Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Assegnazione di terreno gravato da uso civico


Repertorio N.142.823 Raccolta N.25.304
(ESENTE DA IMPOSTA DI REGISTRO, CATASTALE, TRASCRIZIONE, DA BOLLO, DA ALTRE IMPOSTE AI SENSI DELL'ART.2 LEGGE 1 DICEMBRE 1981 N.692)
ASSEGNAZIONE DI TERRENO GRAVATO DA USO CIVICO
REPUBBLICA ITALIANA
L'anno duemiladieci
il giorno ventinove
del mese di luglio
In Premana, presso la sala consiliare del municipio in Via Vittorio Emanuele n.15
Innanzi a me Dottor Daniele Minussi, Notaio residente in Lecco, iscritto nel Ruolo del Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Como e Lecco, sono personalmente comparsi i signori:
- XXX nato a Bellano (LC) il giorno , domiciliato per la carica in Premana (LC) presso la sede comunale, il quale interviene nella propria qualità di responsabile dell'Area Tecnica del:
"COMUNE DI PREMANA" con sede in Premana (LC), Via Vittorio Emanuele n.15, Codice Fiscale: 00622450138;
tale nominato con Decreto n.Prot.6612 emesso dal Sindaco del detto Comune in data 23 dicembre 2009, il quale interviene esclusivamente nel nome, per conto e nell'interesse del Comune medesimo in esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Comunale e della Giunta Municipale più avanti citate;
- XXXXXX, nato a Premana (LC) il giorno, residente in Premana (LC) Via Prealpi n.1;
codice fiscale:.
Detti comparenti, della cui identità personale, qualifica e poteri io Notaio sono certo
premesso:
a) che il Consiglio Comunale di Premana con deliberazione n.67/1994 in data 20 dicembre 1994, esecutiva ai sensi di legge, deliberazione che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 14 giugno 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "A", deliberava:
1) di provvedere alla regolarizzazione dei terreni gravati da uso civico siti nel territorio censuario di Premana;
2) di approvare la relazione relativa ai terreni di proprietà del Comune di Premana e gravati da uso civico;
3) di approvare il prospetto concernente la classificazione delle zone omogenee e la determinazione dei valori per la cessione in proprietà e/o in diritto di superficie;
4) di sottoporre i valori indicati alla verifica di congruità da parte dell'U.T.E.;
5) di dare atto che, successivamente all'espressione del giudizio di congruità da parte dell'U.T.E. si sarebbe provveduto ad una consultazione popolare al fine di stabilire se la regolarizzazione dovesse avvenire con il sistema della cessione in proprietà di detti terreni e con la costituzione di un diritto di superficie sugli stessi;
b) che il Consiglio Comunale con deliberazione n.42/1997 in data 18 novembre 1997, esecutiva ai sensi di legge, deliberazione che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 14 giugno 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "B", stabiliva di modificare parzialmente, adeguandosi così al parere dell'U.T.E. espresso con nota in data 16 ottobre 1997 Prot.n.3169/299/95/I, le tariffe indicate nel prospetto allegato sub "B" alla deliberazione C.C. n.67/94 relative agli immobili siti all'Alpe Barconcelli;
c) che con le citate deliberazioni fu pertanto stabilito il corrispettivo della cessione delle aree interessate per ciascun metro quadrato, per ciascun metro cubo - per il diritto di proprietà e per il diritto di superficie - e per ciascuna località nel seguente modo:
= ZONA 1 - DELEGUAGGIO - SOLINO - PIANCALADA - CHIARINO
Proprietà Lire/mq. 20.000 (ventimila)
Proprietà Lire/mc. 4.000 (quattromila)
Diritto di superficie Lire/mq. 25.000 (venticinquemila)
= ZONA 2 - PREMANIGA - BARCONCELLI - CAPRECOLO (e similari)
Proprietà Lire/mq. 25.000 (venticinquemila)
Proprietà Lire/mc. 7.500 (settemilacinquecento)
Diritto di superficie Lire/mq. 30.000 (trentamila)
= ZONA 3 - RASGA - FRAINA - FORNI - CASARSA
Proprietà Lire/mq. 30.000 (trentamila)
Proprietà Lire/mc. 7.500 (settemilacinquecento)
Diritto di superficie Lire/mq. 35.000 (trentacinquemila)
= ZONA 4 - VEGESSA
Proprietà Lire/mq. 40.000 (quarantamila)
Proprietà Lire/mc. 8.000 (ottomila)
Diritto di superficie Lire/mq. 45.000 (quarantacinquemila)
d) che il Consiglio Comunale del detto Comune, con deliberazione n.4 in data 27 febbraio 2003, esecutiva ai sensi di legge, deliberazione che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 14 giugno 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "C", deliberava di aggiornare il prezzo già determinato con le deliberazioni C.C. n.67 del 20 dicembre 1994 e n.42 del 18 novembre 1997 individuando negli indici ISTAT il metodo di aggiornamento dei valori riferiti;
