Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Vincolo di destinazione con finalità liquidatorie


Repertorio n. Raccolta n.
ISTITUZIONE DI VINCOLO DI DESTINAZIONE CON FINALITA' LIQUIDATORIE
REPUBBLICA ITALIANA
L'anno duemiladodici
il giorno diciassette
del mese di Aprile.
In Lecco, nel mio studio notarile in Via Balicco n.61.
Innanzi a me dottor Daniele Minussi, notaio residente in Lecco, iscritto nel Ruolo del Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco,
è personalmente comparso il signor:
- P.M., nato a ( ) il , domiciliato per la carica presso la sede della società di cui infra, il quale interviene al presente atto (di seguito l'"Atto") nella propria qualità di Liquidatore e legale rappresentante, in forza dei poteri conferitigli dallo Statuto della società:
"M. E. S.R.L." in Liquidazione
con sede in ( ) Via n., Codice Fiscale/Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Lecco: - R.E.A. numero -, capitale sociale Euro 100.000,00 (centomila virgola zero zero) interamente sottoscritto e versato, società di nazionalità italiana (d'ora innanzi individuata come la "Società" o la "Disponente") ed in esecuzione della Deliberazione dell'Assemblea dei Soci in data 11 aprile 2012 il cui verbale, in estratto autenticato da me Notaio in data odierna, Repertorio n.146189 si allega al presente atto sotto la lettera "A";
nonché in proprio al fine di accettare la nomina a "Fiduciario del Vincolo" di cui infra (la Società e il Fiduciario del Vincolo sono di seguito collettivamente individuati anche come i "Contraenti").
Detto comparente della cui identità personale, qualifica e poteri, io notaio sono certo,
premesso che:
a) la Società versa in stato di crisi e intende presentare avanti al Tribunale di Lecco istanza (di seguito, la "Istanza") per l'ammissione a una procedura di concordato preventivo di cui all'art. 160 L. fall. (di seguito, la "Procedura");
b) la Società sta predisponendo un piano che consenta di formulare ai creditori sociali una proposta di soddisfacimento parziale delle loro ragioni creditorie, da formulare nell'ambito della citata procedura concorsuale;
c) la Società intende mettere a disposizione della massa dei creditori (di seguito, i "Creditori") gli immobili di cui oltre (di seguito, i "Beni"), affinchè, mediante la loro alienazione da parte del Fiduciario del Vincolo, si possano ricavare le risorse occorrenti a dare esecuzione - in attuazione al predisponendo piano - alla ricordata proposta ai Creditori;
d) la Società ha individuato nel vincolo di destinazione (di seguito, il "Vincolo"), di cui all'articolo 2645-ter del codice civile, lo strumento giuridico più opportuno, per ragioni sia civilistiche sia fiscali, a segregare i Beni per il perseguimento degli scopi sopra indicati;
e) la Società intende con questo Atto istituire il Vincolo e, al fine di garantire l'efficienza del Vincolo e il perseguimento degli scopi per il quale esso è stato istituito, intende contestualmente nominare un mandatario con rappresentanza (di seguito, il "Fiduciario del Vincolo"), nella persona del Liquidatore della società, per lo svolgimento delle funzioni e per il perseguimento degli scopi definiti e indicati nell'Atto.
Tutto ciò premesso
e ritenuto parte integrante e sostanziale del presente atto
convengono e stipulano quanto segue
Articolo 1) Istituzione e Scopo del Vincolo e nomina del Fiduciario del Vincolo
1.1. La Disponente mediante questo Atto:
a) dichiara di istituire, ai sensi dell'articolo 2645-ter, cod. civ, un vincolo irrevocabile di destinazione sui beni immobili di cui infra, nonché sui loro eventuali frutti, sul denaro ricavato dalla loro alienazione (permanendovi fino a che tale denaro non sia impiegato per il pagamento dei creditori della Procedura e/o della Società - secondo quanto previsto nella Istanza - o delle spese di gestione del Vincolo) e sui beni in cui sia reimpiegato detto denaro, obbligandosi d'ora innanzi a non porre in essere alcun atto, di natura reale od obbligatoria, che abbia come conseguenza di pregiudicare o anche solo di ostacolare, sotto qualsiasi profilo, materiale o giuridico, lo scopo per il quale il Vincolo è istituito;
b) dichiara che il Vincolo è finalizzato ai sensi e per gli effetti dell'articolo 1322 Cod.Civ. a mettere i Beni a disposizione dei Creditori, affinchè, mediante la loro alienazione, si possano ricavare le risorse occorrenti a dare attuazione al piano in corso di predisposizione, come verrà meglio descritto nell'istanza;
c) nomina Fiduciario del Vincolo, attribuendo ad esso di conseguenza un mandato con rappresentanza, il signor P. M. nato a ( ) il , residente in ( ) Via n. , Codice Fiscale - il quale presente accetta - con l'incarico di presentare, per conto della Società, la Istanza, al fine di garantire l'efficienza del Vincolo e il perseguimento degli scopi per il quale esso è stato istituito.
