Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 39

Risoluzione della donazione per inadempimento del modo: grava sul debitore inadempiente l’onere di provare l’impossibilità di eseguire la prestazione per causa a lui non imputabile. (Cass. Civ., Sez. VI, sent. n. 21208 del 17 settembre 2013)

Con riferimento alla pretesa impossibilità della prestazione (posta a carico del donatario e consistente nell'assistenza morale e materiale del donante), occorre ulteriormente osservare che la sola...

L’amministratore del condominio non ha, difettando deliberazione assembleare che lo attribuisca, diritto ad un compenso ad hoc per la stipula di un contratto di appalto relativo ai lavori di manutenzione dell’immobile. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 22313 del 30 settembre 2013)

Non sussiste il diritto dell’amministratore condominiale a ottenere un compenso ulteriore per la stipula del contratto di appalto per i lavori di manutenzione dell’immobile, dovendosi escludere la...

La responsabilità del vettore va provata con riferimento non al fatto in sè della perdita della cosa, bensì dovendo essere ragguagliata alla valutazione della diligenza della condotta. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 20896 del 12 settembre 2013)

La responsabilità del vettore è accertata e la prova che la perdita della merce sia dipesa da dolo o colpa grave del vettore è necessaria solo per superare i limiti del risarcimento previsti dell’art....

Vendita nulla per violazione del divieto del patto commissorio ex art. 2744 cod.civ.: elementi indicativi della causa di garanzia (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 10986 del 9 maggio 2013)

La vendita con patto di riscatto o di retrovendita stipulata fra il debitore ed il creditore, ove determini la definitiva acquisizione della proprietà del bene in mancanza di pagamento del debito...

Agevolazioni prima casa: caratteristiche dell’abitazione di lusso come definite dal decreto ministeriale 2 agosto 1969. Nella superficie si calcola anche il ripostiglio. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 17439 del 17 luglio 2013)

A norma del DPR n. 131/1986, tariffa I, nota II bis, il beneficio fiscale è connesso all’acquisto di case di abitazione prive delle caratteristiche di lusso, indicate dal decreto ministeriale 2 agosto...

Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia. (DL 21 giugno 2013, n. 69, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, L. 9 agosto 2013, n. 98). Vede finalmente la luce il c.d. "decreto del fare".

E' stato convertito con la legge n. 98 del 9 agosto 2013, il DL n. 69 del 21 giugno 2013, recante "Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia". Leggi il [[Decreto Legge del 2013 numero...

Riconducibilità del valore della partecipazione sociale facente capo ad uno soltanto tra i coniugi alla comunione de residuo e tempo di stima del valore della stessa. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 6876 del 20 marzo 2013)

In tema di scioglimento della comunione legale tra coniugi, il credito verso il coniuge socio di una società di persone, a favore dell'altro coniuge in comunione de residuo, è esigibile al momento...

Il concreto atteggiamento della volontà degli interessati è a fondamento della distinzione fra interposizione fittizia e interposizione reale. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 8682 del 10 aprile 2013)

La differenza fra interposizione fittizia di persona e interposizione reale non sta nella partecipazione o no del terzo contraente all'accordo che ha portato alla sostituzione dell'interposto...

Risoluzione della compravendita: non è litisconsorte necessario il coniuge in comunione legale rimasto estraneo al perfezionamento del contratto tra venditore ed acquirente convenuto in giudizio. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 16559 del 2 luglio 2013)

In riferimento all'azione di risoluzione per inadempimento di un atto di compravendita immobiliare, promossa dall'alienante nei confronti dell'acquirente, non sussiste una ipotesi di litisconsorzio...

Immobile concesso in comodato per esigenze familiari: la presunzione dell'esistenza della relativa volontà non opera una volta che i coniugi siano separati, ancorchè di fatto. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 16141 del 26 giugno 2013)

In sede di separazione, la possibilità di assoggettare un immobile di un terzo ad assegnazione, in quanto casa coniugale, presuppone l'accertamento che la sua cessione in comodato sia avvenuta per...

Scioglimento del rapporto sociale limitatamente a un socio: ai fini dell’esclusione della responsabilità per le obbligazioni sociali la cessione della partecipazione deve risultare dall’iscrizione nel registro delle imprese. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 6230 del 13 marzo 2013)

In tema di società in nome collettivo, il socio che abbia ceduto la propria quota risponde, nei confronti dei terzi, delle obbligazioni sociali sorte fino al momento in cui la cessione sia stata...

Usucapione della quota da parte del coerede nel possesso del bene ereditario: significato e conseguenze della sua partecipazione alla divisione ereditaria. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 9633 del 19 aprile 2013)

Il coerede che, dopo la morte del de cuius, sia rimasto nel possesso del bene ereditario, può usucapire la quota degli altri eredi, purché il tempo necessario al verificarsi di detto acquisto risulti...

Lo svolgimento di un’attività economica da parte di un’associazione non riconosciuta non costituisce elemento sufficiente ad attribuirle la natura giuridica di società. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 5836 dell’8 marzo 2013)

Ciò che caratterizza la società, secondo la nozione espressa dall'art. 2247 c.c., è che lo svolgimento in comune tra i soci di un'attività economica sia previsto a scopo di lucro, il quale consiste...