non vi abbia trasferito la residenza a condizione che, comunque, il bene sia stato adibito a residenza della famiglia. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 16604 del 22 giugno 2018)

In tema di imposta di registro e dei relativi benefici per l'acquisto della prima casa, ai fini della fruizione degli stessi, ai sensi dell'art. 2 della l. n. 118/1985, il requisito della residenza...

Agevolazioni "prima casa": le dichiarazioni di legge devono essere rese da entrambi i coniugi in comunione legale dei beni. Intervento in atto di uno soltanto dei coniugi: conseguenze giuridiche. (Cass. Civ., Sez. VI-V, sent. n. 14326 del 5 giugno 2018)

Il godimento delle agevolazioni fiscali prima casa, a norma dell'art. 1 della Tariffa allegata al D.P.R n. 131 del 1986, nota II bis, lett. b) e c), presuppone che l'acquirente, in seno all'atto di...

Agevolazioni "prima casa". Il termine di diciotto mesi per assumere la residenza nel Comune ove si trova l'immobile acquistato decorre dall'atto di vendita, senza che abbiano rilevanza le lungaggini burocratiche del Comune. (Cass. Civ., Sez. VI-V, sent. n. 9433 del 17 aprile 2018)

In tema di imposta di registro, la fruizione delle agevolazioni cosiddette "prima casa" postula, nel caso di acquisto di immobile ubicato in un comune diverso da quello di residenza dell'acquirente,...

Falsità ideologica commessa dal privato e obbligo giuridico di dichiarare la verità. Rilevanza ai fini dell’atto pubblico. (Cass. Pen., Sez. V, sent. n. 5365 del 5 febbraio 2018)

Il delitto di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 cod. pen.) sussiste solo qualora l'atto pubblico, nel quale la dichiarazione del privato è trasfusa, sia destinato a...

Vendita contestuale di terreno e di sovrastante villa da parte di due distinti soggetti: si applica o meno la presunzione di cui all’art. 24 del DPR n. 131/1986? (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 19007 del 17 luglio 2018)

In tema di imposta di registro, con riguardo alla vendita di un suolo, la presunzione prevista dalla disposizione di cui all'art. 23, comma I, D.P.R. n. 634/1972 (riprodotta nell'art. 24, comma I,...