Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
Testo cercato:

rappresentanza

Risultati 246-280 di 1040

Cass. civile, sez. II del 2015 numero 7038 (08/04/2015)

Nel mandato conferito nell'interesse del mandatario con attribuzione di procura, l'irrevocabilità del mandato è limitata al rapporto interno tra il mandante e il mandatario, sicché la validità del contratto concluso dal mandatario con il terzo resta subordinata alla permanenza del potere di...

Parte sostanziale e parte formale

L'art. l.n. prescrive che l'atto non possa essere ricevuto senza la presenza delle parti . Ad integrazione di tale principio, l'art. 51, n. l.n. disciplina (ai fini della redazione del documento), l'ipotesi in cui avanti al notaio intervenga un rappresentante della parte. La norma...

Codice Civile art. 1705

MANDATO SENZA RAPPRESENTANZA 1. Il mandatario che agisce in proprio nome acquista i diritti e assume gli obblighi derivanti dagli atti compiuti con i terzi, anche se questi hanno avuto conoscenza del mandato. 2. I terzi non hanno alcun rapporto col mandante. Tuttavia il mandante, sostituendosi al...

Tribunale di Milano del 1999 (16/07/1999)

Le delibere del consiglio di amministrazione sono impugnabili negli stessi termini delle delibere assembleari, essendo applicabile in via analogica la relativa disciplina.Costituisce grave motivo, atto a giustificare la sospensione delle delibere consiliari impugnate, la circostanza che le riunioni...

Costituzione di Sas

COSTITUZIONE DI S.A.S. DOCUMENTI DI IDENTITA' E C.F. DEI SOCI RAGIONE SOCIALE SEDE DURATA DELLA SOCIETA' OGGETTO SOCIALE CAPITALE SOCIALE RIPARTIZIONE DEL CAPITALE SOCI ACCOMANDATARI POTERI DI AMMINISTRAZIONE-RAPPRESENTANZA: DIS. CONG. DIS. X ORD. CONG. X STRA SOCI ACCOMANDANTI ...

Cass. civile, sez. III del 1977 numero 2344 (07/06/1977)

Qualora il mandatario con potere di rappresentanza abbia posto in essere un negozio simulato in danno del mandante, non partecipe ed ignaro dell'accordo simulatorio, il mandante stesso è terzo rispetto al contratto simulato, ai fini di cui all'art. 1417 cod.civ., e, quindi, è ammesso a provare la...

Legge del 1941 numero 633 art. 167

1. I diritti di utilizzazione economica riconosciuti da questa legge possono anche essere fatti valere giudizialmente: a) da chi si trovi nel possesso legittimo dei diritti stessi; b) da chi possa agire in rappresentanza del titolare dei diritti. (Articolo così sostituito dall'art. 12 del D.lgs....

Cass. civile, sez. II del 2001 numero 10555 (02/08/2001)

Poiché la cancellazione dal registro delle imprese non produce l'estinzione della società fino a quando non siano liquidati tutti i rapporti derivati dall'attività sociale ad essa connessi, la legittimazione ad impugnare con l'appello la sentenza emessa nei confronti della società in liquidazione,...

Cass. civile, sez. Lavoro del 1992 numero 11699 (28/10/1992)

L'intimazione o richiesta di pagamento, ai fini della costituzione in mora di una persona giuridica non deve necessariamente contenere l'indicazione - non imposta da alcuna norma di legge, né indispensabile - dell'organo che ne ha la rappresentanza legale nei rapporti esterni, essendo, invece,...

Codice Civile art. 320

RAPPRESENTANZA E AMMINISTRAZIONE I genitori congiuntamente, o quello di essi che esercita in via esclusiva la responsabilità genitoriale, rappresentano i figli nati e nascituri, fino alla maggiore età o all'emancipazione, in tutti gli atti civili e ne amministrano i beni. Gli atti di ordinaria...

Ulteriori applicazioni del principio dell'apparenza

Un singolare caso di applicazione del principio di apparenza è stato fatto in tema di condominio di edifici, al fine di individuare il soggetto tenuto al pagamento delle spese condominiali. La cosa notevole è che il principio che ci interessa è stato inteso come fonte di individuazione della...