1.2. Il presente Atto e la destinazione dei Beni che da esso deriva sono pertanto risolutivamente condizionati al fatto che entro il 30 settembre 2012 il Tribunale di Lecco non ammetta la Società alla Procedura di Concordato Preventivo.
1.3. Salvo l'avveramento della condizione risolutiva di cui al punto 1.2, il Vincolo si estingue comunque con la mancata omologa, entro il 30 giugno 2013, dell'eventuale concordato preventivo proposto, con la revoca dell'ammissione alla Procedura, con la declaratoria di inammissibilità della Procedura e/o la dichiarazione di fallimento della Società.
1.4. I Contraenti esonerano i Direttori e gli addetti dei competenti Uffici del Territorio - Servizi di Pubblicità Immobiliare da ogni responsabilità in merito a tutti gli adempimenti pubblicitari conseguenziali al presente atto di istituzione di vincolo di destinazione.
1.5. I Contraenti in particolare autorizzano fin da ora i Direttori e gli addetti dei competenti Uffici del Territorio - Servizi di Pubblicità Immobiliare - ad annotare di definitiva cessazione di efficacia gli adempimenti pubblicitari del presente Atto qualora, sia presentata, da parte del Fiduciario del Vincolo, ai predetti Uffici, una unilaterale istanza in tal senso, in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata, nella quale si dia atto che entro il 30 settembre 2012 il Tribunale di Lecco non ha accolto l'Istanza di ammissione alla Procedura.
DESCRIZIONE DEI BENI IMMOBILI OGGETTO DI VINCOLO
- A -
IN COMUNE AMMINISTRATIVO DI
Sezione Censuaria di
  • n. 3 (tre) autorimesse interrate facenti parti di un intervento edilizio di iniziativa privata, in via .
Dette unità immobiliari risultano censite nel Catasto Fabbricati come segue:
Sezione CAS - foglio 4 - mappale 1669 subalterno 10 - Via - piano S1 - Categoria C/6 - classe 2 - mq. 30 - R.C.Euro 139,44;
Sezione CAS - foglio 4 - mappale 1669 subalterno 11 - Via - piano S1 - Categoria C/6 - classe 2 - mq. 30 - R.C.Euro 139,44;
Sezione CAS - foglio 4 - mappale 1669 subalterno 12 - Via - piano S1 - Categoria C/6 - classe 2 - mq. 30 - R.C.Euro 139,44.
  • Piccoli reliquati di area distinti al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 1668 - semin arbor - classe 1 - are 12 - centiare 89 - R.D.Euro 7,66 - R.A.Euro 5,99;
foglio 9 - mappale 1670 - semin arbor - classe 1 - are 00 - centiare 35 - R.D.Euro 0,21 - R.A.Euro 0,16;
foglio 9 - mappale 1672 - semin arbor - classe 1 - are 00 - centiare 26 - R.D.Euro 0,15 - R.A.Euro 0,12.
Coerenze in un sol corpo, con riferimento alla mappa di Catasto Terreni: mappali 1141, 1140, 1138, 1139, 1100, 1099, strada, mappali 1671, 1727, 1726.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Como in data 30 aprile 2002 ai nn. 10324/2192 a favore del "Credito Bergamasco S.p.A." per l'originario importo di Euro 1.550.000,00 (unmilionecinquecentocinquantamila virgola zero zero) gravante sull'immobile sito in Comune di Rogeno Censuario di Casletto realizzato su area di cui ai mappali 1098 e 1137 del Catasto Terreni (ora mappale 1669 ente urbano).
