Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013-bis. (L. 30 ottobre 2014, n. 161)

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 10 novembre 2014, n. 261, S.O., la L. 30 ottobre 2014, n. 161, recante "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013-bis". La legge sarà in vigore dal prossimo 25 novembre.
Leggi il testo completo

Commento

(di Daniele Minussi)
Entra in vigore a far tempo dal 25 novembre prossimo la legge attuativa degli obblighi scaturenti dall'appartenenza del nostro Paese alla UE.
Tra le più rilevanti novità:
-il rilascio (esclusivamente ad opera del notaio) del certificato successorio europeo, strumento per il cui tramite viene attestata la qualità ereditaria con effetti certificativi estesi all'intero ambito europeo;
- l'introduzione del II comma all'art.2506 ter cod.civ. dettato in tema di scissione realizzata con aumento di capitale da eseguirsi mediante conferimento in natura;
- l'estensione dell'esenzione dall'imposta di successione e di donazione dei lasciti in favore degli enti pubblici e degli altri enti non lucrativi istituiti negli Stati UE ed in quelli aderenti all'Accordo sullo spazio economico europeo.
- il rafforzamento delle protezioni di cui al D. Lgs. 231/2002, con l'introduzione dell'art.7 bis, che prevede la nullità di alcune clausole volte a determinare una grave disparità nella posizione contrattuale dei contraenti nell'ambito delle contrattazioni commerciali.

Aggiungi un commento