Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 17

La mamma compra la casa intestata al figlio coniugato in comunione legale con i propri soldi? Esclusione dalla comunione legali dei beni. Acquisto dell'usufrutto in capo alla madre e della nuda proprietà in capo al figlio; prova del pagamento del genitore soltanto parziale del prezzo: imputabilità alla comunione legale dei beni tra i coniugi. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 1630 del 28 gennaio 2015)

Se è vero che la donazione indiretta rientra nella previsione di cui all'art. 179, comma I, lett. b), c.c., con conseguente esclusione del bene dalla comunione legale dei coniugi, l'applicabilità di...

Ancora sulla condizione giuridica del contratto posto in essere in difetto di poteri rappresentativi: mera inefficacia del contratto concluso dal falsus procurator. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 24643 del 19 novembre 2014)

Il contratto concluso dal falsus procurator non è nullo ma solo inefficace, la cui rilevazione è consentita solo su eccezione della parte falsamente rappresentata senza necessità di ricorrere a...

Ancora sul riflesso probatorio dell'accertamento di maggior valore ai fini dell'imposta di registro sulla posizione del venditore in riferimento alle plusvalenze realizzate. (CTP Novara, sentenza 93, sezione Sesta, del 31-03-2015)

Il valore di mercato determinato in via definitiva in sede di applicazione dell’imposta di registro nei confronti dell’acquirente può essere utilizzato dall’amministrazione finanziaria come dato...

Imposta sulla plusvalenza da cessione immobiliare. Accertamento di maggiore valore ai fini dell'imposta di registro, definizione da parte del solo acquirente: è vincolato anche il venditore? (CTR sez. staccata Brescia, Sez. LXVII, sent. n. 1763 del 20 aprile 2015)

Nel caso in cui l’acquirente abbia definito la pretesa tributaria dell’Agenzia delle Entrate con atto di accertamento, detto intervenuto adempimento da parte di uno dei debitori (acquirente) ha...

Il notaio sbaglia a liquidare l'atto, sottoponendolo ad imposta fissa anzichè proporzionale? Il contribuente non è ammesso ad impugnare l’avviso di liquidazione notificato all'ufficiale rogante. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 9952 del 15 maggio 2015)

In tema di avviso di liquidazione per il recupero delle imposte ipotecarie e catastali - versate in misura fissa invece che proporzionale in relazione all'atto rogato da un notaio a seguito...

Azione revocatoria: la causa gratuita (o liberale) del trust da conto della consapevolezza del debitore di diminuire, con l’atto di disposizione, le garanzie dei creditori. Le sottili distinzioni prima dell'entrata in vigore dell'art. 2929 bis cod.civ. rischiano di apparire discussioni tra cruscanti. (Tribunale di Bologna, 23 aprile 2015)

L’art. 15 della Convenzione dell’Aja del 1^ luglio 1985, relativa alla legge applicabile ai trust e al loro riconoscimento, prevede che la stessa non possa essere di ostacolo all’applicazione delle...

Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'amministrazione giudiziaria. (DL 27 giugno 2015, n. 83, convertito in legge, con modificazioni, dall’ art. 1, comma 1, L. 6 agosto 2015, n. 132)

È stato convertito in legge con modificazioni dall'art. 1, comma 1 della L. 132/2015 il DL 83/2015, recante "Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e...

Imposizione fiscale sulla plusvalenza realizzata in esito a cessione di terreni: soltanto quelli in concreto suscettibili di utilizzazione edificatoria ne sono soggetti. (CTR Potenza, Sez. II, sent. n. 407 del 22 giugno 2015)

Secondo la disposizione dell'art. 67 del Tuir (L. n. 917/1986) si individuano come redditi tassabili le plusvalenze realizzate a seguito di cessioni a titolo oneroso di terreni che siano suscettibili...

Agevolazioni "prima casa", mancato conseguimento della sanatoria edilizia di ristrutturazione: soltanto la produzione di documentazione che comprovi tale situazione permette di giustificare il mancato trasferimento della residenza. (CTR Roma, Sez. XIV, sent. n. 2264 del 17 marzo 2015)

Le agevolazioni fiscali sulla prima casa possono essere conservate dal contribuente che non trasferisce nei termini la residenza soltanto quando dimostra, con documentazione idonea, che non ha...

Realità del contratto di mutuo: può essere "virtualizzata" per il tramite della nozione del conseguimento in capo al mutuatario della disponibilità giuridica del denaro? Quando può essere considerato titolo esecutivo? (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 17194 del 27 agosto 2015)

Per poter valutare la realità del contratto di mutuo e la sua idoneità ad essere utilizzato quale titolo esecutivo, l’esistenza di un separato atto di quietanza non è di per sé indice inequivoco di...

Contratto di comodato a tempo indeterminato, destinazione in fatto a casa coniugale, separazione personale dei coniugi. Deve "sloggiare" la madre affidataria della prole ed assegnataria della casa coniugale di proprietà del suocero? (Cass. Civ., Sez. VI-III, sent. n. 12945 del 23 giugno 2015)

Il bene oggetto del comodato a tempo indeterminato deve essere restituito dal comodatario non appena il comodante lo richieda. Il rapporto va assoggettato alla norma dell’art. 1810 c.c., secondo cui,...

Il notaio deve effettuare le visure ipocatastali ai fini del trasferimento immobiliare. Anche quando esso è portato da scrittura privata autenticata (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 16990 del 20 agosto 2015)

La responsabilità del notaio, si è al riguardo altresì precisato, rimane esclusa solamente in caso di espresso esonero – per motivi di urgenza o per altre ragioni – da tale incombenza, con clausola...

