Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 25

Ricostruzione della concreta intenzione delle parti: discrasia tra testo del contratto preliminare e testo del contratto definitivo (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 22984 del 29 ottobre 2014)

L'omessa riproduzione, nel contratto definitivo di cessione di quote sociali, di una clausola già inserita nel preliminare non comporta, necessariamente, la rinunzia alla pattuizione ivi contenuta,...

Accesso abusivo a sistema informatico o telematico (art. 615-ter c.p.): il luogo di consumazione del delitto coincide con quello nel quale si trova il soggetto che effettua l’introduzione abusiva o vi si mantiene abusivamente. (Cass. Pen., Sez. Unite, sent. n. 17325 del 26 marzo 2015)

In tema di acceso abusivo ad un sistema informatico o telematico, il luogo di consumazione del delitto di cui all'art. 615-ter c.p., coincide con quello in cui si trova l'utente che, tramite...

È arbitrario ipotizzare che i prelievi ingiustificati da conti correnti bancari effettuati da un professionista siano destinati ad un investimento nell'ambito della propria attività professionale e che ciò sia produttivo di un reddito non dichiarato. (Corte Costituzionale, sent. n. 228 del 6 ottobre 2014)

È costituzionalmente illegittimo, per violazione degli artt. 3 e 53 Cost., l'art. 32, comma 1, n. 2), secondo periodo, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 (Disposizioni comuni in materia di...

Può la prova della sopravvenuta inidoneità dell' alloggio già di proprietà consentire l'acquisto di un nuovo immobile da adibire a prima casa nello stesso Comune? (CTR Catanzaro, Sez. IV, sent. n. 804 del 26 maggio 2015)

In tema di agevolazioni prima casa non sono possibili due acquisti agevolati in uno stesso comune a meno che il contribuente non provi l’inidoneità sopraggiunta del primo alloggio. La disciplina dei...

Non è sufficiente che ci si preoccupi del debito che ha dato origine al pignoramento dell'immobile: il notaio risponde per non aver avvisato l’acquirente del rischio conseguente ai possibili interventi nella procedura esecutiva non ancora estinta. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 6451 del 31 marzo 2015)

Sussiste la responsabilità solidale del notaio che prestò la sua opera per il contratto preliminare e definitivo, insieme con il venditore e il mediatore immobiliare, per la cancellazione del...

Ancora sul recesso del socio di società di persone (s.a.s.). Modalità di esercizio, natura recettizia della relativa dichiarazione, assenza di formalismo, natura giuridica della pronunzia in materia. (Tribunale di Roma, 20 aprile 2015)

A norma dell'art. 2285 c.c., che trova applicazione per le società in accomandita semplice in virtù del rinvio di cui all'art. 2315 c.c., il recesso può essere esercitato liberamente dal socio nel...

Rinegoziazione di debito portato da saldo negativo di conti correnti bancari, susseguente costituzione di fondo patrimoniale: revocabilità dell’atto di costituzione ex art.2901 cod.civ.. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 2530 del 10 febbraio 2015)

L'atto di costituzione del fondo patrimoniale, anche se compiuto da entrambi i coniugi, è un atto a titolo gratuito, soggetto ad azione revocatoria ai sensi dell'art. 2901, primo comma, n. 1), c.c. se...

Società di persone e termine di durata eccedente le aspettative medie di vita lavorativa: possibiità di esercitare in ogni tempo il recesso del socio. Forma della dichiarazione e natura recettizia. (Tribunale di Roma, 4 marzo 2015)

Il socio di Snc, nel caso in cui i patti sociali prevedano una durata della società per un tempo indubbiamente superiore alle aspettative di vita media, ha il diritto di recedere dal rapporto...

L'ipoteca sull'immobile è assai più "pesante" di quanto prospettato dall'agente immobiliare in sede di conclusione del contratto preliminare. Truffa contrattuale: l’eventuale scarsa accortezza del soggetto passivo del reato non vale a scriminare la condotta illecita. (Cass. Pen., Sez. II, sent. n. 12601 del 25 marzo 2015)

Integra il reato di truffa aggravata ex art. 61, n. 7, c.p. la condotta del dipendente dell'agenzia immobiliare che, in concorso con i proprietari dell'immobile in vendita, che induce un soggetto a...

