Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elenco delle notizie - Pagina 3

Trust: non sempre occorre attendere l'atto di destinazione finale ai fini dell'assoggettamento ad imposizione proporzionale della sostanza che ne è l'oggetto. (Cass. Civ., Sez. VI-V, ord. n. 5766 del 3 marzo 2020)

E' soggetto a imposta di registro in misura fissa il trust finalizzato a liquidare l’attivo nell’interesse di soci e creditori. In assenza dell’individuazione dei reali beneficiari dell’operazione,...

Quando in ogni caso impugnare l'atto conta: non importa se il bene attribuito a fronte della costituzione di una rendita fosse stato comunque legato al vitaliziante. Dichiarato invalido l'atto varierebbe l'esito dell'imputazione ex se. (Cass. Civ., Sez. VI-II, ord. n. 5421 del 27 febbraio 2020)

Nel caso in cui un bene, oggetto di disposizione testamentaria a titolo di legato, sia stato poi trasferito al soggetto designato legatario con un contratto inter vivos, sussiste sempre l'interesse...

Domanda giudiziale intesa a far valere la simulazione. Impossibilità del Giudicante di accertare una specie di simulazione (assoluta o relativa) diversa da quella introdotta con la domanda. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 34024 del 19 dicembre 2019)

L'azione intesa a far dichiarare la simulazione relativa è diversa da quella diretta a ottenere la declaratoria di simulazione assoluta, sia con riferimento al "petitum" che alla "causa petendi",...

Circa la forma dell'atto risolutorio della donazione e l'attitudine a sortire effetti meramente obbligatori assunto in sede di proposizione del ricorso per la separazione personale. (Cass. Civ., Sez. I, sent. n. 5937 del 3 marzo 2020)

Anche nel caso di accordo tra coniugi per la risoluzione di una donazione e quindi la retrocessione dei diritti immobiliari al donante, deve essere rispettata la stessa forma dell’atto originario e...

Il mancato rilascio dell'abitabilità costituisce valido presupposto per esercitare l'eccezione di inadempimento. Ne deriva che legittimamente il promissario acquirente si rifiuta di definire il pagamento mediante accollo dei mutuo. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 2196 del 30 gennaio 2020)

Il mancato o il tardivo rilascio del certificato di abitabilità dell’immobile oggetto di preliminare di vendita, a prescindere dalle cause che abbiano determinato una tale evenienza, comporta comunque...