- B -
IN COMUNE AMMINISTRATIVO DI (LC)
Sezione Censuaria di
Compendio immobiliare composto da terreni a verde con destinazione urbanistica a standards comunali lungo la via, distinto al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 290 - semin arbor - classe 3 - are 34 - centiare 00 - R.D.Euro 11,41 - R.A.Euro 12,29;
foglio 9 - mappale 651 - semin arbor - classe 4 - are 43 - centiare 20 - R.D.Euro 12,27 - R.A.Euro 11,16;
foglio 9 - mappale 1286 - semin arbor - classe 4 - are 00 - centiare 10 - R.D.Euro 0,03 - R.A.Euro 0,03.
Coerenze in un sol corpo: mappali 559, 1100, 1830, 1831, 1202, 1204, 1285, 1284, strada comunale, mappali 558, 291, 945 e 815.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Lecco in data 6 luglio 2009 ai nn. 9891/1871 a favore del "Credito Valtellinese società cooperativa" per l'importo di Euro 522.000,00 (cinquecentoventiduemila virgola zero zero) gravante sui mappali 290-651-1286 del Catasto Terreni del Comune di Oggiono.
- C -
IN COMUNE DI ( )
Compendio immobiliare composto da terreni edificabili con destinazione urbanistica residenziale in ambito di Piano Attuativo PLC1 – Lotto A - via Garibaldi, distinto al Catasto Terreni come segue:
foglio 1 - mappale 418 - seminativo - classe 2 - are 24 - centiare 50 - R.D.Euro 12,65 - R.A.Euro 12,65;
foglio 1 - mappale 415 - seminativo - classe 2 - are 27 - centiare 09 - R.D.Euro 13,99 - R.A.Euro 13,99;
foglio 1 - mappale 425 - seminativo - classe 2 - are 09 - centiare 07 - R.D.Euro 4,68 - R.A.Euro 4,68.
Coerenze in un sol corpo: mappali 93, 421, 422, 426, 419, 414, 417.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Milano 2 in data 20 ottobre 2008 ai nn. 156315/31583 a favore del "Credito Valtellinese società cooperativa" per l'originario importo di Euro 7.200.000,00 (settemilioniduecentomila virgola zero zero) gravante originariamente sugli immobili siti in Comune di Cornate d’Adda di cui ai mappali 417-418-419-420-414-415-416-412-425 del Catasto Terreni.
- D -
IN COMUNE AMMINISTRATIVO DI ()
Sezione Censuaria di
Compendio immobiliare composto da terreni edificabili con destinazione urbanistica residenziale in ambito di Piano Attuativo in in via e via, distinto al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 544 - semin arbor - classe 3 - are 52 - centiare 00 - R.D.Euro 17,46 - R.A.Euro 18,80.
foglio 9 - mappale 117 - semin arbor - classe 3 - are 43 - centiare 90 - R.D.Euro 14,74 - R.A.Euro 15,87.
Coerenze in un sol corpo: mappali 545, 546, strada, mappali 283, 236, 38, 116.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Como in data 3 giugno 2011 ai nn. 15108/3049 a favore della "Banca Popolare Lecchese S.p.A." per l'importo di Euro 700.000,00 (settecentomila virgola zero zero) gravante sull’immobile sito in Comune di Inverigo di cui ai mappali 544 e 117 del Catasto Terreni.
- E -
IN COMUNE AMMINISTRATIVO DI ( )
Sezione Censuaria di
Compendio immobiliare composto da terreno edificabile con destinazione urbanistica residenziale in ambito di Piano Attuativo di Lottizzazione denominato PL17, distinto al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 411 - prato arbor - classe 1 - are 03 - centiare 60 - R.D.Euro 1,67 - R.A.Euro 1,30;
foglio 9 - mappale 1519 - semin arbor - classe 3 - are 06 - centiare 70 - R.D.Euro 2,08 - R.A.Euro 1,04.
foglio 9 - mappale 1521 - semin arbor - classe 1 - are 14 - centiare 00 - R.D.Euro 6,15 - R.A.Euro 3,62;
Coerenze in un sol corpo: mappali 1522, 1513, 1523, 1520, 1517, 1518.
foglio 9 - mappale 1562 - semin arbor - classe 1 - are 04 - centiare 75 - R.D.Euro 2,09 - R.A.Euro 1,23;
foglio 9 - mappale 1534 - semin arbor - classe 2 - are 26 - centiare 80 - R.D.Euro 9,69 - R.A.Euro 5,54;
foglio 9 - mappale 1528 - semin arbor - classe 2 - are 03 - centiare 15 - R.D.Euro 1,14 - R.A.Euro 0,65;
foglio 9 - mappale 1552 - semin arbor - classe 2 - are 00 - centiare 15 - R.D.Euro 0,05 - R.A.Euro 0,03;
Coerenze in un sol corpo: mappali 1533, 1527, 1530, 1535, 1536, 1563, 1565, 1537, 1532, 1551.