L’esenzione dal rispetto delle distanze fra costruzioni di cui all'art. 878 cod.civ. si applica anche ai muri di cinta quando l'altezza sia superiore a tre metri (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3037 del 16 febbraio 2015)

L'esenzione dal rispetto delle distanze tra costruzioni, prevista dall'art. 878 c.c., si applica sia ai muri di cinta, qualificati dalla destinazione alla recinzione di una determinata proprietà,...

Gravi vizi della costruzione oggetto della compravendita per la quale erano state invocate le agevolazioni "prima casa": se la residenza non viene trasferita entro i termini di legge non è invocabile la forza maggiore. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 10586 del 22 maggio 2015)

In materia di benefici connessi alla riduzione dell'imposta per la registrazione del contratto di vendita di un immobile da adibire a prima casa, il contribuente che non adempia all'obbligo di...

Vendita di terreno avente destinazione "a verde privato" e tassazione della plusvalenza nel caso di accertamento di maggior valore del prezzo della vendita seguito da accertamento con adesione. (CTR Roma, Sez. IX, sent. n. 517 del 30 gennaio 2015)

La circostanza che un terreno al momento della compravendita non sia edificabile ma destinato esclusivamente ad "area a verde privato" non è fondamentale per determinare l'effettivo valore di mercato...

Pronunzia costitutiva ex art. 2932 cod.civ., acquisto di immobile per conto di una società operato nomine proprio dall'amministratore e ritrasferimento ai soci pro quota in esito all'estinzione dell'ente. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 22988 del 29 ottobre 2014)

Nell'ipotesi in cui la società si estingua prima che il socio agente abbia operato il ritrasferimento del diritto acquistato in nome proprio e per conto della stessa, la situazione giuridica...

Attribuzione patrimoniale effettuata del fideiussore in favore della prole in adempimento ad obblighi assunti nel verbale di separazione omologato dal Giudice. Non è revocabile. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 6076 del 26 marzo 2015)

Deve essere confermato il rigetto della domanda di revoca proposta dalla banca ex art. 2901 c.c. dell'atto di donazione posto in essere da parte del fideiussore che prestò garanzia in favore della...

Un'eccezione al principio della forma vincolata ad substantiam: contratti agrari ultranovennali conclusi verbalmente e non trascritti. E in caso di pignoramento del bene? (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 10136 del 18 maggio 2015)

L'art. 41 della L. n. 203/1982, che stabilisce la validità ed efficacia anche nei confronti dei terzi dei contratti ultranovennali di affitto di fondi rustici a coltivatore diretto, pur se stipulati...

Mutamento della detenzione in possesso: la prosecuzione del pregresso rapporto di fatto da parte degli eredi del detentore non vale ad integra una idonea causa di. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 27432 del 30 dicembre 2014)

L'interversione della detenzione in possesso ove l'iniziale relazione con il bene derivi da un atto o fatto del proprietario-possessore richiede il compimento di idonei atti materiali di specifica...

Versamento integrativo dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale in relazione ad atto immobiliare registrato telematicamente: responsabilità del notaio rogante. (Cass. Civ., Sez. VI-V, sent. n. 5016 del 12 marzo 2015)

La notificazione di un avviso di liquidazione per l'integrazione dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale relativa ad una compravendita registrata telematicamente dal notaio rogante, che in...

Simulazione relativa: prova del prezzo reale asseritamente diverso da quello manifestato in atto avente forma scritta ad substantiam. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3234 del 18 febbraio 2015)

La pattuizione con cui le parti di una compravendita immobiliare abbiano convenuto un prezzo diverso da quello indicato nell'atto scritto soggiace, tra le stesse parti, alle limitazioni della prova...

Ancora sull'indissolubilità del vincolo di cui all'art.41 sexies della Legge urbanistica. È nulla la vendita di un’abitazione quando il venditore ceda solo l’unità abitativa e non anche (quantomeno) il diritto d’uso del posto auto che si riserva in collegamento con la mansarda abusiva. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 4733 del 10 marzo 2015)

In materia edilizia l'art. 41-sexies della l. n. 1150/1942 pone un vincolo di destinazione obbligatorio tra spazi destinati a parcheggio e cubatura totale dell'edificio, con la conseguenza che in...