e) che la Giunta municipale del detto Comune, con deliberazione n.7 in data 28 gennaio 2009, esecutiva ai sensi di legge, deliberazione che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 7 luglio 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "D":
  • approvava la documentazione tecnica relativa all'alpeggio PREMANIGA composta da "Tabella riepilogo oneri a carico richiedenti", che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 8 luglio 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "E"; "schede fabbricati" che in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 8 luglio 2010 si allega al presente atto sotto la lettera "F" e "Planimetria";
  • deliberava di richiedere alla competente Regione Lombardia l'autorizzazione all'acquisizione in proprietà a nome dei richiedenti dei terreni posti sull'alpeggio "PREMANIGA", previo sgravio dell'uso civico a favore dei richiedenti;
f) che a fronte della predetta deliberazione la Regione Lombardia, competente ad autorizzare alienazione e mutamenti di destinazione di terreni di civico demanio, in connessione ad opere ed interventi di pubblica utilità, a norma della L.R. 4 luglio 1998 n.11, come integrata dalla L.R. 28 ottobre 2004 n.27, ha autorizzato con provvedimento emesso in data 26 maggio 2009 Decreto n.5235 il Comune di Premana ad alienare, tra altri, a favore di n.29 (ventinove) richiedenti per l'importo complessivo di Euro 42.940,46 (quarantaduemilanovecentoquaranta virgola quarantasei) i terreni posti in Località "PREMANIGA" destinando detta somma alla realizzazione di opere di interesse collettivo previa concertazione con i "Capi d'Alpe" e subordinatamente all'autorizzazione della regione Lombardia;
(detto provvedimento è stato trasmesso in copia conforme al Comune di Premana con nota in data 26 maggio 2009 Protocollo n.M1.2009.0010106 e, unitamente a detta nota, in copia conforme rilasciata dal Comune di Premana in data 29 giugno 2010 si allega sotto la lettera "G" al presente atto;
g) che, anche come da invito della R.L., è necessario regolarizzare la posizione dei terreni stessi mediante svincolo dagli Usi Civici, al fine del regolare trasferimento di proprietà a favore degli attuali occupanti e possessori dei fondi in argomento;
h) che per l'occupazione dei terreni stessi, da oltre 30 (trenta) anni non è stato mai versato al Comune alcun canone d'affitto;
i) che gli attuali occupanti e possessori dei terreni di cui sopra sono stati accertati mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà presentata alI'Amministrazione Comunale unitamente alla domanda di regolarizzazione dei terreni con svincolo dagli Usi Civici;
tutto ciò premesso e ritenuto,
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
ARTICOLO 1
Le premesse formano parte integrante del presente atto.
ARTICOLO 2
Il COMUNE DI PREMANA, come sopra rappresentato, vende e trasferisce in proprietà a XXXXX, attuale occupante e possessore dei fondi stessi, che accetta e si impegna a sottostare a tutti gli obblighi del presente atto, i seguenti beni immobili:
in Comune Amministrativo e Censuario di PREMANA
Alpeggio "PREMANIGA"
Appezzamento di terreno già oggetto di occupazione mediante costruzione effettuata dalla parte acquirente stessa, dunque già gravato da uso civico, avente superficie totale pari a metri quadrati 41,47 (quarantuno virgola quarantasette) e superficie virtuale spettante all'unità immobiliare in contratto pari a metri quadrati 21,14 (ventuno virgola quattordici) così distinto nelle mappe e registri censuari del C.T.:
  • Foglio 9 - mappale 5155 (ex 5155/a) - ente urbano - ettari 00 are 00 centiare 37 - senza redditi
  • Foglio 9 - mappale 9390 (ex 9052/p a sua volta ex 6296) - ente urbano - ettari 00 are 00 centiare 05 - senza redditi
L'unità immobiliare insistente sulla predetta area (denominata Fabbricato 15A nella documentazione tecnica allegata alla deliberazione n.7/2009), avente un volume pari a metri cubi 130,22 (centotrenta virgola ventidue) è stata inserita nelle mappe in forza di Tipo Mappale n.248325/2009 e risulta censita in Catasto Fabbricati - in forza di denuncia presentata all'Agenzia del Territorio di Lecco in data 18 giugno 2010 registrata al protocollo n.LC0100163 - come segue:
  • Foglio 17 - mappali 5155 subalterno 1 e 9390 subalterno 1 graffati - Località Alpe Premaniga snc - piano S1-T - Categoria A/11 - Classe U - vani 2,5 - R.C. Euro 80,05 con riserva
Coerenze:
della porzione al piano primo sottostrada: mappale 5155/2, proprietà comunale al mappale 9377 (ex mappale 9052/a);
della porzione al piano terra: mappali 5155 e 9390, proprietà comunale al mappale 9377 (ex mappale 9052/a).