Cass. civile, sez. Unite del 1988 numero 4126 (17/06/1988)

L'assunzione dell'obbligo di erogazione delle spese necessarie per l'esercizio dei servizi comuni rientra, ai sensi dell'art. 1130 n. 3 cod. civ., fra le attribuzioni proprie dell'amministratore del condominio, senza che al riguardo occorra alcuna delibera della assemblea dei condomini e restando...

Cass. civile, sez. I del 1992 numero 5359 (06/05/1992)

A norma del combinato disposto degli artt. 394 e 424 cod. civ. l' inabilitato può stare in giudizio come attore e come convenuto con l' assistenza del curatore. E' pertanto inammissibile la domanda giudiziale, come l' impugnazione che sia proposta dal curatore ancorché nell' interesse dell'...

Codice Civile art. 1745

RAPPRESENTANZA DELL'AGENTE 1. Le dichiarazioni che riguardano l' esecuzione del contratto concluso per il tramite dell' agente e i reclami relativi alle inadempienze contrattuali sono validamente fatti all' agente. 2. L' agente può chiedere i provvedimenti cautelari nell' interesse del preponente...

Codice Civile art. 2206

PUBBLICITA' DELLA PROCURA 1. La procura con sottoscrizione del preponente autenticata deve essere depositata per l' iscrizione presso il competente ufficio del registro delle imprese. 2. In mancanza dell' iscrizione, la rappresentanza si reputa generale e le limitazioni di essa non sono...

Cass. civile, sez. II del 1992 numero 9083 (29/07/1992)

Anche per le società fornite di personalità giuridica il pagamento fatto all' agente della società sfornito di poteri rappresentativi può avere efficacia liberatoria qualora il debitore sia stato indotto in errore dal comportamento degli organi sociali che abbiano più volte consentito all' agente...

Disposizioni Attuative Codice Civile art. 101quater

Le società soggette alla legislazione di un altro Stato appartenente alla Comunità economica europea, le quali stabiliscono nel territorio dello Stato più sedi secondarie con rappresentanza stabile, possono attuare la pubblicità dell' atto costitutivo, dello statuto e dei bilanci nell' ufficio del...

Cass. civile, sez. I del 1956 numero 97 (16/01/1956)

Il decreto del giudice che autorizza il negozio (nella specie, alienazione di beni dell'assente) se si presenta nei soui elementi essenziali come come atto legalmente emanato dall'autorità alla quale spetta il corrispondente potere, non soltanto assume giuridica esistenza, ma integra gli estremi...

Decreto Presidente Consiglio Ministri del 2004 art. 20

REVOCA SU RICHIESTA DEL TERZO INTERESSATO 1. La richiesta di revoca da parte del terzo interessato da cui derivano i poteri di rappresentanza del titolare deve essere inoltrata al certificatore munita di sottoscrizione e con la specificazione della sua decorrenza. 2. Il certificatore deve...

Decreto Legge del 2012 numero 1 art. 87

PRESTAZIONE TRANSFRONTALIERA DI SERVIZI IN ITALIA DEI CONSULENTI IN MATERIA DI BREVETTI 1. All'articolo 201, del decreto legislativo 10 febbraio 2005, n. 30, dopo il comma 4, è aggiunto il seguente: «4-bis. I cittadini dell'Unione europea abilitati all'esercizio della medesima professione in un...

Cass. civile, sez. II del 2004 numero 21891 (19/11/2004)

Nella società in accomandita semplice, l'art. 2320 c.c., il quale sanziona il comportamento del socio accomandante, che compia affari in nome delle società senza specifica procura, con la perdita del beneficio della responsabilità limitata verso i terzi, non introduce deroghe alla disciplina...

Decreto Legislativo del 2006 numero 140 art. 12

SOSTITUZIONE DELL'ARTICOLO 167 DELLA LEGGE 22 APRILE 1941, N. 633 1. L'articolo 167 della legge n. 633 del 1941 è sostituito dal seguente: «Art. 167. - 1. I diritti di utilizzazione economica riconosciuti da questa legge possono anche essere fatti valere giudizialmente: a) da chi si trovi nel...