- F -
IN COMUNE DI ( )
Compendio immobiliare composto da terreni edificabili con destinazione urbanistica D1 produttiva località lungo la strada comunale via , distinto al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 423 - bosco ceduo - classe 2 - are 07 - centiare 70 - R.D.Euro 1,19 - R.A.Euro 0,20;
foglio 9 - mappale 3250 - bosco ceduo - classe 2 - are 08 - centiare 80 - R.D.Euro 1,36 - R.A.Euro 0,23;
foglio 9 - mappale 4219 (ex 424/a) - semin arbor - classe 3 - are 08 - centiare 20 - R.D.Euro 2,75 - R.A.Euro 2,96;
foglio 9 - mappale 4221 (ex 425/a) - prato - classe 5 - are 14 - centiare 00 - R.D.Euro 3,62 - R.A.Euro 2,89;
foglio 9 - mappale 4223 (ex 822/a) - bosco ceduo - classe 1 - are 05 - centiare 70 - R.D.Euro 1,18 - R.A.Euro 0,15.
Coerenze in un sol corpo: torrente Bevera, mappale 4225, strada comunale, mappale 4226 e confine Comune di Rogeno.
- G -
COMUNE AMMINISTRATIVO E CENSUARIO DI ( )
Compendio immobiliare composto da terreni edificabili con destinazione urbanistica residenziale in ambito di Piano Attuativo alla via , distinto
al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 4388 - vigneto - classe U - are 08 - centiare 50 - R.D.Euro 6,58 - R.A.Euro 3,51.
Coerenze: mappale 2275, strada consorziale del Castello, mappali 918/a, 919, 4079, 4080.
foglio 9 - mappale 4079 - vigneto - classe U - are 00 - centiare 50 - R.D.Euro 0,39 - R.A.Euro 0,21;
foglio 9 - mappale 4080 - vigneto - classe U - are 00 - centiare 20 - R.D.Euro 0,15 - R.A.Euro 0,08.
Coerenze in un sol corpo: mappale 4388 (ex 918/e), strada consorziale del Castello e mappali 5474 (ex 919/a)
e al CATASTO FABBRICATI come segue:
Sezione OGG - foglio 6 - mappale 5474 subalterno 1 graffato con il mappale 5475 subalterno 1 - Via n. - piano T - Categoria D/1 - R.C.Euro 6.648,00;
Sezione OGG - foglio 6 - mappale 5474 subalterno 2 - Via n. - piano 1 - categoria A/2 - classe 2 - vani 5,5 - R.C.Euro 525,49.
Coerenze con riferimento alla mappa di Catasto Terreni: mappali 921, 4425, 2275, 918, strada consorziale del Castello, mappali 2427, 5732, 5564, 5562.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Lecco in data 15 novembre 2007 ai nn. 21146/4510 a favore del "Credito Bergamasco spa" per l'originario importo di Euro 5.660.000,00 gravante sui mappali 4388-4079 e 4080 del Catasto Terreni oltre al mappale 5474/1 graffato con il mappale 5475/1 e al mappale 5474/2 del Catasto Fabbricati.
- H -
IN COMUNE DI ( )
Compendio immobiliare lungo la via n. composto da più unità poste all'interno di un centro adibito ad attività commerciale e terziaria denominato "Laghetto", censito al Catasto Fabbricati come segue:
foglio 3 - mappale 1825 subalterno 5 - Via n. piano S1 - Categoria C/3 - classe 3 - mq. 101 - R.C.Euro 297,32;
foglio 3 - mappale 1825 subalterno 23 - Via n. - piano S1 - Categoria C/6 - classe 3 - mq. 26 - R.C.Euro 107,42;
foglio 3 - mappale 1825 subalterno 24 - Via n. - piano S1 - Categoria C/6 - classe 3 - mq. 26 - R.C.Euro 107,42;
foglio 3 - mappale 1825 subalterno 25 - Via n. - piano S1 - Categoria C/6 - classe 3 - mq. 26 - R.C.Euro 107,42;
foglio 3 - mappale 1825 subalterno 47 - Via n. - piano 2 - Categoria A/10 - classe U - vani 8 - R.C.Euro 1.590,69.