A migliore identificazione della predetta unità immobiliare si allega al presente atto sotto la lettera "H", firmata dalle parti e da me Notaio, fotocopia della relativa planimetria catastale.
Le parti dichiarano che i dati catastali e le planimetrie depositate in catasto corrispondono allo stato di fatto del fabbricato.
Si dà atto che la ditta catastale afferente alla parte alienante corrisponde all'attuale intestazione catastale e che la conformità alle risultanze dei Registri Immobiliari sarà conseguita solo in esito alla stipulazione, alla trascrizione ed alla voltura del presente atto, stante la natura di regolarizzazione e di legittimazione svolta in riferimento all'uso civico sussistente come meglio si evince dalle premesse del presente atto.
ARTICOLO 3
Il Comune alienante, pur non essendovi tenuto, essendo l'attività edificatoria espletata sul fondo al Comune stesso estranea in quanto riconducibile all'utilizzo fattone ad immemorabile dalla parte odierna acquirente e/o dai danti causa della stessa, nonchè la medesima parte acquirente:
  • consapevoli delle sanzioni penali di cui all'articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, per i casi di false attestazioni e dichiarazioni nello stesso indicate, ai sensi dell'articolo 47 del citato provvedimento normativo, sotto la propria responsabilità,
DICHIARANO
a) di essere a conoscenza che, ai sensi della vigente normativa in materia urbanistica, l'immobile edificato superiormente alla porzione di terreno oggetto del presente atto è stato edificato prima del giorno primo settembre 1967 e che, successivamente a tale data, sono state eseguite le opere di cui alla Licenza Edilizia Pratica n.756 rilasciata dal Comune di Premana in data 12 settembre 1975.
Dichiarano infine i comparenti che, relativamente all'immobile oggetto del presente atto, non fu emesso alcun provvedimento sanzionatorio di cui alla vigente normativa urbanistica nonchè di quella pregressa.
Le medesime parti, inoltre, ai sensi di quanto disposto dalla L.R. 24/2006 (come modificato dalla L.R. 10/2009) e dalla Deliberazione della Giunta Regionale n.8/5018 del 26 giugno 2007 - Regione Lombardia, come modificata dalle successive Deliberazioni n.8/5773 del 31 ottobre 2007 e n.8/8745 del 22 dicembre 2008, dichiarano che non sussiste l'obbligo di dotare gli immobili in oggetto dell'attestato di certificazione energetica, in quanto il presente atto ha per oggetto area su cui insiste unità immobiliare totalmente priva di impianti termici; tale stato risulta dalla dichiarazione redatta in data 21 luglio 2010 dal geometra Luigi Fazzini iscritto all'Albo dei Certificatori CENED della Regione Lombardia al n.3119 che, in originale, si allega al presente atto sotto la lettera "I".
ARTICOLO 4
Ai sensi dell'art. 30 del T.U. in materia edilizia 2001 n.380, si produce il certificato di destinazione urbanistica rilasciato in data 8 luglio 2010 Prot.n.3934 dal Comune di Premana che, in originale, si allega al presente atto sotto la lettera "L" e dichiarano le parti che dalla data del rilascio non sono intervenute modificazioni negli strumenti urbanistici relativi all'area in oggetto.
Da tale certificato si evince che l'area in contratto ricade in zona NUCLEI RURALI (zona E1).
  • *****
Le parti ai sensi della legge n. 353 del 21 novembre 2000 (Legge-quadro in materia di incendi boschivi), dichiarano che l'area in oggetto non è stata percorsa dal fuoco.