L'accordo con il quale i coniugi si attribuiscono reciprocamente beni una tantum ai fini della sistemazione dei rapporti in vista dello scioglimento del matrimonio è nullo quando non abbia subito il vaglio dell'autorità giudiziaria. (Tribunale di Milano, 16 aprile 2015)

È in contrasto con l’ordine pubblico interno il patto divorzile che istituisca un negozio sostanzialmente privato avente ad oggetto due trasferimenti patrimoniali reciproci a titolo di assegno...

Disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente, in attuazione degli articoli 5, 6 e 8, comma 2, della legge 11 marzo 2014, n. 23. (Dlgs 5 agosto 2015, n. 128)

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dlgs 5 agosto 2015, n. 128, recante "Disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente, in attuazione degli articoli 5, 6 e 8,...

Ricostruzione della concreta intenzione delle parti: discrasia tra testo del contratto preliminare e testo del contratto definitivo (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 22984 del 29 ottobre 2014)

L'omessa riproduzione, nel contratto definitivo di cessione di quote sociali, di una clausola già inserita nel preliminare non comporta, necessariamente, la rinunzia alla pattuizione ivi contenuta,...

Competono le agevolazioni ex art.33 l.388/2000 per l’acquisto di area edificabile anche se, al momento del perfezionamento della vendita, non era ancora stata sottoscritta la convenzione di lottizzazione. (Cass. Civ., Sez. VI-T, sent. n. 14995 del 16 luglio 2015)

Il beneficio di cui all'art. 33, comma III, della l. n. 388/2000, relativo all'applicazione di aliquote agevolate delle imposte di registro, catastali ed ipotecarie nel caso di trasferimenti di beni...

È arbitrario ipotizzare che i prelievi ingiustificati da conti correnti bancari effettuati da un professionista siano destinati ad un investimento nell'ambito della propria attività professionale e che ciò sia produttivo di un reddito non dichiarato. (Corte Costituzionale, sent. n. 228 del 6 ottobre 2014)

È costituzionalmente illegittimo, per violazione degli artt. 3 e 53 Cost., l'art. 32, comma 1, n. 2), secondo periodo, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 (Disposizioni comuni in materia di...

Può la prova della sopravvenuta inidoneità dell' alloggio già di proprietà consentire l'acquisto di un nuovo immobile da adibire a prima casa nello stesso Comune? (CTR Catanzaro, Sez. IV, sent. n. 804 del 26 maggio 2015)

In tema di agevolazioni prima casa non sono possibili due acquisti agevolati in uno stesso comune a meno che il contribuente non provi l’inidoneità sopraggiunta del primo alloggio. La disciplina dei...

Non è sufficiente che ci si preoccupi del debito che ha dato origine al pignoramento dell'immobile: il notaio risponde per non aver avvisato l’acquirente del rischio conseguente ai possibili interventi nella procedura esecutiva non ancora estinta. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 6451 del 31 marzo 2015)

Sussiste la responsabilità solidale del notaio che prestò la sua opera per il contratto preliminare e definitivo, insieme con il venditore e il mediatore immobiliare, per la cancellazione del...

Rinegoziazione di debito portato da saldo negativo di conti correnti bancari, susseguente costituzione di fondo patrimoniale: revocabilità dell’atto di costituzione ex art.2901 cod.civ.. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 2530 del 10 febbraio 2015)

L'atto di costituzione del fondo patrimoniale, anche se compiuto da entrambi i coniugi, è un atto a titolo gratuito, soggetto ad azione revocatoria ai sensi dell'art. 2901, primo comma, n. 1), c.c. se...

L'ipoteca sull'immobile è assai più "pesante" di quanto prospettato dall'agente immobiliare in sede di conclusione del contratto preliminare. Truffa contrattuale: l’eventuale scarsa accortezza del soggetto passivo del reato non vale a scriminare la condotta illecita. (Cass. Pen., Sez. II, sent. n. 12601 del 25 marzo 2015)

Integra il reato di truffa aggravata ex art. 61, n. 7, c.p. la condotta del dipendente dell'agenzia immobiliare che, in concorso con i proprietari dell'immobile in vendita, che induce un soggetto a...

L’esenzione dal rispetto delle distanze fra costruzioni di cui all'art. 878 cod.civ. si applica anche ai muri di cinta quando l'altezza sia superiore a tre metri (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3037 del 16 febbraio 2015)

L'esenzione dal rispetto delle distanze tra costruzioni, prevista dall'art. 878 c.c., si applica sia ai muri di cinta, qualificati dalla destinazione alla recinzione di una determinata proprietà,...

Gravi vizi della costruzione oggetto della compravendita per la quale erano state invocate le agevolazioni "prima casa": se la residenza non viene trasferita entro i termini di legge non è invocabile la forza maggiore. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 10586 del 22 maggio 2015)

In materia di benefici connessi alla riduzione dell'imposta per la registrazione del contratto di vendita di un immobile da adibire a prima casa, il contribuente che non adempia all'obbligo di...

Vendita di terreno avente destinazione "a verde privato" e tassazione della plusvalenza nel caso di accertamento di maggior valore del prezzo della vendita seguito da accertamento con adesione. (CTR Roma, Sez. IX, sent. n. 517 del 30 gennaio 2015)

La circostanza che un terreno al momento della compravendita non sia edificabile ma destinato esclusivamente ad "area a verde privato" non è fondamentale per determinare l'effettivo valore di mercato...