Legge del 1974 numero 195 art. 5

I partiti politici ed i gruppi parlamentari che intendono ottenere i contributi previsti dalla presente legge devono indicare nei loro statuti e regolamenti i soggetti, muniti di rappresentanza legale, abilitati alla riscossione. Per la prima applicazione della presente legge, i segretari ...

Codice Civile art. 2150

RAPPRESENTANZA DELLA FAMIGLIA COLONICA 1. Nei rapporti relativi alla mezzadria il mezzadro rappresenta, nei confronti del concedente, i componenti della famiglia colonica. 2. Le obbligazioni contratte dal mezzadro nell' esercizio della mezzadria sono garantite dai suoi beni e da quelli comuni...

Decreto Presidente Repubblica del 1960 numero 1842 art. 1

Il contratto di agenzia e di rappresentanza commerciale tra le aziende commerciali e gli agenti e rappresentanti di commercio è disciplinato dalle norme contenute nel Capo X del Titolo III del Libro IV del vigente Codice civile (articoli 1742-1752) e nell'Accordo economico collettivo 30 giugno 1938...

Codice Civile art. 52

EFFETTI DELLA IMMISSIONE NEL POSSESSO TEMPORANEO 1. L' immissione nel possesso temporaneo dei beni deve essere preceduta dalla formazione dell' inventario dei beni. 2. Essa attribuisce a coloro che l' ottengono e ai loro successori l' amministrazione dei beni dell' assente, la rappresentanza di...

Appello di Milano del 2001 (20/02/2001)

L'oggetto sociale non limita la capacità giuridica e di agire della società, ma i poteri di rappresentanza degli amministratori e pertanto un atto ad esso estraneo, come può essere ratificato, così a maggior ragione può essere preventivamente autorizzato dalla società rappresentata mediante una...

Cass. civile del 1984 numero 6625 (18/12/1984)

Qualora l'apparente rappresentato abbia ingenerato nel terzo, mediante il proprio comportamento di tolleranza, la convinzione non colposa della sussistenza del rapporto di rappresentanza, trova applicazione il principio dell'apparenza del diritto e l'apparente rappresentato é tenuto a far fronte...

Cass. civile, sez. II del 1995 numero 2170 (25/02/1995)

L' amministratore della comunione non può agire in giudizio in rappresentanza dei partecipanti contro uno dei comunisti, se tale potere non gli sia stato attribuito nella delega di cui al secondo comma dell' art. 1106 cod. civ., non essendo applicabile analogicamente - per la presenza della...

Regio Decreto del 1942 numero 267 art. 174

CAPO IV Della deliberazione del concordato preventivo (ADUNANZA DEI CREDITORI) 1. L'adunanza dei creditori è presieduta dal giudice delegato. 2. Ogni creditore può farsi rappresentare da un mandatario speciale, con procura che può essere scritta senza formalità sull'avviso di convocazione. 3. Il...

Cass. civile, sez. III del 1995 numero 12797 (13/12/1995)

Il difetto di rappresentanza processuale di una società può essere sanato in ogni stato e grado del giudizio con efficacia "ex tunc" mediante la costituzione del legale rappresentante, il quale manifesti anche tacitamente la volontà di ratificare la condotta difensiva precedente, anche per quanto...

Cass. civile, sez. III del 1995 numero 4587 (22/04/1995)

Il proprietario di un immobile locato ad un terzo da un mandatario senza rappresentanza può, nel revocare il mandato e sostituendosi al mandatario, esercitare ex art. 1705, cod. civ., secondo comma, ogni diritto di credito derivante dal rapporto obbligatorio posto in essere e, quindi, anche il...

Legge del 1968 numero 15 art. 17

Legalizzazione di firme di atti da e per l'estero (Le firme sugli atti e documenti formati nello Stato e da valere all'estero davanti ad autorità estere sono, ove da queste richiesto, legalizzate a cura dei competenti organi, centrali o periferici, del Ministero competente, o di altri organi e...

Legge del 1999 numero 394 art. 4

Comunicazioni all'autorità consolare L'informazione prevista dal comma 7 dell'articolo 2 del testo unico contiene: a) l'indicazione dell'autorità giudiziaria o amministrativa che effettua l'informazione; b) le generalità dello straniero e la sua nazionalità, nonché, ove possibile, gli estremi...