Coerenze in un sol corpo, con riferimento alla mappa di Catasto Terreni: mappali 1798, 1826, 1827, 2182.
  • Piccolo reliquato di area, distinta al Catasto Terreni come segue:
foglio 9 - mappale 2102 - semin arbor - classe 2 - are 00 - centiare 20 - R.D.Euro 0,09 - R.A.Euro 0,09.
Coerenze: mappali 2101, 2094, 2095, 420.
Formalità pregiudizievoli:
ipoteca iscritta all'Agenzia del Territorio di Lecco in data 30 maggio 2008 ai nn. 9137/1913 a favore della "Deutsche Bank spa" per l'originario importo di Euro 300.000,00 (trecentomila virgola zero zero) gravante sul mappale 1825 subalterni 47-5-23-24-25 del Catasto Fabbricati.
IN COMUNE AMMINISTRATIVO E CENSUARIO DI
(attualmente in carico in Catasto al COMUNE DI )
Compendio immobiliare composto da terreni in fascia di rispetto quali aree fluviali lacustri in quanto posti in prossimità del torrente Bevera con destinazione urbanistica F1 quali fasce di rispetto definite dal P.A.I.
CATASTO TERRENI
Foglio 1 - mappale 205 - bosco ceduo - classe 4 - are 18 centiare 70 - R.D. Euro 1,74 - R.A. Euro 0,48;
Foglio 1 - mappale 206 - prato - classe 3 - are 19 centiare 90 - R.D. Euro 8,22 - R.A. Euro 7,19.
Coerenze in corpo: torrente Bevera, confine Comune di Molteno, mappale 201, canale torrente Bevera con al di là mappale 204.
Articolo 2) Esito della Procedura
2.1. Posto che la finalità del presente Atto è la maggior soddisfazione possibile dei Creditori, nel caso in cui, per effetto di straordinarie sopravvenienze o di acclarata insussistenza di posizioni debitorie (fatti o eventi che la Disponente ad oggi considera comunque non prevedibili e assai improbabili), non fosse necessario, in tutto o in parte, destinare ai Creditori il ricavato della vendita dei Beni:
1) se i Beni non siano stati ancora alienati, il Vincolo dovrà essere dichiarato cessato mediante unilaterale dichiarazione resa da parte del Fiduciario del Vincolo nella forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata;
2) se i Beni siano stati totalmente alienati, dovrà essere restituito alla Disponente, da parte del Fiduciario del Vincolo, il ricavato corrispondente alle singole alienazioni, nella parte in cui esso non sia stato impiegato a favore dei Creditori;
3) se alcuno dei Beni sia stato parzialmente alienato, il Fiduciario del Vincolo potrà, a suo insindacabile giudizio, procedere alla loro completa alienazione al fine di corrispondere il ricavato in denaro alla Disponente oppure restituire alla Disponente il denaro ricavato dalla parziale alienazione e dichiarare cessato il Vincolo con riguardo ai beni non ancora alienati.
Articolo 3) Attività del Fiduciario del Vincolo e Vendita dei Beni
3.1. Il mandato conferito al Fiduciario del Vincolo comprende il potere di vendita dei Beni finalizzato a destinare le somme ricavate dalle vendite alla realizzazione degli scopi per i quali il Vincolo è istituito; detto mandato è da eseguire dal Fiduciario del Vincolo con la diligenza occorrente per il raggiungimento dell'esito più conveniente possibile per i Creditori.
3.2. L'adempimento del Vincolo può essere preteso da chiunque vi abbia interesse.
Articolo 4) Nomina e sostituzione del Fiduciario del Vincolo
4.1. In caso di messa in liquidazione della Società, il liquidatore potrà procedere alla sostituzione del Fiduciario del Vincolo, indicando uno o più Fiduciari del Vincolo, individuati tra professionisti specializzati nella liquidazione di patrimoni societari e di procedure concorsuali e con consolidata competenza nel settore immobiliare. La nomina potrà spettare anche allo stesso liquidatore, in considerazione dei poteri e delle funzioni ad esso spettanti.
4.2. Il Giudice Delegato alla procedura di concordato preventivo può, con proprio provvedimento:
a) effettuare in ogni tempo la nomina di uno o più Fiduciari del Vincolo per affiancare o sostituire il Fiduciario del Vincolo nominato con il presente atto;
b) effettuare in ogni tempo la nomina di uno o più Fiduciari del Vincolo per sostituire i Fiduciari del Vincolo di cui alla lettera a);
c) disporre, in caso di contemporanea presenza di una pluralità di uno o più Fiduciari del Vincolo, le loro rispettive attribuzioni e le loro modalità operative e, in particolare, se essi debbano operare con firma congiunta o disgiunta;
d) disporre il compenso spettante ai Fiduciari del Vincolo, a carico della Procedura.
4.3. Il Fiduciario del Vincolo accetta l'Incarico con atto pubblico o scrittura privata autenticata.
Articolo 5) Attività del Fiduciario o dei Fiduciari del Vincolo
5.1. Il mandato al Fiduciario o ai Fiduciari del Vincolo attribuisce anche la legittimazione a compiere, con riguardo ai Beni, qualunque atto di amministrazione ordinaria e straordinaria e di disposizione finalizzato all'attuazione degli scopi per i quali il Vincolo è costituito con potere di rappresentanza e, in presenza di più Fiduciari, a firma congiunta.
5.2. Il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo hanno anche, in dipendenza del presente mandato, capacità processuale attiva e/o passiva in relazione ai Beni.
5.3. Il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo possono comparire, nella loro qualità, dinanzi a Notai e a qualunque Pubblica Autorità senza che mai possa essere eccepita loro mancanza o indeterminatezza di poteri.
5.4. Il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo possono, sempre nel perseguire gli scopi per quali il Vincolo è istituito: delegare a professionisti e a consulenti l'amministrazione dei Beni; delegare a terzi il compimento di singole attività per un tempo determinato; avvalersi di mandatari e procuratori, per singoli atti o per categorie di atti, nonché di assistenti e di ausiliari; avvalersi di consulenti e professionisti per la risoluzione di problemi di speciale difficoltà tecnica o che non rientrino nella sfera delle loro competenze professionali.
5.5. Il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo non possono rendersi acquirenti dei Beni ad alcun titolo, né direttamente né per interposta persona, né prenderli in locazione o in qualsiasi altra forma di godimento, gratuita od onerosa; non possono stipulare, nei confronti dei Beni, contratti con se stessi o comunque compiere operazioni nelle quali loro stessi o soggetti con essi medesimi collegati da rapporti di qualsiasi tipo, anche al di là di quelli di parentela o di affinità, abbiano conflitto di interesse, pure se solo potenziale, e ciò anche se alcun danno o pregiudizio derivi allo scopo del Vincolo e ai Beni.
5.6. Il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo devono rendere conto della propria gestione annualmente e comunque in qualsiasi momento ne sia richiesto dagli organi della Procedura o dall'Autorità Giudiziaria; una volta liquidate tutte le posizioni attive e passive, il Fiduciario o i Fiduciari del Vincolo rendono il loro finale rendiconto ai predetti organi.
Articolo 6) Durata del vincolo
6.1. Salvo quanto previsto ai punti 1.2 e 1.3 che precedono, il Vincolo dura fino alla avvenuta esecuzione del concordato preventivo omologato dal Tribunale di Lecco, e comunque non oltre 90 (novanta) anni dalla data in cui esso è stato istituito.
Articolo 7) Foro competente
7.1. La risoluzione di ogni controversia riguardante il Vincolo è sottoposta alla giurisdizione del Tribunale di Lecco, salvo i casi di competenza inderogabile.
Articolo 8) Spese
8.1. Le spese del presente atto e quelle inerenti e conseguenti sono a carico della Procedura e, in subordine, della Società.
Richiesto io Notaio ho ricevuto il presente atto, di cui ho dato lettura, essendone stato in precedenza dispensato per quanto attiene al ben conosciuto allegato al comparente, il quale dichiara di approvarlo, in quanto conforme alla volontà espressami, sottoscrivendolo con me Notaio alle ore diciassette.
Lo stesso consta di undici fogli scritti da mia fiduciaria sotto la mia direzione mediante mezzo elettronico e per poca parte manoscritto da me Notaio per dieci pagine intere e fin qui della undicesima.
F.TO: M. P. - DANIELE MINUSSI, NOTAIO L.S.

Documenti collegati

Atto negoziale di destinazione
Tribunale di Lecco del 2012 (26/04/2012)

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Vincolo di destinazione con finalità liquidatorie"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto