Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 41

Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali, ai sensi degli articoli 20, comma 3, 24, comma 4, 28, comma 3, 32, comma 3, lettera b), 35, comma 2, 36, comma 2, e 71. (Decreto Presidente Consiglio Ministri del 22 febbraio 2013)

E' stato pubblicato in G.U. del 21 maggio 2013, n. 117, il Decreto Presidente Consiglio Ministri del 22 febbraio 2013, recante "Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle...

Nullità della clausola statutaria che preveda il deferimento delle controversie sociali ad arbitri nominati dalle parti, non conformemente ai requisiti di cui all’art. 34 del d.lgs. n. 5/2003. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 15892 del 20 luglio 2011)

La norma dell'art. 34 del d.lgs. n. 5/2003, contempla l'unica ipotesi di clausola compromissoria che possa essere introdotta negli atti costitutivi delle società, ad eccezione di quelle che fanno...

Non è esercitabile l’azione revocatoria rispetto all’atto con il quale venga espressa adesione al legato sostitutivo della legittima e, per l'effetto, si rinunzi all’esercizio dell’azione di riduzione. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 4005 del 19 febbraio 2013)

Non è ammissibile l'azione revocatoria ex art. 2901 c.c. - la cui funzione è di conservazione della garanzia del patrimonio del debitore, attraverso l'inefficacia dell'atto di disposizione rispetto al...

Identificazione dell'oggetto della cessione del credito: impossibilità da parte del cessionario di proporre azione volta ad ottenere il risarcimento del danno per responsabilità precontrattuale nei confronti del contraente originario. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 3579 del 13 febbraio 2013)

La previsione del primo comma dell’art. 1263 c.c., in base alla quale il credito è trasferito al cessionario, oltre che con i privilegi e le garanzie reali e personali, anche con gli “altri...

La liberalizzazione della misura degli onorari operata dalla legge determina la non assoggettabilità a sanzione disciplinare del professionista che sistematicamente pratichi tariffe inferiori a quelle indicate dal proprio ordine (nella specie il Consiglio notarile). (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 3715 del 14 febbraio 2013)

Considerata l’abrogazione delle tariffe obbligatorie disposta per tutte le professioni intellettuali dalla l. n. 248/2006 e l’apertura alla concorrenza introdotta per la professione notarile dalla...

Trascrizione di domanda di arbitrato finalizzata all'esecuzione ex 2932 cod.civ. di preliminare di acquisto della nuda proprietà di bene immobile. Irrilevanza, ai fini dell'opponibilità, della menzione dell'esistenza e della durata dell'usufrutto residuo gravante sul bene. (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 5397 del 5 marzo 2013)

In tema di pubblicità immobiliare, la trascrizione della domanda giudiziale ha la funzione di prenotare, nei confronti dei terzi, gli effetti della pronuncia che sarà successivamente emessa,...

Il promissario acquirente che abbia a stipulare con l'interponente (proprietario effettivo, ma apparentemente non tale) non riveste la qualità di terzo ai fini della prova. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 10592 del 25 giugno 2012)

In tema di prova della simulazione, non è terzo, ai fini del regime dettato dall'art. 1417 c.c., il promissario acquirente dell'interponente di una precedente compravendita simulata, il quale intenda...

Acquisto di area edificabile soggette a piani particolareggiati: il mantenimento delle agevolazioni sulle imposte di registro e ipocatastali è subordinato al completamento della edificazione entro i cinque anni dall'acquisto. (Cass. Civ., Sez. VI, sent. n. 11771 dell’11 luglio 2012)

Il beneficio dell’assoggettamento ad imposta di registro nella misura dell’ 1 % e alle imposte ipotecaria e catastale in misura fissa per i per i trasferimenti di immobili situati in aree soggette a...

Qualificazione del contratto, simulazione o e abuso del diritto: poteri dell’amministrazione finanziaria nella riqualificazione del contratto. (Cass. Civ., Sez. V, sent. n. 4535 del 22 febbraio 2013)

Rientrano nella fattispecie dell'abuso del diritto le pratiche che, pur formalmente rispettose del diritto interno o comunitario, siano mirate principalmente ad ottenere benefici fiscali contrastanti...

Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali. (DL 8 aprile 2013, n. 35)

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 82 dell'8 aprile 2013 il DL 8 aprile 2013, n. 35, recante "Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il...

Non è contraria al principio di buona fede nell’esecuzione del contratto nè è abusiva la condotta del promissario acquirente che condiziona, conformemente alle intese preliminari, la stipula dell'atto di acquisto al rispetto del patto in base al quale l'atto deve seguire la cancellazione d’ipoteca sull'immobile. (Tribunale di Reggio Emilia, 21 febbraio 2013)

La parte adempiente di un contratto preliminare di compravendita, che abbia ricevuto una caparra confirmatoria e si sia avvalsa della facoltà di provocare la risoluzione del contratto mediante diffida...

Servitù per destinazione del padre di famiglia: criteri di rinvenimento della contraria manifestazione di volontà del proprietario che conduce all'accertamento della mancata costituzione del diritto reale. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 5040 del 28 febbraio 2013)

A norma dell’art. 1062 c.c., la costituzione di una servitù per destinazione del padre di famiglia è impedita dalla contraria manifestazione di volontà del proprietario dei due fondi al momento della...

Un termine di durata della società eccessivamente lontano nel tempo è assimilabile ad una durata a tempo indeterminato. La variazione statutaria introdotta con deliberazione volta a ridurre tale durata importa sia l'eliminazione di di una causa di recesso, sia l'attribuzione del diritto di recesso ai soci assenti o dissenzienti. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 9662 del 23 aprile 2013)

Dispone l'art. 2473 c.c., al I comma, che l'atto costitutivo determina le ipotesi in cui il socio può recedere dalla società e le relative modalità. Prevede la norma che diritto di recesso compete, in...

Effetti della cancellazione della società dal Registro delle Imprese sulla sorte dei rapporti pendenti. Qualificazione in chiave di successione della situazione di contitolarità delle sopravvenienze attive in capo ai soci della società estinta. (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. n. 6070 del 12 marzo 2013)

Qualora all’estinzione della società, conseguente alla sua cancellazione dal registro delle imprese, non corrisponda il venir meno di ogni rapporto giuridico facente capo alla società estinta, si...

Al coniuge superstite spettano i diritti di abitazione e uso dei mobili. Il valore dei detti diritti va prededotto dall'asse, sul quale si va successivamente a computare la porzione legittima. (Cass. Civ., Sez. Unite, sent. n. 4847 del 27 febbraio 2013)

Nella successione legittima spettano al coniuge del de cuius i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano previsti dall'art. 540, comma II,...

Clausola intesa ad escludere la risolubillità per inadempimento del promittente alienante: effetti sulle sorti del contratto preliminare di vendita immobiliare. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 5033 del 28 febbraio 2013)

Concluso tra le parti un contratto preliminare diretto alla stipulazione di un definitivo avente ad oggetto il trasferimento di un immobile, la pattuizione, nell’atto di programmazione preparatoria,...

Gli accertamenti mediante il c.d. redditometro contrastano col diritto alla riservatezza della persona. Ne segue la praticabilità della disapplicazione del d.m. Ministero Economia 24 dicembre 2012 n.65648, affetto da radicale nullità. (Tribunale di Napoli, 21 febbraio 2013)

Considerato che l’art. 5, L. n. 2248 del 1865, alleg. E, impone al giudice di non applicare gli atti amministrativi e i regolamenti non conformi alla legge, deve essere disapplicato perché contrario a...

Fondo patrimoniale: su chi grava l'onere di provare che il debito è stato contratto per scopi estranei ai bisogni della famiglia? (Cass. Civ., Sez. III, sent. n. 4011 del 19 febbraio 2013)

L’onere della prova dei presupposti di applicabilità dell’art. 170 c.c. grava sulla parte che intende avvalersi del regime di impignorabilità dei beni costituiti in fondo patrimoniale. Nel caso...