ARTICOLO 5
La presente assegnazione onerosa è fatta a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui gli immobili attualmente si trovano, con ogni accessione, diritto, azione, ragione, servitù attiva e passiva inerente.
ARTICOLO 6
Il possesso di fatto e di diritto è già stato assunto ab immemore dalla parte assegnataria.
ARTICOLO 7
La vendita viene fatta ed accettata per il prezzo di Euro 875,18 (ottocentosettantacinque virgola diciotto).
Tale somma è stata pagata prima e fuori di questo atto, come il Comune alienante, come sopra rappresentato, dichiara, rilasciando alla parte acquirente ampia quietanza, con rinunzia ad ogni diritto di ipoteca legale e con esonero del Signor Conservatore dei Registri Immobiliari competente da responsabilità al riguardo.
Le parti, consapevoli delle sanzioni di cui all'articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, per i casi di false attestazioni e dichiarazioni nello stesso indicate, ai sensi dell'articolo 47 del citato provvedimento normativo, sotto la propria responsabilità, tenuto conto delle prescrizioni di cui all’art.35 commi 22 e 23 del d.l. 4 luglio 2006 n.223 conv. dalla Legge 4 agosto 2006 n.248,
DICHIARANO:
a) che il prezzo come sopra convenuto è stato corrisposto con i seguenti strumenti di pagamento:
- quanto ad euro 542,63 (cinquecentoquarantadue virgola sessantatré) mediante Assegno Bancario n.0717199226-03 tratto sul conto corrente n.3475 della Banca Popolare Di Lecco - Deutsche Bank S.p.A. - Sportello di Casargo intestato alla parte acquirente all'ordine di COMUNE DI PREMANA emesso in data 20 febbraio 2008;
- quanto ad Euro 332,55 (trecentotrentadue virgola cinquantacinque) mediante versamento alla Tesoreria del Comune di Premana presso la Deutsche Bank - Banca Popolare di Lecco Filiale di Casargo in data 19 luglio 2010 giusta quietanza n.344 (Reversale n.479);
b) la sola parte alienante
che la presente cessione di immobile è stata conclusa senza alcuna mediazione ai sensi degli artt. 1754 ss. Codice civile
c) la sola parte assegnataria
che la presente cessione di immobile è stata conclusa senza alcuna mediazione ai sensi degli artt. 1754 ss. Codice civile
Il prezzo convenuto è da intendersi comprensivo di:
- mancato affitto da oltre 30 (trenta) anni a favore del Comune;
- interessi relativi per un periodo presunto di 30 (trenta) anni;
- valore venale del terreno;
- deduzione per migliorie apportate dall'occupante con la costruzione del fabbricato.
Conformemente al decreto n.5235 della Regione Lombardia competente ad autorizzare alienazione e mutamenti di destinazione di terreni di civico demanio, in connessione ad opere ed interventi di pubblica utilità, a norma della L.R. 4 luglio 1998 n.11, come integrata dalla L.R. 28 ottobre 2004 n.27 emesso in data 26 maggio 2009 il corrispettivo della presente alienazione dovrà essere destinato alla realizzazione di opere di interesse collettivo previa concertazione con i "Capi d'Alpe" e subordinatamente all'autorizzazione della regione Lombardia.
ARTICOLO 8
Ai sensi della legge 19 maggio 1975 n.151, le parti dichiarano:
- che il signor XXXXX è di stato civile libero.
ARTICOLO 9
Ai fini fiscali le parti invocano le agevolazioni ex art.2 legge 1 dicembre 1981 n.692, essendo per l’effetto il presente atto esente da imposta di bollo, di registro, catastale e di trascrizione.
ARTICOLO 10
Gli attuali occupanti e possessori del bene de quo si impegnano altresì a sostenere tutte le spese inerenti al presente atto.
Richiesto io Notaio ho ricevuto il presente atto, di cui ho dato lettura, essendone stato in precedenza dispensato per quanto attiene ai ben conosciuti allegati, ai comparenti, i quali dichiarano di approvarlo, in quanto conforme alla volontà espressami, sottoscrivendolo con me Notaio alle ore quattordici e minuti trentuno.
Lo stesso consta di sette fogli scritti da mia fiduciaria sotto la mia direzione mediante mezzo elettronico e per poca parte manoscritto da me Notaio per numero sei pagine intere e fin qui della settima.

Documenti collegati

Legittimazione del terreno gravato da uso civico


Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Assegnazione di terreno gravato da uso civico"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto