Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Si applica il (maggior) termine prescrizionale di cui al comma III dell’art. 2947 c.c. quand'anche non fosse stata presentata querela in sede penale. (Cass. Civ., Sez. III, n. 23795 del 14 novembre 2011)

Ai fini dell’applicabilità del più lungo termine prescrizionale di cui al terzo comma dell’art. 2947 c.c. è sufficiente l’astratta qualificazione come reato del fatto dannoso, al di là e a prescindere dalle condizioni di procedibilità dell’azione.

Commento

(di Daniele Minussi)
La S.C. conferma il proprio orientamento già espressa da Cass. 27337/2008.

Aggiungi un commento